Torna all'homepage

Cane felice: il segreto è nei bisogni fondamentali

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Razza Beagle

cani felici fotoC’è qualcosa in comune che lega ogni cane felice che vive alla grande con l’uomo: la soddisfazione regolare dei bisogni fondamentali del cane.

Abbiamo parlato dei bisogni fondamentali del cane nel report “I 4 pilastri del cane sano”, scaricabile gratuitamente da ogni pagina del sito.

Sì, perché se il nostro beagle ha qualche aspetto problematico del suo carattere, qualche disagio che lo fa soffrire (e ci fa soffrire), prima di concentrarci su un percorso educativo o rieducativo possiamo controllare se soddisfiamo certi requisiti di base.

Cosa possiamo fare praticamente per dare al nostro beagle le basi per essere un cane felice e trascorrere una vita serena al nostro fianco?

Soddisfare regolarmente i suoi bisogni fondamentali, che sono quattro:

  • Salute
  • Organizzazione dello spazio
  • Movimento
  • Socialità

Per prima cosa, quindi, prendiamoci cura della sua salute.
Anche se può sembrare scontato, scegliamo un buon veterinario di cui ci fidiamo e seguiamo le sue indicazioni anche dal punto di vista dell’alimentazione del cane.

Poi, organizziamo bene gli spazi della nostra casa per non confonderlo o renderlo insicuro.

Come puoi leggere nel report, anche nel branco di lupi un cucciolo frequenta e rispetta spazi ben definiti, da quando sta con mamma e fratellini a quando cresce e si relaziona con gli altri suoi simili.

Dal lupo il cane ha ereditato queste stesse esigenze. All’origine di molti comportamenti indesiderati, come spargere bisogni per casa anche quando non è più cucciolo o invadere ogni angolo dell’appartamento prendendo in bocca qualsiasi cosa, potrebbe esserci una cattiva gestione degli spazi.

Per “cattiva” intendiamo semplicemente che non sono stati scelti spazi precisi e zone off-limits da far rispettare al nostro cagnolino.

E soprattutto verifichiamo di avergli costruito uno spazio-tana all’interno delle mura domestiche dove dormire sul suo giaciglio e starsene in santa pace quando non vuole essere disturbato.

Il terzo aspetto da considerare per fare del nostro amico a quattro zampe un cane felice è il suo movimento. Come proprietari di beagle sentiamo tutti molto bene questa esigenza!

Un cane sereno ed equilibrato fa movimento fisico ogni giorno.

Nel report vedrai che ci sono due tipi di movimento (puro esercizio ed orientamento nello spazio) e sarebbero da dare entrambi al cane, per la sua salute fisica e mentale.

Niente di fantascientifico se ci si organizza quotidianamente per la passeggiata e lo si lascia un po’ libero in un’area sicura/recintata.

Infine, cosa importantissima, ogni cane ha un estremo bisogno di socializzare continuamente con i suoi simili e con gli umani.

Quando si dice che è un animale sociale, si intende proprio questo. Se il cane non cresce e non vive interagendo socialmente, rimane incompleto, non rispecchia del tutto il suo essere cane.

Anche il suo rapporto con l’uomo dev’essere chiaro, a partire dalle abitudini della sua famiglia.

In altre parole, non dobbiamo diventare camerieri al suo servizio che distribuiscono gratuitamente coccole, cibo e giochi.

Così probabilmente lo porteremo a credere di avere sulle proprie spalle il dovere di “prendersi cura di noi” in quanto “incapaci”.

Anche questa è un’esigenza primaria, che si porta dentro dalla notte dei tempi.

Diventare per lui un buon punto di riferimento non è un capriccio, ma una necessità biologica.

Il concetto del “punto di riferimento da seguire”, vediamo che è presente in ogni ambito della cinofilia e parlarne una volta in più non fa mai male perché c’è di mezzo la salute del nostro amico.

In più, se non gli si dà l’occasione di socializzare regolarmente con cani e persone, nascono problemi di comportamento, a maggior ragione se è giovane ma questo discorso vale ad ogni età.

Sappiamo già quanto diventi problematico un cane che non si sa rapportare con i suoi simili.
Ne “I 4 pilastri del cane sano” vedrai che un cane così è una via di mezzo, un essere indefinito, un cane a metà.

In fondo succede questo anche a noi, che siamo “animali sociali” a nostra volta.
Chi cresce isolato da tutto e da tutti, si porta con sé delle mancanze pesanti che influiscono sul suo carattere e sulla sua mente.

Quindi, in sostanza, ecco quello che c’è dietro ogni cane felice.

Leggendo “I 4 pilastri del cane sano”, però, vediamo anche cos’è il fulcro del rapporto tra cane e uomo, la cosa più importante, l’antichissima alleanza che nessuno può tradire perché è dettata dalle stesse leggi dell’evoluzione della vita sulla Terra.

Conoscere queste cose ci può aiutare molto a vivere meglio con il nostro beagle e, soprattutto, a far vivere meglio lui.

Piccoli particolari che ci fanno concentrare su quello che conta davvero per fare la sua (e la nostra) felicità. 🙂

61 commenti:
  • alessia scrive:

    come sempre articoli interessanti.
    io ho provato ha scaricarlo ma mi dice che la mia e-mail è già presente nella lista.
    quindi se ho scaricato beagle ribelle no grazie non posso scaricare questo nuovo
    se sì mi potete spiegare come?

    grazie da ma e betty

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessia e grazie 🙂

    Trovi il link per scaricare il nostro materiale gratuito nella newsletter dell’8 febbraio,
    dove è disponibile per chi è già iscritto alla lista di AmicoBeagle.

  • Alice scrive:

    Ciao..forse non c’entra tanto con quello che ho appena letto..il mio cucciolo potrò averlo con me solo verso metà agosto perchè ha appena un mese.. il punto è che tutti mi dicono come ho fatto a prendere un beagle..mi dicono che è un cane che morsica e rosicchia tutto,che è impossibile tenerlo in casa e che ti complica solo che la vita.. :(è brutto sentirsi dire questa cose..voi che mi dite? Grazieeee..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alice, è vero, è bruttissimo sentirsi dire frasi del genere, ma credo che ci siano passati un pò tutti i proprietari di beagle. “Ah, hai preso un beagle? E mò sono cavoli tuoi!”, “Ah, un beagle? Auguri!”, “I beagle sono inaddestrabili”, “I beagle ti distruggono la casa”, “I beagle non obbediscono” e chi più ne ha, più ne metta. Quello che ti diciamo è che questi sono soltanto dicerie e luoghi comuni che la gente che NON HA MAI AVUTO UN BEAGLE va divulgando in giro (il motivo ci è ignoto). La verità è che il beagle è un cane dalle mille risorse e con infinite energie da sfogare, ma soprattutto non è un cane da compagnia, ma è un cane caccia. Questo non significa che deve dedicare la sua vita allo scovo di lepri, ma semplicemente che ha determinate necessità e bisogni e non può essere trattato come un soprammobile. Per questo, se il proprietario prima di prenderne uno si informa sulle caratteristiche della razza e sulle sue esigenze e poi si impegna a rispettarle, ecco che il beagle diventa il cane migliore del mondo. Il beagle chiede moltissimo, soprattutto in giovane età: tempo, pazienza, costanza, impegno. Tutto da dedicare alla sua educazione e al suo benessere. Ma ciò che ti ritorna non è nemmeno paragonabile a questi piccoli sacrifici.

  • Carlotta scrive:

    I beagle sono cani fantastici che riescono a non farti mai annoiare per le loro continue e sconclusionate invenzioni per non farci mai distrarre…..e questo lo chiamano difetto??????

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Probabilmente viene considerato un difetto per quelle persone che amano passare le giornate in poltrona senza muovere un muscolo! Il beagle è un cane che si addice molto a persone attive e dinamiche! 🙂

  • Jessica scrive:

    Io purtroppo non ho la possibilità di lasciarlo libero in una zona recintata tutti i giorni… Abito in una bifamiliare quindi c’è un via vai di macchine assurdo, il cancello sempre aperto. Inoltre abito in un paese piccolo in cui non c’è un’area apposita per i cani, la più vicina è a 30 km e quindi non ha senso…Ogni giorno però porto la mia Gioia a passeggio per 40 minuti-1ora.. e durante la passeggiata molti la accarezzano e incontra altri cani a passeggio.. Non è abbastanza vero?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Jessica, l’ideale sarebbe proprio far socializzare la tua Gioia liberamente, perchè il guinzaglio rappresenta per i cani che si incontrano un grosso impedimento di esprimersi e, in certi casi, un forte motivo di stress durante l’incontro. Naturalmente, essendo l’area cani così lontana, capiamo che diventa problematico portarcela tutti i giorni, ma prova a frequentarla almeno un giorno alla settimana, magari il sabato o la domenica. Mentre tutti gli altri giorni sarebbe bene portarla a spasso un paio di volte al giorno. 🙂

  • elena scrive:

    ciao,il mio cane Diana,che è un cucciolo di 4 mesi,ha fatto la popò strana,quando sono entrata in casa ho visto delle goccie di sangue sulle feci,il sangue era rosso normale,potresti dirmi che cosa sarebbe?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Elena, ovviamente noi non possiamo dirti che cos’ha la tua cucciola, le cause delle gocce di sangue nelle feci possono essere moltissime, ma solitamente se restano poche gocce, non è mai nulla di grave. Magari ha mangiato qualcosa che le ha fatto male, magari ha preso freddo e le è venuta un pò di diarrea, magari ah qualche parassita intestinale… Tienila controllata nei prossimi giorni e se il sangue continua o aumenta oppure se insorgono altri sintomi tipo vomito, febbre e inappetenza, portala dal veterinario.

  • isabella scrive:

    Grazie mille i vostri articoli sono sempre i migliori!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Grazie ancora Isabella, ci fa piacere che apprezzi il nostro lavoro! 🙂

  • Mario e Valentina scrive:

    Da qualche mese è cominciata la nostra avventura con il nostro amato Grifo, uno dei tanti beagle fortunati, strappati dal lager di Green Hill. Noi abitiamo in uno spazio piccolo ma abbiamo imparato, insieme a voi, che un cane, per essere felice, non ha bisogno tanto di spazio quanto di tempo ed è quello che cerchiamo di fare: almeno tre passegiate al giorno, gioco, pazienza, determinazione, costanza e coerenza. E i risultati si vedono, il nostro Grifo è fantastico, nonostante il suo “ascendente” Beagle e i suoi momenti “pazzi”. Grazie dei vostri preziosi consigli e della vostra dedizione.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mario e Valentina, grazie a voi per la vostra testimonianza e complimenti per l’impegno che mettete ogni giorno nel cercare di instaurare una profonda relazione con il vostro Grifo e nel soddisfare i suoi bisogni fondamentali, continuate così! 🙂

  • Silvia Donà scrive:

    Salve, io sono ancora alle prese con la mia cucciola che non vuole saperne di rimanere da sola. Sia la notte, che quando esco pianhe in continuazione. Ho provato con sveglia, cuccia, vestiti miei…. ma niente, piange x ore. Che posso fare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Silvia, solo 3 giorni fa dicevi di aver “appena preso una cucciola di tre mesi”, immagino quindi che sia passato pochissimo tempo da quando l’hai portata a casa con te. Beh, non si può certo pretendere che un cucciolo così piccolo, che è appena stato portato via dalla mamma e dai fratellini contro la sua volontà e che si ritrova in un attimo catapultato in una realtà completamente diversa, in così poco tempo riesca ad abituarsi a restare solo per tutta la notte! Ha bisogno di tempo per prendere confidenza con la nuova casa e la nuova famiglia, quindi la prima cosa da fare è avere pazienza. Per cui insisti e continua a seguire i consigli riportati in questo articolo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”. Quando piange inoltre, la cosa migliore da fare affinchè si abitui a restare da sola, è ignorarla e non correre subito da lei, altrimenti impara che piangendo ottiene la tua presenza e continuerà a farlo.

  • Amilcare scrive:

    Salve, volevo chiedervi qualcosa inerente alla socializzazione, premetto che il mio handy ha 3 mesi, e nonostante lo faccio avvicinare agli altri cani comincia a ringhiare ed abbaiare di continuo, come mi devo comportare d’avanti a questo problema? Grazie mille.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Amilcare, il comportamento del tuo cucciolo può essere normale, è ancora molto piccolo e non sa bene come deve comportarsi al cospetto di altri cani. Sicuramente vuole solo giocare ed interagire, il problema è che lo fa nel modo sbagliato e a lungo andare potrebbe suscitare l’ira di qualche individuo non proprio contento di ricevere questi trattamenti. Quello che ti possiamo consigliare è di cercare di tenerlo il più possibile a contatto con cani dal carattere equilibrato e che riescano a fargli capire qual è il modo giusto di giocare e comunicare. Inoltre, se hai la possibilità, frequentare un corso di puppy class sarebbe il massimo: in questo modo potrà socializzare con altri cuccioli in totale sicurezza e sotto la supervisione di un esperto. Qui trovi maggiori informazioni a riguardoLa Puppy Class

  • Erika scrive:

    Ho trovato un beagle in Toscana,e dato che vivo a l’estero ho portato via con me,non sapendo che tipo di cane.Ho gia un caucaso maschio in piu anche il beagle maschio.
    E un cane fantastico,inteligente ha insegnato molto al caucaso,gli tiene testa.un inteligenza che non ho mai incontrato nei cani.dolcezza infinita.se leggo la descrizione e i commenti non riconosco di avere un beagle.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Erika, ti ringraziamo per la tua testimonianza. I beagle in effetti sono cani estremamente intelligenti, basta solo saperli prendere nel modo giusto e soprattutto soddisfare quotidianamente i suoi bisogni di movimento e socialità per avere un cane equilibrato ed in grado di dare tante soddisfazioni. 🙂

  • sara scrive:

    ho uno splendido beagle di quasi sette anni. conoscevo la sua indole ribelle quasi anarchica ma è anche per questo che lo abbiamo scelto. è inteligentissimo quindi basterà avere un pò di pazienza e la convivenza sarà entusiasmante!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Siamo assolutamente d’accordo con te Sara! 🙂

  • giovanna scrive:

    il nostro beagle è affettuosissimo e dolcissimo, anzi a volte ha uno sguardo triste perchè ha cambiato 2 volte padrone.
    Noi siamo contentissimi di averlo preso e lo adoriamo tanto che quando sono fuori per lavoro e resta da solo me ne dispiace tanto.

  • giulia scrive:

    ho provato a scaricare i due opuscoli beagle ribelle e i quattro pilastri…..ma mi dice che la mia e-mail è già presente .mi piacerebbe tanto leggerli.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giulia, se il tuo indirizzo è già presente significa che dovresti già aver ricevuto l’email contenente i link per scaricare gratuitamente gli special report. Ad ogni modo abbiamo provveduto ad eliminarla, ora non devi fare altro che reinserire il tuo indirizzo email nella pagina Scarica gratis! e controllare la tua casella di posta.

  • Luciano scrive:

    La mia Luna ha 5 anni, è una beagle dinamica e inesauribile che ho portato in vacanza con la mia famiglia (di cui ormai è parte integrante) dappertutto, regalandoci grandi soddisfazioni. Vi voglio rendere partecipi di un’avventura a lieto fine di cui Luna è stata protagonista: amando l’escursionismo sui monti, ho spesso portato la mia beagle durante queste lunghe scarpinate, non avendo mai grandi problemi, piccole fughe per seguire qualche traccia, ma prontamente rientrata. Purtroppo a metà maggio, durante una delle solite escursioni in un ambiente di montagna, oltre alla traccia ha individuato un capriolo, non c’è stato nulla da fare, è partita a razzo scomparendo nel nulla; la ricerca è durata 5 giorni, la mattina del 6 giorno, dopo che l’avevo cercata con tutte le mie forze, ed avere allertato tutti i paesi della valle, è stata individuata e l’ho potuta riportare in famiglia, stanchissima, affamatissima, ma fortunatamente senza un graffio, la zona è piena di cinghiali, lupi e pericoli naturali notevoli!!! Adesso, naturalmente, in ambienti selvaggi, ho cambiato atteggiamento!!! Comunque, le soddisfazioni che può dare un beagle, se lo fai vivere in maniera dinamica e socializzare con animali e persone, sono grandissime!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Luciano, chissà che spavento hai preso! Purtroppo il beagle è fatto così, è un cane imprevedibile quando lo si porta in ambienti così ricchi di stimoli… se sente la traccia giusta è capace di perdere il controllo e di concentrarsi solo su quella per svariati chilometri, non curandosi di nient’altro e in questi casi il pericolo di perdere il cane è davvero elevato. Fortuna che è finito tutto nel migliore dei modi! 🙂

  • Mauro scrive:

    Da 30 gg sono un felice possessore di un cucciolo di beagle, devo dire che dopo il panico iniziale questo sito mi è stato molto utile, addirittura indispensabile…….oggi mi ascolta, mi segue, ubbidisce e mi riconosce come leader (questo e stato molto fondamentale) grazie a voi…..morde la qualunque ma gli do un osso e si accanisce con lui…a quasi 3 mesi….non fa quasi più i bisogni a casa, mi chiede di uscire e la fa nel giardino…..ho un beagle speciale?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mauro, siamo davvero felici che il nostro sito ti sia stato così utile! Dunque, in un certo senso sì, sei fortunato… però aspetta ancora a cantare vittoria, può essere che tutta la sua indole da beagle si debba ancora scatenare, quindi non abbassare la guardia! 😉

  • UMBERTO TREBBI scrive:

    NON HO PAROLE PER VOI…SOLO 2 PAROLE.GRAZIE MILLE-CON OSSERVANZA.UMBERTO-TREBBI-

  • Leo scrive:

    Il mio Nik (3mesi), Nei momenti di “movimento” libero in area sicura, si evidenzia subito la sua predisposizione naturale e naso a terra ispeziona tutto. Non sia mai che trova qualcosa di particolarmente “interessante” e magari pericoloso o puzzolente, parte ventre a terra per portarlo in luogo tranquillo per ispezione o mangiarlo. Tutto ciò a prescindere se ha appena finito il suo pasto. Il problema è che in queste occasioni, non risponde a nessun comando, invito o preghiera che voglia essere. Cosa fare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Il comportamento del tuo Nik è perfettamente normale, purtroppo è un viziaccio tipico dei beagle, cane curioso e sempre affamato, quello di prendere in bocca qualsiasi cosa di vagamente commestibile. Inoltre Nik sta ancora attraversando la cosiddetta “fase orale”, in cui è portato a prendere in bocca qualsiasi cosa. Quando lo liberi cerca di stargli sempre vicino e riprendilo con un “No!” bello secco e deciso appena lo vedi addentare qualcosa che non deve. Devi sempre avere mille occhi quando lo porti a spasso per cercare di tenerlo lontana da schifezze presenti sul terreno. Inoltre inizia a lavorare con lui sul comando “Lascia!” che, se imparato bene, può rivelarsi importante per farti lasciare quello che ha in bocca senza drammi o costrizioni.

  • Chiara scrive:

    ciao alice!! ho una cucciola di tre mesi.. e se ti può consolare non ha ancora toccato un mobile. ti dico sono alla mia prima esperienza con i cani, eppure seguendo il buon senso e le cose che ti spiegano qui la cucciola ascolta ed esegue ordini semplici e non fa danni(anche se in diverse occasioni è stata lasciata un’ora in casa da sola!!). per cui non preoccuparti! e goditi il tuo cucciolo!!!

  • GIOIA scrive:

    Salve! ho un Beagle di quasi 4 mesi…. è bravissimo e dolcissimo se non fosse per il vizio di mordere le mani di tutti insistentemente e incessantemente….come posso fare???

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gioia, il comportamento del tuo beagle è piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni e quindi di imparare l’inibizione al morso. A meno di particolari problemi comportamentali, fortunatamente è un comportamento che sparisce con il cambio totale della dentizione. Nel mentre però devi iniziare a fargli capire che questi suoi morsi non sono tollerati: lui morde mani e caviglie per attirare l’attenzione e perchè per lui è un gioco, ma bisogna iniziare a fargli capire che non è il modo corretto di giocare. Allora nel momento in cui inizia a mordere dovete esclamare “AHI!” e immediatamente girarvi dall’altra parte, incrociare le braccia e IGNORALO finchè non si sarà calmato: deve capire che morsicandovi ottiene proprio l’effetto contrario, ovvero la vostra indifferenza e che se vuole continuare a giocare deve comportarsi bene! E lo stesso metodo lo devono mettere in atto tutte le persone che subiscono i suoi morsi. Lasciagli poi sempre a disposizione delle valide alternative, degli oggetti che invece può mordere in tutta tranquillità come ossi di pelle o giocattoli di gomma, in modo che si sfoghi su di loro! Inoltre fallo sfogare di più durante il giorno: portalo a spasso, a correre, a socializzare con altri cani e fallo giocare, in modo che sfoghi le sue energie in attività salutari e che migliorino sensibilmente la relazione tra cane e proprietario, perchè soddisfare le sue esigenze di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane calmo e dal carattere equilibrato. Nell’articolo Se il Beagle morde trovi qualche informazione in più.

  • GIOIA scrive:

    Grazie mille mi avete rincuorato! ihihihih….seguiro’ i vostri utilissimi consigli e se avremo bisogno di aiuto mi mettero’ in contatto con voi… 😉 Buonaserata!

  • leo scrive:

    sono un poco preoccupato per l’alimentazione, ovvero per l’appetito che a volte viene a mancare quasi completamente. Non ho mai cambiato il secco che e` stato sempre bene accetto. Non si butta sulla ciotola come dovrebbe, sembra svogliato e sembra che preferisca un solo pasto al giorno: alla sera e quello del mattino il più delle volte lo lascia quasi intatto. In totale gli do 300g al giorno ed ha 6mesi ormai.
    Ho interrotto i “regalini” per aver fatto bene o ubbidito ad un comando… questi si che vengono bene accetti ma sono poche scaglie di cornflex o un pezzetto di banana. Li ho interrotti perché ho temuto che possa preferire quello come cibo e mi chiedesse una banana al posto del secco..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Quando si verificano casi di inappetenza, solitamente il primo consiglio è quello di insistere con le crocchette, perchè sono in assoluto la scelta migliore per l’alimentazione canina in quanto, se di buona qualità, rappresentano un pasto con il corretto apporto calorico e già perfettamente bilanciato in tutti i componenti nutritivi di cui il cane ha bisogno nella specifica fase della vita che sta attraversando. Spesso succede che ad un certo punto un cane si stanchi delle solite crocchette e, in questi casi, cambiare marca e/o gusto può risolvere il problema, ma se l’inappetenza si ripete dopo poco tempo si rischia di entrare in un circolo vizioso perchè il cane impara che appena smette di mangiare gli arriva una pappa dal sapore tutto nuovo. Un’altra causa dell’inappetenza (ovviamente escludendo eventuali problemi di salute, quindi dovresti anche confrontarti con il tuo veterinario) del tuo cucciolo potrebbe essere il caldo, spesso capita che con l’arrivo dell’estate alcuni cani abbiano meno appetito e rifiutino uno dei pasti giornalieri. A questo punto il nostro consiglio è scegliere una marca di crocchette, facendo attenzione a sceglierne una di ottima qualità e lasciare la ciotola a sua disposizione per 10-15 minuti, dopodichè toglila anche se non ha finito di mangiare, per riproporgliela soltanto al pasto successivo (senza dargli altri snack nel mentre per compensare il vuoto). Capita che i cani facciano un pò di sciopero della fame, ma poi cedono ed iniziano a mangiare voracemente ed è importante arrivare a questo risultato perchè l’inappetenza è il primo sintomo di un problema di salute, quindi se un cane che mangia sempre con appetito non vuota subito la ciotola, ti potrai accorgere che probabilmente c’è qualcosa che non va. Se proprio lo sciopero si potrae per un lungo periodo (3-4 giorni consecutivi) e non ci sarà verso di fargli mangiare le crocchette, sarà il caso in primo luogo di portarlo dal veterinario per escludere particolari problemi di salute ed eventualmente rassegnarsi al fatto che andranno sempre integrate con del cibo umido o addirittura gli andrà per sempre fornito del cibo casalingo (possibilmente preparato apposta per lui e con cognizione di causa). Ecco due articoli che possono esserti utili:
    Se il Beagle è inappetente: alcune ragioni
    Se il Beagle è inappetente: alcuni consigli

  • daniele scrive:

    Sono un bambino di 10 anni,mi piacciono molto i cani soprattutto i labrador e i beagle,lo posso tenere solo sul balcone(durante la notte…),i miei genitori lavorano tanto e non lo possono guardare,quale di queste due razze (labrador e beagle)posso tener?Come posso fare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Daniele, non solo nè labrador nè beagle sono razze da poter relegare sul balcone giorno e notte, ma nessun cane può fare una vita del genere! Il cane non è un giocattolo con cui divertirsi una volta ogni tanto e poi riporre sullo scaffale, ma è un essere vivente con determinate necessità! E’ un animale sociale, il che significa che ha bisogno di stare in compagnia del proprio “branco” (ovvero la sua famiglia) e soffrirebbe tantissimo a stare perenemmente da solo sul balcone! Quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini. Senza ombra di dubbio il beagle è un cane che ha tantissime qualità ma d’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Non è strettamente necessario avere un giardino recintato e può adattarsi benissimo alla vita di appartamento e a stare in casa da solo per qualche ora al giorno a patto di garantirgli tanto movimento (questo va fatto a prescindere dal giardino) e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi.
    La tua situazione ci sembra davvero improponibile, non ci sono le premesse giuste per l’adozione di un cane, tantomeno di un cane di una razza molto dinamica e vivace come labrador e beagle!

  • Agnese scrive:

    Caro Daniele, nella tua breve lettera hai scritto che i tuoi genitori lavorano quindi la responsabilità del cane sarebbe solo tua, ma io credo che tu sia troppo giovane per questa responsabilità.
    Il Labrador ed il Beagle sono due cani tanto meravigliosi quanto diversi e non paragonabili, ma quello che credo di aver capito è che desideri un cane perché ti senti solo e pensi giustamente che ti farebbe compagnia. Un cane si affeziona in un modo che tu non puoi ancora immaginare ed ogni volta che lo lascerai solo ne soffrirà. Lasciarlo sul balcone lo interpreterà come un castigo, quando andrai a scuola ti aspetterà dietro la porta di casa, quando andrai in vacanza non potrai portarlo con te.
    Tanti cuccioli vengono regalati, con molta superficialità, a ragazzi che desiderano sinceramente accudirli ma che poi non ne hanno il tempo.. dopo pochi mesi vengono dati via senza considerare il dolore che questo allontanamento procura alla povera bestiola. Aspetta, senza rinunciare, a realizzare questo sogno, per il momento frequenta i tuoi coetanei e vivi serenamente i tuoi magnifici dieci anni.
    Agnese

  • daniele scrive:

    Io comunque pensavo solo per la notte perchè per esempio la mattina lo porterei a casa di mia nonna e la mattina presto quando mio padre va a correre prima di andare a lavorare lo porterebbe con se
    E il pomeriggio finiti i compiti lo porterei in pineta

  • Agnese scrive:

    caro Daniele, sei un ragazzo determinato ma se proprio desideri un amico-cane ti suggerisco di non scegliere un Beagle, non lasciarti ingannare dal suo tenero musetto e dagli occhi teneri, è un cane troppo vivace ed indipendente per te e per tua nonna.
    Un Labrador a PELO CORTO, sarà invece un compagno ideale e soprattutto paziente e tua nonna ti sarà grata di aver scelto un cane che non darà problemi.
    Ti parlo per esperienza diretta, da sei anni ho un Labrador ed da quattordici mesi un Beagle: quando avrai scelto il tuo cucciolo, prendilo in braccio, accarezzalo, coccolalo, parlagli dolcemente, lasciagli il tempo di accettarti, da quel momento e per tutta la vita sarà il tuo amico più caro, il più fedele, riserva la voce un po’ brusca solo per sgridarlo se necessario. Se avrai scelto un Labrador il tuo amico trascorrerà la vita al tuo fianco solo per compiacerti, per assecondarti ed amarti sempre.
    Considera che un cucciolo avrà trascorso, fino a quel momento, la sua vita in compagnia dei suoi fratelli, non è mai stato lasciato solo, quindi subirà due shock, il primo di essere allontanato dagli altri cuccioli, il secondo di trovarsi solo.
    Se i tuoi genitori sono determinati a tenerlo sul terrazzo, piangerà disperatamente per buona parte della notte ed avrà ragione, le soluzioni sono due: rimandate l’uscita da casa a quando sarà più grande e non farà freddo o.. dormi con lui nella cuccia

  • Agnese scrive:

    Daniele, scusa non vorrei essere fraintesa.
    Il beagle è un biricchino, vivace ed intelligente ma non è che chiede di essere indipendente ma vuole un amico per compagno, giocare, essere amato. In questo senso è più impegnativo di molte altre razze di cagnolini. Il labrador è molto più “tranquillo” potrebbe tendere anche ad impigrirsi.
    Per rendere bene l’idea, noi abbiamo molto spazio ed il labrador, benchè libero, si muove dai nostri piedi solo se noi andiamo a fare una passeggiata e a volte trattiene di fare i bisogni aspettando una delle passeggiate. Se lavoro in giardino, lei viene vicino e non mi abbandona mai.
    Il beagle vaga in lungo ed in largo tutto il giorno e viene solo se vede il labrador con noi per giocare. Spesso cerca di coinvolgere il labrador nei suoi giochi.
    I problemi, nascono solo se ci allontaniamo da casa anche solo poche ore. Mentre il labrador resta abbastanza tranquilla ma in attesa vicino al cancello del nostro ritorno, il beagle comincia a guaire e singhiozzare senza posa finché non rientriamo e scodinzola dalla testa fino alla punta del suo codino.
    Sono certa che il tuo interesse sia genuino ma se non hai tempo ed energie da dedicare ad un amico cane, non farlo soffrire lasciandolo solo, piuttosto che al freddo che sopperterebbe pure.

  • Daniela scrive:

    La mia piccola beagle per motivi legati al suo benessere è stata presa ad un mese e pertanto diamo con le traversine e non possiamo farla uscire adesso ha 2 mesi ma stiamo aspettando di fare i richiami per il momento non esce. Questo ai fini di quella socializzazione crea problemi?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Daniela, il fatto che la piccola sia stata staccata dalla mamma e dai fratellini addirittura un mese prima del dovuto ha già creto dei grossissimi problemi, dei gravi deficit nella sua capacità di socializzare e di comunicare con gli altri cani. Ormai il danno è fatto, ad ogni modo, puoi già cominciare a farla uscire per brevissime passeggiate in luoghi il più possibile puliti, poco frequentati da altri cani e senza farla avvicinare ad escrementi di altri cani o altri animali, ovviamente coprendola bene per evitare che prenda freddo. Per il resto quando avrà terminato il ciclo di vaccinazioni la cosa migliore che tu possa fare è farle frequentare un corso di puppy classs, un passaggio importante per la crescita di un cucciolo che non ha avuto modo di restare nella cucciolata per il tempo necessario e non ha potuto imparare dalla mamma e dai fratellini le basi della comunicazione e socializzazione canina. Sarebbe davvero utile proprio per completare i processi di apprendimento che le sono venuti a mancare e per metterla a contatto con altri cucciolo sotto la supervisione di un esperto: La Puppy Class.

  • leo scrive:

    Cara Daniela, la tua beagle deve socializzare con la sua famiglia e quella sei tu. Ripeto quello che ha detto Agnese qui sopra: “Il beagle è un biricchino, vivace ed intelligente ma non è che chiede di essere indipendente ma vuole un amico per compagno, giocare, essere amato.”

  • Antonella scrive:

    Buongiorno a tutti, grazie per i vostri consigli mi sono preziosissimi, volevo chiedervi un consiglio, il mio cucciolo Willy fa la pipì sulla traversina poi la fa a brandelli e la sparge per tutta la casa, sapete darmi qualche suggerimento per farlo smettere? Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Antonella, vista la situazione il nostro consiglio è di togliere le traversine perchè se Willy le distrugge non solo diventano inutili allo scopo dei bisogni, ma danno un’occasione in più al cucciolo di comportarsi male. Magari lasciane giusto una di fianco alla porta di casa e una nel suo spazio-tana, ma se continua a distruggerle togli anche queste. Per il resto comincia ad abituarlo a sporcare fuori di casa, perchè se adesso si abitua a sporcare sulle traverse, tra qualche mese ti ritroverai con un cucciolone che rimane fuori per ore senza fare niente salvo liberarsi appena arrivato a casa, perchè giustamente è così che ha imparato. Se prendi i dovuti accorgimenti (portarlo in zone “pulite” e poco frequentate da altri cani, non lasciarlo avvicinare ad escrementi di altri cani o altri animali, coprirlo bene se fa freddo o se pioive…) non corri grossi rischi, anche se il piccolo non ha ancora terminato il ciclo di vaccinazioni. Quindi togli tutto, portalo fuori più spesso possibile e quando sporca in casa… pazienza, presto imparerà a trattenersi!

  • Enza scrive:

    Salve a tutti ho una beagle di 10 mesi, vive con me e
    la mia famiglia in casa.
    È sempre stata una cucciola testarda fin da piccola.
    Lei da piccola aveva il vizio di mordicchiare di tutto,
    piedi, mani,scarpe..muro..mattonelle..ma non facendo grossi danni. Non ha mai voluto fare i propri bisogni fuori ma solo sulla traversa. Attualmente la situazione non è cambiata. Diciamo che si era calmata, la portavo fuori 2/3 volte al giorno x mezz’ora. Circa un mese fa lei ha avuto una gastroenterite ed è stata malissimo e la sto riportando fuori solo da qualche giorno..x non tirarla per le lunghe lei mi sta distruggendo casa..abbaia,morde mani,e tira le scarpe mentre camminiamo, inoltre non ci ascolta neanche se diciamo di no, anzi ci aggredisce, sta mordendo anche le prese x la corrente, le tira da vicino al muro..siccome ho paura che gli possa ritornare la gastroenterite le stiamo sempre dietro e sto riducendo le uscite. Ad ogni modo vorrei solo avere un consiglio su come farla smettere di graffiare le porte se la lasciamo dormire in cucina nella sua cuccia, xke lei dorme sempre sul letto e la cosa inizia a stancarmi..poi dei consigli su come farle fare i bisogni fuori (considerando che fuori si trattiene anche x 9ore pur di non fare la pipì)..dei consigli su come farle smettere di mangiare il muro legno o qualsiasi cosa anche in giro…ed inoltre ckme insegnarle a stare calma. Xké non c e la facciamo più, io sono l unica che la può portare giù. I miei genitori hanno problemi di salute e x qst non possono. Vorrei solo che capisse che non va bene dormire sul letto e mangiare di tutto. Spero mi possiate aiutare. Grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Enza, il consiglio migliore che possiamo darti è di rivolgerti al più presto ad un bravo educatore cinofilo perchè la situazione ci sembra davvero drammatica e la responsabilità di questo, scusa la franchezza, è solo vostra. Le avete dato un’educazione sbagliata sotto tutti gli aspetti (bisogni sulle traverse, dormire sul letto, nessun tipo di relazione costruita con lei, ecc…) e adesso pretendete che di punto e in bianco cambi e diventi una cagnolina perfetta. Innanzitutto 2-3 uscite giornaliere sono poche anche per un cane adulto, figuriamoci per una cucciola che deve imparare a trattenere i bisogni e a sporcare solo fuori di casa. Adesso devi semplicemente ricominciare da campo e impegnarti a portarla fuori più spesso possibile (anche ogni 2-3 ore) e premiarla sempre quando sporca fuori, mentre ignorarla quando sporca in casa. Per maggiori informazioni leggi l’articolo: Come insegnare al Beagle a fare i bisogni nel posto giusto. Per quanto riguarda il fatto che dorme sul letto, siccome le avete dato questa abitudine, adesso sarà difficile farla abituare a dormire nella sua cuccia. Difficile ma non impossibile se sarai costante, coerente e procederai per gradi: all’inizio posiziona la sua cuccia appena fuori dalla tua camera da letto che sarà chiusa da un cancellino per bambini, in modo che la piccola potrà avere sempre un contatto visivo e uditivo con te ma senza avere l’accesso al letto. Quando si sarà abituata a dormire nella sua cuccia potrai piano piano spostarla sempre più lontano dalla sua camera fino a metterla nel posto definitivo. Per tutto il resto, non devi preoccuparti di insegnarle a non mordere e a non distruggere la casa, non è questo il problema. Il problema è che non sono soddisfatti i suoi bisogni fondamentali e che non ha costruito con te una buona relazione, perciò sfoga lo stress in questo modo. A questo proposito devi cominciare a lavorare seriamente sulla vostra relazione per cercare di diventare per lei una figura di riferimento, da rispettare e soprattutto di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” (puoi scaricarli in questa pagina: https://www.amicobeagle.it/beagle.html) per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità.

  • Enza scrive:

    Ciao simona grazie per la tua risposta..si è vero la colpa è solo mia xké le ho sempre fatto fare ciò ke voleva…le ho comprato milioni di giochi e sempre lasciati a sua disposizione.a casa la trattiamo come se fosse una neonata, mai un NO anzi gli diamo di tutto ed accesso a qualsiasi cosa. Non voglio ora il cane perfetto ma non vorrei ke mi morisse xke ingerisce troppe schifezze. Lei quando vuole ci ascolta, purtroppo inizia a mordere di tutto qnd sta da sola..o qnd mia mamma scende per fare la spesa, il cane inizia a stare male ke vuole seguirla.la segue appunto anche qnd mia mamma va a dormire. Io lavorando in ospedale spesso devo fare le notti..e qnd non ho tempo x portarla fuori ogni 2 o 3 ore..poi l ho fatta portare a spasso da altri miei familiare ma il cane scappa,xke anche al guinzaglio è ingestibile. Ad ogni modo l unico momento in cui è calma è appena sveglia o quando dorme..avete qualche consiglio nello specifico? Grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Il fatto è che non c’è un problema specifico da risolvere! Tutti i suoi comportamenti di agitazione sono semplicemente un’espressione del suo disagio e dello stress che accumula giorno dopo giorno per il fatto di non avere un punto di riferimento, una guida, ovvero una persona di cui si fida e per il fatto che le sue energie non vengono sfogate. Un beagle di 10 mesi ha una quantità enorme di energie da spendere e se queste non vengono incanalate nelle giuste attività ecco che si sfogano in comportamenti scorretti che sono, appunto, un’espressione del suo disagio. E’ tutto da rifare, a partire dalla gestione domestica del cane. Una volta sistemate le regole di base e iniziato a costruire con lei una buona relazione, tutti gli altri problemi si risolveranno da soli. Per questo il consiglio migliore che possiamo darti è di leggere attentamente i nostri special report che parlano proprio di questo, ma la cosa migliore da fare sarebbe farti seguire personalmente da un bravo educatore cinofilo che sappia guidarti passo dopo passo.

  • Antonella scrive:

    Salve a tutti,ho tenuto per 8mesi il beagle di mia figlia che vive all’estero (dall’età di otto mesi a 16 mesi).Ora dopo 4 mesi per motivi personali, la “piccolina”,così la chiamo io, ritornerà definitivamente a vivere con me.Vorrei sapere se ci saranno problemi di riadattamento,sopratutto perchè dopo tanto lavoro e didizione ero riuscita a relazionare benissimo.È tutto perso?dovrò ricominciare da capo tutto?Grazie mille e buona giornata!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Antonella! Beh ogni volta che si verifica un cambiamento nei componenti del branco-famiglia il cane necessita di un periodo di adattamento, ma se tua figlia saprà gestirlo correttamente e continuare con coerenza nella linea educativa che hai iniziato tu allora vedrai che non ci saranno problemi!

  • Antonella scrive:

    Grazie mille Simona,spero allora che relazionarsi di nuovo con la “piccolina” sarà meno impegnativo dell’ultima volta.Mia figlia per motivi di lavor ritornerà dopo diversi mesi e quindi me ne occuperò io….non vedo l’ora ma spero solo che non soffra troppo della mancanza della sua padroncina…vi aggiornerò e grazie ancora!

  • Emamuela scrive:

    Ciao Simona intanto complimenti per i consigli che dai, sono sempre utilissimi!
    Da una settimana abbiamo preso una beagle di tre mesi, maggy,vivacissima ma anche molto coccolona (si mette spesso a pancia in su in richiesta di coccole!) Volevo raccontarti come trascorre le giornate dal lunedì al giovedì( perché venerdì sabato e domenica siamo a casa con lei). mi sento in colpa per le tante ore che deve trascorrere da sola in questi 4 gg a causa del lavoro e vorrei un tuo parere:
    Mio marito la porta a spasso prima di andare a lavoro verso le 7 mangia e poi dalle 8 alle 16 purtroppo resta da sola. Abbiamo deciso di lasciarla in giardino perché in questi giorni abbiamo visto che è il suo posto preferito è un giardino di 50mq quindi non è dispersivo ma riesce a farsi bene le sue corsette. abbiamo eliminato eventuali pericoli. Inoltre così spesso incontra i vicini e non si sente completamente sola.ha una cuccia giochini ossetti e copertine.
    Verso le 18 altra passeggiata e poi pappa.
    Fino alle 21 30 la lasciamo giocare ancora in giardino e poi per dormire la mettiamo dentro con noi sul suo divanetto ma abbiamo messo un cancelletto per il confinamento…dorme tutta la notte e fa la pipi al posto giusto.
    Non posso lamentarmi anzi ! L unica cosa è che ha sempre fame e che fabiolone bisogni in giardino anziché fuori nelle passeggiate ma c’è la faremo.vorrei invece un tuo parere e perché no un consiglio su come educarli bene da subito.ps ascolta più di tutti mio marito mentre me è il mio bambino di 10 anni un po meno:-)! Scusa se mi sono dilungata troppo e grazie in anticipo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Emanuela, io non lascerei una cucciola così piccola da sola in giardino per tutto il giorno ma se non puoi fare altrimenti e soprattutto se la piccola non piange, non abbaia e si trova bene, se le hai creato un angoletto riparato con cuccia confortevole e ciotola dell’acqua sempre a disposizione, diciamo che potrebbe essere una soluzione. Ma a patto che quando voi siete a casa, le permettiate di restare insieme a voi, di condividere i vostri stessi spazi e di restare in compagnia, invece scrivi che la lasciate fuori fino alle 21.30 e quando rientra la confinate… Insomma, dovete coinvolgerla di più nell’ambito domestico e famigliare! Per quanto riguarda i bisogni vedrai che crescendo acquisterà più fiducia e sicurezza in se stessa e col tempo inizierà a farli anche durante le passeggiate, abbi pazienza. E’ anche normale che veda in tuo marito una figura più autoritaria mentre il tuo bambino è per lei un compagno di giochi, ma vedrai che piano piano acquisterà una buona relazione anche con lui.

  • Emamuela scrive:

    Grazie mille!! Si si comunque da quando rientriamo alle 21.30 ha libertà di scelta e fa avanti e indietro come le pare. Fuori assolutamente si angolo al riparo giochini e acqua e non piange e non abbaia. Grazie ancora per i consigli!

  • marzio scrive:

    Un saluto a tutti e complimenti per gli articoli guida che pubblicate,che sono veramente interessanti ed esaustivi. Volevo portare la nostra esperienza con Snoopy ,dopo 16 anni di felice convivenza ci ha lasciato,non riusciamo a vivere senza,e a fine mese arriva il nuovo cucciolo,sempre Snoopy,maschio,come se tutto continuasse come prima,anche se metabolizzare la sua mancanza non sara’ facile.Posso dire che il cucciolo cresce anche con le abitudini ed educazione del padrone,con noi viaggiava in macchina,in nave,al ristorante,mai avuto problemi.Socializzare non e’ un problema se cresce sereno e scarica le sue energie come si addice alla razza,poi crescendo si imparano le sue abitudini e lui le nostre. Ci vuole un po di tempo ovviamente e un po di pazienza,ma ti ripagano in modo infinito. Difficilmente sono cani litigiosi,anzi il contrario. Col cibo sono assatanati,vanno tenuti ‘a regime’ senza dargli come abitudine avanzi della nostra tavola,anche se lui si piazzera’ vicino a guardarti con la ‘facciadabeagle’ per farti impietosire e poi non farlo ingrassare inutilmente,ne va della loro salute. Quindi,per noi,Beagle4ever!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marzio, grazie per le tue parole, siamo molto dispiaciuti per la perdita del tuo Snoopy e ti facciamo i nostri migliori auguri per l’arrivo del nuovo Snoopy! 🙂