L’incontro giocoso

incontro cani foto

Se un disegno vale mille parole, allora un video è ancora meglio. 🙂
Su YouTube ce ne sono tanti di video così. Approfittiamo di questo per vedere alcuni comportamenti canini degni di nota, che possiamo allenarci a ricercare nel nostro beagle quando si relaziona con gli altri cani.

In questo video un cucciolo molto giovane viene presentato alla beagle adulta direttamente nel suo territorio.

Cosa possiamo notare in questo incontro, oltre ai simpaticissimi saltelli del cucciolo?

Intanto la beagle adulta è sempre molto delicata nel suo approccio con il cucciolo e dimostra di avere piena coscienza di essere davanti ad un piccolo della sua specie.
Un cane equilibrato percepisce di avere di fronte un cucciolo in modo molto efficace e, ancora una volta, l’olfatto gioca un ruolo fondamentale.

Al minuto 0:20 vediamo che il cucciolo mette in atto il comportamento chiamato “sottomissione passiva”: sdraiato sulla schiena, zampine all’aria, espone il ventre e le parti più delicate del suo corpo all’adulto che lo “ispeziona” con cura (l’operazione finisce al minuto 0:36).

È normale che un cucciolo si comporti così quando incontra un adulto, anzi, dimostra di aver imparato una parte importantissima del linguaggio canino. Questo comportamento rimarrà nella sua memoria per tutta la vita e sarà cruciale quando, da grande, avrà a che fare con individui di rango superiore.

Ad esempio, quando portiamo il nostro beagle in un’area-cani, nel “falso branco” che si forma lì dentro i ruoli vengono messi in discussione continuamente e la sottomissione passiva è una mossa molto saggia quando bisogna calmare le acque.

Ricordiamoci di questo se il nostro cane si sdraia improvvisamente sulla schiena e viene ispezionato dall’individuo dominante in quel momento: è stato davvero intelligente a placare gli animi invece di azzuffarsi, anche se gli altri proprietari si fanno due risate quando vedono un cane che si sdraia così…

In più possiamo vedere come l’incontro si svolga in modo giocoso, altra chiave fondamentale nel rapporto tra cani (possiamo imparare tanto da questo) e come il gioco sia usato per introdurre comportamenti più “seri” come la presentazione olfattiva e la sottomissione passiva.

Un altro indicatore del fatto che l’incontro sia giocoso è, appunto, il famoso “inchino” fatto spesso sia dall’adulta (minuto 0:44) che dal cucciolo. Di solito per i cani tutto quello che succede dopo l’inchino è da considerarsi gioco e da adulti anche questo comportamento serve a sdrammatizzare tante situazioni.

Toccandosi il muso a vicenda (ad esempio al minuto 1:45), nell’incontro tra cani ci si “provoca” pacificamente per continuare il gioco e l’individuo di grado più basso anche in questo caso ne può approfittare per comunicare la sua sottomissione, sfiorando il muso dell’altro o leccandolo.

Sono le stesse dinamiche che possiamo ritrovare quando il nostro beagle scorrazza con i suoi compagni di gioco, una ragione in più per non intervenire lasciarli rilassare in libertà se gli incontri sono pacifici e… simpatici come in questo video.

Un particolare che non potevamo non segnalare: secondo quanto scritto dall’autore, il cucciolo è di sei settimane. Una pecca molto grossa: il cucciolo andrebbe preso non prima dei 60 giorni. Gli si evitano un sacco di potenziali problemi come accennato, tra l’altro, nel post “Beagle cucciolo: 3 ragioni per prenderlo dell’età giusta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

28 commenti su “L’incontro giocoso”

  1. Salve, vorrei un parere circa la mia Beagle di nome Mia. Lei a settembre compirà 2 anni e vive in casa con noi che siamo in 5 ed è adorata da tutti e ascolta tutti noi, chiunque le dia comandi (predilige me e il mio babbo), ma quando usciamo di casa per la passeggiata almeno un’ora al giorno tende sempre a tirare al guinzaglio e all’incontro con altri cani o arretra ringhiando o gli abbaia contro..è raro che non abbia questi atteggiamenti..solo con alcuni cani di grossa taglia si è sottomessa..ma non con tutti..non so più che fare..cosa ho sbagliato??

    1. Ciao Melania! Dunque, il comportamento di Mia deriva probabilmente dal suo passato: magari non è stata con la mamma e i fratellini il tempo necessario per apprendere le vasi della comunicazione e socializzazione canina, probabilmente non è stata fatto socializzare in modo adeguato con gli altri cani nel suo periodo sensibile (fino ai 6 mesi) e quindi adesso si ritrova ad essere un cane quasi adulto che non è in grado di comunicare e rapportarsi nel modo corretto con i propri simili e addirittura arriva ad averne paura (arretra ringhiando). Vista la situazione l’unico consiglio che possiamo darti è di rivolgerti ad un bravo educatore, magari frequentanto un centro cinofilo dove vengono organizzate anche le cosiddette “classi di socializzazione”, in modo da metterla a contatto con cani equilibrati e farla socializzare con loro sotto la supervisione di un esperto. Per quanto riguarda il problema del tirare al guinzaglio, trovi delle utili indicazioni nell’articolo Se il beagle tira al guinzaglio.

  2. carola emma camilla

    per prima cosa grazie per seconda scrivo con tre nomi diversi perche’ i miei genitori hanno deciso di darmi tre nomi mi scusi se l’ho confusa……..

  3. ciao scusa se ti scrivo per un cane che non è un beagle ma nn riesco a trovare un sito sul pinscher nano.mi sapete dire un sito su cui trovare informazioni o sapete dirmi se conviene come nel caso del beagle fargli uno spazio come quello della foto dell’articolo “preparare la casa x l’arrivo del cucciolo”. grazie di tutto rispondete presto!!!!!

  4. Ciao, Teo ha ormai 2 anni e mezzo, il suo carattere è molto cambiato e maturato rispetto a quando era cucciolo, ma in una circostanza non riesco a capire come devo comportarmi: quando siamo a passeggio al guinzaglio, o se fuori dalla mia abitazione passa un altro cane di qualsiasi razza, taglia … , inizia ad abbaiare e cerca di fare di tutto per incontrarlo fisicamente. Non tutti i padroni però lo lasciano avvicinare e lui si dimena ed abbaia in continuazione, sapete darmi un consiglio? Secondo voi creargli una compagni aiuterebbe? Grazie mille, siete bravissimi!!

    1. Ciao Moreno, grazie per i complimenti! 🙂 Dunque, da quello che descrivi sembra che Teo abbia una gran voglia di socializzare ed interagire con altri cani, per questo va fuori di testa quando durante la passeggiata ne incontrate uno. Ha voglia di comunicare, di correre e di giocare libero da impedimenti ed è assolutamente legittimo, la socialità intraspecifica è uno dei bisogni fondamentali del cane. A questo scopo, la cosa più naturale sarebbe frequentare un parco, un’area di sgambamento, o una classe di socializzazione in qualche centro cinofilo, in modo da riuscire ad interagire e rapportarsi con altri cani senza costrizioni. La prima cosa che puoi fare quindi è trovargli più occasioni di incontro con i propri simili. Inoltre, quando incontrate un altro cane, se lui tira e si agita fermati e riprendete a camminare solo se si calma, altrimenti aspetta che sia l’altro cane ad avvicinarsi. Se siete voi ad andare verso un altro cane, cerca di non andargli incontro frontalmente, ma di fare una traiettoria curva per arrivargli di fianco: questo è un segnale calmante che vuole comunicare all’altro cane che non avete cattive intenzioni. Al guinzaglio un cane resta sempre un pò in tensione, per non poter essere libero di esprimersi come vuole.

  5. Ciao ragazzi! La mia favolosa Kira ha quasi 11 mesi e devo dire che è molto maturata da quando era una cucciola vivacissima, non abbaia,è molto affettuosa,le piace giocare ma ama molto anche poltrire sul divano accanto a uno della famiglia.Ovviamente la portiamo a fare lunghe passeggiate dove lei esplora e annusa ovunque. Ma da vero beagle a volte è testarda!!!A volte tira con il guinzaglio e non possiamo mai lasciarla senza guinzaglio perchè pur non allontanadosi troppo, non si fa prendere(sempre se non compare qualche corvo o piccione che lei seguirebbe senza più voltarsi indietro….). Abbiamo provato a insegnarle a venire da noi ma lo fa solo se non c’è nulla che attiri la sua attenzione.Un’altra cosa che vorrei chiedervi è che Kira quando vede altre persone o cani si eccita moltissimo,tira il guinzaglio e vorrebbe farsi accarezzare,giocare saltando sulle ginocchia delle persone in maniera ossessiva e saltando sulla schiena di altri cani che ovviamente cercano di svignarsela per il troppo ardore!!! Non è assolutamente aggressiva però questo atteggiamento ci mette in difficoltà se dobbiamo andare in posti dove ci sono persone.
    Potete darmi un consiglio? Grazie mille, ragazzi, siete molto bravi!!!!

    1. Ciao Adriana, grazie per i complimenti! Dunque, il beagle è un cane che, per sua natura, è portato a seguire tutte le tracce che capitano sotto il suo tartufo e, in questi casi, se non opportunamente addestrato, diventa sordo a qualsiasi richiamo, per questo motivo, si consiglia di educarlo a tornare da te fin da cucciolo. A questo punto dovresti iniziare a lavorare in modo graduale: prima di liberare un cane in un posto pieno di stimoli e distrazioni bisogna sempre procedere per gradi, iniziare in posti recintati, sicuri e con pochi stimoli, poi piano piano aggiungere distrazioni, arrivare a lavorare in posti aperti ma sempre con il cane agganciato ad una corda lunga. In questo articolo puoi trovare qualche informazione in più: Perché il richiamo a volte non funziona?
      Per il resto direi che il suo comportamento così esuberante durante l’incontro con altri cani o altre persone sia assolutamente normale ed imputabile allasua giovane età, sicuramente con la crescita imparerà a controllarsi, però è anche necessario che impari a non saltare addosso alle persone perchè non a tutti può far piacere, pertanto dille un “NO!” secco quando cerca di saltare addosso a qualcuno mentre se prova a farlo con te girati dall’altra parte dandole la schiena mentre sta per saltare. Nell’incontro con altri cani invece è meglio non intervenire, imparerà da sola che ha un comportamento sconveniente.

  6. simona grazie mille, è quello che faccio, anche con molto dispiacere perchè giocare con i suoi amici è la cosa che la soddisfa di piu’ in assoluto.
    sono già d accordo con le educatrici del puppy class che quando ci sarà la classe di socializzazione parcecipero’….pero’in generale pippi è molto brava …niente piu’ bisogni in casa, non abbaia quasi mai, è in genere calma, al giunzaglio quasi perfetta, quindi oltre che al richiamo sul quale lavoriamo spesso, se non fosse per questo atteggiamento da bulla sarebbe perfetta….ma forse non sarebbe un beagle!!!! :-)) grazie mille sempre molto utili i vostri consigli…

    1. Certo, però è anche giusto che capisca che anche nel gioco ci sono delle regole da rispettare, quindi non sentirti troppo in colpa! 🙂 Sicuramente le farà molto bene frequentare le classi di socializzazione, facci sapere come va!

  7. ciao, pippi sta diventando grande è anche un po BULLA….adesso vi spiego, al parco (che crede suo) è gelosa dei suoi amici canini quindi quando arriva un cane nuovo o un cane che lei non vuole alza il pelo e gli ringhia contro, in alucune occosioni ha anche “aggredito” il cane fino a costrigermi a staccarla …un giorno di sole pippi dago e omero erano alla fontana a bere…io e le altre proprietarie a circa 3 metri è arrivata gaia una boxerina molto buona ….pippi le ha ringhiato contro e si è messa davanti alla fontana in difesa..questo atteggiamento è molto divertente agli ochhi degli altri che l hanno già soprannominata la bulletta del quartierino ma io sono un po preoccupata per quando troverà un cane che le dirà in maniera poco gentile che il parco è di tutti……posso correggere questo atteggiamento? …
    ciao e grazie di tutte le notizie che date

    1. Ciao Elena, indubbiamente Pippi sta mettendo su un caratterino bello tosto! Dunque, la situazione andrebbe analizzata in modo approfondito da una persona esperta, per capire quando e perchè diventa aggressiva verso gli altri cani e se la cosa può degenerare. Ciò che puoi fare tu nell’immediato è sicuramente tenerla sempre sotto controllo e quando vedi che inizia a dare segni di aggressività ti devi interporre tra lei e il contendente, distrarla in qualche modo e portarla altrove, aspettando che si calmi. Quando si calma puoi rimandarla a giocare, ma ripeti la procedura ogni volta che perde il controllo.

  8. Scusate il ritardo con cui rispondo ma ero col pc rotto!!! Io non so davvero come ringraziare…ho seguito i vostri consigli e anche se sono passati solo pochi giorni i risultati si stanno già vedendo !!! Uso il condizionale ma posso dire che sembra si tratti proprio di “un problema di socializzazione” … Ho provato quando è stato possibile a lasciare che si avvicinasse all’altro cane e Kayla effetivamente non ha abbaiato, ha solo deciso se stare o andare… Mi sono accorta infatti che quando è al guinzaglio e “non gli è permesso avvicinarsi” a volte si gira e tenta di tirarlo mordendolo… Sembra anche che a intimorirla di più siano i cani di taglia grande (m o f che siano) di solito con loro tende a scappare e a volte “piange”… E quando si agita e abbaia perchè vede da lontano qualche altro cagnolino ho provato a distrarla con un bocconcino (finalmente ne abbiamo trovato uno che le piace)… e sta funzionando !!! Si interrompe e si gira subito…di solito la chiamo, le dico “guarda” e quando è calma la premio e le faccio i complimenti !!! 🙂 Sembra quasi di vedere uno di quei cagnolini addestrati è bravissima !!! E naturalmente ho “addestrato” tutto il resto della famiglia !!! Spero ora vada sempre meglio… Forse è vero che noi abbiamo fatto un bel gesto…ma credetemi lei ogni giorno ci rende la vita diversa e nonostante le sue difficoltà ci ripaga di tutto… è davvero stupendo averla con noi!!! Speriamo solo possa davvero diventare un adozione… Ragazzi di nuovo GRAZIE GRAZIE GRAZIE !!! 🙂

    1. Grazie a te Silvia, sapere che i nostri consigli ti sono stati così utili e che Kayla sta migliorando a vista d’occhio ci rende davvero felici! 🙂 E comunque complimenti a te perchè ti sei impegnata e sei riuscita a mettere in pratica tutto nel migliore dei modi e i risultati si vedono! Aggiungiamo solo che il guinzaglio nell’incontro tra due o più cani limita moltissimo la loro comunicazione ed inoltre impedisce la “fuga” (ovvero il comportamento più utilizzato in caso di “disagio”), per questo molti cani quando sono legati diventano aggressivi mentre da liberi restano tranquilli. Per cui, quando siete in passeggiata e vi imbattete in un altro cane, cerca di tenere il guinzaglio molle e mai teso, così da assecondare i movimenti di Kayla. Devo dire che è anche incredibile come tu sia riuscita, in così poco tempo, a trovare un modo efficace per catalizzare la sua attenzione su di te! In sei giorni avete fatto passi da gigante, continuate così! 🙂

  9. Ciao a tutti,inanzi tutto vi faccio i complimenti per il bellissimo sito…e poi vorrei davvero ringraziarvi perchè ho “messo in pratica” molti dei vostri consigli/suggerimenti…e mi hanno aiutata ad educare la “nostra” Kayla… Spero ora di postare nella sezione giusta…e spero possiate darmi un vostro parere…
    Kayla ha 3 anni e 2 mesi…arrivata da noi da GH l’8 agosto…è una cagnolina dolcissima..e in tre mesi ha fatto grandi progressi…
    Le sue prime passeggiate (e sono state davvero le prime della sua vita) erano tutte all’insegna della curiosità : ambienti, oggetti, rumori, persone e altri “amici a 4 zampe” venivano vissute a volte con un pò di timore, altre in maniera guardinga ma serena. Devo anche precisare che era in calore…ma “tolti” i relativi problemi con i maschietti che si incontravano e le relative attenzioni da parte nostra…lei non ha mai dato segni di problemi in quanto a relazionarsi con altri cani. Ha iniziato ad abbaiare dopo c.a un mese e mezzo che era con noi…ma mai in casa (tuttora)…solo fuori…e qui vengo al dunque…sperando di riuscire a spiegarmi al meglio… Ultimamente sembra reagire in maniera diversa e non sempre riesco a interpretare il suo comportamento… Premetto che cmq si evolva l’incontro lei li punta…poi..non lo so…a volte gioca come una matta e/o si lascia annusare… Altre volte senza che le facciano niente inizia ad abbaiare…e tira…ma non riesco a capire se vuole “attaccare briga” o se lo fa per difendere lei o me…mi lascia davvero perplessa… A volte trema e alza il pelo (la prima volta non ci volevo credere)…e quindi penso “ha paura” / “non le piace” ….. Altre continua ad abbaiare e si gira e rigira e tira il guinzaglio…non serve “richiamarla” o accarezzarla…anche quando l’altro cane sparisce dalla vista per calmarla ci vuole un pò…poi inizia a tirare e non capisco se vuole inseguirlo…o se vuole in realtà scappare.. Perchè poi la passeggiata prosegue tranquilla come è iniziata… Ora pur capendo le eventuali simpatie o antipatie, vorremmo capire come interpretare questo comportamento per poterla aiutare di conseguenza magari con dei comandi/insegnamenti giusti… (quando è tranquilla ho seguito quello relativo al “tirare” e ha imparato subito)
    Scusatemi il lungo post..potete darmi qualche consiglio?

    1. Ciao Silvia, grazie per i complimenti, ci fa davvero piacere che i nostri articoli ti siano stati utili nella gestione della tua Kayla e ne approfittiamo per dirti che hai fatto un gesto bellissimo adottandola pur sapendo che non sarebbe stato facile. Dunque, per quanto riguarda il tuo discorso, purtroppo non possiamo dirti quali sono i reali significati dei comportamenti che mette in atto quando incontra altri cani, perchè bisognerebbe analizzare dal vivo ogni situazione per poter dare un’interpretazione il più possibile vicina alla verità. Ad esempio, il drizzare il pelo può significare timore, dominanza o semplice eccitazione, quindi questo segnale andrebbe analizzato e messo in relazione con il linguaggio corporeo nel suo insieme (la posizione delle orecchie, delle labbra, della coda, la postura generale, ecc…) per capire davvero che cosa sta comunicando. L’impressione generale è comunque che Kayla stia acquistando piano piano sicurezza in se stessa ma di fronte a certi cani ancora non si sente a proprio agio, il che può essere assolutamente normale. Quello che ti possiamo consigliare è di farla entrare in contatto con tanti cani (che siano possibilmente equilibrati) e lasciarla socializzare in piena libertà (ad esempio al parco o in un’area di sgambamento), in modo che il guinzaglio non costituisca un freno ai propri tentativi di comunicazione e nemmeno una costrizione, affinchè si senta libera di decidere se interagire con un determinato cane oppure defilarsi. Se quindi sentirà appagato il suo bisogno di socialità, è probabile che durante la passeggiata resti più tranquilla nell’incontro con altri cani, nel mentre quando si agita cerca in primo luogo di infondere calma e sicurezza, fermati e richiama la sua attenzione su di te con un bocconcino. Solo quando si sarà calmata prosegui, eventualmente in direzione dell’altro cane (se lui non dà segni di aggressività e il proprietario è consenziente all’incontro) oppure cambiando strada. Conta che per lei è tutto nuovo ed ha bisogno di tempo per adattarsi a questa nuova vita che le mette di fronte tante realtà e situazioni diverse, ma vedrai che piano piano riuscirà a venirne a capo! 🙂

  10. Ciao a tutti,
    complimenti innanzitutto per la completa e specifica enciclopedia sui beagle, veramente utile e interessante….
    abbiamo una piccola Luna nella nostra casa di circa 4 mesi, un amore a tutti gli effetti e che non da molti problemi.
    l’unica cosa che ci lascia un po perplessi e che quando ha “incontri ravvicinati” con altri cani disposti al gioco, luna sempre finisce per morderle e non lasciare piu la coda e le orecchie… la cosa non mi lascia tranquillo soprattutto perchè ho paura che i proprietari poi potranno in un futuro evitare contatti con luna.
    secondo voi è normale? il cucciolo per quanto ne sappiamo viene dalla repubblica cecha…. a parte questo problemino, obbedisce già a molti comandi ed è un amore.
    grazie 1000 in anticipo
    marco

    1. Ciao Marco, ti ringraziamo per i complimenti! Dunque, bisognerebbe indagare un pò sul passato della tua cucciola, perchè da come si comporta sembrerebbe che sia stata staccata troppo presto dalla mamma e dai fratellini e quindi non abbia vuto tempo e modo di imparare l’abc della comunicazione canina, della socializzazione e delle dinamiche del branco. Sicuramente Luna vuole solo giocare con gli altri cani, il problema è che lo fa nel modo sbagliato e a lungo andare potrebbe suscitare l’ira di qualche individuo non proprio contento di ricevere questi trattamenti. Quello che ti possiamo consigliare è di cercare di tenerla il più possibile a contatto con cani dal carattere equilibrato ma che reagiscano (nel modo giusto) alle sue intemperanze e che quindi riescano a farle capire qual è il modo giusto di giocare oppure, meglio ancora, farle frequentare un corso di puppy class, in modo da avere sempre la supervisione di un esperto durante la socializzazione. Qui trovi maggiori informazioni a riguardoLa Puppy Class

  11. ciao, e grazie per tutte le vostre guide!.ho una Beagle di 2 anni che è stata sempre abituata a stare con altri cani ma è raro vederla giocare o correre,ha un approccio molto amichevole,annusa i cani e gli sta vicino tranquillamente ma nulla di che,preferisce andare in giro qua e la ad annusare e a strusciarsi a terra.
    che ne dite?avreste qualche consiglio?
    grazie mille!!

    1. Ciao Antonio! Sinceramente non capiamo che consigli ti servano… evidentemente la tua beagle preferisce fare attività di esplorazione, senza scatenarsi troppo con altri cani, magari non le vanno particolarmente a genio per il modo di giocare diverso dal suo, magari semplicemente non ne ha voglia. Niente di cui preoccuparsi, l’importante è che non abbia reazioni di paura o aggressività verso gli altri cani, per il resto non sforzarla mai a fare niente che non si senta di fare. 🙂

  12. quando ci sono cani piccoli a spasso per conto loro e si avvicinano a me a oliver molti cercano di morsicarlo o di attaccarlo e lui tira indietro le orecchie e mi trascina via io penso che sia perchè lui non li vuole morsicare e preferisce andarsene si e quasi girato una volta sola con un cane ma lo portato via in tempo perchè non a mai morso nessun cane ma credo che se lo morsica gli fa un be male da quanto e muscoloso comunque il mio ragazzo vuole o un doberman o un husky da mettere pero con il mio oliver e dal carattere che a oliver (giocherellone) penso che anche un pittbull non si stancherebbe mai di lui… pero vbe io o comunque paura dato che i dobermann possono essere gelosi che prima o poi da grandi lo morsicano… qndi gli aggiudico l’husky….. che ne dite

    1. Ciao Antonella, il dobermann e l’husky sono due cani molto particolari che in effetti hanno davvero poco in comune con un beagle. In generale, oltre al fatto che sarebbe il massimo affiancare ad Oliver una femmina, se educhi nel modo giusto il cane fin da cucciolo allora non devi temere episodi di aggressività. Il dobermann è un cane molto sensibile che tende ad affezionarsi prevalentemente ad una persona e ad esserne molto geloso, l’husky invece è un cane tendenzialmente leader, quindi potrebbe avere problemi con Oliver se, una volta che l’altro sarà adulto, non gli si sottomette. In definitiva non crediamo che questi cani possano costituire degli instancabili compagni di giochi per il tuo Oliver, ma se vengono abituati fin da subito alla convivenza con lui, diventeranno grandi amici e non ci saranno problemi.

  13. In questo periodo la famiglia si è arricchita di un nuovo arrivo!!é Marcel di due mesi, un meticcio trovato per la strada. Non potevo lasciarlo!!Il mio Tiberio è felice, si comporta come il beagle del video.é uno spasso vederli giocare insieme.Il piccolo non lo lascia un attimo, gli salta con le zampette verso il muso come se lo volesse abbracciare e Tiberio non protesta,persino gli ha permesso di dormire insieme, sul suo divanetto.Secondo me il piccolo forse lo ritiene la sua mamma.Cosa ne pensate? Saluti

    1. Ciao Patrizia, intanto complimenti per il tuo bellissimo gesto di portare a casa tua un cucciolo che altrimenti avrebbe avuto davanti una vita sicuramente poco felice.
      Ci sembra improbabile che il piccolo veda Tiberio come la sua mamma, prima di tutto perchè l’odore della mamma è unico e indimenticabile per un cucciolo e poi perchè Tiberio è un maschio. Sicuramente però Marcel si sente confortato dalla presenza di un suo simile adulto in questo ambiente del tutto nuovo per lui e certamente prende Tiberio come guida e come punto di riferimento per tutto. Per questo motivo sarà proprio Tiberio a sobbarcarsi gran parte del lavoro di educazione e di comportamento, insegnandogli tutte le regole di base della vostra famiglia… rendendo così a te la vita molto più facile! 😉

  14. A questo proposito vorrei chiedere una cosa:anche il mio beagle di 5 mesi quando gioca con altri cani o quando li incontra a passeggio al guinzaglio va sempre con le zampe anteriori sul muso dell’altro cane,come vedo che fa anche questo piccolino….Come mi devo comportare??Di solito i proprietari degli altri cani temono sia un attacco violento anche se a me sembra pieno gioco (anche perché Mr. Big non è affatto aggressivo!!!)Devo lasciarglielo fare o devo cercare di evitarlo??Grazie per i preziosi consigli!!

    1. Ciao Lucia,
      non c’è assolutamente niente di strano nel comportamento di Mr. Big: è ancora un cucciolo giocherellone e la sua voglia di sollevare le zampe verso il muso degli altri cani probabilmente si attenuerà con la crescita. In più, quando i cani sono al guinzaglio, l’incontro viene “falsato” e spesso capita che un cucciolo cerchi di “alzarsi in piedi” nell’eccitazione di raggiungere l’altro cane.
      A questo punto l’unico intoppo è l’atteggiamento degli altri proprietari. Per educazione puoi semplicemente dire “no” a Mr. Big quando cerca di alzare le zampine ma, ripetiamo, solo per rassicurare gli altri proprietari che potrebbero non apprezzare le sue “avances” che, come dici, non rivelano nulla di aggressivo o anormale.