Torna all'homepage

Malattie cani: ecco le 11 più comuni

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Salute

In questo post vediamo le malattie più comuni a cui sono esposti i nostri cani. Naturalmente di malattie ne esistono molte di più, ma in questo articolo ci occupiamo di quelle più diffuse e che purtroppo è più probabile contrarre, con alcune differenze tra razza e razza.

Anche in questo caso il nostro beagle non è da meno rispetto agli altri cani.

Nonostante sia un cane generalmente robusto, purtroppo dobbiamo fare sempre attenzione alla comparsa di qualsiasi sintomo, anche lieve.

La cosa più importante è avere un bravo veterinario di fiducia disposto a parlare con noi in caso di dubbi o preoccupazioni, a cui possiamo portare il cane senza perdere tempo quando vediamo qualcosa che non ci convince.

Bene, vediamo le malattie più comuni dei cani domestici!

Congiuntivite

Il nostro cane è famoso anche per mettere sempre il muso a terra. Ogni angolo è suo, ed è facile che a volte trovi qualcosa che gli irriti gli occhi in modo più o meno serio.

La congiuntivite, cioè un’infiammazione della superficie interna della palpebra, è piuttosto comune in tutti i cani e può essere causata da corpi estranei, polvere, sostanze chimiche, allergie, eccetera.

Tra i sintomi che ci possono insospettire troviamo arrossamento degli occhi, presenza di secrezioni di diverso colore, eccessiva lacrimazione e gonfiore delle palpebre.

C’è anche un tipo di congiuntivite causata da una ridotta produzione di lacrime che si chiama “cheratocongiuntivite secca” e si manifesta con occhi arrossati e produzione di muco o pus. Nei casi più gravi e più avanzati si può compromettere la cornea con gravi danni alla vista o perdita della stessa.

In ogni caso, facendo visitare il cane dal nostro veterinario appena vediamo qualche sintomo o minima alterazione degli occhi, dovremmo proteggerlo adeguatamente da queste brutte conseguenze.

Otite

Anche le infiammazioni del condotto uditivo esterno sono fra le patologie più diffuse nei cani.

Il nostro beagle, avendo le famose orecchie così importanti quanto delicate, è particolarmente esposto a problemi di questo genere.

Le cause più comuni possono essere parassiti di diverso tipo e corpi estranei.
I sintomi possono partire da uno scuotimento della testa abbastanza frequente, prurito ed in certi casi dolore tale da provocarsi lesioni con le zampe nel tentativo di farsi passare questo disagio. Si può poi percepire cattivo odore proveniente dalle orecchie, spesso associato a gonfiore e arrossamento.

Le orecchie del nostro cane sono un’altra parte di cui prendersi cura ogni giorno e da far controllare periodicamente al veterinario, per scongiurare problemi come quelli appena descritti.

Ora passiamo in rassegna alcune comuni malattie infettive prevenibili con la vaccinazione.

Malattie cani: le infezioni respiratorie

Con questi termini ci si riferisce ad un gran numero di malattie ma, in generale, una delle infezioni respiratorie più comuni è quella conosciuta come “tosse dei canili“.

Di solito l’infezione è lieve ma la sua evoluzione può arrivare fino alla polmonite e, se il cane ha un sistema immunitario indebolito, può mettere anche in pericolo la sua vita, soprattutto nei cuccioli o in cani più anziani.

È molto contagiosa e si trasmette facilmente ad altri cani. Quindi per i cuccioli e i cani che rimangono per molto tempo a contatto con i loro simili è indicata la vaccinazione.

Cimurro

È una malattia causata da virus e colpisce principalmente il sistema nervoso e le prime vie respiratorie, infatti ai cani con il cimurro quasi sempre esce dal naso un catarro piuttosto caratteristico.

Il cimurro nei cani è molto grave e contagioso.
Può colpire anche altri animali domestici e selvatici come ad esempio furetti, procioni, volpi e lupi.
Anche in questo caso possiamo proteggere il nostro cane attraverso una vaccinazione dedicata.

Rabbia

È una malattia letale causata da virus che colpisce il sistema nervoso centrale. Può colpire il cane ma anche l’uomo.

Viene trasmessa attraverso la saliva degli animali infetti, spesso attraverso il morso di cani ma anche di altri animali domestici o selvatici come gatti, volpi, eccetera.

Per quanto riguarda questa malattia, gli animali che viaggiano o partecipano ad eventi devono effettuare la vaccinazione antirabbica obbligatoria.

Leptospirosi

Come per altre malattie, si tratta di una zoonosi, cioè si può trasmettere anche all’uomo.

La leptospirosi colpisce numerosi animali. Viene trasmessa principalmente entrando in contatto con acque stagnanti contaminate dall’urina degli animali infetti. Facciamo attenzione!

La malattia è molto grave, può colpire numerosi organi e a volte può essere mortale, però si può prevenire facilmente con la vaccinazione.

Parvovirosi

Questa malattia è diffusa in tutto il mondo e per il cane è fra quelle più gravi, mortali e contagiose.

I cuccioli hanno un rischio maggiore di contrarre questa infezione e di manifestare i sintomi più gravi, anche se la parvovirosi colpisce cani non vaccinati a qualsiasi età e di qualsiasi razza.

In questo caso la vaccinazione è essenziale per proteggere il nostro cane. La vaccinazione deve seguire un protocollo ben preciso legato anche alla sua età.

Vediamo ora altre malattie più comuni.

Giardiasi

Spesso ci si riferisce a questa malattia come “giardia”.
Giardia è il nome di un minuscolo parassita che infesta l’intestino del cane ma anche quello di altri animali, non è visibile a occhio nudo e in alcuni casi può colpire anche l’uomo.

Tra i sintomi troviamo perdita di peso, flatulenza eccessiva, presenza di sangue e muco nelle feci, feci maleodoranti e gonfiore addominale. C’è anche la diarrea intermittente, cioè per alcuni periodi il cane va in diarrea e per altri sembra non avere più nulla.

Per prevenire questa malattia dobbiamo evitare che il nostro cane ingerisca feci di altri cani oppure beva da acque stagnanti. Questi sono i modi più diffusi con cui può contrarre la giardia.

Portiamo subito il cane dal veterinario se abbiamo anche il minimo dubbio che possa presentare uno dei sintomi descritti. Il veterinario può controllare e diagnosticare la giardiasi con esattezza.

Reazione allergica alle pulci

La saliva delle pulci, che possono infestare il cane negli ambienti in cui vive per tutto l’anno, può provocare una dermatite che si chiama “Dermatite Allergica da Pulci (DAP)”.

Tra i sintomi troviamo perdita del pelo, prurito e arrossamento della pelle. Chiediamo aiuto al veterinario soprattutto per utilizzare strategie che ci proteggano dalle pulci e prevengano la loro moltiplicazione nel lungo termine.

Rogna

È una malattia della pelle contagiosa che si chiama anche “scabbia canina” ed è causata da un acaro che può colpire anche l’uomo.

Tra i sintomi troviamo sempre la perdita di pelo, il prurito, irritazioni della pelle e altre infezioni batteriche che possono comparire in modo secondario.

Una volta diagnosticata la rogna sono disponibili terapie opportune.
A seconda dei vari casi dobbiamo fare attenzione perché potrebbe essere necessario trattare altri animali venuti a contatto con il cane e disinfestare gli ambienti domestici in cui vivono questi animali.

Malattie cani: quelle trasmesse dalle zecche

Oltre ad essere un parassita esterno molto fastidioso, con la sua puntura la zecca può trasmettere delle malattie che a volte sono molto gravi sia per il cane ma anche per altri animali e per l’uomo.

Bisogna anche fare attenzione perché la trasmissione degli agenti patogeni attraverso la puntura può non essere immediata ma avvenire anche dopo 24-72 ore.

Le malattie trasmesse dalle zecche possono essere babesiosi, epatozoonosi, ehrlichiosi, malattia di lyme, anaplasmosi.

Per quanto riguarda le zecche è assolutamente necessario effettuare una profilassi che protegga dalle loro punture resistendo il più possibile anche all’acqua e raggiungendo il 100% della superficie corporea del cane, visto che spesso le zecche amano intrufolarsi nelle parti più nascoste per pungere la pelle.

Bene, eccoci alla fine dell’elenco malattie cani!

Ora, quando ci presentiamo dal nostro veterinario di fiducia, possiamo farlo con una piccola consapevolezza in più su queste malattie, per essere più sereni nella vita di tutti i giorni insieme al nostro amato cane.

Lascia un commento