Torna all'homepage
Ott
20

I cinque minuti di follia del beagle

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Carattere Beagle

beagle pazzoDell’iperattività del beagle ne abbiamo già parlato nell’articolo “Se il beagle è iperattivo”, ma ora vorremmo parlare di un altro aspetto del suo carattere che spesso sconvolge tanti proprietari.

Molte persone ci scrivono allarmate, descrivendo momenti di “pazzia” del loro cane, che improvvisamente e senza preavviso (in apparenza…) si trasforma in un diavoletto scatenato che lascia a bocca aperta chi lo osserva.

In questi momenti, che durano quasi sempre qualche minuto, spesso il cane inizia a correre all’impazzata per tutta la casa schivando non si sa come tavoli e sedie.

Non è raro che si metta anche ad abbaiare, saltare, latrare, a mordicchiare tutto e tutti e a montare per pochi istanti oggetti, braccia o gambe. Noi li chiamiamo “i 5 minuti di follia” del beagle! 🙂

E questi sono solo i comportamenti più comuni, quelli che ci vengono segnalati più di frequente.

Dobbiamo preoccuparci?

Assolutamente no! E va detto molto chiaramente.

Perché?

Innanzitutto questo comportamento non ha nulla di patologico.

Chi è convinto che il proprio cane sia davvero impazzito (e ce ne sono, credeteci) faccia un bel respiro e si tranquillizzi: la pazzia vera dà ben altri sintomi, più gravi e soprattutto clinicamente dimostrabili dal veterinario!

In realtà, il motivo principale di queste esplosioni di euforia è un mix tra:

  • il carattere del beagle, cioè le tendenze della razza che si manifestano in ogni individuo;
  • l’età del cane;
  • lo stato di eccitazione e, soprattutto, come reagisce il singolo cane quando è sovreccitato.

Sappiamo già che il beagle è una razza che è stata selezionata per seguire le tracce della selvaggina, e che un carattere scoppiettante unito ad una grande resistenza fisica aiutano in questo senso.

Va da sè che un beagle cucciolo o cucciolone, quando è emotivamente eccitato, è il candidato ideale per questi “5 minuti di follia”.

Infatti è una caratteristica tipica dei cuccioli quella di fare un sacco di baccano e poi cadere improvvisamente addormentati, per poi scattare di nuovo in piedi per altre scorribande e ricadere in un riposo improvviso e così via.

Questo comportamento si attenua con la crescita fino a raggiungere livelli che di solito sono sopportabili.

Diciamo “di solito” perché dipende molto dal carattere dei proprietari: c’è chi è contento di vedere il proprio beagle esuberante e c’è chi si mette le mani nei capelli per un “bau” pensando di vivere con una belva incontrollabile.

Quindi, cosa possiamo fare?

Per prima cosa ci sono dei momenti in cui è più facile che il nostro cane indossi le vesti del “beagle pazzo”. E possiamo prevederli.

Partiamo dalla situazione più normale, cioè quando il beagle è impegnato in un bel gioco con i suoi amichetti e si lascia andare a scariche di eccitazione (positiva!) che lo fanno correre, saltare, latrare all’inseguimento di suoi compagni.

Poi arriviamo a diversi momenti di vita con gli altri membri del branco: dopo la passeggiata (soprattutto quando lo si “libera” da collare/pettorina e guinzaglio) e dopo aver mangiato.

In questi momenti è più facile che si manifesti sovreccitazione e, come abbiamo detto prima, è più facile vedere il nostro cane correre per casa all’impazzata, mordicchiare tutto e tutti, abbaiare e montare (a proposito, in questi casi il sesso non c’entra niente!).

Quindi, ecco il concetto di fondo che ci può aiutare a vivere meglio: prevedere il momento dell’esplosione di pazzia ed incanalare questa energia in attività più costruttive, o meno dannose, o più tollerate, finché la sovreccitazione non si esaurisce in qualche minuto.

Nella pratica…

  1. Assicuriamoci di fargli fare la giusta quantità di movimento ogni giorno.Ci risiamo, ecco che riattacchiamo con il discorso sui bisogni fondamentali!
    Però è essenziale per l’equilibrio del suo carattere, non si scappa.Naturalmente, la quantità di movimento va regolata sempre compatibilmente con la sua età. Non facciamogli fare 10km da cucciolo, ma nemmeno cento metri da adulto…
  2. Quando prevediamo uno di questi “attacchi”, cerchiamo di impegnare il cane in attività con cui possa stemperare l’eccitazione.Ad esempio, nascondiamo dei bocconcini e facciamoglieli cercare, oppure facciamolo lavorare su un gioco di attivazione mentale o anche su un semplice Kong pieno di cibo che dovrà impegnarsi ad estrarre, oppure su un osso di pelle da masticare, ecc. ecc.
  3. In alternativa, se ci piace e se possiamo fare i pazzi con il nostro amichetto senza scandalizzare nessuno, diventiamo per qualche minuto suoi compagni di gioco.Non saremo agili e veloci come i suoi amichetti, ma lui vedrà in noi qualcuno che gli dà corda, e saremo il suo centro di attenzione dove sfogare corse, abbai e “montate” (oddio, scandalo!) per qualche minuto, fino a raggiungere di nuovo la calma.

Ecco come, nel tempo, potremo arginare queste esplosioni di esuberanza del nostro beagle, senza farci prendere dall’angoscia e senza pensare di avere davanti un cane anormale!

39 commenti:
  • Alessandra scrive:

    Ciao ho una bellissima cucciola di 45 giorni e l’ho presa in casa da 3 giorni. È vivacissima. Le piacciono le piante e tende sempre a scavare e a rosicarle. Stamattina abbiamo trovato un pò di diarrea con del sangue. Devo aspettare il prossimo bisogno x portarla dal veterinario? Sarà la pianta o peggio?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessandra, cominciamo col dire che la tua cucciola è davvero piccola… TROPPO piccola per essere già con te! E’ fondamentale che il cucciolo resti con la mamma e i fratellini almeno fino ai due mesi di vita! Un cucciolo di questa età ha ancora un fortissimo bisogno di stare nella cucciolata (cederlo prima, tra le altre cose, è pure illegale!), per poter apprendere le basi della comunicazione e socializzazione canina, la ritualizzazione dell’aggressività, l’inibizione del morso, ecc… Puoi saperne di più a questo riguardo leggendo l’articolo Perché è importante non prenderlo prima dei 60 giorni?. Per il resto i cuccioli così piccoli hanno ancora un apparato digerente molto delicato e capita di trovare delle gocce di sangue nelle feci, difficile perciò dire se è stato un episodio normale dovuto all’età o se deriva da qualcosa che ha mangiato e che le ha fatto male. Per il momento tienila sotto controllo e se inizia a manifestare altri sintomi di malessere (febbre, vomito, inappetenza, apatia, ecc…) allora portala dal veterinario.

  • alessandra scrive:

    Ciao in effetti lo so che è piccola ma la mamma nn la trovano più da una settimana quindi la cucciola è potuta stare solo 40 giorno con lei. Mi potreste consigliare come posso fare per nn farle mordere tutto?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Puoi leggere i consigli nell’articolo Se il Beagle morde. Inoltre prendi in considerazione l’idea di fargli frequentare un corso di puppy class appena avrà terminato il ciclo di vaccinzioni, per metterla a contatto con altri cuccioli, in modo che in qualche modo arrivi a colmare le sue lacune di comunicazione e socializzazione dovute al prematuro distacco dalla mamma.

  • premelo scrive:

    Ciao , ho un bel beagle che me anno regalato quando lui aveva 45 giorni
    Adesso ha 8meses è vivacissimo , io provato educarlo bene ma penso che ho sbagliato nella educazione perché lui fa sempre quello che vuoi e tutti dicono che è un cane viziato. Cosa posso fare? Voleva che forse obbediente. Ancora ho tempo de farlo imparare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao, ma certo che hai ancora tempo anche se sarebbe meglio intervenire al più presto perchè sta per entrare nella fase adolescenziale, in cui sarà ancora più portato a non ascoltarti e a fare di testa sua! La prima cosa da fare è iniziare a lavorare seriamente sulla vostra relazione per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” (puoi scaricarli in questa pagina qui: http://www.amicobeagle.it/beagle.html)per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Ti consigliamo anche di farlo sfogare moltissimo durante la giornata (portarlo a spasso, a correre, farlo giocare e socializzare con altri cani), perchè soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane tranquillo e dal carattere equilibrato. Una volta che avrai stabilito delle regole chiare e precise e sarai sempre coerente nel fargliele rispettare e una volta che avrai capito come soddisfare i suoi bisogni fondamentali, allora sarà tutto più facile e potrai facilmente impartirgli una buona educazione.

  • giovanni scrive:

    Ciao mi chiamo Giovanni ho trovato un beagle di 20 giorni nella spazzatura e femmina cosa posso fare grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giovanni, se te ne vuoi occupare tu stesso portala subito da un veterinario per verificare il suo stato di salute, pianificare la sua alimentazione e i cicli di vaccinazioni e sverminazioni. Altrimenti contatta un canile della tua zona e chiedi se possono prendersene cura.

  • nori scrive:

    La vs mail arriva a fagiolo sembra abbiate saputo che ilmio toby di 10 mesi e’ ingovernabile, lascio perdere i disastri arrecati nel giardino, l’ultimo in ordine di tempo aver dissoterrato l’intero impianto di irrigazione, ulula, abbaia, morde e soprstutto non ubbidisce al mio richiamo sta per i fatti suoi, ho messo in atto tutti i vs consigli senza nessun risultato, gli voglio un szcco di bene ma non so se potro continuare a tenerlo se le cose non cambiano, aiuto!!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Nori. Dunque, è evidente che la situazione con Toby ti stia sfuggendo di mano… D’altro canto è ancora un cucciolone per cui hai tutto il tempo per recuperare, perciò rimboccati le maniche! Quello che devi fare è iniziare a lavorare seriamente sulla vostra relazione per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Ti consigliamo anche di farlo sfogare moltissimo durante la giornata (portarlo a spasso, a correre, farlo giocare e socializzare con altri cani), perchè soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane tranquillo e dal carattere equilibrato. Quando un cane non riusce a sfogare le proprie energie, diventa frustrato e comincia a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Il beagle è un cane da caccia, che ama stare all’aria aperta e fare attività fisica: ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Inoltre ti consigliamo di leggere i seguenti articoli:
    Come non farsi distruggere casa
    Perché il richiamo a volte non funziona?
    Infine, se proprio vedi che da sola non riesci a saltarci fuori, valuta seriamente l’ipotesi di rivolgerti ad un bravo educatore cinofilo, che possa seguirti personalmente e guidarti nel percorso di crescita e gestione del tuo cucciolo.

  • Pasquale scrive:

    La mia Penelope, una beagolina di 1 anno, ha spesso questi momenti di pura pazzia nonostante non le facciamo mancare lunghi momenti al parco con altri cani nei quali si sfoga all’inverosimile. Non ci siamo mai preoccupati, anzi, è talmente bella quando capita che riesce a coinvolgere tutti noi diventando un momento di gioia per tutti 😀

  • Marcello Sanna scrive:

    Il Mio Dodo e’ un cucciolo di 5 mesi, e vi giuro che mi sta portando allo sfinimento. Non riesco a fargli smettere di saltare, e mordere. Piu’ lo ignoro piu’ si ostina a saltare e mordere pur di attirare a se le attenzioni. Alla fine quando lo rimprovero, dandogli dei colpetti con un giornale abbaia in continuazione e ringhia.Inutile dire che ho un bel campionario di vestiti bucati.Inotre anche abituarlo a fare i bisogni fuori casa e’ un problema. infatti quando esce non li fa. Ma non appena siamo dinuovo a casa lascia il ricordino.Tra l’altro se non gli stai dietro, se li mangia in un boccone. Aiuto, Aiuto, Aiuto, Help my, Help my, Help my.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marcello, ricordati che la “violenza” scatena soltanto paura e aggressività, perciò smetti subito di colpire il tuo cane con il giornale. Il vizio di mordicchiare è piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni e quindi di imparare l’inibizione al morso. A meno di particolari problemi comportamentali, fortunatamente è un comportamento che sparisce con il cambio totale della dentizione. Se il metodo dell’indifferenza non ha effetto, puoi provare con il metodo dell’isolamento: appena morde chiudilo in una stanza e lascialo solo per un po’, ma in questo caso è davvero importante la tempistica: lui deve associare la punizione al suo morso, altrimenti sarà del tutto inutile. Quindi appena morde, devi esclamare “AHI!” e immediatamente prenderlo (senza usare la violenza però), portarlo in una camera (o in giardino come stai già facendo) e lasciarlo da solo per un pò (tipo 10-15 minuti). Se quando lo vai a riprendere ricomincia a mordere, rifai tutto da capo. Lasciagli poi sempre a disposizione delle valide alternative, degli oggetti che invece può mordere in tutta tranquillità come ossi di pelle o giocattoli di gomma, in modo che si sfoghi su di loro! Inoltre cerca di farlo sfogare il più possibile durante il giorno: portalo a spasso, a correre, a socializzare con altri cani e fallo giocare, in modo che sfoghi le sue energie in attività salutari e che migliorino sensibilmente la relazione tra cane e proprietario, perchè soddisfare le sue esigenze di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane calmo e dal carattere equilibrato.
    Infine se un cucciolo viene abituato a sporcare in casa o sul terrazzo, sui giornali o sulle traversine da piccolo, è normale che quando gli si chiede di sporcare fuori lui non voglia saperne ed aspetti di arrivare a casa per far i bisogni, perchè giustamente è così che ha imparato. I cuccioli infatti hanno una cosiddetta “memoria tattile”, ovvero memorizzano il tipo di superficie su cui hanno imparato a fare i bisogni e in seguito tendono a sporcare sempre sullo stesso tipo di materiale su cui sono stati abituati all’inizio. Proprio per questo motivo noi consigliamo sempre di abituare il cucciolo fin da subito a fare pipì e popò fuori di casa (prendendo i dovuti accorgimenti non si corrono rischi anche se non ha ancora terminato il ciclo di vaccinazioni) perchè è molto difficile poi andare a modificare un’abitudine già consolidata. Ora non ti resta che armarti di tanta pazienza, continuare a portarlo fuori più spesso possibile (anche ogni 2-3 ore) e premiarlo tutte le volte che fa i bisogni fuori, mentre ignorarlo quando sporca in casa pulendo senza che lui ti veda.

  • fabio scrive:

    Il problema dei bisogni è un problema anche per me…anche io ho preso il mio beagle a 35 giorni…primo cucciolo prime inesperienze e quant’altro…ho avuto veramente tanta pazienza e buona volontà..lui ora ha 5 mesi…ha imparato il seduto il vieni mi da entrambe le zampe…e va a nella sua ciotola solotanto al mio VIA…ma ancora non riesco a risolvere i bisogni…anche premiandolo…per lui dentro o fuori non fa differenza…tra l altro non mi da preavviso e me la molla dentro…un altro suo lato è quando è fuori tira al guinzaglio e fa dei latrati qnd vede folle di gente vicino a lui…è un cucciolo credo possa migliorare questi aspetti…per lui la compagnia è tutto…ragazzi sentite i consigli di Francesco e simona…non prendete cuccioli PRIMA dei 60 giorni…è di fondamentale importanza!

  • fabio scrive:

    Poi volevo un consiglio io libero il mio cane in spiaggia…sto molto attento perché basta vedere una persona e gli corre incontro senza ascoltare minimamente…volevo abituarlo alla caccia alle lepri…ho uno Zio cacciatore ed abbiamo a disposizione un recinto…vorrei capire se intensificando la sua natura per la “CACCIA”è una buona idea,oppure vado a compromettere qualcosa?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Fabio, devi avere pazienza, vedrai che crescendo il tuo cucciolo imparerà a fare i bisogni fuori e a comportarsi bene al guinzaglio. Per il resto diciamo che se hai la possibilità di portarlo a caccia o quantomeno nel recinto a correre dietro a qualche lepre fai solo la sua felicità, ma contemporaneamente a questo devi lavorare molto sulla sua educazione, in particolar modo su obbedienza e soprattutto sul richiamo. Diciamo che per il momento ti puoi concentrare su questi aspetti e, quando sarà più grandicello e avrà imparato un buon richiamo, puoi iniziare a farlo lavorare nel recinto (diciamo non prima che abbia compiuto un anno). Non portarlo a caccia invece finchè non sei sicuro che quando lo chiami torna da te.

  • Irene scrive:

    Ho una beagle di due anni che ha fatto i cuccioli e sto pensando di tenere un maschietto.
    La mia preoccupazione più grande è’ per l’appunto che si moltiplicherebbe la pazzia per casa e non si rilasserebbero mai, con ripercussioni sui miei risultati, per ora discreti, di gestione. Ovvero, non li controllo più !
    Adesso lei mi aspetta con pazienza ile otto ore che sto fuori casa e al mio rientro la trovo in balcone che aspetta il mio cenno per i saluti , con molte aspettative ovviamente. D’altro canto penso si farebbero compagnia, le aspettative si ridurrebbero un po’ perché magari ha giocato con il compagno ed io mi sentirei meno in colpa se la sera devo uscire ( adesso quando succede la porto da mia madre ed è un po’ faticoso) che ne pensate? Due beagle e’ meglio di uno?!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Irene! Dunque, solitamente sconsigliamo l’adozione di un cucciolo a persone che hanno già un cane che ancora deve diventare adulto, perchè in questo caso la gestione di due cuccioli si farebbe davvero problematica. Nel tuo caso però è diverso perchè la tua femmina ha già 2 anni, è già adulta, educata e abituata alla routine domestica ed è quindi molto probabile che proprio lei diventi fondamentale nell’insegnamento delle regole di casa al figlio. Insomma, secondo noi gestire un cucciolo a questo punto potrebbe essere meno impegnativo, anche se si tratta sempre di avere un cucciolo di bealge per casa e questo non è mai una passeggiata di salute! Devi cercare tu di capire quanto sei disposta a ricominciare da capo con i tipici grattacapi (pulire le inevitabili pipì e pupù in casa, sopportare i morsetti finchè non cambierà i denti, uscire spesso per abituarlo a sporcare fuori, gestirli entrambi durante le passeggiate, ecc…) e soprattutto prevedere una sterilizzazione per uno dei due, perchè altrimenti quando anche il maschio sarà adulto e la femmina sarà in calore si potrà andare incontro a grossi problemi nell’evitare un accoppiamento indesiderato (e quello tra madre e figlio è sempre un accoppiamento indesiderabile).

  • Giulia scrive:

    Ciao e grazie per questo sito, siete preziosi!
    Stick ha 80 giorni ed è con me da 15 giorni circa. Mi sono soffermata su questo articolo perchè ha anche lui i cosiddetti 5 minuti di pazzia e l’altra sera quando sono rientrata dal lavoro, probabilmente era eccitato nel vedermi e ha cominciato a saltarmi addosso e a montarmi la gamba, avevo letto in altri articoli di non sgridarlo ma semplicemente spostarlo senza dire nulla, però lui continuava a farlo, cosa mi consigliate voi? Di lasciarlo fare? Se volessi partecipare ai suoi momenti di pazzia, nel caso di montate devo assecondarlo o ignorarlo?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giulia, tutti i nostri consigli a questo riguardo sono riportati nell’articolo qui sopra, pertanto ti consigliamo di leggerlo attentamente. In più ecco qualche chiarimento sulla monta rituale Il Beagle e la monta rituale.

  • Rosy scrive:

    Salve, ho un incrocio tra un beagle e un bassotto, una piccola peste di un anno e un mese di nome Sophie. Da due mesetti a questa parte ha preso l’abitudine di togliere le scarpe a chiunque le si avvicini (che sia io, mia madre o mia sorella). Così facendo, ovviamente involontariamente, tende a morderci i piedi e a farci male. Come posso levarle questo atteggiamento? Premetto anche che la cagnolina non sta costantemente con noi ma vive in una stanza di un appartamento vuoto (con due balconi: uno che va verso la strada e uno che va verso il cortile di casa mia) tutto a sua disposizione. Tra qualche mese inoltre mi trasferirò a Londra e lei verrà con me e dovrò abituarla anche a stare a casa e ad avere un comportamento sereno (senza distruggere tutto ciò che le si trova davanti esattamente come fa fino ad ora). Sicuramente sbaglio io in qualcosa, ma in cosa? Potete aiutarmi a capire sia come tranquillizzarla sia come levarle questo vizio che le è preso di mordere e toglierci le scarpe dai piedi? Grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Rosy, secondo noi lo strano comportamento della tua cagnolina è semplicemente una richiesta di attenzione e questo lo si deve al fatto che vive spesso in isolamento sociale! Un cane non ha bisogno di spazio inteso come metri quadrati a disposizione, ma di uno spazio da condividere con il resto del branco, dato che è un animale sociale ed ha bisogno di compagnia. Quindi come prima cosa smettila subito di farla vivere nel “suo” appartamento ed accoglila in casa tua, dove dovrai prepararle un piccolo spazio tutto suo con la cuccia, le ciotole, i giochi, un’eventuale traversina su cui sporcare ecc… che possa diventare il suo “spazio-tana” dove potrà rifugiarsi quando vorrà stare tranquilla, ma permettile di stare insieme a te e alla tua famiglia e vedrai che questo atteggiamento scomparirà in fretta.

  • corrado scrive:

    ciao a Tutti,sono Corrado ho un beagle femmina di 9 mesi Joy, ha già fatto il suo primo calore e da due settimane dopo il calore che se cerchiamo di prendergli qualsiasi cosa che sta rosicchiando (premesso che prima si faceva portare via di tutto giocando e ce lo riportava) ci ringhia e cerca di mordere,dobbiamo preoccuparci?grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Corrado, può essere che la tua cagnolina sia rimasta un po’ destabilizzata dal suo primo calore, o forse può essere che sta crescendo ed entrando nella fase adolescenziale diventi un po’ “ribelle”. Quello che devi fare è continuare ad essere coerente nella sua educazione, curare giornalmente i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità e lavorare sulla vostra relazione per diventare per lei una persona di cui avere fiducia e rispetto. A questo riguardo trovi molti consigli nei nostri special report “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” che puoi scaricare gratuitamente all’indirizzo: http://www.amicobeagle.it/beagle.html.

  • Simona scrive:

    Ciao ho.una beagle joy che compie 1anno in questo mese e ci sono alcuni comportamenti che mi preoccupano: mentre passegg iamo se incontriamo qualcuno che corre o va in bicicletta abbaia come una forsennata.e cerca di assalirli,altra cosa che non pi piace quando prende in.bocca qualcosa e io cerco di toglierla lei mi morde cosa devo fare ??? Come mi devi comportare con la mia joy???

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Simona! Dunque, crediamo che sia il suo istinto predatorio che la porta ad inseguire ed ad abbaiare ad oggetti in movimento. Non è un problema che si può risolvere con una formula magica o un consiglio dato su internet senza aver mai visto il cane e non sapendo nulla di lui, per risolverlo la cosa migliore da fare sarebbe farsi seguire personalmente da un bravo educatore. Nel mentre devi cercare di attirare la sua attenzione prima di incrociare un mezzo con le ruote (puoi usare un gioco o un bocconcino saporito) e tenerla concentrato su di te finchè non lo avrete superato, dopodichè, se rimane brava, la puoi premiare.
    Per il resto, considera innanzitutto che hai un beagle in fase adolescenziale e in questo periodo è normale che provino un po’ a ribellarsi e a non rispettare le regole. Ad ogni modo se ringhia e morde mentre cerchi di toglierle qualcosa dalla bocca significa per forza di cose che non si fida di te o che c’è un problema alla base della vostra relazione, per questo ti consigliamo di lavorare sul vostro rapporto per cercare di diventare per lei una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” (puoi scaricarli in questa pagina: http://www.amicobeagle.it/beagle.html) per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Inizia anche a lavorare sul comando “Lascia!” che, se imparato bene, può rivelarsi importante per farti lasciare quello che ha in bocca senza drammi o costrizioni:
    Lascia: insegnamo al beagle a lasciare un oggetto

  • Marina scrive:

    Cari amici,ormai mi viene da chiamarvi cosi’vi seguo sempre.Purtroppo a casa e’ successa una disgrazia immensa mio marito il”padrone”per eccellenza e’ mancato a settembre per un male fulminante. La mia vita e’ distrutta.Mi rimangono i 2 cani.( femmine) beagle(4 anni scatenata da sempre) e setter (2 anni piu tranquilla) .hanno entrambe subito uno choc enorme ( hanno visto portare via il padrone con l ambulanza) e non e’ piu tornato.io sono stata assente nel periodo ospedale(se ne sono occupati i meravigliosi vicini di casa) ora cerco di stare il piu possibile con loro (hanno il giardino vengono in casa dormono sul letto) Soprattutttola beagle gia’scatenata prima ora abbaia per un nonnulla insomma ancora piu di prima.la setter anche e’ piu nervosa ma meno.lporto la beagle Stella a spasso guinzaglio tutte le mattine,per il resto stanno bene ma sono sempre agitate anche in casa es: mi saltano addosso di continuo,non mi lasciano parlare al telefono perche’ abbaiano senza sosta……cosa potrei fare per loro?la beagle tra l altro e’ 30 kg.mio marito le adorava,abbiamo sempre avuto cani.cosa si puo’ fare per cani che hanno perso il padrone( a me non hanno mai ubbidito neanche in passato) io con l accaduto non riesco a sgridar le.ho provato collare a fenormoni compresse calmanti lattosio….gocce psicofarmaci (solo sulla beagle che e’ scatenata) ma le ho subito interrotte sembrava drogata,una pena….niente. Mi potete aiutare per favore con consigli? Grazie cari saluti

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marina, innanzitutto ci dispiace moltissimo per la disgrazia che ti è capitata. Purtroppo da quello che scrivi ci sembra di capire che la situazione in casa con le tue cagnoline sia piuttosto delicata e che ci sono un sacco di problemi da risolvere. Proprio per questo motivo il consiglio migliore che possiamo darti è di rivolgerti ad un bravo educatore cinofilo che, senza riempire i cani di inutili e dannosi psicofarmaci, analizzi la situazione personalmente e ti aiuti a costruire una buona relazione con loro e a diventare il loro punto di riferimento. Nel frattempo puoi trovare buoni spunti di riflessione nei nostri special report “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” che puoi scaricare gratuitamente alla pagina: Special report gratuiti!, ma crediamo che nella tua situazione farti aiutare personalmente da un esperto sia la cosa migliore da fare. Inoltre dovresti intervenire al più presto e in modo drastico sul peso della tua beagle perchè 30 chili sono decisamente troppi se pensi che il peso forma di una femmina adulta è esattamente la metà!!! Considera che è ancora una cagnolina molto giovane e che di questo passo la sua salute è in serio pericolo, perciò corri subito ai ripari: crocchette light, niente spuntini fuori pasto, niente avanzi dalla tavola e tanto movimento. Leggi attentamente l’articolo Il sovrappeso nel Beagle per ulteriori consigli a questo riguardo.

  • franca scrive:

    Ciao, il nostro Bigo ha appena compiuto un anno.Lo abbiamo accolto a 5 mesi altrimenti finiva in canile.E’ BRAVISSIMO, quasi “strano” per quanto sento sui nostri amati pelosetti. Il punto critico?Il RICHIAMO! In casa è la nostra ombra, ma fuori,se segue una pista,facciamo molta molta fatica ad avere la sua attenzione.Ho seguito i vostri consigli,ma ancora nn ci siamo..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Franca! Dunque, il beagle è un cane che, per sua natura, è portato a seguire tutte le tracce che capitano sotto il suo tartufo e, in questi casi, se non opportunamente addestrato, diventa sordo a qualsiasi richiamo. Certo, è possibile lasciarlo libero, ma a patto di essere sicuri al 100% che quando lo chiami, torni da te! Per questo motivo, si consiglia di educare fin da cucciolo il beagle a tornare al richiamo. A questo proposito dovresti iniziare a lavorare in modo graduale per insegnare il richiamo al tuo Bigo: prima di liberare un cane in un posto pieno di stimoli e distrazioni bisogna sempre procedere per gradi, iniziare in posti recintati, sicuri e con pochi stimoli, poi piano piano aggiungere distrazioni, arrivare a lavorare in posti aperti ma sempre con il cane agganciato ad una corda lunga. In questo articolo puoi trovare qualche informazione in più: Perché il richiamo a volte non funziona?.

  • alessio scrive:

    Ciao,abbiamo preso un beagle femmina di due mesi per la nostra bimba che ha sei anni,ci siamo pure informati in anticipo per capire la tipologia di cane.”Mia” ora ha 3 mesi,malgrado tutti gli aspetti difficili legati a questa razza,e non sono pochi, con i quali stiamo cercando di convivere ci troviamo con un problema serio quale l’impossibilità di condividere un solo minuto di serenità o coccole perchè morde mani e piedi senza sosta facendo sempre piangere la bimba,che per altro lo adora.A parte il momento della siesta è un vero incubo,non riusciamo minimamente a capire come possa essere consigliato quale cane adatto per bambini,non sappiamo se aspettare o liberarcene.Grazie per ogni consiglio in anticipo.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessio, a dire il vero noi mettiamo sempre bene in guardia tutti coloro che vogliono acquistare un cucciolo di beagle per i loro bambini dai problemi che potrebbero nascere e cerchiamo sempre di smentire questa diceria che il beagle sia così particolarmente adatto ai bambini… E’ vero che è un cane dal carattere molto docile, mai aggressivo e sempre propenso al gioco ma è anche vero che da cucciolo è molto esuberante e soprattutto nei primi mesi di vita solitamente è un mordicchiatore folle e questo spesso rappresenta un problema per i bimbi piccoli. Pertanto, la combinazione “cane-bambini piccoli” non deve mai essere presa sottogamba! Ecco qualche articolo a questo riguardo:
    I cinque errori più comuni commessi dai proprietari di beagle
    Vivere con un beagle: per molti ma non per tutti
    Il carattere del Beagle
    Detto questo, il mordicchiare è un comportamento piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni e quindi di imparare l’inibizione al morso. A meno di particolari problemi comportamentali, è un comportamento che SPARISCE con il cambio totale della dentizione (quindi solitamente verso i 6 mesi), quindi il nostro primo consiglio è di armarti di tanta pazienza. Nell’articolo Se il Beagle morde trovi i nostri consigli su come comportarti, devi solo seguirli e avere pazienza perchè non è un comportamento che si elimina in 2 giorni ma ci vuole tempo. Poi, se stai già pensando di “liberartene” (che brutta parola mamma mia!!!!!!!!!!!) allora almeno cercagli una famiglia adeguata o riportalo all’allevatore, sperando che questa volta selezioni meglio la sua futura famiglia.

  • stefano scrive:

    Ciao Simona, sono il felice proprietario da circa 10 giorni di un beagle femmina nata poco più di 3 mesi fà. Premetto che stò leggendo con enorme piacere tutti i post del sito da un pò di tempo e trovo quasi sempre in essi spunti o riflessioni utili per la mia cucciola di pelo. Premesso che ha casa oltre lei ci sono anche mia moglie e mia figlia mi voglio soffermare a chiedere consiglio su una recente abitudine che la cucciola adotta con mia figlia. In sostanza e brevemente quando mia figlia è distesa sul divano lei d’improvviso salta e gli mordicchia i capelli. Capisco che per la cucciola di pelo è un modo per stimolare al gioco ma vorrei far cambiare modalità di approccio in considerazione anche di futuri ospiti a casa (odio metterla chiusa in una stanza in attesa della conclusione dell’evento conviviale). Considera che è con me e mia moglie abbastanza tranquilla ed equilibrata, i bisognini li fa in posti abitudinari su cui abbiamo steso i tappetini igienici. Ha un pò paura di rumori del traffico ma sta imparando ad uscire e seguirci stando al nostro fianco. Cosa puoi consigliarmi per questo piccolo aspetto. Sò che è carattere della cucciola, ma se posso migliorare la già abbondante empatia con lei sarebbe veramente eccezionale. Grazie in anticipo per la tua risposta

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Stefano, sono felice di sapere che trovi interessante il nostro sito! Dunque, il mordicchiare è un comportamento piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, quindi direi che la quello che succede è assolutamente normale ed è importante che vi convinciate che la sua non è aggressività ma soltanto voglia di giocare e di attirare l’attenzione. A meno di particolari problemi comportamentali, è un comportamento che solitamente sparisce con il cambio totale della dentizione (quindi solitamente verso i 6 mesi), quindi il nostro primo consiglio è di armarvi di tanta pazienza. Nell’articolo Se il Beagle morde trovi i nostri consigli su come comportarti, devi solo seguirli e avere pazienza perchè non è un comportamento che si elimina in 2 giorni ma ci vuole tempo.

  • Silvia scrive:

    Ho una cucciola di beagle di due mesi e mezzo, sto cercando di educarla e piano piano riesco ma, tipo stasera, le sono scattati i cinque minuti di follia in casa, quindi ha iniziato a correre, a mordere, si è attaccata al divano e tirava come un ossessa, l ho sgridata dicendo NO e AHI e ho cercato di fermarla e spostarla con la mano ed è stato in quel momento che si è rivoltata e mi ha abbaiato contro….mi sono presa un po’ paura, cosa devo fare quando si comporta così? Non l ho mai picchiata, max la sposto con una mano o la prendo e dico NO….grazie per i consigli

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Silvia, tutti i consigli che possiamo darti per affrontare una situazione come quella che descrivi sono riportati nell’articolo qui sopra, leggilo attentamente! Per il resto devi solo avere pazienza!

  • michela bianchi scrive:

    Ciao lettori di “Amico Beagle”. Volevo solo rassicurare tutti i proprietari di cuccioloni intorno agli 8-9 mesi d’età, momento in cui la situazione sembra scappare di mano e l’esuberanza pare incontrollabile ! Ci vorrà un po’ di tempo ma se c’è la costanza i risultati arrivano, lo posso garantire. Faccio l’educatore e sto seguendo Jack ormai da 3-4 mesi due volte a settimana, lui ha proprio 9 mesi ed un’energia infinita ! L’unico “grande segreto” è lavorare, lavorare costantemente un po’ ogni giorno con il nostro beagle e a tale proposito ritengo che la Guida Completa realizzata da Simona e Francesco sia veramente efficace e ben fatta !

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Parole sante le tue Michela, e grazie ancora per i complimenti! 🙂

  • Flavia scrive:

    Ciao, la mia Toffee (5anni) ha i 5 minuti di follia quando rientra in casa ed è bagnata perché piove. È un momento divertentissimo : corre come una pazza spostando tappeti , seggiole e quanto trova nella sua traiettoria noi la incitiamo perché ci fa troppo ridere e lei è felicissima della nostra reazione. Ho avuto diversi cani nella mia vita ma devo dire che il beagle è il cane più simpatico e divertente che esista

Lascia un commento