Beagle testardo? Va bene così!

Ma il Beagle è così testardo!

Quando parliamo del carattere del beagle, una delle prime cose che ci vengono in mente è “testardo”.

Quanti di noi si sono sentiti affibbiare questa parola quando hanno parlato con qualcuno del loro cane!

In realtà, definire così il carattere del beagle non gli rende proprio giustizia. In questo post vediamo perché avere un beagle testardo in realtà… è un complimento.

Prima un piccolo appunto

Ci sono persone che si arrabbiano sempre credendo fermamente che il loro beagle sia “stupido”. E non lo chiamano così per scherzo.

Naturalmente non ci riferiamo a loro. Chi crede davvero che il beagle sia “stupido”, probabilmente avrebbe dovuto prendere un altro tipo di cane.

In queste righe parliamo del concetto di testardaggine associato al beagle.

Nel modo di pensare umano, la testardaggine ha una sfumatura negativa, sembra qualcosa di dannoso, a cui fare attenzione.
Trasportandola nel mondo cinofilo, la si usa spesso per sottolineare che il cane dà qualche problema, tende a non ascoltarci e a proseguire per la sua strada quando trova uno stimolo interessante.

È meglio chiarire che, se il beagle è “testardo”… va bene così! 🙂

Beagle testardo: perché va bene così?

Perché il beagle è nato come cane da caccia e se vogliamo rispettarlo non dobbiamo mai dimenticare questo grande particolare.

Più precisamente, essendo la sua natura quella di segugio, la sua specialità è seguire per chilometri le tracce della selvaggina armato del suo olfatto poderoso e segnalarne la presenza con il caratteristico latrato.

Come abbiamo detto tante volte, durante questo processo di avvicinamento alla preda, il beagle non deve farsi scoraggiare da niente e da nessuno.

Il suo corpo e la sua mente devono essere completamente in armonia, concentrati nel raggiungimento dell’obiettivo. Questo aspetto del suo carattere è fondamentale.

Se il nostro beagle non fosse così “testardo”, tutto sommato sarebbe “meno beagle” e, in sostanza, meno vicino al tipo di cane che è stato selezionato fin dall’antichità per aiutare il lavoro del cacciatore.

Naturalmente non dobbiamo essere tutti cacciatori per vivere bene con un beagle. Però conoscere il lavoro per cui è nato può aiutarci molto a rispettarlo per quello che con più naturalezza è portato a fare.

Se analizziamo a fondo i racconti che tanti proprietari davvero appassionati sono contenti di fare, vediamo che questa “testardaggine” non è mai vista come un difetto ma come un pregio inestimabile. Se mancasse, renderebbe questo cane meno singolare, meno affascinante e meno apprezzabile.

Sì, per qualcuno tutto questo può essere un problema, come ricordiamo nel post “Vivere con un beagle: per molti ma non per tutti”.

Niente paura

Non dobbiamo demoralizzarci se la tenacia di questo cane sembra che renda difficile la sua educazione. Si possono ottenere ottimi risultati e anche in questo caso tanti proprietari lo possono confermare.

Con il tempo, poi, possiamo riuscire ad anticipare le situazioni in cui sappiamo che sta per perdere la testa e richiamarlo di conseguenza, o fare in modo che non si metta in pericolo.

Ad esempio, se siamo al parco ed improvvisamente notiamo che mette il muso a terra muovendo ritmicamente la coda come fosse ipnotizzato, molto probabilmente è sulla traccia di qualche selvatico ed è meglio metterlo al guinzaglio. O richiamarlo subito verso di noi, se in precedenza ha imparato a farlo.

Come sempre, la costanza e la coerenza sono le qualità che ci fanno ottenere i successi in campo educativo.

Del resto, il cane di razza beagle ha un carattere capace di darci soddisfazioni così grandi che bollarlo semplicemente come “testardo” non ha proprio senso.

Se riusciremo a soddisfare ogni giorno i suoi bisogni fondamentali e ad essere la sua intelligente figura di riferimento, ci accorgeremo di avere al nostro fianco un cane felice, libero di esprimersi come gli indica la sua natura e contento di stare con noi.

In pratica, riusciremo a costruire un’ottima relazione, che lui ricambierà generosamente con alcune qualità che lo rendono altrettanto famoso.
Come l’affetto “al limite dell’appiccicoso”, i grandi momenti coinvolgenti di gioco e le sorprese divertenti che escogita con la sua mente sempre attiva, solo per citarne qualcuna.

Non sono cose da poco. Soprattutto, non sono cose che riesce a fare un cane “testardo”, ma un cane intelligente.

34 commenti su “Beagle testardo? Va bene così!”

  1. Salve, io ho Blaze , uno splendido cucciolo di 7 mesi. Il suo problema è che ci segue ovunque, e non ci lascia mai soli per paura che lo lasciamo solo. Vuole sempre controllare che non lo abbandoniamo. Inoltre morde spesso quando gli capita qualche pantofola a tiro, o altro di questo tipo. Salta anche spesso mentre stiamo mangiando perchè vuole mangiare quello che mangiamo noi, nonostante non gli abbiamo mai dato da mangiare direttamente dalla tavola (a quanto ho capito è questo che di solito li abitua a saltare)

    1. Ciao Francesco, beh, direi che tutte le situazioni che descrivi sono all’ordine del giorno quando si parla di beagle quindi stai tranquillo! Ecco qualche articolo con dei consigli utili:
      Come insegnare al cucciolo di beagle a rimanere solo (è necessario abituare il cucciolo fin da subito a questa situazione, se si riesce a farlo in modo graduale come descritto nell’articolo sarà sicuramente meno traumatico per lui)
      Se il beagle morde
      Il beagle mendicante

  2. Ciao a tutti. Ho un beagle di quasi un anno, si chiama Pongo. È molto dolce, giocherellone ma mi sta facendo impazzire. Ogni qualvolta lo lascio solo a casa (da premettere che lasciamo libera solo la cucina con il balcone) trova sempre qualcosa da rosicchiare e distruggere, nonostante gli lasci i suoi giochino preferiti, acqua e primizie varie. Ieri ho provato a lasciargli anche la sua cuccia, ma ho trovato la cucina piena zeppa di piume che volavano da una parte all’altra. Per non parlare del fatto che quando si “appropria” di qualcosa che trova in giro per casa si trasforma, ringhia e vuole mordere. L’ho portato da un addestratore, adesso mi ascolta di più, ma sono davvero esausta.

    1. Ciao Alessandra, innanzitutto considera che sei alle prese con un beagle maschio, che ha appena iniziato l’adolescenza ed è nel pieno della sua forza fisica ma soprattutto che ha una serie infinita di energie da spendere, e se non trova il modo di incanalarle in attività salutari ed appaganti ecco che sfociano in comportamenti sbagliati. Ad ogni modo abbiamo trattato questo argomento nell’articolo Come non farsi distruggere casa, ti consigliamo di leggerlo attentamente e di seguire i consigli riportati.

  3. Luca, se fosse vero quello che hai dettato e che qualcuno per te ha scritto ed anche male, nel mondo canino di sicuro tu saresti un beagle ma…così non è.
    Se un idiota è mai entrato su questo sito, quello sei tu e dal beagle potresti solo imparare.
    Detto ciò, invito gli admin a cancellare questo intervento che oltre ad essere stupido è assolutamente inutile come il suo cretino autore.

    1. Ciao Patrizio, ti ringraziamo per il tuo intervento. 🙂 Il commento del “signore” prima di te è assolutamente da ignorare, ci viene solo da chiederci, visto il suo pensiero, come sia finito a commentare un articolo sul beagle in un sito dedicato ai beagle… si vede che non aveva di meglio da fare! 🙂

  4. Ciao a tutti,
    ho due meravigliosi beagle,mamma e figlio, di 4 anni e poco meno di 1.
    Tutti i giorni li porto al parco un paio di volte perchè voglio che socializzino, li lascio liberi ed ho investito molto tempo per educarli a ritornare e a non allontanarsi troppo. Ultimamente mi capita che la mamma, una volta entrata al parco, si blocchi o si nasconda sotto un cespuglio, non consentedomi di poter andare in giro.Questo capita soprattutto col buio.
    Ho provato a smuoverla con premietti o quant’altro, ma non c’è niente da fare. Sembra come se sentisse qualcosa che la preoccupa.
    Cosa posso fare?
    Ringranziandovi in anticipo complimenti per il vostro sito

    1. Ciao Franz, grazie per i complimenti! Dunque, per risolvere questa situazione bisognerebbe innanzitutto capire quali sono le cause che la inducono a comportarsi in questo modo, perciò comincia a pensare se c’è stato qualche episodio che l’ha spaventata nei giorni scorsi o se c’è qualche elemento di disturbo. Se non riesci a venirne a capo da solo potresti farti aiutare da un educatore, nel mentre evita di portarla al parco per qualche giorno e poi ricomincia a frequentarlo portandola lì da sola, in pieno giorno e negli orari meno frequentati per vedere come si comporta. Porta sempre con te dei bocconcini saporiti e dagliene qualcuno appena arrivi al parco e a random durante la passeggiata, inoltre se riesci gioca un po’ con lei, in modo da farle associare al parco delle esperienze super positive. All’inizio restaci per poco tempo e poi, a seconda di come va, puoi gradualmente ristabilire la solita routine.

  5. Ciao a tutti ho appena letto gli articoli di questo siti e li ho trovati molto interessanti io ho due beagle e vi assicuro che sono i cani piu dolci e amorevoli del mondo se avete intenzione di adottarne uno e avete molta pazienza prendetelo perché vi saprà ricambiare il doppio. All’inizio i miei mi hanno distrutto casa scappavano non ascoltavano soprattutto la femmina ma diventando piu adulti instaurano un rapporto fortissimo con il proprio padrone e diventi il loro punto di riferimento quindi non vi spazientite se i primi anni vi fanno danni di ogni genere con gli anni diventeranno cani ubbidienti e meravigliosi come lo sono diventate le mie pesti… Ciao!!

  6. Ciao ragazzi ho un beagle taglia piccola il problema è che quando rimprovero perché mi sta morendo lei ma ringhia e non so se è per giocare o altro

    1. Ciao Alessio, non dici quanto tempo ha il tuo cane, ma se è ancora cucciolo diciamo che è tutto abbastanza normale. In ogni caso, la prima cosa da fare è iniziare a lavorare sulla vostra relazione per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, instaurando un rapporto basato sulla fiducia e sul rispetto reciproco. A questo proposito trovi delle indicazioni utili nei nostri special report “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” che puoi scaricare gratuitamente alla pagina: Special report gratuiti!
      Per quanto riguarda i morsi “da gioco” invece, è un comportamento piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni e quindi di imparare l’inibizione al morso. A meno di particolari problemi comportamentali, fortunatamente è un comportamento che sparisce con il cambio totale della dentizione, quindi entro i sei mesi. Nel mentre però devi iniziare a farle capire che questi suoi morsi non sono tollerati: lui morde mani e caviglie per attirare l’attenzione e perchè per lui è un gioco, ma bisogna iniziare a fargli capire nel modo giusto che non è il modo corretto di giocare. Allora, come scritto nei nostri articoli sull’argomento, nel momento in cui inizia a mordere prova ad esclamare “AHI!” e immediatamente girati dall’altra parte, incrocia le braccia e IGNORALO finchè non si sarà calmato: deve capire che morsicandoti ottiene proprio l’effetto contrario, ovvero la tua indifferenza e che se vuole continuare a giocare deve comportarsi bene! Lasciagli poi sempre a disposizione delle valide alternative, degli oggetti che invece può mordere in tutta tranquillità come ossi di pelle o giocattoli di gomma, in modo che si sfoghi su di loro! Inoltre fallo sfogare di più durante il giorno: portalo a spasso, a correre, a socializzare con altri cani e fallo giocare, in modo che sfoghi le sue energie in attività salutari e che migliorino sensibilmente la relazione tra cane e proprietario.

  7. Per prima cosa, buona lettura a tutti. Non sono mai intervenuto su queste pagine ma su questo argomento mi sento di lasciare il nostro contributo. Siamo i felici “genitori” della nostra beagle Clori di circa 16mesi. Si, è verissimo, quando ha il naso a terra è inutile interferire ma, anche quando le chiediamo di fare qualcosa che non le “aggrada” è inutile insistere, non ti da retta. Quando invece ha interesse per una cosa, la vedi che ci guarda intensamente e obbedisce anche senza comando vocale, le basta un cenno ed esegue come non credereste mai. Per questo la apprezziamo e la amiamo. E’ il suo carattere. E’ un beagle e, non è affatto stupida. Ogni giorno, ci meravigliamo di quanto sia intelligente e in quanti modi riesca a dimostrarcelo. Un’amica meravigliosa con la quale condividere la vita e se chiamandola non ci darà retta, poco male, è un cane non un militare.
    Un caro saluto a tutti

  8. Ciao, vorrei dei consigli. Da quattro.giorni è arrivata Maya, e’ dolcissima e molto vivace. Ha quattro mesi e penso sia normale… Piano piano la sto abituando a fare i bisogni fuori premiandola ogni.volta con.un.biscottino. Il problema e’ la sera. Ho deciso di farla dormire nella cuccia in.camera mia, ma diventa ingestibile. Il resto della giornata invece sta in cucina con noi. Forse è questo il problema? Vuole rimanere nel suo angolo giornaliero? Ho paura che puo distruggere qualcosa e di trovare le sorprese la mattina. Cosa mi consigli? Un’altra cosa, la sua vivacità sarà piu gestibile in casa, se la porto a fare delle passeggiate? Per adesso ancora non posso portarla fuori, deve finire il ciclo di vaccinazioni, migliorerá la situazione?

    1. Ciao Anna, per i primi mesi (finché Maya non avrà fissato un insieme di abitudini quotidiane) sarebbe meglio scegliere uno dei posti dove passa il suo tempo e far diventare quello la sua zona personale di sicurezza, recintata e con tutti gli accessori. Di solito si sceglie quella dove il cucciolo dorme. Questo per non confondere inutilmente il beagle. Poi durante la giornata può stare anche in altre zone della casa ma è meglio che le sia ben chiaro qual è la sua tana dove sentirsi sicura e protetta. Se quando siete in cucina non potete tenerla sotto controllo, potete pensare di mettere un recintino anche lì, finché Maya non avrà imparato a controllarsi. Poi, fare delle passeggiate ogni giorno è fondamentale per la sua mente. Ti consigliamo di farne almeno un paio di almeno mezz’ora l’una. Anche se il ciclo di vaccinazioni non è finito, puoi cominciare già ora stando attenta ad evitare posti troppo sporchi, dove non ci siano escrementi di altri animali o rifiuti abbandonati. Con qualche attenzione puoi già cominciare, i benefici per il suo carattere saranno tanti.

  9. Ciao,riguardo la testardaggine del beagle vi dico che si può trarre beneficio da tutto ciò sapete la mia piccina cerca sempre di rubare il panno pelle per le pulizie e il più delle volte ci riesce quindi ha fine di insistere ha imparato i comandi prendi porta e lascia ( tutto ciò con tanti bocconcini)ci vuole solo amore, pazienza, educazione e la convivenza non è poi così difficile come sembra

  10. Ciao Simona nn so il xke ma ho il cane che da un paio d’ore sta vomitando e nn si ke fare.
    E a fatto diarrea con un Po di sangue

    1. Ciao Alessandro, il tuo commento non c’entra nulla con l’articolo in questione ma, vista l’emergenza, per questa volta facciamo un’eccezione… 😉
      Dunque, non allarmarti, per ora tieni il tuo cane a digiuno totale e con pochissima acqua a disposizione e vedi come va nella giornata di oggi, intanto fai una telefonata al tuo veterinario per informarlo. Se la situazione non migliora (o se peggiora) allora portalo subito dal medico.

  11. Ciao ho preso un beagle che ha due mesi e il mio primo cane e volevo sapere delle cose tipo nn fargli fare la pipi a terra ed altri insegnamenti… Ragazzi vi voglio dire che quest animale e stupendo. Grz attendo risposte

    1. Ciao Alessandro e tanti auguri per il nuovo arrivo in famiglia. Mi sembra di capire che tu abbia bisogno delle informazioni di base e fondamentali per poter gestire il cucciolo nel migliore dei modi. A questo proposito ti invitiamo a leggere gli articoli contenuti proprio nella categoria Beagle cucciolo, che contiene, tra gli altri, anche l’articolo inerente all’educazione ai bisogni: Come insegnare al Beagle a fare i bisogni nel posto giusto.

  12. proprio parlando di questo carattere testardo del beagle mi è venuto in mente il lato ribelle di Mia.
    ogni giorno mi capita di metterla in giardino e non facendomi nemmeno uscire dal cancello lei scappa;visto che abitiamo in un luogo collinare e anche molto,ma molto vasto per andare a cercarla è nato un problema.
    come potrei risolverlo?

    1. Ciao Martina, quello che spinge la tua Mia a scappare non è il suo lato ribelle, ma semplicemente la sua voglia di esplorare e di seguire il suo irrefrenabile istinto di segugio. Nel tuo caso, ci sembra di capire che lei scappi mentre tu stai uscendo dal cancello del tuo giardino… Pertanto dovresti lavorare molto con lei sul comando “Resta”, in modo che lo sappia eseguire alla perfezione, così appena prima di uscire dal cancello potrai darle in comando, uscire sapendo che lei resterà immobile e poi, una volta richiuso il cancello, chiamarla verso di te e premiarla con qualcosa di buono o dandole un suo giocattolo. Naturalmente servirebbe anche un buon lavoro sul richiamo, così come spiegato a Marco poco fa.

  13. Ciao ragazzi! Ho un piccolo problema con la mia Lola, una bellissima cucciola Beagle di nove mesi. Viviamo in una villa non del tutto recintata e sono terrorizzato dal fatto che Lola corre per tutto il circondario dove tra l’altro c’è una strada molto trafficata a scorrimento veloce. Se provo a chiamarla o rincorrerla lei non mi ascolta e diverse volte ha rischiato la vita! Non voglio tenerla sempre legata! Come posso fare per rimediare? Aiuto? Grazie mille, siete fantastici!

    1. Ciao Marco, grazie per i complimenti! 🙂
      La tua è una situazione davvero delicata e la soluzione più immediata è senz’altro quella di crearle un recinto apposta per lei all’interno del tuo giaridno o acquistare un box per cani, in modo da impedirle la fuga. Nel mentre con calma puoi iniziare a lavorare con lei, a cercare di stabilire una corretta relazione innanzitutto (dovrai diventare il suo unico punto di riferimento, la cosa per lei più importante e interessante) e poi ad insegnarle i comandi di base insistendo, ovviamente, moltissimo sul richiamo. Se poi dovesse capitare un’altra volta che lei scappi, la cosa peggiore che tu possa fare è proprio rincorrerla, perchè lei interpreta questo tuo correrle dietro come un gioco. Quindi se proprio al richiamo non risponde, cerca di attirare la sua attenzione e poi corri nella direzione opposta, come per invitarla a giocare. Lei quasi sicuramente ti seguirà. E’ importante che quando la chiami, assumi un tono di voce divertente e giocoso e soprattutto, che non la sgridi o punisci una volta che lei sarà tornata da te o che sarai riuscito a prenderla: questo infatti la induce a non ritornare più perchè sa che verrà sgridata o punita. In questo articolo trovi maggiori indicazioni e consugli: Perché il richiamo a volte non funziona?

  14. Ciao a tutti sono Federica 3 anni fa abbiamo deciso dopo moltissime esitazioni di prendere Jackie, un vero terromoto, distruggeva tutto quello che trovava, per me era difficile rimproverarlo, mi fissava con i suoi bellissimi occhioni sembrava che volesse dirmi “non sono stato io, perchè ti arrabbi con me?” ma con molta pazienza e seguendo i Vs.consigli ora abbiamo un bellissimo ed educato beagle. L’anno scorso è arrivato Pato, un beagle di 10 anni, fra loro è nata subito un intesa, sono inseparabili, Jackie con l’arrivo di Paro si è tranquillizzato. SI è vero sono testardi ma molto intelliggenti, simpatici, stupendi, meravigliosi e potrei continuare all’infinito, si è vero io sono pazza di loro e loro di me. Ciao

  15. Ciao a tutti,sono Angela. Mi sono iscritta da poco e stavo leggendo gli articoli ma dato che c’è la possibilità di chiedere direttamente lo faccio: io ho Skipper da quasi 3 mesi (lui ne ha 5) e ammetto che rispetto a tutto quello che mi dicevano le persone (è troppo testardo,xkè nn hai scelto un cane più calmo ecc…) non sono pentita di averlo scelto. è il mio primo animale quindi è x me un mondo tutto nuovo. Quello che vorrei chiedervi è qst: Skipper dorme tranquillamente nella sua cuccia in giardino ma da qualche tempo si sveglia di notte verso le 3-4, chiama battendo sulla tapparella della finestra, gli apro,qualche coccola e dopo poco se ne ritorna tranquillo a dormire. dura 5-10 minuti ma nn capisco xkè lo fa,credevo fosse x il freddo dato che le temperature stanno scendendo ma ha diverse coperte e un cuscino.consigli?vi ringrazio in anticipo….ciao

    1. Ciao Angela! Il motivo del comportamento di Skipper è chiaro… si sente solo ed escluso dal suo branco, non capisce perchè non può condividere i vostri stessi spazi e per questo bussa alla porta in cerca di compagnia. E’ soprattutto per questo motivo che noi sconsigliamo sempre di far dormire un beagle da solo fuori casa. E’ un cane selezionato per cacciare in muta, ama stare in compagnia e sentirsi parte del branco e troppa solitudine lo fa stare male. Il nostro consiglio quindi è di preparargli un angolino della casa tutto per lui e farlo dormire sotto il vostro stesso tetto. 🙂

  16. E’ vero quello che scrive Luigi, anche per Ralph, il mio dolcissimo e intelligentissimo beagle di 5 anni, e così. Con il cibo diventa un “cane da circo” nel senso letterale della parola, potresti fargli fare qualunque cosa! ma passato quel momento diventa totalmente indipendente e se decide di fare qualcosa nulla lo tiene! E’ vero che a volte, specialmente quando mi trovo fuori casa vorrei che fosse più ubbidiente, che non annusasse tutto quello che trova, che non mi tirasse in continuazione al guinzaglio, che rientrasse al richiamo….. ma gli occhi e l’espressione che hanno questi amici sono uniche! e l’amore che riesce a darmi mi compensa di ogni richiamo a vuoto, di ogni arrabbiatura. L’ho voluto e lo riaccoglierei in casa così come è altre 1000 volte.

  17. Il mio Fidel è molto testardo. Prima di mangiare o quando ho del cibo o la ciotola in mano ed è orario di pasto sembra un soldatino. Esegue i comandi con precisione. Addirittura quando prendo la ciotola e la riempio, si va ad accucciare vicino al posto dove di solito mangia, e appena mi abbasso per posarla a terra si siede e aspetta che la ciotola tocchi terra per poi partire per mangiare.
    Ma per il resto ascolta poco i comandi, mi salta continuamente addosso ecc.
    Qualche consiglio?
    Grazie

    1. Ciao Luigi! Abbiamo la soluzione a tutti i tuoi problemi… si chiama PAZIENZA!!! 🙂
      Fidel è ancora un cucciolo, deve ancora imparare tutto della vita, in particolar modo l’educazione e le regole del buon comportamento. Comincia con l’essere per lui un buon leader, un buon punto di riferimento, e poi cerca di farlo sfogare moltissimo con lunghe passeggiate e gioco con altri cani. Se ti sembra davvero troppo indisciplinato puoi portarlo a frequentare intanto qualche corso di Puppy Class in modo che si possa sfogare divertendosi e in modo costruttivo e poi un corso di educazione di base, in modo che sia l’educatore cinofilo che segue Fidel a darti consigli diretti e mirati sul tuo cane.
      Per il fatto che salta addosso prova a leggere questo articolo: Se il beagle salta addosso con le zampe.
      Vedrai che crescendo si calmerà e acquisterà un pò di aplomb, nel mentre… pazienza! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.