Torna all'homepage

Se il beagle soffre il mal d’auto

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Salute, Viaggi e vacanze

mal d'auto caneIl mal d’auto del nostro fedelissimo, se purtroppo ne soffre, non è una cosa da sottovalutare. Va risolta al più presto.

Potremmo mai partire per una vacanza o anche solo una scampagnata senza il nostro adorato amico dalle lunghe orecchie? 🙂

Il mal d’auto è un fenomeno trasversale, può colpire qualsiasi cane indipendentemente dalla razza o dalla taglia.Nel nostro caso, mentre per alcuni proprietari portare il beagle in auto non è affatto complicato, per altri può essere una preoccupazione capace di rovinare una bella gita primaverile o, nei casi più gravi, di far rimanere a casa tutti se non si trova qualcuno che accudisca il cane!

Vediamo qualcosa in più su questo fastidioso malessere.

Come si presenta il mal d’auto?

Fisicamente il cane che ne soffre di solito ha una salivazione più accentuata, ansima rumorosamente fino ad arrivare al vero e proprio vomito e può mostrarsi disorientato e agitato in modo decisamente anomalo.

Da cosa è provocato?

Le cause possono essere molte, ecco perché prima di tutto ci conviene chiedere l’ormai famoso parere del veterinario per accertarci che all’origine non ci siano patologie o disfunzioni organiche.

Inoltre il cane può sentirsi male per un’alta sensibilità ai movimenti dell’auto, quindi possiamo provare a tenere uno stile di guida più “dolce” e a controllare se il beagle si sente male su qualunque percorso.

Più spesso, però, questo disturbo è di origine ansiosa e legato a passate esperienze che hanno condizionato negativamente il suo rapporto con l’auto.

In questo non c’è nulla di particolarmente grave: l’automobile non è un oggetto naturale che il cane conosce istintivamente ma sta proprio a noi presentarglielo nel migliore dei modi ed educarlo facendogli capire che non c’è niente di cui aver paura.

Adesso l’auto è una cosa assolutamente normale per la stragrande maggioranza della popolazione ma… se non ne avessimo mai vista una, saremmo titubanti anche noi a salirci sopra! 🙂

Come fare?

Accertato che sia tutto a posto per quanto riguarda la sua salute, ora possiamo impegnarci per fargli considerare l’automobile come una qualsiasi esperienza appartenente alla sua vita di tutti i giorni, quasi come fosse la sua “seconda casa”.

  • Molto gradualmente, incoraggiamolo a salire in macchina mentre è ferma a motore spento e, se possiamo farlo in un’area sicura, facendolo salire e scendere liberamente.
    Può esserci d’aiuto premiarlo con tante lodi e un bocconcino se si accomoda spontaneamente sui sedili posteriori.
    Se il beagle è già abituato al trasportino, questo può essere un altro grosso aiuto per fargli accettare l’automobile.
  • Quando vediamo che il cane è più tranquillo e ben disposto ad accomodarsi in auto, possiamo ripetere l’esperienza sempre a macchina ferma ma a motore acceso.
  • In seguito, sempre verificando che il beagle abbia preso confidenza con la situazione, possiamo fare un breve giro (anche solo del quartiere), magari facendo accomodare il beagle in auto dopo essersi stancato al ritorno da una lunga passeggiata.
  • Se il cane si dimostra tranquillo e rilassato, possiamo aumentare gradualmente la distanza, rinforzando ogni tanto i suoi comportamenti corretti con tante preziose lodi ed un bocconcino. Se notiamo che il beagle è a disagio, sbava o si lamenta, ignoriamolo e facciamo ritorno a casa. La volta successiva potremo fare un giro più corto.
  • I primi viaggi di una certa distanza, è meglio concluderli con qualcosa di piacevole per il cane, come una bella corsa giocosa in un’area sicura e piacevole. Questo contribuirà ad alleviare l’ansia che tante volte può originare il mal d’auto.

Inoltre quando il cane ha a che fare con l’auto sarebbe meglio rispettare anche altri accorgimenti non collegati direttamente con il mal d’auto ma che è sempre utile ricordare.

Ad esempio, facciamo attenzione a non lasciare MAI il beagle in macchina da solo, sia per scongiurare furti, sia per evitare il famigerato colpo di calore.

38 commenti:
  • Mariantonella scrive:

    ciao a tutti,
    vorrei esporvi il mio caso… Io e mio marito portiamo quasi tutte le sere i nostri Milo e Margot in un posto per fare una passeggiata. Al posto ci arriviamo con la macchina e Milo e Margot viaggiano nel portabagagli della mia Panda (ovviamente è tutto aperto, con la rete di protezione perché non saltino davanti). Quindi entrambi stanno comodi e possono vedere sia fuori che dalla parte nostra. Ogni volta però Milo attacca a piagnucolare fino a emettere dei versi acuti tra il pianto a dirotto e l’ululato e non la pianta finché non scende. Si distrae solo se nel tragitto intercetta un altro cane o peggio, un gatto; in questi casi inizia ad abbaiare come un matto e poi ricomincia a piangere. Margot invece non emette un fiato, benché si agiti vicino a lui (lei piuttosto preferisce masticare tutto ciò che le capita a tiro). Al contrario, quando torniamo a casa dopo la passeggiata, Milo si accovaccia e si addormenta. Nessuno dei due ha mai vomitato e quando apriamo il portellone saltano dentro come grilli perché sanno che beccheranno un premio e perché collegano la macchina con la passeggiata. Io però non mi spiego i segni di sconforto di Milo…
    Grazie per le eventuali risposte e sempre complimenti!!

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mariantonella, da quello che descrivi Milo non sembra soffrire di mal d’auto vero e proprio ma “semplicemente” di un’eccessiva agitazione legata al tragitto in macchina. Capita abbastanza spesso e i motivi possono essere numerosi. Se puoi dedicare un po’ di tempo alla risoluzione del problema, un buon sistema per fargli affrontare il viaggio in tranquillità è quello di abituarlo all’uso del trasportino (c’è chi lo lascia direttamente nel baule dell’auto e chi lo usa come cuccia anche in casa, va bene in ogni modo): così facendo Milo non sarà più distratto dal paesaggio che scorre dai finestrini perchè la sua visuale sarà molto più ristretta e assocerà il trasportino ad una sua zona personale di sicurezza che contribuirà a calmarlo (nell’articolo Accessori per il Beagle: il trasportino puoi trovare qualche informazione in più).
    Inoltre, sempre se hai abbastanza tempo da dedicare alla cosa, puoi cercare di far scaricare un po’ di energia a Milo prima del tragitto in macchina, con un’ulteriore passeggiata o un momento di gioco insieme, in modo da non farlo salire in auto al massimo della sua “carica”.

  • NIKI scrive:

    Ciao a tutti, da circa 6 mesi la vita mia e di mia moglie è piu’ gioiosa per l’arrivo di Pippo un bellissimo beagle , abbiamo fatto tutti i vaccini portando il cucciolo dal veterinario in macchina senza particolari problemi…..ma ora quando lo vogliamo portare a fare una passeggiata a mare dobbiamo metterlo in macchina ma lui e’ riluttante e poi subito dopo durante il trasporto inzia a sbavare in modo molto copioso e lui sembra intontito….
    mi sapete dire perchè e se ci sono delle soluzioni
    grazie

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Niki, da quello che descrivi sembra proprio che Pippo non sopporti bene l’auto. Se il veterinario vi ha confermato che la sua salute è a posto, di solito si ottengono buoni risultati con l’uso del trasportino, abituandolo sempre gradualmente come nei passaggi descritti nell’articolo. Il trasportino è un’ottima “tana portatile”, nella quale il cane (se lo si abitua al suo uso gradualmente e con naturalezza) tende a sentirsi sicuro e protetto dall’ambiente esterno e percepisce meno le sollecitazioni del viaggio e in tanti casi il mal d’auto del cagnolino è stato risolto.

  • Dario scrive:

    ciao,sono dario vorei sapere come fare se la macchina ha il ventilatore rotto e un problemab o bisogna solo fare le soste?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Beh, Dario, con questo caldo sicuramente il ventilatore rotto non aiuta la cucciola a viaggiare bene in macchina. Bagnala sia pima di partire, sia durante il viaggio, in particolare sulle zampe, sulla pancia e sulla schiena, almeno la rinfreschi un pò…

  • Barbara scrive:

    Ciao ragazzi,quando ai primi di Novembre andremo a ritirare la ns cucciola dovremo percorrere con lei ben 350km! Potreste dirmi xfavore ogni quanto ci si deve fermare? Ad ogni sosta dovrò farla bere? E che altro? Meglio che la tenga in braccio sul sedile post essendo il suo primo viaggio e in quanto stressata dal distacco dalla mamma e dai fratellini?
    Vorrei confortarla il più possibile e nel miglior modo. Grazie di cuore
    Farò tesoro di tutti i vs consigli.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Barbara, per il primo viaggio va benissimo se la tieni in braccio sul sedile posteriore (successivamente invece sarebbe meglio farla abituare all’uso del trasportino) e munisciti di qualche asciugamano o traversina per eventuali bisognini o vomitini. Porta con te una copertina e chiedi all’allevatore di poterla “strofinare” addosso alla mamma o ai fratellini o nella loro cuccia, in modo che la tua piccola si porti a casa un pò di odore familiare e confortante e, siccome non farà più molto caldo, tienila coperta durante il viaggio. Assicurati con l’allevatore che la piccola sia a digiuno quando la andrete a prendere e non fatela bere nè prima nè durante il viaggio, piuttosto prima di mettervi in macchina giocate un pò con lei in modo che si stanchi un pò. Infine una sosta per farle fare i bisogni dovrebbe essere sufficiente, portate con voi un collare e un guinzaglio ma cercate di portarla in un luogo il più possibile “pulito” e non fatela avvicinare ad escrementi di altri cani o animali.

  • Barbara scrive:

    Grazie Simo seguirò alla lettera il tutto

  • Silvia scrive:

    Ciao a tutti e grazie per avere messo su questo interessantissimo sito!
    Nel mese di agosto ho preso con me una beagle di circa un anno (proviene dall’allevamento di GH), in generale è bravissima e non ha grossi problemi, eccetto per l’auto. Appena sale in auto vomita, e come intuisce la mia intenzione di salire in auto inizia ad agitarsi e a sbavare. All’inizio ho provato a metterla nel vano bagagli, ma iniziava a tremare ed appariva terrorizzata, allora preferisco farla salire sul sedile posteriore. Penso che abbia capito che il viaggio in auto è sempre seguito da una bella passeggiata in campagna, ma nonostante questo continua ad avere paura e a vomitare. Ho anche provato a farla salire nell’auto ferma nel cortile di casa, ho provato a darle da mangiare in auto, sono stata ore nell’auto ferma insieme al cane per farle vedere che non succede niente di male, ma tutto questo non è servito a migliorare la situazione. Dove ho sbagliato?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Silvia! Dunque, da quello che abbiamo potuto constatare, purtroppo i cani usciti da Green Hill hanno tutti una grande avversione per l’automobile. In generale non hai sbagliato in nulla, ci vuole solo tanta pazienza perchè non è una situazione facile da recuperare. Il nostro primo consiglio è di utilizzare un trasportino: inizia ad abituarla gradualmente ad entrarci quando è in casa, lascialo sempre aperto e a sua disposizione, mettici dentro un bel cuscino e ogni tanto qualche buon bocconcino o un suo giocattolo. Non forzarla mai ad entrarci ma premiala sempre quando ci entra spontaneamente. Piano piano arriverai al punto che lei considererà il trasportino come una sua tana ed allora sarà arrivato il momento di trasferirlo in macchina. Procedi sempre in modo graduale, all’inizio falla entrare per pochi secondi a macchina spenta e premiala sempre. Fai in modo che i primi tragitti siano sempre brevi e terminino sempre con una bella passeggiata o un pò di gioco, il concetto è quello di farle associare l’auto ad esperienze positive. Nel trasportino si sente protetta e al sicuro, non viene sballottata di qua e di là nell’abitacolo ed inoltre ha una visuale ridottissima del mondo che si muove fuori dal finestrino. Abbi tanta pazienza e non demordere perchè può volerci davvero molto molto tempo per risolvere problemi di questo tipo. In bocca al lupo! 🙂

  • alessio scrive:

    Ciao ragazzi una domanda…Lapo ha 3 mesi quando va in macchina lo mettiamo nel trasportino apposito ma per quanto tranquillo quando ci fermiamo ci rendiamo conto che ha fatto pipì dentro…abbiamo provato anche a metterci dentro un gioco o un tappetino assorbente ma lo sposta e fa lo stesso pipì…considerato il fatto che i tragitti sono sempre brevi e che lo portiamo con noi per portarlo a fare passeggiate e mai dunque facendogli associare esperienze negative alla macchina che devo fare?Spruzzarci dentro uno spray apposito sgradevole potrebbe servire a fargli non piu’ fare pipì o solo a sdegnarlo anche solo per essere trasportato?Il bello e’ che poi quando togliamo il trasportino dalla macchina e lo appoggiamo in terra lui ci entra dentro beato…Grazie mille e a presto!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessio, la tua situazione ci sembra abbastanza complicata ed inusuale… Da quello che descrivi sembrerebbe che i problemi derivino dal trasportino associato all’automobile, magari ha associato qualche sensazione negativa una delle prime volte che l’avete trasportato in questo modo. Quello che dovresti fare quindi è cercare di ripartire da zero e ricominciare da capo con il processo di abituazione al trasportino dentro l’auto. Inizia mettendo il trasportino in casa e fagli passare del tempo al suo interno (con la porta chiusa) quando tornate dalla passeggiata o dopo che ha mangiato, insomma, in momenti in cui solitamente si riposa. Deve capire che può considerare quel luogo una tana, un posto dove sentirsi protetto e al sicuro. Quando ti accorgi che ci sta davvero volentieri, sposta il trasportino nell’auto, fai entrare Lapo, premialo e poi fallo uscire subito. Ripeti questo esercizio per diversi giorni un paio di volte al giorno e poi aumenta la difficoltà. Sempre a motore spento, fai entrare Lapo nel trasportino, premialo e chiudi la porta. All’inizio lascialo dentro per pochissimi secondi, poi, piano piano, aumenta sempre di più il tempo. Il passo successivo è ripetere questo esercizio con il motore dell’auto acceso ed infine con l’auto in movimento. E’ fondamentale procedere sempre per gradi e molto lentamente, ecco qualche articolo a questo riguardo che può esserti utile:
    Accessori per il Beagle: il trasportino
    Il trasportino per il Beagle
    Nel mentre, se sarà necessario portarlo in auto, puoi utilizzare una cintura di sicurezza per cani e proteggere i sedili posteriori con delle traversine per evitare che vengano sporcati da eventuali pipì.

  • anna scrive:

    Maya soffre tanto l’auto… Anche viaggi brevi… Inizia a sbavare in un modo eccessivo arrivando poi al vomito… Ho provato con l’auto ferma, poi sempre ferma ma con motore acceso, con brevi giri ma non funziona… Anche con i suoi biscottini preferiti… A me dispiace tanto, perche la vedo proprio che soffre, e perche mi impedisce di portarla in luoghi dove si divertirebbe come una pazza… Visto che ci si arriva per forza con la macchina… Il veterinario mi ha detto che col tempo passa… Mah… Lo spero proprio!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Per cercare di riolvere questo problema prova (se non lo fai già) come prima cosa ad utilizzare un trasportino: molto spesso si rivela risolutore perchè al suo interno il cane si sente protetto e al sicuro, ma soprattutto non viene sballottato di qua e di là ed ha una visuale molto ridotta del mondo che “si muove” fuori dal finestrino della macchina, che è una delle principali cause del mal d’auto.
    Inoltre un percorso graduale di abituazione alla macchina è davvero fondamentale, così come farle associare alla macchina sempre esperienze piacevoli e positive, per cui insisti! Leggi anche questo articolo: Mal d’auto: 3 accorgimenti per combatterlo senza impazzire

  • eleonora scrive:

    Ciao a tutti, il mio beagle ha 8 mesi. Credo proprio che soffre il mal d’auto perchè in continuazione piange, sbava e alcune volte vomita. Inoltre è restio a salire in macchina, bisogna proprio forzarlo.. e ogni volta che sale in macchina è per andare o al parco o a fare una passeggiata. In macchina lo teniamo nei sedili posteriori con cintura di sicurezza. Ultimamente abbiamo provato a mettere la sua cuccia nella macchina, cosichè lui stia li dentro.. sembrano un pò migliorate le cose, ma comunque piange sempre. Il problema è che quest’estate dobbiamo partire, sono più o meno 200 km… e sarà uno strazio, non sappiamo proprio come fare.. potete darci consigli?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Eleonora, oltre ai consigli che puoi trovare nell’articolo qui sopra, che ti consigliamo di leggere (è stato scritto apposta), ci teniamo a ribadire che l’utilizzo del trasportino molto spesso si rivela risolutore perchè al suo interno il cane si sente protetto e al sicuro, ma soprattutto non viene sballottato di qua e di là ed ha una visuale molto ridotta del mondo che “si muove” fuori dal finestrino della macchina, che è una delle principali cause del mal d’auto. Inoltre un percorso graduale di abituazione alla macchina è davvero fondamentale, così come farle associare alla macchina sempre esperienze piacevoli e positive. Infine molto spesso accade che i cani soffrano di mal d’auto da cuccioli, ma con la crescita il problema scompare da solo. Se poi dovessi ritrovarti ad affrontare viaggi molto lunghi, allora sarebbe il caso di ricorrere a qualche medicinale, su indicazione del tuo veterinario. Leggi anche questo articolo: Mal d’auto: 3 accorgimenti per combatterlo senza impazzire

  • ilaria scrive:

    Ciao a tutti! Pepe, il mio beagle di un anno e mezzo ha davvero paura della macchina a causa dei tragitti traumatici dovuti subire quando era un cucciolo (EX beagle di green hill ). Appena sale inizia a tremare e dopo un breve tragitto inizia a sbavare e successivamente a rimettere (anche senza avergli dato da mangiare per tutto il giorno). Abbiamo provato a fargli fare brevi giretti per poi farlo abituare,ma nulla, la situazione non sembra voglia migliorare. Avete un’altra soluzione a riguardo ?. Grazie infinite.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ilaria, il nostro consiglio è sempre quello di provare prima di tutto ad utilizzare un trasportino, ovviamente dopo aver fatto un graduale percorso di abituazione in modo che Pepe non lo percepisca come una gabbia ma piuttosto come una “tana”: nei casi di mal d’auto o stati di ansia il kennel molto spesso si rivela risolutore perchè al suo interno il cane si sente protetto e al sicuro, ma soprattutto non viene sballottato di qua e di là ed ha una visuale molto ridotta del mondo che “si muove” fuori dal finestrino della macchina. Inoltre anche un percorso graduale di abituazione alla macchina è davvero fondamentale, così come fargli associare alla macchina sempre esperienze piacevoli e positive. Ecco altri articoli sull’argomento:
    Mal d’auto: 3 accorgimenti per combatterlo senza impazzire (o imbottire il cane di strane sostanze)
    Trasportino per beagle

  • santi scrive:

    ciao mi chiamo santi ho un beagle di gh si chiama tabata adesso ha diciotto mesi anche lei soffre il mal d auto per il resto abbiamo risolto tutti gli altri problemi e vivacissima le piace l acqua quando fa la passeggiata con mio marito lungo l adda lei entra in acqua e nuota

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Santi, purtroppo il mal d’auto è molto comune nei beagle usciti da Green Hill. Può essere che con la crescita scompaia, ma può anche essere che si porti dietro questo disagio per tutta la vita. Secondo noi l’utilizzo del trasportino in molti casi può rivelarsi risolutore perchè al suo interno il cane si sente protetto e al sicuro, ma soprattutto non viene sballottato di qua e di là ed ha una visuale molto ridotta del mondo che “si muove” fuori dal finestrino della macchina, che è una delle principali cause del mal d’auto. Inoltre un percorso graduale di abituazione alla macchina sarà davvero fondamentale, così come farle associare alla macchina sempre esperienze piacevoli e positive. Prova a leggere anche questo articolo: Mal d’auto: 3 accorgimenti per combatterlo senza impazzire (o imbottire il cane di strane sostanze)

  • Nunzia scrive:

    Buon giorno, io sono fortunata Bijou adora andare in macchina. Lei viaggia nel trasportino e ci sale molto volentiri e devo dire che dorme per tutto il viaggio

  • Stefania scrive:

    Ciao a tutti!il mio Totò 10 mesi soffre tantissimo l’auto,sbava tnt e rimette anke nei tragitti brevi..è felicissimo di salire in macchina ma già a motore spento inizia a sbavare..qs estate siamo andati in vacanza e il vet mi ha prescritto un antiemetico..14 ore d viaggio tranquilissime..sembrava quasi si fosse abituato,ma ecco k tt torna cm prima e anke l’antiemetico fallisce x 2ore d makkina..abbiamo apn preso uN trasportino ma nn sn certa k c resterà dentro..mi date qualke consiglio???

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Stefania, spesso rimedi come gli antiemetici falliscono contro il mal d’auto perchè non agiscono sulle cause ma vanno semplicemente ad attenuare i sintomi del problema e quindi, di fatto, non lo risolvono. Il nostro consiglio, come puoi leggere nell’articolo qui sopra, è innanzitutto di utilizzare un trasportino. Molto spesso questo strumento si rivela risolutore nei casi di mal d’auto, perchè se il cane viene abituato correttamente al suo utilizzo, al suo interno si sente protetto e al sicuro, non viene sballottato di qua e di là ed ha una visuale molto ridotta di ciò che succede all’esterno. Oltre a questo, sarebbe bene intraprendere un percorso graduale di abituazione alla macchina, cominciando a farlo salire a motore spento per pochissimi istanti e premiandolo ogni volta. Poi piano piano si può aumentare il tempo, chiudere le portiere, accendere il motore, percorrere pochissimi metri e così via… In modo da rendere l’auto una routine e da far capire a Charlie che non comporta nulla di negativo. Anzi, sarà davvero fondamentale fargli associare alla macchina sempre esperienze positive, come premiarlo con dei bocconcini saporiti o portandolo sempre in posti piacevoli e divertenti. Ecco altri articoli che ti consigliamo di leggere attentamente:
    Mal d’auto: 3 accorgimenti per combatterlo senza impazzire (o imbottire il cane di strane sostanze)
    Trasportino per beagle

  • Stefania scrive:

    Grazie per la vostra risposta!!il trasportino che ho preso è il Gulliver Mis 4(scelto tra ql da voi consigliati)Ke arriverà tra poki gg..seguirò tt i vostri consigli sperando di raggiungere l’obiettivo..la vedo dura visto Ke non ama nemmeno le cucce ma..ce la faremo!!Spero solo Ke cn tt qs accorgimenti il vomito sparisca..in fondo qnd c spostiamo lo fcm sempre per portare lui a divertirsi..ed è veramente peccato nn poterlo fare x qs problema!!ancora grazie..!!!

  • Simonetta scrive:

    .Ciao a tutti il mio Achille di 3 anni non ama andare in auto e’ stato portato poche volte e tutte le volte è’ molto nervoso piange e si irrigidisce. Ieri si è’ proprio rifiutato di salire si è’ coricato in mezzo alla strada e non c’e stato verso di farlo salire neanche con biscottini. Premetto che Achille che pesa 25kg ed è’ alto 45 cm non si fa mai prendere in braccio e quindi neanche per salire in macchina anzi si dimenava e ringhiava . Come posso fare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Simonetta. Molti cani hanno problemi con la macchina, vuoi per qualche trauma subito in passato, vuoi perchè si sentono male fisicamente, vuoi perchè hanno problemi ad entrare in uno spazio tanto ristretto che per giusta si muove. In tutti questi casi il nostro primo consiglio, come puoi leggere nell’articolo qui sopra, è di utilizzare un trasportino. Molto spesso questo strumento si rivela risolutore, perchè se il cane viene abituato correttamente al suo utilizzo, al suo interno si sente protetto e al sicuro, non viene sballottato di qua e di là ed ha una visuale molto ridotta di ciò che succede all’esterno. Naturalmente bisogna abituare il cane al suo utilizzo in modo graduale, senza fargli passare dei traumi, in modo che lui lo concepisca come una sorta di “tana” e non come una gabbia (per saperne di più leggi l’articolo Trasportino per beagle). Oltre a questo, sarebbe bene intraprendere un percorso graduale di abituazione alla macchina, cominciando a farlo salire a motore spento per pochissimi istanti e premiandolo ogni volta. Poi piano piano si può aumentare il tempo, chiudere le portiere, accendere il motore, percorrere pochissimi metri e così via… In modo da rendere l’auto una routine e da far capire ad Achille che non comporta nulla di negativo. Anzi, sarà davvero fondamentale fargli associare alla macchina sempre esperienze positive, come premiarlo con dei bocconcini saporiti o portandolo sempre in posti piacevoli e divertenti.

  • andrea scrive:

    ciao
    il ns piccolo Thor (poco piu di 3 mesi) non ha problemi a salire e stare in auto..ma quasi sempre vomita …
    Fino a 15 giorni fa stava in basso ai piedi di mia moglie ma adesso che è cresciuto lo mettiamo dietro con l’apposito accessorio per legarlo alla cintura di sicurezza… sembra anche gradire perchè gli consente di vedere fuori …
    Ma vomita quasi sempre …

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Andrea, attenzione però perchè spesso il fatto di poter guardare fuori dal finestrino accentua il mal d’auto in soggetti già predisposti. Proprio per questo il nostro consiglio è innanzitutto di utilizzare un trasportino. Molto spesso questo strumento si rivela risolutore nei casi di mal d’auto, perchè se il cane viene abituato correttamente al suo utilizzo, al suo interno si sente protetto e al sicuro, non viene sballottato di qua e di là ed ha una visuale molto ridotta di ciò che succede all’esterno. Se sale volentieri in auto significa che non ci sono particolari stati di ansia, ma questo mal d’auto è proprio fisiologico, per cui ti consigliamo anche di parlarne con il tuo veterinario.

  • Nicolo1968n scrive:

    Il mio cane (un san bernardo) una volta mi ha vomitato dentro la macchina, non è stata una bella esperienza, sopratutto pulirla, allora ho chiesto al veterinario cosa dovevo fare per evitare che succedesse di nuovo, allora lui mi ha detto che dovevo “abituarlo” a guardare davanti , proprio come noi umani e da quel giorno l’ ho sempre messo sedere vicino a me e non ha più fatto nulla

  • ANNALISA SERAFINO scrive:

    Ciao a tutti,ieri è entrata a far parte della nostra famiglia Candy, un cucciolo di due mesi compiuti e visto che l’allevamento non era vicinissimo, l ho sistemata nel trasportino in macchina, ma ha vomitato, forse perchè aveva anche mangiato da poco e era molto agitata (diciamo stressata dal cambiamento), l’ho portata subito dal veterinario che mi ha assicurato che la cucciola sta bene ma sicuramente il fatto che avesse appena mangiato non l’ha aiutata. comunque durante il tragitto in autostrada si è addormentata. adesso cosa mi consigliate di fare? meglio provare a farle “conoscere “il trasportino gradualmente e poi farle fare percorsi brevi in macchina? è piccola e fino a che non ha completato i vaccini non credo la porterò nei parchi, anche perchè abbiamo un giardino immenso, ma vorrei comunque abituarla in modo che non si senta male di nuovo.
    grazie 1000!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Annalisa, per il momento non preoccuparti dell’abituazione all’auto, l’episodio di vomito che ha avuto quando l’hai portata a casa non deve essere un campanello di allarme, considerando la situazione che la piccola stava vivendo! Magari per il momento limitati a tenere in casa il trasportino e ad abituarla a considerarlo come una sorta di “tana”, facendole associare sempre esperienze positive e piacevoli. Poi quando sarà il momento di cominciare a portarla a spasso inizia, come hai detto tu, con percorsi molto brevi e sempre associati ad esperienze positive e vedi come si comporta. Nell’articolo Trasportino per beagle puoi trovare qualche consiglio a questo riguardo.

  • laura scrive:

    CIao, la mia piccola Milù adesso ha quasi 4 mesi me fin dalla prima volta che l’ho presa in allevamento ha sempre vomitato in auto. Prima di qualche viaggio lungo programmato ho evitato di darle da mangiare ma anche se ci spostiamo per pochi km in auto sta malissimo.
    Non credo sia legato ad un problema di paura del mezzo, sale tranquillamente nel trasportino e cerca anche di stare ferma, accpvacciata. Ma purtroppo vomita ogni volta (più volte anche dopo essere scesa dall’auto) e sta malissimo. Non so proprio come fare. Sarà sempre così?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Laura, il mal d’auto come vero e proprio malessere fisiologico è piuttosto comune nei cuccioli e solitamente tende a scomparire con la crescita ma dipende anche da come viene gestito. In questi casi il nostro primo consiglio è sempre di utilizzare un trasportino, che spesso si rivela risolutore ma evidentemente non è il tuo caso. In secondo luogo possiamo consigliarti di cercare di abituarla in modo graduale ma costante, cominciando a farla salire in auto ferma ma con motore acceso, prima per pochi istanti e poi allungando sempre di più il tempo. Poi la fai scendere e le dai un premietto. Quando inizi a vederla a proprio agio puoi iniziare a muoverti facendo tragitti brevissimi, di pochi minuti e stai a vedere come va. Cerca di lavorarci ogni giorno in modo che diventi una routine. Se nei prossimi mesi la situazione non dovesse cambiare, l’ultima chance resta il veterinario. In bocca al lupo!

  • Stefania scrive:

    Ciao a tutti, ho un problema con il mio beagle di 10 mesi che dalla prima volta che l’abbiamo salito in macchina dimostra di non amare la situazione. Le prime volte vomitava adesso sbava e si punta che non vuol salire e nel contempo non vuol scendere quando arriviamo. Lo facciamo viaggiare nel trasportino nel quale quando non è in auto ci entra e a volte ci dorme cosa sta succedendo?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Stefania, il mal d’auto è piuttosto comune nei cuccioli e solitamente tende a scomparire con la crescita ma dipende anche da come viene gestito. In questi casi il nostro primo consiglio è sempre di utilizzare un trasportino, che spesso si rivela risolutore perché se il cane viene abituato correttamente al suo utilizzo, al suo interno si sente protetto e al sicuro, non viene sballottato di qua e di là ed ha una visuale molto ridotta di ciò che succede all’esterno. In secondo luogo possiamo consigliarti di cercare di abituarlo in modo graduale ma costante all’automobile, cominciando a farlo salire in auto ferma ma con motore acceso, prima per pochi istanti e poi allungando sempre di più il tempo, sempre concludendo ogni sessione con un bel premio saporito. Quando inizi a vederlo a proprio agio puoi iniziare a muoverti facendo tragitti brevissimi, di pochi minuti e stai a vedere come va. Cerca di lavorarci ogni giorno in modo che diventi una routine. Se nei prossimi mesi la situazione non dovesse cambiare, l’ultima chance resta il veterinario.

  • Jenny scrive:

    Ciao a tutti volevo esporre il mio problema,ho un beagle di quasi 8 mesi di nome Daryl vivendo fuori per lavoro viaggiamo spesso infatti il suo primo viaggio è stato a soli 3 mesi, il fatto è che non ha mai vomitato in auto mai avuto problemi ora lo scorso viaggio e capito che ha vomitato e non mi spiego il motivo se comunque ha già fatto 4 viaggi sempre tranquilli c’è qualcosa che magari posso evitare di fare lui è posto avanti al sedile con cinta

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Jenny, visto che si è trattato di un singolo episodio non stare a preoccupartene, vedi come va nei prossimi viaggi e se il vomito si ripete sistematicamente segui i consigli riportati nell’articolo qui sopra e parlane con il tuo veterinario.