Torna all'homepage
Giu
16

Il colpo di calore nel beagle

Autore: Simona (AmicoBeagle)
Categoria: Salute

colpo di calore fotoIn estate il pericolo più subdolo e sottovalutato per il nostro amico è sicuramente il colpo di calore.

Gli amanti dei cani sanno che ogni estate non si parla mai abbastanza del colpo di calore. Tanti (troppi) proprietari superficiali lo considerano una sciocchezza ma non lo è affatto: il colpo di calore può uccidere il cane, in un attimo. A prevenirlo ci può aiutare il buonsenso e la conoscenza di quello che succede all’organismo del nostro beneamato.
Vediamo come evitare questo pericoloso fenomeno!

Innanzitutto il cane ha una temperatura media di 38,5 °C.

Avere una temperatura corporea più alta della nostra è già una condizione penalizzante, che espone il cane più di noi al colpo di calore.

Inoltre per abbassare la temperatura corporea in un ambiente eccessivamente caldo i cani non possono sudare come facciamo noi.

Per controllare la loro temperatura ansimano, cioè respirano velocemente con la bocca lasciando uscire la lingua umida: in questo modo provocano l’evaporazione dell’acqua dalla lingua ed il conseguente raffreddamento del sangue che la irrora.

Di conseguenza, raffreddandosi il sangue si raffredda man mano anche il loro corpo.

Questo è il sistema principale con cui i cani regolano la loro temperatura.

Quando fa molto caldo, c’è tanta umidità e manca la ventilazione, questo sistema non è più in grado di disperdere calore a sufficienza e la temperatura del cane comincia inevitabilmente a salire.

Se il fenomeno viene ignorato o non adeguatamente trattato, la temperatura continua a crescere e provoca shock, collasso e morte in pochissimo tempo.

Ecco alcuni segnali che possono farci capire quando il cane sta accusando un colpo di calore:

  • E’ stranamente agitato, molto più del normale, si mostra irrequieto e ansioso;
  • Ansima eccessivamente, in modo veloce ed affannoso per l’aumento della frequenza respiratoria e cardiaca;
  • Ha le mucose della bocca (gengive) e degli occhi (congiuntive) arrossate in modo evidente, addirittura violacee, che però diventano via via cianotico-bluastre a causa dell’ossigenazione insufficiente;
  • Può arrivare a perdere lucidità e coordinazione;
  • Può subentrare forte salivazione e vomito;
  • Se non si fa nulla per porre rimedio, rapidamente insorgono perdita di coscienza, coma e morte.

Si può arrivare alle convulsioni e al coma quando il colpo di calore è già in uno stadio avanzato.
Bisogna intervenire immediatamente.

Quello che possiamo fare subito è portare prima di tutto il cane all’ombra, bagnarlo con acqua fresca ma NON fredda perché è fondamentale evitare shock termici che potrebbero peggiorare la situazione.

Per questo un ventilatore acceso nelle vicinanze potrà essere utile, più dell’aria condizionata che procura forti e problematici sbalzi di temperatura.

Allertiamo subito la clinica veterinaria più vicina e corriamo immediatamente dal veterinario!

Rassicuriamo il cane mentre lo stiamo raffreddando.

Rassicurarlo gli servirà a non farsi prendere dall’ansia se lo metteremo in auto: specie se non la sopporta, quest’agitazione in più potrebbe essergli molto dannosa soprattutto se il suo cuore è già sottoposto ad un superlavoro.

Facciamo quindi attenzione e cerchiamo di tranquillizzarlo il più possibile durante le operazioni di raffreddamento e durante il tragitto verso il veterinario.

La visita veterinaria tempestiva è fondamentale.

E’ necessario che un professionista intervenga per trattare lo shock, abbassare efficacemente e definitivamente la temperatura, fare gli opportuni esami per controllare la presenza di danni reversibili o permanenti e prescrivere le opportune terapie.

Come prevenire il colpo di calore?

  • Evitiamo assolutamente di portare il beagle a spasso (o… al guinzaglio in bici! Si è visto anche questo…) durante le ore più calde!
  • Non chiudiamolo MAI in auto, neanche se è all’ombra e con i finestrini abbassati.A lui non basta per raffreddarsi in una calda giornata estiva! Teniamolo bene in mente.
    Se poi la luce del sole arriva a colpire direttamente l’auto, ecco una perfetta trappola mortale.
    Anzi, se vediamo un cane intrappolato da solo in auto, siamo autorizzati a chiamare le forze dell’ordine per salvarlo da una bruttissima fine!
  • Durante le calde e umide giornate estive è meglio bagnarlo spesso, rinfrescandolo con un asciugamano umido, uno spruzzino o immergendo in acqua le zampe.E’ bene puntualizzare che quando bagnamo il cane per rinfrescarlo, i punti più efficaci per disperdere calore sono le zampe, le ascelle e l’interno coscia, il ventre e le orecchie.Quindi è sufficiente bagnarlo in questi punti invece di rovesciargli addosso una secchiata d’acqua dall’alto.
    Il pelo del manto sulla schiena ha anche la funzione di isolare la pelle dall’eccessivo calore e bagnare questa zona rischia di creare una cappa di umidità tra pelo e sottopelo che ostacola l’evaporazione e la dispersione di calore.
  • Assicuriamoci che abbia sempre a disposizione acqua a sufficienza, in un luogo in ombra e ventilato.
  • Usiamo qualche accorgimento per rinfrescarlo periodicamente: diamogli da leccare un cubetto di ghiaccio, facciamolo giocare con un osso di cotone bagnato e ghiacciato o un giocattolo “kong” riempito di formaggio fresco lasciato congelare in freezer.

Se usiamo un trasportino, teniamo presente che quelli di tela fanno passare meno aria rispetto ai più confortevoli trasportini rigidi. Questi ultimi sono quindi da preferire.

Evitiamo di coprire il trasportino con teli “per ripararlo dal sole”: otterremmo l’effetto opposto, cioè una barriera che non lascia passare aria e che provoca in poco tempo il surriscaldamento di quello che c’è sotto.

Ultimamente sono poi stati messi in commercio parecchi accessori pensati proprio per rinfrescare il cane durante i periodi caldi.

Si tratta di vestiario come bandane, pettorine, gilet, cappottini ed anche accessori come tappetini e ventilatori per trasportini.

In base al tipo di accessorio, il raffreddamento avviene o per mezzo di alimentazione elettrica o mettendo prima l’oggetto in freezer/frigo per un certo numero di ore.

L’efficacia di questi accessori è molto valida per difendere il cane dal calore eccessivo, ma ciò non toglie che dobbiamo rispettare sempre i punti che abbiamo detto sopra.

Ora non ci resta che goderci l’estate in tranquillità sapendo che, grazie a noi proprietari responsabili, il nostro beneamato non correrà più il pericolo di surriscaldarsi troppo! 😉

beagle estate

47 commenti:
  • Gianfranco scrive:

    davvero un articolo utilissimo (come tutto il blog) io ho avuto un cucciolo di beagle di circa 2 mesi da un settimana e grazie a questo blog sto imparando tante info utilissime per vivere meglio con lui quindi che dire GRAZIE!

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gianfranco, grazie a te 🙂

  • maria scrive:

    sono disperata, il mio cane ha continui sbalzi di temperatura, specie quando gioca, cammina e corre, anche nelle ore più fresche, la temperatura corporea si alza. Aiuto, ho paura a lasciarlo da solo.

  • antonella scrive:

    x qllo oliver in estate esce sempre a tarda sera qndo rinfresca se fa mlto caldo mi porta un bottiglia e una ciotola d’acqua a presso e in contile a sempre un vaschetta dove appena a caldo si bagna le zampe e se a molto caldo si skizza la pancia cn le zampe o si siede dentro e ci sta un po infatti gia k lo soffro io il caldo chissa lui piccino

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao, ammesso che tu riesca a misurare così frequentemente e con sufficiente precisione questi sbalzi di temperatura, ti consigliamo di spiegare il problema al tuo veterinario di fiducia, che con una visita accurata verificherà se esiste un problema effettivo e ti rassicurerà su tutti i particolari fisiologici del tuo cane.

  • Valentina scrive:

    Salve il mio Blake ( beagle di 5 mesi ) oggi e anche qualche giorno fa mentre lo facevo giocare fuori al balcone verso la mezza ha iniziato a sbavare molto … L’ho subito fatto entrare in casa e ha smesso ritornando molto vivace !! Nei giorni scorsi ho notato che di pomeriggio , al momento della passeggiata , appena tiravo fuori la pettorina non saltava e gioiva più come prima … Ma anzi si buttava per terra , anche se, una volta uscito , si divertiva molto ! Potrebbe essere il caldo eccessivo ? Qui da me fanno 36 gradi !
    Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valentina,
    sicuramente i comportamenti che hai descritto sono dovuti al caldo eccessivo di questi giorni (moltissimi altri cani fanno così). Ti consigliamo di portare fuori Blake al mattino presto e alla sera dopo il tramonto (nelle ore più fresche della giornata) e di tenerlo in casa tranquillo nelle ore più calde.

  • Sandro scrive:

    Ciaoooooooo..esistono degli integratori di sali alimentari per cane…tipo il nostro Polase??

    p.s. non c’è la possibilità di ricevere una notifica non appena viene fornita una risposta al messaggio?
    Grazieeeeeee

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Sandro! Sicuramente in commercio ci saranno degli integratori ad uso canino, ma per saperne di più ti consigliamo di rivolgere la stessa domanda al tuo veterinario, in modo che sappia valutare la reale necessità del tuo cane e ti sappia dire quale e in quali dovi andrebbe assunto.
    PS: no, per il momento non c’è la possibilità da parte degli utenti di ricevere una notifica di risposta ai commenti.

  • Anna scrive:

    Complimenti per il vostro sito.Ho imparato tante cose grazie ai vostri consigli.Ho avuto una beagle che purtroppo non cè piu. Ho avuto la fortuna di adottare un cucciolo di una fatrice di Green Hill.Adoro questi cani.Ho seguito vostro consiglio per quanto riguarda confinamento.Ha funzionato da primo giorno.Grazie di cuore.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Anna, ti ringraziamo per averci scritto, ci fa davvero piacere sapere di esserti stati utili! 🙂

  • Mariano scrive:

    Aron adora stare al sole, ogni volta che il tempo è buono dopo la passeggiata va a stendersi al sole fuori al balcone e spesso si addormenta lì. Poco fa però mentre era steso al sole ha cominciato ad ansimare, l’ho portato subito dentro e gli ho dato dell’acqua fresca, si è subito calmato ma non capisco perchè con tanta ombra ha deliberatamente deciso di rischiare di prendersi un colpo di sole….devo stare attento anche a questo? O.o

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mariano, riteniamo molto improbabile che in questo periodo dell’anno un cane rischi un colpo di calore stando semplicemente sdraiato al sole, perciò non preoccuparti! Sicuramente era un pò accaldato, ma niente di più. Se anche in estate con alte temperature, Aron dovesse continuare a voler stare al sole, allora sarà il caso di prendere provvedimenti, lasciandolo in casa o in un posto riparato nelle ore più calde.

  • linda scrive:

    ciao !!Vorrei sapere se mi potete dare un consiglio? Ma quest’estate , se faro’ fare il bagno alla mia piccola, la fialetta che le metto di Advantix perderà l’effetto?
    grazie mille!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Se si tratta di un bagno occasionale non hai da preoccuparti, ma se le farai fare il bagno ogni giorno allora probabilmente perderà efficacia. Chiedi consiglio al tuo veterinario su come fare, se applicarlo più spesso o se passare magari al collare Scalibor che puoi togliere per farla andare in acqua e rimettere subito dopo.

  • laura scrive:

    petra con queste calde giornate sta fuori in giardino(come sempre) se ne sta tranquilla all ombra la maggior parte della giornata e la portiamo a spasso verso le 8,30 di sera e alla mattina verso le otto…..spesso pero quando la tocco dopo la passeggiata e molto calda e ansima velocemente anche se per un piccolo giretto……le mucose non ci ho mai fatto caso,controllerò pero non e che si agita,anzi si sdraia a terra mezza morta il piu delle volte!!!!!per pensare che abbia un colpo di calore devono esserci tutti e quattro i sintomi?
    grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Laura, è vero che i primi sintomi del colpo di calore possono essere confusi con un semplice accaldamento, per verificare il reale stato di Petra controlla sempre le gengive: se sono molto arrossate, quasi violacee allora è in corso un colpo di calore. C’è da dire però che se prendi tutte le precauzioni del caso, l’insorgenza di ipertermia è assai difficile. Già il fatto di portarla a spassp al mattino presto e in serata dovrebbe metterla al riparo da questo tipo di problema. Magari quando torni dalla passeggiata, puoi tamponarla su tutto il corpo, con particolare attenzione a muso, cuscinetti e pancia, con un asciugamano bagnato per darle un sollievo immediato. 🙂

  • Lorella scrive:

    ciao amici,
    viaggio molto spesso in macchina con Dori la mia beagle di un anno, ma leggendo questi articoli e con il caldo di questi giorni ho un po’ paura.. E’ meglio tenere il climatizzatore un po acceso per mantenere una temperatura costante o i finestrini abbassati? Io ho notato che con i finestrini giu patisce ugualmente il caldo perche tiene la lingua di fuori eha il respiro un po’ affannoso, con il climatizzatore invece questo non accade… L’unica cosa è che non so se il climatizzatore le puo’ far male. Come meglio gestire?grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lorella, in effetti la soluzione migliore è proprio il climatizzatore, avendo cura di non metterlo al massimo e di fare in modo che la temperetura nell’abitacolo sia vivibile ma allo stesso tempo non ci sia troppo sbalzo termico con la temperatura esterna. Anche per questo sarebbe bene spegnere l’aria condizionata un pò prima di scendere dalla macchina e, nell’ultimo tratto di strada, tenere i finestrini abbassati, in modo da dare al cane il tempo di abituarsi alla temperatura esterna

  • AnnaBella scrive:

    la mia Pupetata,non si sdraia nella cuccia di Vimini,ma a terra,eppure a casa non fa caldo , chiudo le finestre nelle ore + calde gli accendo un pò il ventilatore e si addormenta a terra che fare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    E’ logico che con questo caldo preferisca dormire sul pavimento che nella sua cuccia, lascia che dorma dove vuole. Per darle un pò di sollievo e rinfrescarla durante la giornata puoi seguire i consigli riportati nell’articolo qui sopra.

  • laura scrive:

    quando la porto in vacanza in spiaggia nelle ore piu calde la tengo in casa,in quelle piu fresche lei si fa il bagno al lago,per sicurezza porto sempre del ghiaccio per le emergenze (quello gel che puoi riutilizzare)ogni tanto se vedo che ha tanto caldo,posso metterle quello sotto un asciugamano nella sua brandina? almeno la rinfrescherebbe un po!
    Grazie in anticipo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    MA certo, è un’ottima idea! 🙂

  • antonio scrive:

    grazie a Voi ho cresciuto un cucciolo Beagle seguendo sempre i consigli che pubblicate e questa del colpo di calore e davvero interessante, preciso! a tutti coloro che anno un cane ” Amate coloro che Amano Veramente” .ancora Grazie a AmicoBeagle di esistere.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Grazie a te Antonio, siamo felici di sapere che apprezzi il nostro lavoro! 🙂

  • Matteo scrive:

    Salve… ho un beagle di un anno… il caldo sembra essere arrivato tutto d’un colpo qui da noi… e a me spaventa parecchio per 2 ragioni..
    la prima è che Leo ha paura dell’acqua..quindi piscinetta e asciugamano bagnata sono 2 imprese…. (x quanto riguarda la piscinetta almeno c’è stato qualche progresso mettendo dei premietti sopra dei sassi)
    la seconda è che dopo una passeggiata (colpa mia che ho scelto l’orario peggiore.. dopo pranzo) l’ho visto prima vomitare e poi accasciarsi x terra… non si è mosso per 5 minuti e allora l’ho preso in braccio e siamo saliti con l’ascensore…
    ora.. ho letto di questi collari e bandane refrigeranti.. dite che sono utili ???
    che mi consigliate di fare per far soffrire meno Leo ??
    adora i cubetti di ghiaccio ma sinceramente credo che non bastino…

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Matteo, in effetti portandolo a spasso dopo pranzo l’hai messo in serio pericolo, d’ora in poi evita assolutamente di farlo uscire negli orari più caldi della giornata. I cubetti di ghiaccio in effetti sono soltanto un piccolo rimedio, ma pur sempre meglio di niente. Anche se odia l’acqua, purtroppo in certi casi è indispensabile, magari comincia bagnandoti la mano e poi accarezzalo nelle zone più sensibili, come pancia e zampe. Per il resto c’è da dire che se prendi tutte le precauzioni del caso, l’insorgenza di ipertermia è assai difficile. Già il fatto di portarlo a spasso al mattino presto e in serata dovrebbe metterlo al riparo da questo tipo di problema. Infine, se hai il sospetto che sia in corso un colpo di calore, controllagli le gengive: se sono molto arrossate, quasi violacee, allora è il caso di intervenire. Non abbiamo mai testato le bandane refrigeranti per cui non sappiamo darti un parere, ma se lo ritieni sia il caso, perchè non provare! 🙂

  • Lucia scrive:

    Ieri ho portato il cane a fare trekking con me. Ho sottovalutato il caldo e la lunghezza del percorso.
    Nonostante l’abbia bagnata e dato da bere spesso ad un certo punto si è’ fermata , sembrava nn di reggesse più in piedi e l’abbiamo caricata in spalla un po’ a turno. Lei è’ abituata a fare trekking e andiamo di frequente . Si diverte molto!
    Ma ieri il caldo era micidiale nonostante la quota. Adesso ancora dorme.. Premesso che domani la porto dal veterinario , cosa intendete per danni irreparabili? E quali sono i sintomi di un eventuale danno irreversibile?
    Sono un po’ preoccupata, anche se ha mangiato e bevuto regolarmente sta ancora dormendo da ieri all’una ed è pure in calore! (Primi gg ) Mi sento in colpissima!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lucia, domande così tecniche dovresti farle al tuo veterinario che sicuramente sa risponderti in modo più esaustivo e soprattutto autorevole. L’hai portata a visitare oggi? Cosa ti ha detto?

  • caterina scrive:

    Molto bello e interessante il vostro sito, dove si parla esclusivamente del nostro bellissimo esemplare di cane che è il Beagle.Ho imparato tanto, seguo sempre i vostri consigli ,naturalmente anche quelli del veterinario, i vostri consigli aiutano a chiarire tanti dubbi.Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Caterina, grazie mille per la tua testimonianza, siamo felici di sapere che trovi interessanti i nostri articoli! Naturalmente lungi da noi sostituirci al veterinario, per quanto riguarda la salute deve sempre essere lui il primo riferimento dei proprietari! 🙂

  • Siano Ivana scrive:

    Consigli veramente utili…

  • Luisa scrive:

    Ciao
    molto interessante questo articolo. Grazie!!
    Approfitto dell’occasione per farvi sapere che Margot sta bene, ancora qualche starnutino mattutino…Veterinaria confermato che la piccola è in forma. lunedì finiremo con Deltacortene …..finalmente!!!
    Buona giornata a tutti e grazie per tutte le informazioni che ci regalate.
    Luisa

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Luisa, grazie a te per i complimenti e per gli aggiornamenti su Margot, siamo felici che piano piano tutto si stia risolvendo! 🙂

  • GIOIA scrive:

    Salve! avrei bisogno di aiuto in quanto ho dei problemi con il mio Beagle…lui si chiama Friz e ha 4 mesi e mezzo….quando sta fuori casa e’ un angelo ma quando sta dentro mi fa un po di capricci…
    1. Salta sul tavolo per prendere le cose che ci sono sopra..come posso fare?
    2. Quando gli sgrido mi abbaglia e mi fa i bisogni per casa..come posso fare?
    3. Da quando gli ho dato un osso di prosciutto non mi magia piu’ volentieri le crocchette(a volte rischia di saltare i pasti)…come posso fare?
    4. gli sono uscite, inizialmente sulla pancia ora anche su altre parti, delle macchioline scure(tipo nei)…come e’ possibile? e’ una cosa normale?

    Vi prego aiutatemi! grazie!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gioia, non capiamo come queste tue domande centrino con l’articolo sul colpo di calore. Ad ogni modo il tuo Friz si comporta come si comportano tutti i cuccioli, devi solo avere pazienza e lavorare per dargli una buona educazione ed instaurare una buona relazione con lui.
    1. Correggilo con un “NO!” secco e deciso ogni volta che lo cogli sul fatto a salire sul tavolo, se è già sopra fai lo stesso e mettilo giù. Inoltre impediscili fisicamente di salire, togliendo o girando le sedie di cui immagino si serva per accedere alla tavola.
    2. Intanto cerca di sgridarlo il meno possibile, tieni conto del fatto che nessun cucciolo “nasce imparato” e che sei tu a dovergli insegnare come comportarsi. Inizia a lavorare per instaurare con lui una corretta relazione per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali.
    3. E’ normale che quando un cucciolo assaggi un cibo diverso e molto più appetibile delle sue crocchette poi arrivi a rifiutarle. Tu insisti con il cibo secco e non dargli più nient’altro, lasciagli la ciotola a disposizione per 15 minuti dopodichè toglila anche se non ha mangiato, riproponigliela soltanto al momento del pasto successivo. Non è un dramma se salta qualche pasto, ma prima o poi avrà così fame che tornerà a mangiare le crocchette.
    4. Il beagle ha la pelle pigmentata perciò è normale che con la crescita si manifestino delle macchie scure sulla pelle.

  • GIOIA scrive:

    No infatti mi sono accorta che l’argomento non era inerente ma non sapevo dove potevo scrivere… 😉 ti ringrazio per le risposte rincuoranti ahahah…
    Comunque per quanto riguarda il 3° punto….ho notato che l’osso di prosciutto ha un effetto calmante su di lui…quindi d’ora in poi non potro’ proprio piu’ dargli nient’altro che non siano le sue crocchette?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ok, intendevo di non dargli più nulla di così appetitoso, ma alla sua età è giusto e sacrosanto mettergli a disposizione qualcosa da masticare, è un’attività che lo rilassa molto, come puoi leggere nell’articolo Il beagle e la soddisfazione di masticare. Però magari scegli dei prodotti per cani, come ad esempio gli ossi di pelle, ce ne sono di infinite forme e infiniti gusti! 🙂

  • lucia scrive:

    Non avevo visto la risposta e leggo solo ora, che mi accingevo a postare un’altra domanda. Priscilla sta bene e adesso zompetta allegramente al mare! Hai ragione Simona, solo che ho avuto un momento di panico e ho scritto anche qui, poiché siete sempre una fonte inesauribile di notizie. Grazie!

  • mario scrive:

    Bellissimi sito
    Mi chiamo Mario,un mio amico fa l’educatore cinofilo e mi ha informato che se prendo il beagle prima di fargli fare sia il bagno a mare che nella vasca deve raggoungere prima l’anno e mezzo muore perchè troppo piccolo,è vero?Ma il beagle sa nuotare da subito o dobbiamo insegnarglielo noi?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Guarda che non serve cambiare nome ad ogni commento, lo sappiamo che sei sempre tu, quindi per favore smettila di prenderci in giro o questo sarà l’ultimo dei tuoi commenti a cui rispondiamo. Non è vero quello che hai sentito, semplicemente si consiglia di evitare di fare il bagno al cucciolo prima che abbia compiuto 5-6 mesi perchè non ha ancora le difese immunitarie abbastanza forti da poter sopportare forti sbalzi di temperatura e quindi potrebbe ammalarsi. I cani solitamente hanno innato l’istinto del nuoto, poi non è detto che al tuo cucciolo piacerà fare il bagno o nuotare. Alcuni beagle adorano l’acqua e fanno nuotate incredibili anche dove non toccano, altri invece odiano bagnarsi. In ogni caso è bene non forzare mai il cane a fare qualcosa che non si sente di fare, perciò evita di portarlo in braccio in acqua e lasciarlo andare per vedere se nuota perchè potresti causargli un forte trauma. Lascia che sia lui ad avvicinarsi all’acqua piano piano e a prenderci confidenza, poi quando se la sente sarà lui stesso a decidere di entrare o no.

  • daniele scrive:

    Se continuo a cambiare nome è perché ai primi commenti che hi fatto mi avete aggredito,e comunque ,visto che davvero un amico di mio padre fa l’educatore cinofilo,vorrei sapere perché le cose che mi dice lui sono completamente diverse da quelle scritto in questo sito,
    Comunque dire che questo è un “lavoro” è esagerato perché ci mettete sempre un casino di tempo arispondere

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Beh, noi siamo educatori cinofili ed è il nostro lavoro, quello per cui veniamo pagati. Questo sito lo gestiamo nel tempo libero, per questo non siamo sempre e costantemente al servizio di voi lettori, pronti a rispondere alle vostre domande a qualsiasi ora del giorno e della notte. Impieghiamo tempo, denaro e risorse per la gestione di Amico Beagle, facciamo del nostro meglio per rispondere sempre a tutti e sentirci dire che ci mettiamo “sempre un casino di tempo a rispondere” (quando al massimo passano 2 giorni) proprio non esiste.
    Per il resto purtroppo esistono diverse scuole di pensiero per quanto riguarda l’educazione cinofila, dato che è un mestiere non regolamentato, perciò è normale che due educatori possano utilizzare metodi diversi. Noi preferiamo adottare il metodo gentile, basato sul rinforzo positivo, ovvero sul premiare il cane quando si comporta bene invece che sgridarlo e punirlo quando si comporta male e preferiamo educare i nostri clienti al rispetto per il proprio cane in quanto essere diverso ma non inferiore all’uomo e tutti i consigli che trovi su questo sito adottano questa linea di pensiero. Poi sta a te scegliere quale metodo ti sembra migliore, sei fortunato ad avere un educatore che ti dà tutti i consigli che vuoi, quindi puoi continuare a rivolgerti a lui per tutti i tuoi dubbi dato che Amico Beagle non ti soddisfa. Ciao!

  • Bruno scrive:

    i miei complimenti e un sentito grazie…. per me il vs sito e’ stato ed è un importante punto di rifermento da quando a fine gennaio ho deciso di iniziare questa avventura con un piccolo monello di Beagle di 2 mesi…. e anche grazie a voi L’ avventura continua …..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Bruno, grazie a te per i complimenti, siamo felici di sapere che ci segui così assiduamente e che trovi interessanti i nostri articoli! 🙂

  • Rita scrive:

    Ciao, grazie per questo sito è utilissimo!! Ho una cucciola di 2 mesi che sta per arrivare,non posso farle il bagno perchè è ancora troppo piccola. Però posso immergerle le zampine nell’acqua vero? non dovrebbero esserci problemi così? Un’altra cosa che mi spaventa sono pulci,zecche, zanzare ecc ecc è troppo piccola quindi secondo voi come posso difenderla?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Rita, per quanto riguarda la protezione da pulci, zecche, zanzare ecc… ti consigliamo di rivolgerti al tuo veterinario, sarà lui ad indicarti la strada giusta da seguire per una cucciola così piccola- Per il resto puoi sicuramente bagnarle le zampe, ma anche passarle sul corpo una salviettina umidificata dovrebbe darle un po’ di sollievo. Per pulirla invece puoi utilizzare uno shampoo secco.

Lascia un commento