Torna all'homepage

La prima visita dal veterinario

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Beagle cucciolo, Salute

La prima visita dal veterinarioQuesto appuntamento, soprattutto se abbiamo preso il primo cucciolo, occuperà certamente uno dei primi posti nei nostri ricordi. 🙂
Una volta che abbiamo scelto il veterinario giusto, eccoci pronti ad affidargli da qui ai prossimi anni la salute del nostro amato cane.

Prima visita veterinario cane – La prima visita generale è molto importante per valutare le condizioni fisiche generali del cane.

In questo articolo ci riferiamo al cucciolo, ma le indicazioni possono essere utili anche se abbiamo accolto un adulto e dobbiamo portarlo per la prima volta dal veterinario.

Un discorso più articolato va fatto se l’adulto ha già delle paure o, peggio, delle fobie legate al momento della visita. Questo non è argomento dell’articolo perché è necessaria una trattazione più approfondita e una valutazione dal vivo da parte di un educatore professionista.

Qual è il modo migliore per proporla al nostro cane?

In questa occasione è essenziale non sovraccaricare il nostro cane con ansia inutile o agitazione ingiustificata.

Nel caso di un cucciolo potrebbe essere più difficile, magari perché dobbiamo spostarci in auto e non è ancora abituato oppure perché non gradisce molto essere manipolato.

Ma non perdiamoci d’animo. E’ per il suo bene e per la serenità futura di tutta la famiglia.

Quindi, cerchiamo per prima cosa di non agitarci inutilmente. Evitiamo di travolgere il cane da un momento all’altro con fiumi di parole e/o carezze, che avrebbero solo l’effetto di aumentare la sua preoccupazione.

Cerchiamo di mantenere con lui lo stesso atteggiamento che abbiamo ogni giorno in momenti assolutamente banali e tranquilli.

Può esserci d’aiuto farlo stancare un po’ prima di arrivare dal veterinario, ad esempio con una passeggiata o con qualche momento di gioco se ha già degli amici fidati con cui stare in compagnia.

In queste occasioni facciamo sempre attenzione a rimanere in posti il più possibile puliti e liberi da spazzatura e deiezioni di altri animali perché probabilmente il cucciolo non sarà ancora coperto dalle vaccinazioni.

Dobbiamo portare con noi dei premi?

Prima visita veterinario cane – E’ facile che il cibo abbia un effetto calmante e distraente sul cane.

Però non cadiamo nel tranello di pensare che “può succedere di tutto, tanto ci sono i premietti“.

Se cominciamo ad imbottirlo di cibo per tutto il tempo della visita, probabilmente si calmerà, certo, ma non imparerà a gestire in autonomia questa situazione!

Quindi, certo, possiamo portare con noi i premietti ma diamogliene pochi, ogni tanto e solo dopo un evento oggettivamente stressante come ad esempio quando si rimette in piedi dopo che lo abbiamo fatto sdraiare sul tavolo da visita.

In futuro, poi, potrebbe capitare di fare esami in cui il cane deve presentarsi a digiuno, quindi non affidiamoci sempre ai bocconcini per tranquillizzarlo. 

La nostra mossa più importante sarà sempre quella di avere per primi un atteggiamento calmo e presentargli la situazione in modo silenzioso e tranquillo.

Che operazioni si fanno di solito?

Normalmente vengono fatte alcune verifiche che comprendono, tra l’altro:

  • la misurazione della temperatura corporea;
  • l’auscultazione di cuore e polmoni;
  • la palpazione dei linfonodi;
  • la verifica dell’aspetto di occhi e congiuntive;
  • l’ispezione delle orecchie;
  • il controllo della mobilità di alcune importanti articolazioni;
  • lo stato dell’addome per scongiurare la presenza di parassiti intestinali.

Per effettuare questi controlli è meglio collaborare con il veterinario. 

Sarà tutto molto più veloce e tranquillo se gli daremo la nostra disponibilità ad aiutarlo a sollevare il cane e tenerlo tranquillo sul tavolo da visita.

In questo modo potrà anche osservare come ci comportiamo nei confronti dell’animale mentre eseguirà le operazioni necessarie.

Nel caso di un cucciolo potrebbe essere una situazione abbastanza impegnativa ma per il bene del nostro fedelissimo, questo ed altro! 😉

Chiediamogli tutto!

La prima visita è anche un’ottima occasione per… fare tante domande al veterinario!

Infatti uno dei criteri fondamentali che ci ha permesso di scegliere questo professionista, oltre alla sua competenza e motivazione, è la sua disponibilità ad ascoltarci e rassicurarci attraverso le piccole e grandi preoccupazioni che inevitabilmente ci troviamo ad affrontare come proprietari responsabili.

Quindi niente paura nel fare domande e, se preferiamo, facciamoci pure una lista delle cose che possiamo chiedere o segnalare al veterinario.

Eccone alcune come esempio.

  • Riferiamo di eventuali anomalie nelle feci riscontrate nei giorni precedenti.
  • Facciamoci dire qual è la lunghezza corretta delle unghie e quando e come tagliarle.
  • Chiediamo come e quanto spesso pulire i denti.
  • Pelo: quanto è normale che ne perda?
  • Parliamo del tipo di pappa, delle dosi e di quanto spesso nutrire il cane.
  • Per quanto riguarda il bagno, chiediamo quando si può fare il primo e quanto spesso si può fare.
  • Sterilizzazione: è consigliabile farla? Che tipo di intervento è? Quando è meglio procedere?
  • Chiediamo quali antiparassitari è meglio usare.
  • Segnaliamo eventuali comportamenti problematici: ad esempio, se ha cominciato improvvisamente a mangiare le sue feci, ad ingerire oggetti non commestibili, ecc.
    Oltre a sentire il suo parere, in alcuni casi certi problemi comportamentali possono avere cause fisiologiche.
  • Comunichiamogli eventuali sintomi di possibili malattie: ad esempio, molti cuccioli arrivano a casa già con la tosse o con qualche parassita intestinale che dà problemi digestivi.

Sì, qualche risposta c’è anche su questo blog.

Però non esitiamo a domandare comunque ogni cosa al nostro veterinario!

Prima visita veterinario cane – in conclusione

Per quanto riguarda la salute del nostro cane, è importantissimo sentire il parere del professionista che cura fisicamente l’animale e di conseguenza conosce nel dettaglio le condizioni del suo corpo, che è unico.

Creare un legame speciale con il nostro amato cane vuol dire anche essere informati per migliorare la sua vita e quella di noi proprietari.

Quindi, ripetiamo, niente paura a chiedere tante cose al veterinario! 🙂

Stabilito un buon rapporto con lui, che è la persona più importante con cui entra in contatto il cane dopo la sua famiglia, ci toglieremo di torno tanti grattacapi futuri e vivremo di certo una vita più felice con il nostro cane.

11 commenti:
  • Alessandro scrive:

    Ciao a tutti, da poco mi è arrivato Paco, ha 2 mesi, e lo vorrei fare vistare da un veterinario, voi conoscete qualce vetinerario a Palermo?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ci dispiace Alessandro, ma non possiamo esserti utile in questo senso perchè siamo proprio fuori zona. La cosa migliore in questi casi fare delle indagini parlando con altri proprietari e chiedere come si trovano con i loro rispettivi veterinari, altrimenti fai una ricerca in internet e scegli quello che più ti dà fiducia per la prima visita, tanto poi se non ti ispira sarai sempre in tempo a cambiare. 🙂

  • lorenzo scrive:

    ciao !! il primo vaccino di un cucciolo quando avviene? e il richiamo ? considerando che lo prendero da un allavamento quando avrà già 3 mesi avrà terminato tutti i cicli?grazie mille 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lorenzo! Dunque, le prime malattie contro le quali si inizia a vaccinare il cucciolo sono la Parvovirosi, il Cimurro, la Leptospirosi, l’Epatite infettiva e la Parainfluenza (o Laringotracheite infettiva). Tra i 42 e i 56 giorni si inizia il vaccino, dopo 20-30 giorni si fa il primo richiamo, mentre il secondo richiamo viene fatto dopo un mese, quindi probabilmente quando porterai a casa il tuo cucciolo dovrà ancora effettuare almeno l’ultimo richiamo.

  • lorenzo scrive:

    grazie!! e quindi non posso portare il cucciolo fuori a fare i bisogni ne tantomeno fargli iniziare il corso della puppyclass finche non ha terimatno anche l’ultimo richiamo?grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Dunque, per la puppyclass sicuramente dovrai aspettare (complimenti per la scelta!), mentre per i bisogni noi consigliamo sempre di iniziare fin da subito ad abituare il cucciolo a farli fuori di casa, con qualche piccolo accorgimento (frequentare luoghi poco frequentati, non farlo avvicinare a feci di altri animali, non metterlo in contatto con cani sconosciuti) non si corrono rischi anche se il cucciolo non ha ancora terminato il ciclo di vaccinazioni. Altrimenti se si abitua a sporcare in casa, sarà molto più difficile poi insegnargli a sporcare fuori.

  • Davide scrive:

    Ciao Simona
    A tal proposito ti volevo chiedere, il beagle che ho addottato ha 3 mesi e mezzo. Ha fatto 3 giorni fà il primo vaccino dal veterinario (in realtà sarebbe il secondo perchè il primo dicono che gliel’avevano fatto al canile ma non sono così sicuro) ieri ha preso le pastigliette di cardotek per la filariosi, oggi ha preso la boccettina per l’antipulci, zecce e zanzare e domani prende un altra pastiglietta di milbemax (non ricordo a che serve) tra 4 giorni però parto in vacanza e torno tra 2 settimane il cane ovvimente lo porto con mè. Al ritorno devo fare il richiamo del vaccino, nel frattempo però ho una paura matta a portarlo fuori consigli? può già uscire per i bisogni ecc ho devo aspettare il richiamo del vaccino? In spiaggia può stare ho me lo sconsigli per il momento?

    Grazie

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Davide, in effetti, non avendo ancora finito il ciclo di vaccinazioni, il tuo cucciolo è più esposto a malattie e parassiti. Tuttavia la situazione non ci sembra così allarmante tanto da non portarlo con te in vacanza. Per prima cosa ti consigliamo di chiedere al veterinario se puoi portarlo con te, perché lui conosce nel dettaglio l’efficacia dei singoli medicinali e la diffusione di particolari malattie legate alla zona geografica (quindi la situazione cambierà molto a seconda della località dove andrai). Quello che possiamo consigliarti è di avere molto riguardo per queste cose:
    1) non fargli passare la notte all’aria aperta. Probabilmente avrai già intenzione di farlo dormire al chiuso, questo accorgimento è importantissimo per ridurre l’esposizione alle punture degli insetti notturni.
    2) Quando gli fai fare i bisogni, fai attenzione che il luogo non sia troppo sporco, pieno di rifiuti o di escrementi di altri animali.
    3) Per quanto riguarda la spiaggia, data la giovane età del cucciolo bisogna fare molta attenzione al colpo di calore: lasciagli una zona d’ombra facilmente raggiungibile, rinfrescalo spesso con un asciugamano bagnato, cerca di non farlo passeggiare al sole nelle ore più calde della giornata e tieni sempre a disposizione una bella ciotola d’acqua fresca e pulita.
    Anche in quest’ultimo caso il veterinario saprà darti delle indicazioni più specifiche perché, come detto prima, le cose cambiano molto a seconda della zona geografica in cui andrai in vacanza.

  • Federica scrive:

    Eccomi con altre domande!!! 🙂
    È meglio aspettare la fine delle vaccinazioni anche per farla giocare con altri cani?? Perché vorrei portare la cucciola a giocare con i due cani del mio moroso per farle fare un po di socializzazione!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Eheheheh, non importa! Dunque, per farla giocare con cani estranei (cioè di cui non conosci lo stato di salute), portarla in un’area di sgambamento o ad un corso di puppy class sì, è necessario aspettare di terminare il ciclo di vaccinazioni per evitare di correre rischi. Se però i cani del tuo moroso sono sani, regolarmente vaccinati e dal carattere equilibrato, puoi anche farla incontrare con loro prima. 🙂

  • Federica scrive:

    Ops mi sono fatta prendere dai commenti…sono un po fuori tema!! Chiedo scusa!!!

Lascia un commento