Torna all'homepage

La patologia dell’occhio a ciliegia

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Salute

Occhio a ciliegiaCosì viene chiamata comunemente una patologia che purtroppo è abbastanza diffusa in alcune razze, tra cui quella del nostro amatissimo. Più esattamente si tratta del prolasso della ghiandola lacrimale accessoria.

L’occhio del cane, oltre alla palpebra superiore e a quella inferiore, è dotato anche di una terza palpebra che normalmente non è visibile.

La terza palpebra ha la funzione di proteggere ulteriormente l’occhio da corpi estranei sia meccanicamente che con lo stimolo della lacrimazione.

Questa lacrimazione avviene anche grazie ad una ghiandola che si trova in corrispondenza dell’angolo dell’occhio rivolto verso il naso.

Che cos’è l’ “occhio a ciliegia”?

Quando avviene il prolasso della ghiandola lacrimale accessoria, essa esce dalla sua sede e forma una massa visibile tondeggiante di colore rossastro. L’angolo dell’occhio in cui si manifesta è quello adiacente al naso.

Da qui il nome comune “occhio a ciliegia” o “cherry eye” in inglese. 

La massa rossastra può essere sia di piccole dimensioni che più grande e la patologia può interessare uno o entrambi gli occhi.

Statisticamente questo problema colpisce più di frequente cani giovani entro i due anni di età.

Sono proprio le caratteristiche di alcune razze che rendono deboli le strutture che sostengono questa ghiandola, esponendo i cani ad un rischio più alto di presentare l’occhio a ciliegia.

Quando la ghiandola è uscita dalla sua sede, è facile che si creino altri problemi all’occhio del cane.

Questa condizione è anomala e si possono avere intensi arrossamenti, infiammazioni, gonfiori ed eccessiva fuoriuscita di secrezioni.

In casi più rari possono verificarsi danni alla cornea.

Come comportarci?

Naturalmente al minimo sospetto dobbiamo assolutamente rivolgerci al veterinario.

In generale, ogni volta che notiamo qualcosa di strano negli occhi del nostro cane come rossore diffuso che non se ne va, secrezioni di colore insolito, gonfiori persistenti, ecc. il parere del veterinario di fiducia è fondamentale.

La presenza di questa patologia anche quando è agli inizi può essere rilevata da una visita generale di controllo osservando gli occhi.

Per questo l’aiuto di un professionista è essenziale, in quanto l’esperto potrebbe accorgersi subito che negli occhi del nostro cane c’è qualcosa che non va anche se a noi sembra tutto a posto.

Per prima cosa queste patologie legate all’occhio a ciliegia devono essere prevenute o curate con antibiotici e antinfiammatori per evitare che la situazione si aggravi ancora di più.

Poi, per risolvere definitivamente il problema, ci si deve affidare ad un intervento chirurgico, nel quale di solito si preferisce ricollocare la ghiandola nella sua sede normale cercando di alterare il meno possibile le altre strutture dell’occhio.

Togliere la ghiandola in modo permanente potrebbe danneggiare in futuro l’occhio del cane a causa della minore quantità di lacrime prodotte.

È necessario quindi che il chirurgo abbia una buona padronanza delle tecniche migliori per effettuare l’operazione.

Se il veterinario a cui ci rivolgiamo l’abbiamo scelto con cura e ci fidiamo della struttura in cui esercita, non dovremmo avere problemi per quanto riguarda la competenza del personale.

Così, possiamo affrontare con maggiore serenità anche questo inconveniente. 😉

79 commenti:
  • Emanuele scrive:

    La mia Piątka ha avuto questo problema. L’abbiamo operata 15gg fa. Ci siamo affidati a degli oculisti esperti per cani e tutto è andato bene; praticamente da subito l’occhio ritorna normale. L’unico problema è che per 10gg ha dovuto indossare il cono per evitare di grattarsi e provocare danno dove le avevano messo i punti.
    Diffidate dai dottori che vi dicono che amputare è un’ottima soluzione. La ghiandola va ricollocata e NON amputata!

  • Elena da Cervia scrive:

    ciao, ho letto il vostro articolo sull’occhio a ciliegia e posso dirvi che la mia Luna lo ha sperimentato su se stessa. All’età di 3 mesi si è verificato questo ed a 4 mesi è stata operata con successo. Avevo chiesto un parere all’allevatore e lui mi aveva suggerito di asportare la “massa” anche se poi avrebbe avuto problemi con la lacrimazione. Io, non convinta, ho consultato a lungo la mia veterinaria e lei si è, a sua volta, consultata con un suo collega chirurgo ed alla fine si è deciso di operare. Non è stata asportata ma, bensì, l’hanno fatta rientrare formando una piccola tasca e cucendo il tutto con micropunti di sutura. La convalescenza è stata lunga con alti e bassi, anche perchè era molto piccola ed era un “demonio”, ma ora ha 2 anni e sta alla grande. La mia veterinaria ne va fiera di questo, perchè non aveva mai assistito a questo tipo di intervento e poi perchè è riuscito alla grande. Bisogna stare molto attenti che la piccola “ernia” non diventi più grossa, ma soprattutto nera; in questo caso bisogna agire immediatamente. Comunque sono malattie che capitano quando si fanno errori di accoppiamento. ciao e continuate così. buon natale

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Grazie Emanuele ed Elena per le vostre testimonianze, speriamo possano essere utili ad altri visitatori!

  • Elena scrive:

    anche il mio Snoopy è stato operato 🙁
    il mio veterinario di Roma è stato bravissimo, aveva già avuto modo di assistere ad interventi del genere ed era preparato. Assolutamente sconsigliato asportare la ghiandola!!! Va ricollocata creando una tasca detta “tasca di Morgan” e suturata con pochissimi punti.
    Adesso Snoopy sta benissimo … certo il collare elisabettiano è stato una pena ed uno spasso, ma sono bastati 5 giorni …
    Baci
    Elena

  • giusy scrive:

    ciao mi chiamo giusy ed il mio beagle si chiama MOMO ed ha 14 mesi. il mio cane è stato operato ad entrambi gli occhi all’eta’ di 3 mesi, ora sta bene ma ogni tanto quando si gratta gli occhi o prende molto fredo,gli fuoriesce una pallina bianca dall’occhio.vado nel panico piu’ assoluto,ma massaggiando un po’ la palpebra superiore la pallina rientra.ora le cose vanno bene ma quando portava il collare elisabbettiano per via dell’operazine ero uno strazio vederlo.

  • elisabetta scrive:

    ciao a tutti, il mio Bruto ha avuto lo stesso problema quando aveva circa 4 mesi la ghiandola è stata riposizionata con un piccolo intervento.. con il collare era un vero spasso povero piccolo rimaneva invastrato ovunque.. non si spiegava perchè prima ci passava e poi all’improvviso non ci passava piu’!!! ;-))

  • Ilaria e Luciano scrive:

    Ciao a tutti. Anche il nostro Fester ha l’occhio a ciliegia, e sabato lo visiterà uno specialista per vedere se e quando intervenire.
    Volevo solo dire che NON E’ UN ERRORE DI ACCOPPIAMENTO, NE’ UN FATTORE GENETICO. E’ un difetto ma non un vizio (che invece è ereditario); una volta operato il cane può anche essere da accoppiamento! 🙂
    e il nostro Fester spargerà figli per il mondo 😀

  • antonella scrive:

    x oliver avevo qsta paura ma invece e la prima palpebra che praticamente e piu in fuori infatti gli viene spesso la congiutivite ma un po di collirio e gli passa tt x fortuna

  • stefano scrive:

    Buongiorno .. io ho un beigle.. un pò sfigatello ,trovata in autostrada nel 2000.. presentava il problema della ghiandola nel suo occhio destro… dx.
    Lo feci operare… e poi dopoqualche tempo ,mi accorsi che spuntava nuovamente a destra..
    il problema è che la ghiandola è stata apsortata totalmente all’occhio sinistro del cane. sx .. operato da un chirurgo ingaggiato dal veterinario preferito di mia madre.. questo scherzo ci obbliga da 10 anni ad acquistare mensilmente optimmune.. che costa 30 € 3grammi..

    senza contare gli altri prodotti che si usano per curare gli occhi..
    ora mi domando io .. dopo 10 anni anzi .. 7 anni .. posso fare qualcosa rivolgermi a qualcuno? possibile che non si riesca nemmeno a comprendere che occhio dx ,stava da parte dell’animale e non visto frontalmente?
    grazie..

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Stefano,
    questa problamatica è davvero molto specifica e delicata, visto anche che dura da così tanto tempo. Se non ti trovi bene con il tuo attuale veterinario, o se il problema è così specifico da aver bisogno di uno specialista (esistono veterinari specializzati in oculistica animale), ti consigliamo di rivolgerti ad una clinica o ad altri professionisti per cercare di avere finalmente una risposta definitiva.

  • Emanuel scrive:

    Al mio Beagle è fuoriuscita quasi due mesi fa. Ora ha cinque mesi. Mi ha detto il veterinario che sarebbe meglio operare dopo almeno un anno di vita. Sinceramente non capisco perché sia necessario aspettare così tanto. Dite che l’operazione in questi giorni possa risultare pericolosa?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Emanuel, ci era sfuggito il tuo commento, scusa se ti rispondiamo solo ora! Sinceramente ci sembra strano che il tuo veterinario ritenga sia il caso di rimandare l’operazione a dopo l’anno di vita del tuo beagle perchè solitamente questa operazione si esegue subito anche su cuccioli di 2 mesi. E naturalmente, prima si fa l’intervento e meglio è. Se fossimo in te chiederemmo il parere di un altro medico… In bocca al lupo e facci sapere!

  • giusy scrive:

    anche io ho visto gli occhi rossi! mi devo preoccupare… la mia Chicca a solo 3 mesi…

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giusy, il semplice arrossamento dell’occhio non è sintomo del prolasso della ghiandola lacrimale quindi stai tranquilla, perchè se mai dovesse verificarsi te ne accorgeresti subito e non avresti dubbi (vedi foto).

  • Gaia scrive:

    attualmente lilli la mia beagle di 3 mesi soffre di questa patologia.. all’inizio mi sono spaventata ma poi ho capito bene il problema.. ho paura se fosse un problema ereditario o di accoppiamento! Il veterinario mi ha consigliato una pomatina.. anke se la parte è sempre arrossata.. non vorrei ke anke se la operassi per far rientrare la parte.. poi il problema si ripresenti 🙁

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gaia, ci dispiace che la tua cucciola abbia questo problema. Purtroppo se la ghiandola non rientra con la terapia che stai utilizzando, oppure se rientra per un periodo ma poi prolassa nuovamente, allora sarà il caso di pensare all’intervento. Ormai è un’operazione di routine che si esegue anche su cuccioli di 2 mesi, perciò non devi preoccuparti. Anzi l’intervento risolverà il problema una volta per tutte, dovrai soltanto assicurarti che la ghiandola venga riposizionata e non asportata. In bocca al lupo!

  • anna esempio scrive:

    ciao a tutti mi chiamo anna,il mio cane si chiama snoopy è un cucciolo di 3 mesi è da 10 giorni ha questa ghiandola prolassata….sto seguendo la terapia del veterinario con goccie tobradex 3 volte a giorno,è pomatina colbiocin ma il risultato è pochissimo…mi fa sentire mala ogni volta che lo guardo..qualcuno sa dirmi x quanto tempo continuare la terapia o passare subito all’intervento?il dott.dice di aspettare se poi esce all’altro occhio….xchè è successo questo?aiutatemi x favore…

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Anna, purtroppo noi non siamo veterinari, per cui ci guardiamo bene dal darti consigli specifici su terapie e medicinali. Continua a seguire le idicazioni del tuo medico, ma se queste non ti soddisfano, puoi sempre rivolgerti a qualcun altro per sentire un secondo parere! E comunque, non è assolutamente detto che se un cane ha il prolasso della ghiandola in un occhio, automaticamente si verifichi anche nell’altro.

  • FIORENZO scrive:

    il mio beagle presenta la 3 palbebra che e’ uscita fuori da entrambi gli occhi. vorrei operarlo. son in provincia di napoli. grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Non capiamo quale sia la tua richiesta, ma in ogni caso devi rivolgerti ad un veterinario.

  • anna esempio scrive:

    finalmente ho risolto il problema al mio piccolo snoopy…ho conosciuto un veterinario bravissimo che ama tanto gli animali è non approfitta x niente economicamente…ha operato il mio cane il 20 novembre è sta benissimo…un consiglio a tutti i proprietari che hanno un cane con l’occhio a ciligia andate quanto prima da un medico xchè si hanno piu’ possibilità che rientri anche solo con antiffiammatori se si riesce in tampo senza alcun intervento….ciao a tutti…anna esempio

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Anna, siamo felici che tutto si sia risolto per il meglio con il tuo Snoopy! Hai proprio ragione, in questi casi la cosa migliore da fare è affidarsi ad un bravo veterinario!

  • GIORGIO scrive:

    sto per operare la mia cagnolina GAIA di circa 3 mesi e mezzo spero che tutto vada per il meglio
    i vs interventi mi sono stati molto utili.Il veterinario e’ uno specialista di brescia.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giorgio, siamo felici che questo articolo ti sia stato utile, in bocca al lupo per l’intervento! 🙂

  • alessia scrive:

    Salve ho operato all oocchio 8mesi fa la mia buldochina ma purtroppo l occhio e ancora gonfio e rosso sembra che la ghiandola sia entrata per meta..aiutooo3383437596

  • Fabrizio scrive:

    Ciao ragazzi la mia Wendy ha spesso gli occhi arrossati e in farmacia mi hanno consigliato un collirio omeopatico (EUPHRALIA).Secondo voi può andare bene?Un’altro problema è metterglielo.Si dimena come un serpente e poi scappa.Abbiamo provato sia con le buone che provando a immobilizzarlo ma niente.Se voi avete un metodo migliore!Aspetto illuminazioni.Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Fabrizio, noi non siamo veterinari per cui non possiamo darti il nostro parere riguardo a farmaci o terapie. Per il resto farsi mettere il collirio non è certo una cosa bella per Wendy, per cui inizia ad abituarla a questa pratica facendole degli impacchi sugli occhi con della camomilla per 3 volte al giorno, che comunque contribuisce ad alleviare l’infiammazione e non è un trattamento così drastico ed invasivo. Naturalmente parlale in modo dolce per farla restare calma e premiala sempre quando finisci, in modo da farle associare il trattamento agli occhi con un’esperienza positiva. Quando avrà imparato a restare calma potrai passare al collirio, ma ci vorrà sempre l’aiuto di una seconda persona che la tenga ferma.

  • Fabrizio scrive:

    In quanto a coccole e premi ne prende già un casino perchè l’amiamo in modo viscerale.Comunque proverò con i tuoi consigli.Siete grandi!Grazie

  • dolores scrive:

    ciao la mia DIVA (2 anni) ha avuto questo problema circa tre mesi fa ed è stata curata con delle creme oggi mi sono accorta che sta tornado…uffa il veterinario mi ha ridato la crema dice che se si sgonfia meglio rimandare l’intervento…qualcuno sa dirmi le cause di questo problema???? posso evitare che venga???

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Dolores, noi non siamo veterinari per cui non possiamo rispondere a domande di così stretta competenza medica, ma crediamo che il prolasso della terza palpebra sia semplicemente dovuto alla predisposizione del cane verso questa patologia, quindi è praticamente impossibile prevenirla. A volte, curandola con dei farmaci, la ghiandola rientra da sola, ma se continua a prolassare è il caso di intervenire chirurgicamente per risolvere il problema una volta per tutte (sempre però riposizionando e NON rimuovendo la ghiandola).

  • gaetano scrive:

    è dal 1947 che asportiamo la ghiandola della terza palpebra prima mio padre laureato in med. vet 1946 e poi io nel 1988 non abbiamo mai riscontrato un caso di cheratocongiuntivite secca perchè l’occhio si difende bene con le ghiandole accessorie che sono circa 4 lacrimali.
    ho letto in riviste scientifiche di lavori fatti da studiosi americani che l’asportazione è un ottimo rimedio con risultati sorprendenti e non solo i costi di intervento sono irrisori . non fidatevi da tutti questi veterinari scienziati italiani che vi fregano solo i soldi.

  • Cristian scrive:

    Ciao Ragazziii alla mia piccola Viola é venuta la cosidetta Cherry eyes =( ieri sono andato dal veterinario il quale mi ha detto che la soluzione migliore è uella di asportare la ghiandola per 3/4 in modo da non lasciarla proprio senza, perche riposizionandola si potrebbe ripresentare…mentre il mio allevatore di fiducia mi ha detto di sentire un’anltra veterinaria che è molto brava nel riposizionarla solamente….non so cosa fare!! =(

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Cristian, noi non siamo così esperti, ma in linea di massima siamo d’accordo con il tuo allevatore, senti un secondo parere, magari rivolgendoti ad un veterinario specializzato in oculistica.

  • alessandro scrive:

    Ciao ragazzi anche io mi trovo ad affrontare questo problema…una delle mie cucciolotte presenta la fuoriuscita delle ghiandole da entrambi gli occhi.ora ha solo due mesi ma credo di o perarla presto.secondo voi può essere un errore di accoppiamento?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessandro, ci dispiace tanto per la tua piccola! 🙁 Purtroppo non siamo abbastanza esperti per rispondere alla tua domanda, ci sono ancora opinioni molto contrastanti in merito, alcuni sostengono che l’occhio a ciliegia sia una patologia trasmissibile geneticamente, altri l’esatto contrario…

  • Cristian scrive:

    Ciao AmicoBealge!!! Vi scrivo per informare e magari tranquillizzare chi come me ha avuto questo problema!! la Mia Viola a 2 mesi e qualche settimana è prolassata la 3 palbebra!! ero indeciso se asportarla o riposizionarla!! il mio veterinario diceva di toglierla mentre l’allevatore di riposizionarla!! ho ascoltato il mio allevatore e sono andato da una veterinaria a Pavia che ha operato e dopo una settimana e tornata come nuova!! Grazie anche a voi!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Cristian, ci fa piacere che sia andato tutto bene, hai fatto sicuramente la scelta migliore! 🙂

  • Elena scrive:

    Ciao ragazzi!
    La mia domanda non è inerente a questa patologia, ma non ho trovato un articolo che trattasse l’argomento che mi interessa…
    Ho notato da un paio di giorni che la mia Asia (4 anni) quando gioca con Carlo (l’altro mio beagle) lacrima molto da entrambi gli occhi…
    Una volta smesso di giocare smette anche di lacrimare…avete idea del perché?
    Grazie in anticipo!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Elena, potrebbe essere un pò di congiuntivite, abbastanza frequente nelle stagioni fredde. Dovresti fare caso se lacrima anche in altri momenti della giornata e se gli occhi sono un pò arrossati, in caso puoi cominciare a farle degli impacchi con la camomilla, ma se la situazione non migliora dovresti consultare il tuo veterinario.

  • Fabiana scrive:

    Ciao Amico Beagle, il mio cucciolo di Beagle di 2 mesi ha questo problema, ma volevo sapere se è normale che questa ghiandola esce e dopo un pò di ore scompare, e poi quando gioca riesce di nuovo? Grazie mille 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Fabiana, sì, può capitare che la ghiandola esca e poi rientri da sola, ma se il problema persiste allora è assolutamente il caso di sentire il parere del veterinario per eventualmente procedere con l’intervento.

  • Fabiana scrive:

    Grazie per la tua risposta, solo un’altra cosa,ma quest’intervento che tipo d’intervento è? Cioè è delicato, difficoltoso? Una volta operato non avrà più questo problema? Grazie mille!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Beh, noi non siamo veterinari, gli unici consigli e informazioni che possiamo darti sono riportati nell’articolo qui sopra. Ormai è un intervento di routine e risolve il problema definitivamente a patto di riposizionare la ghiandola e non di asportarla, ma se sei perplessa e hai altri dubbi è il caso di chiedere al tuo veterinario di fiducia che ha sicuramente più compenteza di noi.

  • Eros scrive:

    Avevo prenotato una cucciola di beagle . Quando sono andato a prenderla il allevatore mi ha fatto vedere che ha questo,problema . Gli interventi li fanno loro , ma io non so,cosa fare . E un gran problema ? Per una cucciola di 2 mwsi ? Dovrei cambiarla per un cane sano ? Non so cosa fare

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Eros, tranquillo, non è un problema grave e se l’operazione viene eseguita bene non lascia nessuna conseguenza. Tra l’altro l’allevatore si è giustamente offerto di eseguire l’intervento a sue spese… l’unica cosa che dovresti fare è accertarti che la terza palpebra non venga tolta ma venga ricollocata in sede.

  • eros scrive:

    salve simona, la mia cagnolina e stata operata ma adesso li e uscito anche nell’altro occhio :/ ma e costosa questa operazione ?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Eros, purtroppo non so dirti quanto possa costare l’operazione anche perchè ogni veterinario ha le proprie tariffe… Dovresti informarti presso il tuo ambulatorio di fiducia o magari dallo stesso veterinario che l’ha già operata.

  • Antonio scrive:

    Buongiorno il mio cane ha spesso gli occhi lacrimanti.Da che cosa è portato?Quale cura mi consigliate per risolvere il suo problema una volta per tutte.Se non curato ci sono delle conseguenze e quali sono? Grazie.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Antonio, noi non siamo veterinari perciò non possiamo nè sapere le cause di questa eccessiva lacrimazione, nè consigliarti delle cure, nè saperti dire se possono esserci conseguenze. Tutto quello che ti possiamo conaisliare è di rivolgerti al tuo veterinario, perchè una lacrimazione costante non è normale.

  • N. scrive:

    Salve, volevo avere un parere. Io non ho un beagle, ma un barboncino francese. Quando aveva 3-4 mesi, mi accorsi dell’esistenza di questa membrana, e così ogni tanto per curiosità l’andavo a controllare. Un giorno vidi che praticamente non era fuoriuscita la ghiandola, ma la membrana era come se si fosse arrotolata su se stessa ( la stessa classica forma dell’occhio a ciliegia, ma senza la fuoriuscita della ghiandola). Così mi spaventai, pensavo di aver danneggiato il mio amico a 4 zampe, e feci una manovra con le palpebre, e non si sa come gli tornò normale. Ormai sono passati anni, e l’evento dell’occhio a ciliegia non fuoriuscito, si è verificato tantissime volte, e gliel’ho sempre risolto facendo quella manovra. Una volta mi è capitato che non me ne accorsi e l’occhio si fece quasi di fuoco! Non se lo faceva toccare, però anche li con la manovra (10 secondi) glielo riuscii a sistemare. Ora voi, che magari ne capite di più, mi sapreste spiegare questo fenomeno dell’arrotolamento della membrana nittante? Non ho mai capito se fosse proprio occhio a ciliegia o altro. Ma l’occhio a ciliegia, guardando le foto, è identico a quello che succede al mio cane. Solo che al mio cane resta all’interno dell’occhio.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao N. (???), noi non siamo veterinari ma da quello che scrivi possiamo capire che il tuo cane ha un problema che va risolto in via definitiva e che il continuo fuoriuscire della palpebra (se poi è veramente quello che succede…) e il continuo riposizionamento manuale non fa bene e potrebbe generare ulteriori problemi, perciò l’unico consiglio che possiamo darti è di rivolgerti al tuo veterinario spiegando bene la situazione e valutando l’idea di intervenire chirurgicamente una volta per tutte.

  • MeryKira scrive:

    La mia cucciola Kira quando era piccola gli capitó questa cosa ad entrambi gli occhi, fortunatamente tutto è passato con una semplice pomata , pensulvit..ora ieri dopo parecchi anni (dato che qll epoca era cucciola ora ha quasi 11 anni) mi sono accorta che gli è ricomparsa questa pallina rossa all angolo dell occhio dx..ora il veterinario mi ha detto di riprovare con pensulvit ( nn e lo stesso veterinario di anni fa) la mia paura è che non si riassorba … Nn sia mai.. Dato che lei quasi un anno fa è stata operato x un tumore con anestesia totale e data la sua età non potrebbe subire un altro intervento .. È una Yorkshire..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Beh, vista l’età della tua cagnolina ormai l’ipotesi dell’intervento è da scartare a meno di un aggravarsi vertifinoso della patologia, perciò, se i medicinali possono quantomeno arginare il problema, è il caso di continuare con questo tipo di terapia.

  • Antonio pacifico scrive:

    Salve il mio cucciolo è stato operato proprio oggi da un chirurgo esperto, l’operazione è andata benissimo anche se prima che si svegliasse il chirurgo mi ha detto che la ghiandola per un bel Po di parte non va giù subito, ma si sgonfierà con il passare dei giorni insieme ai punti che le sono stati applicati, ovviamente con cura di gocce è antobiotico. Volevo sapere un vostro parere se questa procedura è normale, ho i miei dubbi sul fatto che non è stata ricollocata subito ma che devo aspettare per vedere i risultati. Secondo voi è normale? Aspetto vostre risposte grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Antonio, ci dispiace ma noi non siamo veterinari perciò non possiamo rispondere a domande di così stretta competenza medica. Se hai dubbi prova a rivolgerti per un consulto ad un altro veterinario.

  • Mirko scrive:

    Salve, da ieri sera la mia cucciola di 3mesi Ziva presenta questa patologia.. Essendo oggi domenica.. Posso aspettare domani per un consulto dal mio veterinario di fiducia o mi conviene andare oggi in una clinica veterinaria?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mirko, tranquillo, puoi aspettare domani. Magari fai una telefonata al tuo veterinario e chiedi se nel mentre c’è qualcosa che puoi fare, tipo disinfettare o fare impacchi.

  • Alessandro scrive:

    Salve a tutti
    Volevo chiederti delle info in merito all’intervento sull’occhio a ciliegia. Mi sono accorto stamattina che la mia Luna ha una sporgenza sull’occhio destro. Informandomi su internet ho prontamente visto da che dipende e domani la portero’ dal veterinario. Chi l’ha gia’ fatto sa dirmi un po’ l’iter che tocchera’ alla mia cucciola? E l’intervento per chi lo ha gia’fatto sapete dirmi in merito? Cause rischi, e costi dell’intervento? Gentilissimi attendo delucidazioni in attesa del responso del veterinario di domani

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessandro, nell’articolo qui sopra e nei commenti dei lettori che hanno scritto prima di te puoi trovare qualche informazione riguardo l’intervento e qualche esperienza diretta, ma la cosa migliore che tu possa fare è chiedere al tuo veterinario e fare a lui tutte le domande del caso.

  • Antonio pacifico scrive:

    Ciao io ho operato circa 1 mese il mio cucciolo, non è niente di grave non preoccuparti, è praticamente la ghiandola lacrimale che fuoriesce dalla propria sacca, l’unica cosa certa è che dovra subire un piccolo intervento poiché e l’unica cosa efficace per questo problema, il prezzo è più o meno sui 250 euro e devi farla riposizionare e non toglierla , chi ti dice di toglierla sbaglia il cane avrà seri problemi quando sarà grande .

  • micaela scrive:

    Ciao, io ho un beagle di 4 mesi. Il suo occhio si è gonfiato enormemente, ma non è un problema di occhio a ciliegia. Non riesce quasi ad aprirlo. Il veterinario, dopo avergli dato un collirio antibiotico che non ha dato alcuna soluzione, gli ha somministrato un antibiotico orale. Dice che si tratta di un ascesso ai denti…ma è possibile? Io ho il cane da pochissimi giorni.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Micaela, purtroppo non possiamo aiutarti, noi non siamo veterinari perciò non possiamo rispondere a domande di così stretta competenza medica. Se ti fidi del tuo veterinario non puoi fare altro che seguire le sue indicazioni, altrimenti nessuno ti vieta di sentire un altro parere.

  • lucia scrive:

    salve dottore oggi le mio chihuahua di 8 mesi lagrema il occhi cosa pio essere? per favore mi dia aiuto grazie.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lucia, cominciamo col dire che qui non c’è nessun “dottore”, siamo semplici educatori cinofili e il sito riguarda in special modo l’aspetto gestionale ed educativo del beagle. Ad ogni modo può essere che i tuo chihuahua abbia un po’ di congiuntivite, perciò sarebbe bene portarlo dal veterinario per una diagnosi e una cura specifica. Nel mentre puoi fargli qualche impacco con la camomilla per diminuire l’infiammazione.

  • Valentina scrive:

    Salve… Io ho un Beagle di tre anni…circa un anno e mezzo fa ha avuto il prolasso della ghiandola. Abbiamo effettuato la terapia per tentare il rientro della ghiandola ma nulla, io veterinario lo ha operato asportandola ! E leggendo i vari commenti su noto che non si dovrebbe fare… Il suo occhietto dopo l’operazione è rimasto sempre molto delicato , per un po di vento si arrossa subito e fuoriesce sempre materia per giorni ️️come se avesse congiuntivite. Adesso sono ormai due mesi che dal suo occhio fuoriesce sempre molta materia giallastra , il veterinario mi ha dato più colliri ma nulla , ultimamente la materia aumenta sempre di più fino a formare tipo una ragnatela sulla pupilla… Cosa può essere??? A giorni dovrebbe uscire l’esito del tampone 🙁
    Grazie…

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valentina, ci dispiace per il tuo beagle, purtroppo noi non siamo veterinari per cui non possiamo darti indicazioni utili a questo riguardo. Dato che la situazione non si risolve e anzi, sembra aggravarsi, l’unico consiglio che possiamo darti è di farlo visitare da un altro medico, che sia però specializzato in oculistica. Non sappiamo di dove sei, ma in provincia di Bologna c’è una clinica molto rinomata (Visionvet) che vede arrivare ogni giorno pazienti dalle regioni limitrofe, se sei della zona puoi provare a contattarli oppure cercare qualcosa di simile più vicino a te. In bocca al lupo!

  • Valentina scrive:

    Ciao Simona.. Purtroppo non sono della zona.. Aspetto l’esito del tampone che abbiano fatto fare e poi lo porterò sicuramente da uno specialista… Grazie mille… Crepi il lupo anche dal peloso

  • Claudio scrive:

    Ciao a tutti, ho un beagle di tre anni con il prolasso della ghiandola lacrimale e vorrei gentilmente, da chi ha già avuto questa esperienza, un nominativo di un buon chirurgo veterinario (zona Roma) che ricollochi la ghiandola e non la asporti.Grazie anticipatamente.

  • Antonio pacifico scrive:

    Ciao, io ho avuto lo stesso problema circa un anno fa, purtroppo non posso aiutarti del tutto perché sono di Napoli e non conosco medici a Roma, però voglio tranquillizzarti dicendoti che non comporta nessuna conseguenza, anche se ti servirà un po di tempo per un medico resta tranquilla/o perché non ha conseguenze di salute. Ti consiglio di farla riposizionare e non levare poiché può causare problemi in futuro al cane, adesso fagli un trattamento di collirio per cani in modo che l’occhio è sempre lubrificato, 2 volte al giorno mattina e sera, non risolve il problema però aiuta l’occhio nel tempo che lei trovi un medico di fiducia.

  • Claudio scrive:

    Grazie Antonio, si sto mettendo delle gocce ma la cosa va avanti da troppo tempo ormai e penso che sia il caso di intervenire prima che la situazione peggiori 🙁

  • Antonio pacifico scrive:

    Tranquillo trova un bravo medico e intervieni, l’importante è non farla esportare..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Claudio, niente da aggiungere a quello che ti ha già scritto Antonio, solo un grosso in bocca al lupo per un tuo beagle!

  • Claudio scrive:

    Grazie anche a te Simona, rimango sempre in attesa di qualche nominativo valido a cui rivolgermi dato che non conosco nessuno che effettui l’ intervento di riposizionamento.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Purtroppo noi siamo di Bologna per cui non abbiamo conoscenze su Roma. Possiamo però consigliarti di rivolgerti direttamente ad una clinica oculistica veterinaria, dove sicuramente trovi personale più esperto e preparato a questo tipo di interventi. Se fai una ricerca su google ne trovi parecchie a roma e dintorni.

  • Ketty scrive:

    Potete aiutarmi io vorrei sapere il costo più o meno dell’operazione!?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    L’unica persona che può aiutarti è il veterinario da cui intendi far operare il cucciolo.

  • Antonio scrive:

    Ciao ketty io l’ho operata a Napoli e ho pagato 250 più i costi dei medicinali post operazione

  • Claudio scrive:

    Ciao Ketty e Simona, operazione perfettamente riuscita (riposizionamento ghiandola un occhio + fissaggio altro occhio) su Roma 350,00 euro.

  • Adriana scrive:

    Il mio beagle ha 5anni e prima occasionalmente ed ora più di frequente ha degli accumoli di muco bianco molto denso agli angoli degli occhi, ora ho visto visto il muco formarsi lungo la palpebra inferiore. Lo rimuovo quasi giornalmente con una garza ma l’occhio sembra sano e pulito