Torna all'homepage

Cosa vuol dire coerenza?

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Educare Beagle

La coerenza nell'educazionePiù volte abbiamo parlato di 3 grandi qualità che possono farci fare un grande balzo in avanti nella costruzione di una vita felice con il nostro beagle. E possono anche portare al successo il suo percorso educativo. Queste virtù sono calma, costanza e coerenza. Mentre il significato delle prime due è piuttosto chiaro, spesso non ci accorgiamo di cosa vuol dire “coerenza” nella pratica di tutti i giorni.

Infatti, crediamo che alla maggior parte di noi non interessino complicate spiegazioni tecniche o filosofiche. Invece, riteniamo sia più importante esprimere concetti chiari da mettere in pratica subito, per vivere meglio con il proprio cane.

Detto questo, spesso non viene spontaneo comportarsi in modo “coerente” di fronte al cane.

Quindi, cosa significa esattamente la parola “coerenza”, che si sente dire così frequentemente dagli educatori?

Cominciamo con il significato più conosciuto in ambito cinofilo.

“Coerenza” significa che ad ogni situazione in cui ci troviamo con il nostro cane, corrisponde un comportamento che dobbiamo mantenere sempre uguale. O, almeno, cercare di mantenerlo uguale il più possibile.

Cosa vuol dire?

Per fare un esempio, prendiamo i passi contenuti in “Beagle ribelle? No, grazie!” che ci aiutano a diventare una buona figura di riferimento per il nostro beagle.

In particolare, consideriamo una delle regole di base più importanti, quella che prevede di non dare assolutamente nulla al cane quando si è a tavola (ne abbiamo parlato anche nel post “Il Beagle mendicante” ).

Bene, se tutta la famiglia è unita e d’accordo e nessuno allunga mai bocconi da sotto il tavolo, va tutto bene.

Il cane imparerà nel modo più naturale e senza confondersi che quando la sua famiglia è riunita a tavola durante i pasti, è opportuno non scatenare l’inferno per pretendere qualcosa! 🙂

Ma se anche solo un componente della famiglia cede alla tentazione e per una volta dà al beagle del cibo dalla tavola, da quel momento il cane cercherà sempre di elemosinare, in un modo o nell’altro.

E più saranno frequenti gli “strappi alla regola”, più il beagle elemosinerà in modo intenso, perché crescerà in lui la certezza che facendo così qualcuno sgancerà un boccone.

Senza contare che continuando in questo modo, ai suoi occhi, chi vive con lui rischia di diventare una specie di insignificante distributore automatico di bocconi perché passa il messaggio “sono tutti al mio servizio”. Ma non è l’oggetto di questo post.

Davanti ad una situazione come questa gli sforzi di un proprietario diligente verrebbero facilmente annullati dal comportamento di chi non sa resistere agli occhi dolci del beagle. 🙂

Infatti, più contraddizioni vede il cane, più si confonde e alla fine potrebbe essere molto difficile per lui capire cosa deve fare e, contemporaneamente, per noi potrebbe essere molto più complicato insegnargli qualcosa.

Coinvolgere!

Quindi, per prima cosa, in una determinata situazione comportiamoci sempre allo stesso modo e coinvolgiamo il più possibile chi vive con noi per sostenerci nella buona educazione del cane.

Poi, in base al primo significato, “coerenza” vuol dire anche che se ci va bene un certo comportamento del cane, per lui diventa assolutamente normale tenerlo sempre.

Rimanendo all’esempio della regola sul cibo, se il beagle comincia a mendicare cibo dalla tavola e noi glielo permettiamo, molto probabilmente ci proverà anche al ristorante o quando avremo ospiti.

Oppure, se ci piace tanto che il beagle ci salti addosso con le zampe anteriori per “farci le feste” quando torniamo a casa, poi dobbiamo aspettarci che lo faccia in ogni occasione con tutti, dallo sconosciuto (che magari odia i cani) alla signora anziana che rischia di stramazzare per terra sotto le spinte giocose del cane.
O quando indossiamo i nostri vestiti più belli e il beagle sembra ansioso di stampare le sue impronte sulle nostre gambe.

Non è facile essere coerenti in ogni momento.

Spesso ci comportiamo in modo diverso a seconda del nostro umore, per cui viene quasi spontaneo giocherellare con il cane sul letto oggi quando siamo sereni e non farcelo salire domani, inflessibili, dopo aver passato una giornataccia.

Però, se ci impegniamo un po’ per mantenere coerente il nostro comportamento nelle varie situazioni in cui ci troviamo con il beagle, ci metteremo molto meno tempo ad insegnargli quelle abilità che lo faranno vivere meglio e verremo ripagati molto presto con tante soddisfazioni in più.

Fino ad arrivare al punto di trasformare la coerenza in una vera e propria abitudine, e goderci con naturalezza la relazione con un cane giorno dopo giorno sempre più sereno, senza dover più pensare in ogni momento a quale sia il comportamento migliore da tenere!

E tu… hai difficoltà a comportarti sempre in modo coerente di fronte al tuo beagle? 🙂

21 commenti:
  • Gian Luca scrive:

    Salve, il mio Tobia a volte è davvero troppo cocciuto…. Ha un inmenso giardino dove giocare e stare (escluse le numerose uscite che fa), ma nn vuole proprio capire che in casa nn deve entrare, ma puntalmente fa storie…. Eppure a volte uno é duro nei suoi confronti, ma dopo 5 minuti si dimentica tutto e torna all’arrembaggio!!!!!

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gian Luca,
    è sicuramente vero che Tobia, essendo un beagle, ha una determinazione molto forte 🙂
    Però, il voler partecipare alla vita del branco (la vostra famiglia) è uno dei suoi desideri più forti, come cane, perché la socialità è uno dei suoi bisogni fondamentali.
    Quindi, anche se non ci sarebbe nulla di sbagliato nel farlo entrare, se avete deciso di non permettergli l’accesso alla casa bisognerà trovare ogni giorno del tempo “di qualità” da passare con lui per soddisfargli questo bisogno, giocando e interagendo insieme, oltre alle uscite che già fa.
    In questo modo lo farete sentire meno escluso dal centro della vita del branco (la casa) e vivrà in modo più equilibrato, anche se probabilmente vorrà comunque entrare per stare con voi il più possibile.

  • oana scrive:

    ciao,la mia cucciola Shyla non riesco a toglierle l’abitudine di elemosinare da mangiare ogni volta che noi facciamo pranzo e cena.questo perche la volta che abbiamo avuto ospiti,loro le hanno sempre dato qualcosa da mangiare malgrado le mie insistenze che non lo devono fare.e adesso abbaia come una pazza tutte le volte che ci vede mangiare.ultimamente la ingano con i biscotti per i cuccioli.se avete una soluzione al mio “problema” vi prego aiutatemi

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Oana,
    hai capito perfettamente l’origine del comportamento di Shyla 🙂
    Anche se sarà dura, di solito in questi casi i risultati migliori si ottengono ignorando completamente la cagnolina quando siete a tavola. Ignorarla completamente significa che non dovete nemmeno guardarla, anche se abbaia e sembra voler distruggere la casa. Nessuno deve dire una parola con lei, neanche “no”, neanche “basta”, nulla. Naturalmente, nessuno deve dargli nemmeno biscottini o altro, bisogna ignorarla completamente.
    Al massimo, se riesce a mettere la testa sulla tavola, potete farvi schermo con un braccio o con il corpo, ma sempre senza guardarla (è importantissimo) e senza parlarle mai. Sappiamo che è molto duro sopportare tutto questo, ma è molto meglio farlo adesso che è cucciola perché imparerà più in fretta e più efficacemente che non avrà la vostra attenzione se farà l’elemosina e con il tempo si metterà tranquilla. Se invece la si lascia crescere con questa abitudine, dopo sarà più difficile correggerla quando sarà adulta. Quindi, siete ancora in tempo per risolvere brillantemente la cosa.

  • Selene scrive:

    Io avevo lo stesso problema di Oana solo che era mio padre ad allungare i bocconi e poi brontolava se aveva il cane intorno così ho insegnato a Lucky a stare sul divano o anche solo a terra ma lontano dal tavolo mentre mangiamo e lascio da parte un pezzo di frutta che gli do quando tutti hanno finito…per ora sembra funzionare!!!!!

  • fiorella scrive:

    ciao! la mia Backy è uma brava beagle adesso che ha quasi 2 anni e dopo appunto 2 anni di intenso lavoro..L unico grosso vizio che non riesco a toglierle è quello di mangiare tutto ciò che trova in terra…e non vi dico le schifezze che riesce a trovare…soluzioni? idee da provare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Fiorella,sicuramente inghiottire qualunque schifezza è un’abitudine sbagliata perchè potrebbe masticare qualcosa di pericoloso, pertanto devi dissuadere la tua Backy con tantissima costanza e pazienza, sgridandola con un secco “NO!” appena sta per mettere in bocca un oggetto estraneo, ma fallo solo se la cogli sul fatto altrimenti la sgridata non serve a nulla. Inoltre comincia a lavorare con lei sul comando “Lascia!”, in modo da utilizzarlo per farle lasciare la presa sull’oggetto che ha raccolto. In questo articolo trovi qualche suggerimento in più:
    Come evitare che il nostro Beagle divori qualunque schifezza.

  • ale scrive:

    Ciao!!
    vi vorrei dare alcuni consigli (SENZA OFFESA AMICO BEAGLE) ma…
    voglio dire quello che sò!! … Allora, prima di tutto, dovete sapere,
    che i beagle sono cani da caccia k hanno abitudini strane. Ma cmq , alla fine, possono vivere come gli altri cani… Poi sono molto docili e questo porta alla vivisezione; A green hill , li usano , per fare esperimenti strani e usarli come cavie. L’alimentazione:
    solo cibo abitudinario, niente cibo asciutto, farete del bene al vostro cangolino. Poca pasta, miraccomando!:) Bisogna SEMPRE curare la salute del vostro amico a 4 zampe; spero di esservi stata d’aiuto, da ale.

  • ale scrive:

    A SI, HO ANCHE UNA DOMANDA!!
    mi dite tto sul beagle?? grazie pagina S T U P E N D A!!

  • ale scrive:

    andate su wiki 🙂
    tante informazioni…
    cmq lo dico e lo ripeto PAGINA STUPENDA !!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ale, ti ringraziamo per i complimenti. Ovviamente non possiamo dirti TUTTO sul beagle in un commento, ma siamo sicuri che se cerchi all’interno del nostro sito troverai tutte le informazioni che cerchi. Utilizza il campo “Ricerca” che trovi nella colonna qui a destra!

  • giorgia scrive:

    salve a tutti la mia kira di sei mesi da quando è arrivata sono sempre rimasta che mangiate le sue crocchette non doveva assolutamente avvicinarsi alla cucina o a chi mangiava infatti ai pasti la mettevo in giardino ma essendo molto piccola faceva capricci ma io la ignoravo invece mio padre e mia madre mi sgridavano per farla entrare -_- e così le davano da mangiare dal tavolo contro il mio parere infatti lei non viene mai da me anche perchè se ci prova prende la strillata.. ora il risultato è quello che ai pasti è un continuo lei che guaisce, mordicchia a volte abbaia e i miei che le danno da mangiare e poi si lamentano che sta sempre li.. ora il problema è che ci litigo ci discuto con i miei sgrido kira la allontano dalla cucina ma tanto le cose non cambiano anzi vanno peggiorando posso provare altri metodi? grazie mille per i vostri consigli e per il vostro sito che mi dà una grandissima mano visto che kira è la prima cagnolina 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giorgia, ci fa piacere sapere di esserti utili nella gestione e nella crescita della tua Kira! Purtroppo però in questo caso non possiamo esserti di aiuto. Hai già capito che il problema è proprio la mancanza di coerenza tra il tuo comportamento (che noi approviamo) e quello dei tuoi genitori, devi riuscire a far loro capire che se continuano a darle da mangiare dalla tavola, lei da lì non se ne andrà mai! Comunque prova a leggere (e magari a farlo leggere anche a loro) l’articolo Il Beagle mendicante.

  • Giorgia scrive:

    Grazie tante 🙂 studierò l’articolo ma con i miei è una battaglia persa visto che litighiamo ogni volta che glie lo dico 🙁 grazie cmq 🙂

  • Monica scrive:

    Ciao, quando siamo a tavola, Luna 6 mesi, sta seduta accanto alla mia sedia e non si muove da li e io le do il premio, se sta li, può andare bene?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Monica, noi sconsigliamo assolutamente di abituare una cucciola ad avere cibo dalla tavola per questo motivo: Il Beagle mendicante

  • Federica scrive:

    Ciao, come è stato riportato in altri commenti qui sotto anche il mio beagle di 8 mesi ha il vizio di elemosinare cibo dappertutto e da tutti . Noi non riusciamo a mangiare qualcosa perché lei ci salta addosso che lo vuole anche lei .. Quando mangiamo a pranzo e a cena la portiamo in taverna dove abbiamo creato il suo spazio con la cuccia, giochi , cibo ecc in modo che noi possiamo mangiare tranquillamente .. Ma vorrei cercare di fare togliere questo vizio in modo da poter stare in compagnia e con noi anche quando mangiamo e non doverla ” rinchiudere ” nella taverna .. Soprattutto per quando andiamo dai parenti, amici che loro non hanno uno spazio riservato a lei. Inoltre ha il bruttissimo vizio di salire sul tavolo, dalla sedia salta e sale sul tavolo anche quando non c è niente da mangiare. Fin da quando era piccola noi siamo stati sempre fermi nel dirle di no e di scendere ma lei non capisce .. Spesso quando mia mamma cucina lei sale sul tavolo , si siede addirittura e guarda mia mamma cosa fa e spera di raccimolare qualche cosa da mangiare .. Ma se per caso ci sono ospiti è brutto vedere un cane sul tavolo ! Non sappiamo più come farglielo capire ..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Federica! Dunque, per risolvere questo problema c’è bisogno di tanta pazienza e tanto sangue freddo. Quello che dovete fare quando siete a tavola infatti è ignorare totalmente il cane e assolutamente non permettergli fisicamente di saltare sul tavolo, ad esempio spingendola via con la mano o con il corpo, ma senza nemmeno degnarlo di uno sguardo nè sgridarla o punirla. Le prime volte sarà una lotta dura, ma il concetto è farle capire che con il suo comportamento non solo non ottiene cibo ma nemmeno la vostra attenzione e quindi a lungo andare si stancherà e smetterà. Ovviamente il segreto è applicare queste regole con costanza e determinazione, senza mai fare eccezioni: è fondamentale che MAI, NESSUNO le allunghi qualche boccone dalla tavola, altrimenti è la fine. Basta una sola volta e lei continuerà per sempre a fare l’elemosina. Nell’articolo Il Beagle mendicante puoi trovare qualche consiglio in più.
    Per il resto, sembra che ormai lei abbia preso il fatto di salire sul tavolo come una piacevole abitudine, per questo ti consigliamo di trovare un modo per impedirle a qualsiasi costo di salire sul tavolo (mettendo le sedie diversamente, mettendoci qualcosa sopra in modo che non ci possa salire, ecc…) in modo da farle passare questa “mania”.

  • Siano Ivana scrive:

    a volte è dura…mantenere la coorenza quanddo vedi che la tua Kira di 10 mesi per avere una qualcosa ti guarda con quegli occhioni…che ti fa sentire in colpa e pensi di strozzarti a ma giare con lei che ti guarda… pero’ sono d’accordo ..altrimenti è FINITA…

  • Mauro scrive:

    La mia sophy è u beagle di quasi due anni. Parlando di coerenza solo in una cosa non sono stato coerente cioè falla dormire con me e questa è la mia unica pecca! Volevo sapere come posso farla ritornare a dormire nella sua cuccia? Non vorrei che lei pensi che la sto punendo! Io già adesso ci sto provando,ma mi guarda con quel faccino per dire ma io non ho fatto niente.faccio bene in questo modo oppure si deve fare gradualmente? In anticipo vi ringrazio

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mauro, devi essere determinato, se decidi di non farla più dormire sul letto va bene ma mettiti nell’ottica che non potrai più tornare indietro, almeno per un po’ di tempo. Magari puoi cominciare mettendo la sua cuccia nella tua stanza, vicino al tuo letto per farla dormire lì, ma OGNI VOLTA che lei proverà a salire sul letto tu dovrai assolutamente metterla giù. Il segreto è essere più testardo di lei e prenderla per sfinimento: se lei capisce che non ha speranza e che ogni volta che sale tu la rimetti giù, prima o poi si arrenderà e accetterà di dormire nella cuccia. Preparati però a passare delle notti in bianco, almeno all’inizio. Altrimenti, metti la sua cuccia appena fuori dalla tua stanza, lascia la porta aperta ma metti un cancelletto per bambini, in modo che non possa entrare ma che però possa vederti e sentire la tua voce. Quando si sarà abituata a dormire sempre e solo nella sua cuccia, potrai provare a spostarla nel punto della casa in cui vuoi che lei dorma.

Lascia un commento