Torna all'homepage

Cosa fare (e avere) prima di portare a casa il cucciolo

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Beagle cucciolo

portare casa cucciolo fotoI momenti passati prima di prendere un cucciolo di beagle e quando finalmente viene accolto a casa, per gran parte dei proprietari sono ricordi profondi e pieni di tenerezza.

Però, insieme alla dolcezza che il cucciolo ci trasmette, spesso c’è anche un senso di incertezza: il nuovo amico ci porta grandi cambiamenti (soprattutto se é il nostro primo cane) e qualche volta il desiderio di prenderci cura di lui nel migliore dei modi potrebbe metterci in agitazione.

Per calmare un po’ l’inquietudine dei primi momenti, ecco una piccola lista delle cose da fare e da avere prima di portare a casa il cucciolo. Certamente non è completa perché ognuno di noi si organizza in modo personale, ma può essere utile per orientarsi nel “marasma” dell’arrivo a casa del cucciolo di beagle.

Cosa fare

  • Prepariamo il suo angolo personale recintato.
    Anche se sembra una sciocchezza, questo passo è fondamentale per il suo equilibrio. Ne parliamo in dettaglio nell’articolo “Educhiamo bene il cucciolo con il confinamento“. Qui ci dormirà, si sentirà sicuro, protetto dall’ambiente esterno e ci andrà spontaneamente quando non vorrà essere disturbato.Quindi, nel suo angolo personale ci andranno la cuccia con la copertina, i tappetini assorbenti per i bisogni (o vecchi giornali), le ciotole per il cibo e l’acqua e uno o due giocattoli. Mettiamoci poi un osso di pelle da masticare, perché è importante lasciargli a disposizione qualcosa di piacevole da mordicchiare visto che il cucciolo tenderà ad esplorare il mondo con la bocca “assaggiando” qualsiasi cosa. Questi oggetti sono anche nella lista di “cose da avere” che segue.
  • Prepariamo gli spazi verdi privati che frequenteremo.
    Questo vale se abbiamo un giardino, ma anche se frequentiamo aree verdi condominiali dove sia permesso portare cani. Facciamo in modo che non ci siano oggetti pericolosi come pezzi di metallo arrugginiti o taglienti, schegge di vetro, attrezzi o cianfrusaglie pericolose che possano far male ad un cagnolino esuberante. L’ideale è che queste aree siano ben recintate, senza buchi dove si possa infilare il cucciolo. Se ci sono delle piante tossiche controlliamo che non siano raggiungibili dal piccolo beagle.
  • Togliamo dalla casa gli oggetti pericolosi.
    Per i primi tempi è meglio nascondere fili elettrici, oggetti taglienti, prodotti tossici e rendere inaccessibile il retro di elettrodomestici come il frigo, per evitare che il cucciolo rimanga incastrato o si faccia male durante le sue “esplorazioni”.

Cosa avere

Ecco gli oggetti che possiamo procurarci e tenere in casa, così da averli pronti al suo arrivo. Alcuni di questi possiamo portarli con noi quando andiamo a prendere il cucciolo: li abbiamo elencati anche nel post “Andiamo a prendere il cucciolo di beagle!” e li riportiamo qui per comodità, così da fare una lista unica.

  • La cuccia da interno, da mettere dentro il suo angolo personale.
  • L’eventuale recinto per il confinamento. Può essere un’economica rete, un box per cani, un cancelletto per bambini, ecc. Dipende da come e dove allestiamo il suo spazio personale.
  • Una copertina da mettere nella cuccia. Può essere anche un vecchio maglione, un piccolo lenzuolo, ecc.
    Possiamo portarlo con noi quando andiamo a prendere il cucciolo perché è importante chiedere a chi ce lo darà di mettere questo oggetto nel giaciglio dove la cucciolata ha dormito. Con questo accorgimento l’odore dell’ambiente frequentato dal cucciolo lo porteremo direttamente nella cuccia e contribuiremo a fargli passare nottate più tranquille.
  • Giochini di gomma. Possiamo poi procurarci un piccolo pupazzo da dare al cucciolo una volta che l’avremo in braccio quando andremo a prenderlo, sempre per portare a casa nostra l’odore della cucciolata.
  • Due ciotole, una per il cibo e una per l’acqua, meglio se in acciaio. Possiamo procurarci anche una bottiglietta o borraccia per cani per dissetarlo quando andremo in giro con lui.
  • Un collarino leggero e un guinzaglio (preferibilmente non estensibile, lo confonderebbe inutilmente). Meglio fargli prendere subito confidenza con gli oggetti che userà per tutta la vita.
  • Bastoncini di pelle di bue masticabile. Come detto prima, in questa fase della sua vita è molto importante mettergli a disposizione oggetti che siano piacevoli da masticare. Facciamone una bella scorta. 🙂
  • Una bella scorta di tappetini assorbenti. Vanno bene anche vecchi giornali ma assorbono meno. Ci saranno molto utili nei primi tempi quando il cucciolo non saprà ancora controllarsi (è normalissimo, non esiste cucciolo sulla faccia della Terra che non sporchi fuori posto).
  • Carta assorbente, per affrontare ancora meglio qualsiasi “scarico non autorizzato”.
  • Shampoo secco, ideale per pulire il cucciolo prima che possa fare un bagnetto vero.
  • Salviettine per animali, ottime per l’igiene quotidiana.
  • Guanto gommato, sempre per prenderci cura ogni giorno del suo manto e abituarlo fin da piccolo ad essere toccato e pulito da noi.
  • Il trasportino, ottimo per fargli affrontare i viaggi in sicurezza e abituarlo fin da subito a questa “cuccia portatile” dove sentirsi ulteriormente sicuro e protetto.

Quando ci saremo procurati tutto quanto, avremo tutto l’occorrente per affrontare con più serenità i bellissimi momenti in cui andremo a prendere il cucciolo e lo porteremo a casa, creando quei ricordi così preziosi che ci accompagneranno per tanti anni.

85 commenti:
  • Federica scrive:

    Capitate proprio al momento giusto! Visto che fra 2 settimane finalmente arriva la mia piccola!!!! 🙂 non aspetto altro che lei!!! 🙂
    Spero di essere una brava padroncina..ho già praticamente tutto! È tutto pronto per il suo arrivo! 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Brava Federica, non ti resta che contare i minuti allora! Ti facciamo tanti auguri per l’arrivo della tua cucciola! 🙂

  • Rosy scrive:

    Ciao Simona come faccio a capire se l’allevamento dove ho preso il mio piccolo Beagle che ancora deve arrivare è un serio allevamento ???? :*

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Rosy. Dunque, se il tuo allevatore appartiene a questo elenco sei già ad un buon punto di partenza: Allevamenti Beagle
    Questi allevatori appartengono tutti al “Club del Beagle”: significa che rispettano determinati canoni, che partecipano alle esposizioni per avere un giudizio zootecnico dei propri esemplari, che “producono” cuccioli con pedigree e si impegnano molto nella loro selezione. In generale, un buon allevamento non alleva più di 2-3 razze, bisogna sempre diffidare quindi degli allevamenti definiti “multirazza” perchè allevando tante razze totalmente diverse tra loro è impossibile conoscerne esattamente le caratteristiche e farne una selezione oculata… spesso oltretutto questi allevatori importano i cuccioli dall’est europa per rivenderli. E’ quindi indispensabile visitare l’allevamento e vedere i genitori del cucciolo, poter constatare le condizioni in cui gli animali vengono tenuti ed allevati, la disponibilità dell’allevatore a rispondere alle tue domande ed il suo interesse riguardo al destino dei suoi cuccioli. Inoltre un buon allevatore tiene i cuccioli con la madre almeno fino ai 60 giorni, li cede sverminati, con la prima vaccinazione effettuata, provvisti di pedigree e microchip.

  • Rosy scrive:

    La cosa che mi ha fatto venire il dubbio è questo :io sono stata in questo allevamento a vedere il cucciolo che giustamente è rimasto lì perchè è ancora piccino , ma il giorno che dovrò andare ha prenderlo non devo tornare in allevamento ma in negozio ……. Ba!!! spero che possa essere normale perchè se no vado in ansia …. ;* Grazie x la tua risposta .

  • Andrea scrive:

    Ciao,volevo chiedervi una cosa,io tra poco dovrò andare a prendere il mio beagle:) a una cucciolata di un cacciatore,il problema è che ha gia 6 mesi ed è abituato a stare sciolto e fuori,io lo dovrei portare qui a casa in un appartamento,potrebbe essere molto difficile farlo abituare¿

  • Andrea scrive:

    Ops mi hanno detto che il cane ha gia 8 mesi:( è un problema¿

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Andrea, sicuramente un cane di 8 mesi con già determinate abitudini consolidate avrà bisogno di più tempo rispetto ad un cucciolo, considerando anche che dalla libertà della campagna si ritrova a dover vivere in un ambiente molto ristretto e quindi all’inizio sarà un pò spaesato. Comunque se riuscirai a garantirgli la giusta quantità di movimento quotidiano (almeno due lunghe passeggiate al giorno + altre 2 uscite per i bisogni) e a farlo socializzare regolarmente con altri cani, non dovresti avere grossi problemi.

  • Andrea scrive:

    Grazie,giusto ora lo portato a casa e sta annusando tutta casa…ho notato subito che non è molto sfrenato e si è fatto fare un bel bagno ed è stato molto tranquillo spero che continui cosi,comunque grazie è davvero un bel sito questo:)

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Grazie a te per i complimenti! Comunque aspetta a cantare vittoria e a definirlo “tranquillo”, può essere che si stia ancra ambientando! 😉

  • Chiara scrive:

    Salve, sto adottando una cucciola che mi è stata presentata come un beagle, ma i genitori non sono visibili e ho i miei dubbi. Non che questo influenzi la mia scelta, perchè mi sono comunque innamorata del cagnolino in questione, ma vorrei sapere da chi se ne intende un pochino più di me “quanto” beagle c’è in lei, e se secondo voi potrebbe davvero esserlo (ha due mesi): http://img37.imageshack.us/img37/1254/20121214151518.jpg

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Chiara e complimenti per il tuo nuovo arrivo! L’unica conferma la potremmo avere solo dal pedigree. Infatti esteticamente sembra proprio un cane di questa razza, ma che sia effettivamente un beagle lo può dimostrare solo la sua genealogia e, se non è documentata, non ci sono prove che dimostrino il lavoro di chi l’ha allevata. Detto questo, come hai compreso anche tu, tutto ciò non toglie assolutamente nulla all’amore che provi per lei e infatti ti auguriamo di trascorrere una vita meravigliosa in sua compagnia. 🙂

  • melania scrive:

    A me è arrivata 2 giorni fa Lala è una bellissima testardina gia si nota il caratterino direi che la famigli si è allargata adesso siamo in settei miei bimbi io mio marito 2 labrador e poi la piccola Lala grazie mille per tutti i consigli utili che date in questa pagina!!

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Melania, grazie a te e complimenti per l’arrivo di Lala! 🙂

  • Chiara scrive:

    Grazie Francesco per la risposta e per gli auguri 🙂 Non vedo l’ora! P.S.Questo sito è la mia salvezza, complimenti per il lavoro che fate!

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Grazie a te! 🙂

  • Rosy scrive:

    Ciao sono molto preoccupata sabato vado a prendere il mio cucciolo di beagle so che è stato malissimo e stava x morire x un virus adesso ho paura cosa devo fare dopo averlo preso devo farlo controllare ??? help aspetto un vostro aiuto …. grazie

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Rosy, sì, ti consigliamo di portare il cucciolo al più presto a fare una visita completa appena lo porti a casa, magari puoi già metterti d’accordo con il veterinario per fissare l’appuntamento.

  • Rosy scrive:

    Grazie mille francesco !!!! Augurissimi vi farò sapere …

  • Rosy scrive:

    Ciao Francesco sono super tristissima ho dovuto rinunciare al mio cucciolo x colpa di un ipotetica allevatrice per niente adeguata al suo ruolo , ti ricordi che ti ho raccontato la storia che ha preso il virus e stava quasi morendo , solo per aver chiesto il certificato di garanzia del cane tutto è andato a monte , non ha voluto farmelo dicendo che il cane adesso stava bene ….. non mi convinceva molto mi puzzava è assurdo che un allevatore non debba fare un certificato di garanzia o no ???? be ho dovuto rivolgermi ad un altro allevamento sicuramente pù serio del precedente , speriamo in bene !!!!! ciao

  • Francesco(AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Rosy, sì, mi ricordo bene. Ci dispiace tanto perché ti eri già molto affezionata al cucciolo… Allo stesso tempo però crediamo che tu sia stata fortunata nella sfortuna perché, comportandosi così, quella persona si è calata la maschera e si è scoperta per quello che è: una pseudo-allevatrice che opera al limite della legalità e dell’onestà (per non dire di più). Un allevatore serio ti farebbe un contratto serio e non avrebbe problemi a garantire sulla salute del cucciolo. Ti facciamo ancora un grande in bocca al lupo per la tua nuova vita accanto al cucciolo che troverai. Ti auguriamo anche che la sua simpatia compensi i momenti che hai passato.

  • Rosy scrive:

    Grazie di cuore siete davvero speciali !!!!! Buon Natale

  • Enrico scrive:

    Ciao. Prima di tutto mi associo ai complimenti di tutti: ho trovato tantissimi consigli utili nelle vostre rubriche. Arrivo al dunque…Ho da due settimane una cucciola di tre mesi. Va tutto benissimo…. Per ora la tengo nell’appartamento, dove le ho preparato il suo ambiente. In futuro stara’ sia in casa che nel mio giardinetto privato. Vi chiedo: qual’e’ l’altezza minima della recinzione esterna per essere sicuri che non riesca a scalvacarla? Scusate se avete gia’ dato questa risposta in qualche altro commento….ma non l’ho trovata. Grazie in anticipo.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Enrico, grazie per i complimenti! Ci sembra che tu stia organizzando al meglio la vita e gli spazi per la tua cucciola, bravo! Dunque, solitamente una recinzione esterna alta un paio di metri mette al riparo da eventuali fughe, ma fai attenzione che sia ben piantata nel terreno onde evitare che il cane riesca ad uscire passandoci sotto. In più, se ti ritrovi con una beagle arrampicatrice (credimi, esistono i beagle arrampicatori!), sarà il caso di piegare verso l’interno l’estremità della recinzione in tutta la sua lunghezza, in modo da rendere la scavalcata ancora più difficoltosa. 🙂

  • Iolanda scrive:

    Buongiorno vorrei qualche info sui beagle, premetto che non ho mai avuto cani quindi sono praticamente inesperta. Io e mio marito abbiamo deciso di prendere un cucciolo di questa razza perché mi sembrano adatti alle nostre esigenze, l’unica mia perplessità e’ che abbiamo un bilocale senza giardino ma con un balcone molto ampio e non so dove organizzare lo spazio per il cucciolo anche perché non mi sembra il caso di farlo stare fuori e in casa ho cucina soggiorno. Se potete darmi un consiglio ve ne sarei grata

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Iolanda! Dunque il Beagle è un cane che ha tantissime qualità ma è anche un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Per questo motivo fai benissimo ad informarti il più possibile sulle caratteristiche del beagle e a pensare bene a come potrebbe cambiare la tua vita dopo che avrai portato a casa un cucciolo di questa razza. Non è strettamente necessario avere un giardino e può adattarsi a stare in casa da solo per qualche ora al giorno, a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi. Per quanto riguarda la gestione del suo spazio potrai sacrificare un angolino della casa e adibirlo al suo “spazio-tana”, basterà acquistare un recinto per interni e metterci dentro la cuccia, le ciotole, la traversina su cui sporcare ecc… come spiegato nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”.

  • Mariano scrive:

    Ciao, vi faccio innanzitutto i complimenti per il sito che credo di aver letto praticamente da cima a fondo! Dopo tanti anni sto finalmente per coronare il sogno di prendere un cucciolo e ho scelto questa splendida razza….ma bando alle ciance :D, diverse persone mi hanno sconsigliato di acquistare fin da subito un osso in pelle per il mio cucciolo perchè dicono che a poco più di 2 mesi il loro apparato digerente è ancora molto sensibile e che potrebbe fargli male, che ne pensate? Grazie mille per la risposta

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mariano, grazie mille per i complimenti, siamo felici di sapere che hai trovato utili i nostri articoli! Dunque, diciamo che gli ossini di pelle possono andare bene anche per i cuccioli, ma bisogna sempre fare attenzione a non esagerare, ad esempio per i primi tempi puoi comprare quelli molto piccoli a forma di bastoncino e dargliene 1/2 al giorno in modo da indirizzare su questi la sua voglia di masticare. 🙂

  • Enrico scrive:

    Ciao. Faccio riferimento alla mia precedente domanda sull’altezza della recinzione…. Grazie per la risposta. Ho omesso di dire che il mio giardinetto privato ha una recinzione attualmente alta circa 1,2. Si tratta di una recinzione all’interno dell’area comune di una cascina completamente ristrutturata e che non posso (per vincoli estetici) innalzare di molto…..Penso di poter arrivare fino a massimo 1,5m. Spero che basti! 🙂 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Un metro e mezzo di recinzione dovrebbe bastare a contenere un beagle non particolarmente ingegnoso ed intraprendente, al massimo, visto che non la potrai alzare ulteriormente, aggiungi un pezzo di rete e piegalo verso l’interno. 🙂

  • Enrico scrive:

    Grazie ancora per i consigli!!!
    Ho ancora qualche mese per studiare la mia cucciola (per ora è al caldo in casa…..) e a breve inizio un corso di educazione base: sarà l’occasione anche per inquadrare il suo carattere.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ottima scelta, vedrai che non te ne pentirai! 🙂

  • Sara scrive:

    ciao a tutti! intanto volevo farvi i complimenti per il vostro sito,l’ho letto praticamente tutto e devo dire che mi è stato utilissimo!volevo chiedervi una cosa.. sabato prossimo accolgo in casa un cagnolino beagle di nome Leo(ha due mesi):D,vorrei abituarlo a stare dentro casa.. cosa dite se per il primo periodo, solo quando sono a lavoro, lo lascio dentro a una specie di box o recinzione che sistemerò in lavanderia apposta per lui(con cuccia coperta acqua giocattoli e tappetino per i bisogni ecc..)?Quando sono a casa invece resta libero in casa e poi lo porto anche fuori naturalmente!Ma x il primo periodo soprattutto perchè non rovini mobili ecc.. e non si faccia male,pensavo di sistemarlo così che dite? riesco ad abituarlo cosi quando sarà più grande può restare qualche ora in casa da solo senza box e senza rovesciare la casa;)! grazie!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Sara, grazie per i complimenti e tanti auguri per l’imminente arrivo a casa di Leo! Dunque, noi per primi incoraggiamo la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cucciolo avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo. Solitamente però si consiglia di posizionare il box in una zona “vissuta” della casa, che può essere il soggiorno o la cucina, in modo che il cucciolo non si senta escluso. In ogni caso è necessario cercare di rendere questo spazio il più confortevole possibile, nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento” trovi qualche informazione in più. 🙂

  • sara scrive:

    va bene.. grazie mille!:)

  • laura scrive:

    Ciao a tutti!!! complimenti intanto per questo sito, èveramente utile!!!!!
    Mi presento, sono Laura e da 2 giorni a casa con me e mio marito c’è la piccola CLOE, di 2 mesi e mezzo.
    Premetto che prima di portarla a casa abbiamo letteralmente divorato ogni articolo di questo sito, per prepararci al meglio con tutti gli accorgimenti necessari…
    Reniamo la piccola in casa con noi, ma come da voi suggerito, le abbiamo riservato una stanza, dove abbiamo costruito un recinto, con dentro la sua cuccia, un peluche e un maglione con l’odore dei genitori, ciotola dell’acqua, un giochino, e dove all’occorrenza mettiamo la ciotola della pappa.
    Mentre nel salotto dove tyrascorriamo insieme il tempo c’è la sua cesta con il suo osso.
    Devo dire che Cloeè davvero bravissima, dolce, ricettiva e molto ubbidiente… é 2 giorni che è qui, la sera dopo averla fatta giocare, mangiare,appena vediamo che è stanca ,l’abbiamo messa
    nel suo recinto dentro la cuccia chiuso la porta e spento la luce, si è lamentata pochissimo, e poi si è fattarisentire l’indomani mattina!!!!!
    Il mio problema è questo: la mattina le do la pappa, la lavo, la faccio giocare, e così anche il pomeriggio…però vorrei che imparasse a starsene tyranquilla nel suo recinto anche alcune orette di mattina e pomeriggio,in modo che io possa organizzarmi lagiornata, o che possa uscire senza paurache mi giri per casa, o per metterla lì quando viene qualcuno che ha paura…
    Ma è un continuo lamento!!! 15 minuti di pianti, poi stazitta, poi se mi sente riprende…io evito di entrare o dirle qualcosa… ma sta poco in silenzio…Cosa sbaglio? che fare?
    grazie|

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Laura, innanzitutto tanti auguri per l’arrivo in famiglia della piccola Cloe e complimenti per esserti informata il più possibile su come gestirla. Dunque, stai tranquilla, non stai sbagliando niente, semplicemente devi solo darle più tempo. Non si può pretendere che una cucciola così piccola, che è appena stata portata via dalla mamma e dai fratellini, si abitui in due giorni a restare sola! E’ normale che si lamenti, i cuccioli vorrebbero sempre stare in compagnia e in più deve ancora prendere confidenza con la nuova casa e la nuova famiglia. Perciò continua ad ignorare i suoi pianti, ma cerca, se possibile, di lasciarla sola partendo da tempi molto brevi per arrivare, ogni giorno, a lasciarla per tempi sempre più lunghi, per abituarla in modo graduale a questa situazione.

  • laura scrive:

    Ok, grazie mi hai tranquillizzata..
    oggi leggevo che l’ansia di restare sola dipende anche dal fatto che le sto troppo addosso ,oggi ho tentato di passare momenti di gioco, e momenti in cui entrando e uscendo dalle stanze mi chiudevo la parta lasciandola fuori, uscendo solo quando smetteva di piangere, o ignorarla mentrelei mi chiedeva di giocare, e poi infastidirla quando voleva starsene per i fatti suoi….é stata dura!!!!
    ma ora l’ho messa nel suo recinto, e non ha fatto un lamento!
    speriamo bene, che non sia solo un caso… io intanto proseguo anche gli altri giorni… e vediamo se arriverà il giorno in cui potrò uscire di casa e lasciarla nel suo recinto, con le sue cosesenza paura che i vicini chiamino la Polizia!!!!!!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Assolutamente sì, infatti non bisogna mai enfatizzare il momento dell’abbandono e quello del rientro con tante smancerie: bisogna uscire di casa senza nemmeno salutarla, come se per voi fosse la cosa più normale del mondo e quando rientrate aspettate che lei si sia calmata prima di chiamarla e di salutarla tranquillamente. Inoltre lasciatele una tv o una radio accesa a basso volume, qualcosa da masticare o con cui distrarsi e passare un pò di tempo (come ad esempio un Kong ripieno di cibo che deve impegnarsi ad estrarre). In questo articolo trovi qualche informazione in più a riguardo: Affrontare l’ansia da separazione del Beagle

  • loretta scrive:

    Ciao, sabato vado a visitare un allevamento di beagle. A noi piacerebbe molto averne uno, tra un anno poi cambieremo casa e avremo un pezzo di giardino ma la tentazione e molto forte anche ora che siamo in appartamento.
    Mi domando…io lavoro esco verso le 08.30, rientro verso le 15.00. Mio marito e’ sempre fuori, le mie bimbe a scuola…un cucciolo non potrebbe stare solo tante ore da subito vero? Come si puo’ iniziare il tutto? Non sempre e’ possibile trovare i cuccioli durante le ferie…quando uno e’ a casa, come si puo’ superare questa cosa? Grazie ciao PS: complimenti per il sito

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Loretta, ci sembra di capire che la tua voglia di adottare un cucciolo di beagle sia tanta, ma che tu abbia ancora molta confusione in testa. Pertanto il nostro primo consiglio è NON AVERE FRETTA. Cerca di risolvere prima tutti i tuoi dubbi, cerca di capire come potrà cambiare la tua vita con un cucciolo e se riuscirai a far fronte a tutte le sue esigenze. Quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini. Senza ombra di dubbio il Beagle è un cane che ha tantissime qualità, ma è anche davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Non è necessario avere chissà quale esperienza per crescere un Beagle sano ed equilibrato, è indispensabile però conoscere le caratteristiche della razza e capire se è un cane che può adattarsi alle tue abitudini e se riuscirai a prenderti cura di lui nel migliore dei modi. Il beagle un cane che ama stare all’aria aperta e necessita di molto movimento e di esercizio fisico, pertanto ha bisogno di fare lunghe passeggiate, di giocare e di socializzare con i suoi simili. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Da cucciolo inoltre è necessario sorvegliarlo il più possibile per correggere i suoi errori e premiarlo immediatamente quando fa la cosa giusta. Così facendo verrà educato nel modo più corretto e veloce a fare i bisogni nel posto giusto, a stare da solo, a dormire nella cuccia ecc… senza doverti ritrovare in futuro a dover correggere comportamenti sbagliati ma che ormai sono stati acquisiti e quindi più difficili da eliminare. Sicuramente col tempo può adattarsi a stare in casa da solo (anche se 8 ore per un cucciolo sono davvero tante!!!), a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Alla luce di tutto questo ti consigliamo di prenderti tutto il tempo necessario prima di arrivare alla decisione finale.

  • Luigi scrive:

    Buonasera a tutti,leggo con piacere e trovo di grande utilità questo web.
    Tra qualche mese prendere presso un allevamento un beagle e dato che è il primo cucciolo oltre a mia figlia di 7 anni vorrei dei vostri consigli.
    Prima di tutto acquisterò questo :
    http://www.zooplus.it/shop/cani/accessori_viaggio_cane/gabbie_metalliche_cani/gabbia_trasporto_cani/101116

    L 116 x P 77 x H 86 cm da inserire nel soggiorno e per farlo abituare alla sua casina nel mio appartamento e pertanto vorrei sapere se va bene.

    Inoltre vorrei avere maggiori info dopo quanto tempo posso portarlo in giro a contatto con altri cani ecc.,che tipo di cibo utilizzare,tipo di guinzaglio,pettorina,che tipo di premi acquistare ecc.

    Se gentilmente mi inserite i link degli articoli perchè lo trovo molto utile.

    In attesa di una vostra,saluto cordialmente e vi ringrazio anticipatamente.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Luigi, è corretta l’idea di trovare un sistema per confinare il cucciolo nei primi mesi a casa, ma più che una gabbia, la soluzione ideale sarebbe utilizzare un box oppure chiudere con un cancelletto una stanza (o una porzione di essa): nel recinto deve esserci lo spazio per la cuccia, le ciotole, la traversina per i bisogni e qualche giochino. Eccoti un esempio: Beagle in confinamento.
    Noi consigliamo sempre di portare fuori il cucciolo fin da subito, è davvero molto importante per la sua educazione e per la formazione del suo carattere. Naturalmente finchè non ha terminato il ciclo di vaccinazioni bisogna prendere i dovuti accorgimenti, come portarlo in zone il più possibile “pulite” e poco frequentate da altri cani, evitare di farlo entrare in contatto con cani sconosciuti, evitare di farlo avvicinare a feci di altri animali e coprirlo bene in caso di freddo o pioggia.
    Per quanto riguarda l’alimentazione puoi leggere i seguenti articoli:
    Alimentazione del Beagle: scegliere il cibo giusto
    Alimentazione del Beagle: la scelta del giusto cibo secco
    Alimentazione del Beagle: quanto e quando?
    Mentre sulla scelta degli accessori leggi gli articoli contenuti in questa categoria: Accessori

  • Luigi scrive:

    Ciao Simona e grazie per la tua risposta tempestiva.
    Il link del Beagle in confinamento non va.

    Grazie per tutto il resto.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Chiedo scusa, ecco il link aggiornato: Beagle in confinamento 🙂

  • Luigi scrive:

    questo che misure ha? hai un link dove posso trovarlo per acquistarlo?

    grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Non ne ho idea, non è nostro, ma ne trovi facilmente se cerchi “recinto da interno per cani”.

  • laura scrive:

    ciao….volevo chiedervi
    Petra di giorno sta fuori,e di notte dentro adesso che vengono le giornate calde,se non a niente da fare si diverte a rovesciarsi la ciotola dell’acqua addosso,metre quando viene dentro per dormire rovescia la ciotola del cibo……..dato che le mie ciotole sono quelle da mettere nel portaciotole è piu facile rovesciarle che non quelle come le vostre con il bordino antiscivolo!( le rovescia anche se sono dentro il portaciotole!)é meglio che le compro come le vostre?sono meno facili da rovesciare?sono meglio in plastica o in ferro?
    Grazie in anticipo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ahahahah! Che bei passatempi si è trovata Petra! Allora, intanto ti consigliamo di evitare di lasciare a disposizione la ciotola del cibo, anche se vuota: gliela dai con la pappa al momento di mangiare e appena finisce gliela togli. Per quanto riguarda le ciotole sicuramente sono meglio quelle in metallo, se hanno il bordino antiscivolo meglio ancora, quindi puoi provare a comprare qualcosa di questo tipo: Ciotole cani ma se si è messa in testa che si diverte un mondo a rovesciarle è probabile che troverà il modo per farlo con qualsiasi ciotola. A quel punto non dovrai più lasciargliele a disposizione (almeno in casa), ma dargliele soltanto quando sarà il momento di mangiare o bere.

  • laura scrive:

    Grazie del consiglio ne terro conto! =)

  • laura scrive:

    ciao……adesso ho comprato le ciotole per cani come quelle della foro,solo che la ciotola all’interno non si puo spostare! (se no saremo punto a capo!)sono semplici in metallo con la gommina antiscivolo…..abbiamo fatto in modo che si incastrassero con dei mattoni ai lati come le altre solo che queste sono irremovibili fin ora!Non hanno decori…ma sono funzionali e almeno non devo cambiarle l’acqua ogni mezzora perché rovescia la ciotola!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Alla grande! 🙂

  • silvia scrive:

    buongiorno a tutti, vi volevo chiedere dove sarebbe meglio posizionare il recinto per il cucciolo di beagle che ci arriva in settimana. Noi lo avremmo pensato in soggiorno vicino alla tv e al divano, per stare vicino a noi.Però ci siamo domandati se è sconsigliabile visto che la tv lo può spaventare e dopo cena la guardiamo spesso?Sarebbe meglio in una stanza studio dove lavoriamo di giorno e dove però può rimanere solo durante pranzo cene e dopocene? Grazie e complimenti per il sito utilissimo!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Silvia, innanzitutto tanti auguri per l’imminente new-entry in famiglia! La posizione ideale del recinto per il confinamento è in una zona della casa “vissuta” ma comunque tranquilla e non completamente in mezzo al passaggio, quindi va benissimo il salotto o la cucina, meno bene può andare il ripostiglio o l’anticamera. Pertanto la soluzione che hai pensato ci sembra ottimale, sicuramente non sarà spaventato dalla televisione, anzi, gli farà compagnia quando dovrete lasciarlo solo! 🙂 In questo articolo puoi trovare maggiori informazioni a riguardo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”.

  • Silvia scrive:

    Ciao Simona, grazie per i consigli..lo abbiamo sistemato in soggiorno vicino al divano e speriamo che si ambienti!! 😉

  • Silvia scrive:

    Ciao Simona, da tre giorni abbiamo portato a casa il nostro piccolo beagle di 2 mesi!! 😉 abbiamo creato il suo recinto, come avete scritto voi, per tenerlo con noi in casa e a parte il primo giorno che piangeva sempre..poverino..è molto bravo perchè fino ad adesso ha fatto i suoi bisogni fuori sull’erba. Però ogni tanto fa la pipì nel sul cuscino e non nel giornale e anche sulla pezza che abbiamo portato dai suoi fratelli e mamma.Se fa la pipì sulla sua cuccia è possibile che la continui a fare perchè ha imparato a farla li o è solo perchè è piccolo? Come possiamo disabituarlo a farla proprio sul suo cuscino? Sembra che non sia molto contento di rimanere all’interno del recinto, piange per attirare la nostra attenzione. Un’altra cosa, appena sveglio gli dobbiamo dare subito i suoi croccantini?Grazie mille!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Silvia, purtroppo il problema della pipì nella cuccia è piuttosto complesso e richiede un’analisi approfondita. Può essere considerabile un segnale di stress ma può dipendere anche dal fatto che non sente la cuccia come una tana sicura, tutta sua e protetta, per cui la marca con la pipì. Ad esempio se viene spostata spesso, non dandogli modo di crearsi delle abitudini, se è abituato a sporcare sulle traversine che sono fatte di un materiale simile a quello del suo cuscino, se si trova in un luogo della casa non molto tranquillo, se viene spesso lavata e quindi viene ogni volta cancellato il suo odore che lo rassicura… Avendo portato a casa il cucciolo da soli 3 giorni ipotizziamo semplicemente che ancora non abbia ben capito dove fare i bisogni e che si trovi ancora un pò spaesato… se ricapita non sgridarlo, considera che deve ancora abituarsi alla sua nuova vita e alla sua nuova casa: è normale che non gli piaccia stare nel suo recinto, ma insisti e vedrai che presto imparerà a riconoscere quel posto come la sua “tana”. Lascia sempre nel recinto una traversina per i bisogni e premialo ogni volta che li fa in quel posto, in modo da incentivarlo a farli sempre lì. Per quanto riguarda la pappa sta a te decidere quando è meglio dargliela, solitamente (ma parliamo di cagnolini un pò più grandicelli) è meglio fargli fare prima la passeggiata e dargli da mangiare solo al ritorno. Per il momento puoi fare come ti trovi più comoda. 🙂

  • simone scrive:

    buon giorno,tra poco tempo ho deciso di avere un cucciolo di beagle,e vorrei da voi un consiglio…sapete darmi qualche opinione sull allevamento dei sette camini a masi in provincia di padova..grazie mille anticipatamente

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Simone, conosciamo l’allevamento da te citato solo per sentito dire e dovrebbe essere assolutamente valido, ma ti consigliamo di prenderne in considerazione 2-3 (in zona c’è anche l’allevamento Whiteax), visitarli, farti un’idea di come vengono tenuti i cani, fare due chiacchiere con gli allevatori e solo alla fine decidere dove acquistare il cucciolo. In questa pagina puoi trovare l’elenco dei migliori allevatori italiani divisi per regione: Allevamenti Beagle.

  • Anto scrive:

    Buona sera!

    Inanzittutto vorrei dire che siete fantastici. Si vede che fatto tutto ciò con passione e amore. Già prima di portare il nostro cucciolo a casa ci siamo informati qua. Andiamo al dunque però .. abbiamo portato oggi a casa il nostro beagle, di 2 mesi e passa. Il viaggio è stato abbastanza difficile, era tutto agitato, si spaventava molto spesso di vari rumori, ecc. Arrivati a casa anche qua abbastanza agitato, ma giocherellone. Poi ha iniziato a girare per tutta casa e ad annusare tutto. Volevo sapere se è normale questo comportamento visto che ha cambiato ambiente, o quale possa essere il motivo.

    Grazie mille !!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Anto, grazie per i complimenti e tanti auguri per la new-entry in famiglia! Non preoccuparti, il suo comportamento è del tutto normale: considera che è appena stato prelevato da persone sconosciute, portato via contro la sua volontà dalla mamma e dai fratellini e catapultato in un ambiente mai visto prima, perciò il fatto che si senta spaesato è assolutamente comprensibile! Lasciategli il tempo che gli serve per ambientarsi e abituarsi al nuovo stile di vita, lasciandolo tranquillo e cercando di non fargli vivere incontri o emozioni forti per il momento.

  • Valentina scrive:

    Ciao… Ho un cucciolo di 3 mesi… Premetto che ancora non abbaia in maniera vera e propria, volevo sapere perché quando si trova sul divano o su un telo morbido o su un tappeto morbidoso inizia a correre come un pazzo, si rotola su se stesso e ad abbaiare veramente.. È pazzesco.. Succede solo al mio?? Grazie!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valentina! Dunque, quello che descrivi è un comportamento molto comune nei cuccioli più scatenati, quello che succede noi li chiamiamo i “5 minuti di follia del beagle”! Spesso i cuccioli dopo la passeggiata o dopo aver mangiato sono molto “carichi” e devono trovare un modo per sfogare le loro energie e quindi iniziano a correre per la casa come dei pazzi, a mordicchiare tutto e tutti, abbaiare, montare e chi più ne ha più ne metta. In questi casi quello che dovresti fare è incanalare le sue energie in attività più costruttive, finchè questi attacchi di follia non scompariranno. Intanto, assicurati di fargli fare la giusta quantità di movimento ogni giorno, che è essenziale per l’equilibrio del suo carattere (almeno due passeggiate abbastanza lunghe, una al mattino e una al pomeriggio/sera). Inoltre quando prevedi uno di questi “attacchi”, cerca di impegnarlo in attività con cui possa stemperare l’eccitazione, ad esempio nascondendo dei bocconcini e facendoglieli cercare, oppure facendolo lavorare su un gioco di attivazione mentale o anche con un semplice Kong pieno di cibo che dovrà impegnarsi ad estrarre, oppure un osso di pelle da masticare. Sono tutti giochi che lo tengono impegnato mentalmente e allo stesso tempo lo rilassano.

  • Valentina scrive:

    Ok grazie mille Simona.. Proverò con i tuoi consigli!! Alla prossima!

  • ludovica scrive:

    non so dove scrivere questa mia domanda quindi la scrivo qui
    abbiamo preso ieri un cucciolo di beagle perchè il proprietario non volea tenerlo oltre i 60 giorni
    il fatto e che io lavoro e posso prendere solo due giorni dal lavoro per farlo ambientare e poi dovrò lasciarlo a casa per 4 ore
    i miei figli lo hanno voluto prendere e lo hanno portato in casa loro vanno a scuola e io lavoro
    lo abbiamo preso ed è a casa speriamo che questa notte non pianga ho preso due giorni dal lavoro per farlo ambientare …ma come faccio a lasciarlo da solo per 3-4 ore al giorno?
    come faccio a farlo abituare a stare a casa solo?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Innanzitutto CIAO. Beh, considera che il tuo cucciolo è ancora molto piccolo perciò è normale che, se si sveglia durante la notte, piagnucoli un pò… tutti i cuccioli soffrono di solitudine e vorrebbero sempre stare in compagnia. Purtroppo però il modo migliore per far abituare il cane a non piangere di notte non è correre da lui al primo lamento, ma ignorarlo. Eventualmente puoi metterti a dormire vicino a lui, ma quando lo senti piangere, limitati a parlargli in modo tranquillo e pacato, in modo che si senta comunque rassicurato dalla tua presenza. Va bene anche abituare il cucciolo a restare da solo fin da subito per qualche ora al giorno, 4 ore non sono di certo un dramma e, se farai tutto nel modo corretto, per lui non sarà un trauma. Dovresti però cercare di informarti meglio su come gestire il piccolo, a partire dai seguenti articoli:
    Quando il cucciolo piange di notte
    Come insegnare al cucciolo di beagle a rimanere solo
    Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”

  • michele scrive:

    Ciao, allora io sto aspettando il mio cucciolo che arriverà tra 3 settimane, la casa è pronta e non vedo l’ora di divertirmi con il mio nuovo amico. Mi sono rivolto ad un allevatore serissimo, anche se non è tra la vostra lista, sta per prendere (a febbraio) l’affisso ENCI, e l’allevamento è curatissimo (che ho visitato già 2 volte). Cosa sulla quale ho prestato le mie attenzioni è stata la documentazione e quant’altro accompagnavano il cucciolo, prenderò il cucciolo al compimento del 61esimo giorno, e sarà munito inoltre di doppio vaccino, doppia sverminazione, microchip, pedigree, certificato medico del cucciolo e dei genitori, e la garanzia dell’allevatore, il quale in oltre mi lascerà un sacchetto di crocchette da 3 kg che prende il cucciolo nell’allevamento (marca d’alta qualità, e cruelty free). Il mio cucciolo è bellissimo (il padre è un giovane campione che proviene da Casa Calbucci) e credo che ho scelto l’allevamento giusto, serio ed affidabile, ma mi sono domandato come mai non è tra la vostra lista!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Michele, ovviamente non possiamo conoscere tutti gli allevamenti di Italia, la nostra lista fa riferimento al club italiano del Beagle, che dovrebbe garantire una certa professionalità degli allevatori soci.

  • michele scrive:

    si si questo lo sò, volevo solo essere sicuro di aver fatto la scelta giusta.
    sò che comunque le certificazioni e le garanzie che il mio allevatore mi dà sono di gran lunga superiore agli “standard generali”, però volevo avere la prova del nove, e dato che comunque ho valutato anche la posizione geografica dell’ allevamento, non volevo che questo fattore potesse in qualche modo influenzare la qualità dell’ allevamento scelto. E vedendo che il mio allevatore lavora nella maniera da voi indicata, ma non è nella vostra lista, volevo sincerarmi che è tutto comunque nella norma! comunque grazie, siete fortissimi, se sarò in grado di crescere un cane equilibrato sarà anche per merito vostro!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Grazie a te per averci scritto e tanti auguri per l’imminente arrivo del cucciolo! 🙂

  • Raffaele scrive:

    Ragazzi scusate ma voi per “cuccia nel confinamento” intendete un cuscinotto nel box ?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Esattamente, per cuccia intendiamo proprio un cuscinone o un letto per cani.

  • Raffaele scrive:

    Ragazzi comunque abbiamo cambiato allevamento,prenderemo il cane dall’allevamento di casa Gherdovich ! Domenica li andiamo a visitare,un vostro parere ?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Non li conosciamo ma ci risulta che allevino prevalentemente beagle da lavoro, quindi belli attivi, dinamici e con uno spiccato istinto venatorio, di solito evitiamo di consigliare queste linee di sangue a chi prende un beagle per la prima volta, comunque fai benissimo a visitare l’allevamento prima di prendere una decisione definitiva, così puoi renderti conto personalmente di come vengono allevati i cuccioli e della loro serietà e professionalità.

  • Raffaele scrive:

    Come mai sconsigliate queste linee di sangue ? Voi personalmente,potreste consigliarmi un allevamento ? Comunque noi,in caso scegliessimo Gherdovich,avremmo il cucciolo di 62 giorni,per cui non si abituerebbe ai nostri ritmi ? Per abituarsi ai nostri ritmi intendo che il suo istinto venatorio sia,un minimo,placato.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Per quanto riguarda la scelta dell’allevamento noi consigliamo di visitarne almeno 3 e poi decidere, in base all’impressione avuta e dalla tipologia di cuccioli allevati, a quale affidarsi. In Toscana ce ne sono di molto validi, li puoi trovare nella nostra pagina “Allevamenti”. Sconsigliamo le linee di sangue da lavoro ai neofiti, a chi è alle prese con il primo beagle e magari addirittura con il primo cane, perchè si tratta di cani molto attivi e dalle grandi esigenze di movimento e di “lavoro”, che non significa per forza andare a caccia, ma semplicemente di essere impegnati fisicamente e mentalmente quotidianamente. Se queste esigenze non vengono soddisfatte, il cane diventa stressato e tutte le energie accumulate si trasformano in comportamenti negativi, pertanto la gestione quotidiana di un cane del genere risulta più impegnativa e faticosa. Se poi tu hai un sacco di tempo da dedicare al cucciolo ogni giorno, ti piace passare molto tempo all’aria aperta, fare attività fisica e vuoi impegnarti nella sua educazione allora non avrai problemi.

  • Lory scrive:

    Ciao, necessito di un consiglio. Stamattina ho contattato un serio allevatore di beagles per un eventuale vendita di un cucciolo (premetto che è un primo contatto e non ho mai avuto un cane, ma sono molto attratta dalla razza). Lui ha fatto di tutto per dissuadermi, spiegando che i cani di questa razza sono testardi e tendono a non ascoltare i padroni i nessun caso, sono super vivaci e tenderanno per la vita ad ignorare i comandi, oltre a rosicchiare qualunque cosa. Inoltre abito in un appartamento ed è per lui un ulteriore disagio per il cane. Che devo fare ? Sono molto demoralizzata ! Io ho tanta pazienza, certo lavoro e vivo una mezza giornata fuori casa, ma non sarebbe lo stesso con un altro cane ?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lory, dunque, probabilmente l’allevatore in questione non ha ritenuto che tu possa essere la proprietaria ideale per uno dei suoi cuccioli e, piuttosto che vederselo tornare indietro (come capita spessissimo) dopo un paio di mesi, preferisce non chiudere una vendita sicura e questo comportamento sta solo a significare la professionalità dell’allevatore e il suo amore verso i propri cuccioli. Dunque, purtroppo sul beagle si sentono dire una marea di luoghi comuni: è testardo, impossibile da educare, distrugge la casa, appena può scappa, abbaia tanto, ecc… La realtà è che queste cose diventano vere solo se non si instaura con il cane una relazione soddisfacente e se non vengono soddisfatti quotidianamente i suoi bisogni fondamentali. Bisogna sempre considerare che il beagle nasce come cane da caccia, ama stare all’aria aperta, fare lunghe passeggiate, ha bisogno di esplorare il mondo, di giocare e di socializzare con i propri simili. Se non gli viene data la possibilità di sfogare tutte le sue energie, il risultato è un cane frustrato che: distrugge la casa, appena può scappa, abbaia tanto, ecc… 🙂 Poi la testardaggine, quella c’è, inutile negarlo. Quando un beagle si mette in testa qualcosa, è quasi impossibile distoglierlo! Ma anche questo deriva dalla sua natura di segugio e comunque la vediamo come una caratteristica della razza, più che un difetto. Alla luce di tutto questo dovresti prima di tutto cercare di capire se il beagle è un cane che può essere compatibile con il tuo stile di vita e se riusciresti a soddisfare le sue esigenze. Nel nostro sito puoi trovare tutte le informazioni che vuoi riguardo la sua educazione, ma per il momento ti consiglio di leggere attentamente i seguenti articoli:
    Il carattere del Beagle
    I famigerati luoghi comuni sul beagle
    Beagle felice? Sì, grazie!

  • Lory scrive:

    Ciao Simona,ti ringrazio per la tempestiva risposta. In effetti mi sto addentrando adesso nel mondo del beagle e il vostro sito lo sto leggendo da cima a fondo, incluse anche le esperienze degli altri proprietari e le vostre risposte. Devo farvi i miei complimenti perché trattate praticamente qualiasi caso o argomento in modo molto esaustivo; pertanto se non li ho ancora letti, andrò immediatamente a leggere ciò che mi hai condigliato.
    Vorrei però fare una premessa, sicuramente l’allevatore sarà serissimo, ma io l’ho contattato per la prima volta e solo al Tel,quindi non ci conosciamo in alcun modo, e non appena ha sentito da parte mia la parola “beagle” ha iniziato a dissuadermi da subito, senza nemmeno sapere chi sono, quanti anni ho, se in famiglia ci sono bimbi, che tipo di vita facciamo…. niente !!! Mi è sembrata come una sorta di “terrorismo mentale”, non saprei come altro chiamarlo. In più ha cercato di orientarmi verso un’altra razza che alleva (jack russel) per la quale non ho particolare interesse, insistendo soprattutto sulla mancanza di ascolto del beagle verso il padrone. Io comunque sono una persona attenta e oculata ed è per questo che, prima di adottare un cucciolo, mi sto documentando proprio per capire se “io” posso essere la mamma giusta per un beagle. Se così non dovesse essere, sarò io stessa a desistere e cercare la razza più adatta. Noi siamo 2 adulti, io e il mio compagno, entrambi 45 anni senza figli e lui, a differenza mia, ha avuto esperienza con una boxerina vivacissima. È per questo che ho chiesto consiglio a voi e vi ringrazio immensamente. Certo non mi fermerò al primo allevatore, ma voglio avere un contatto con più persone perché sono certa che la verità sta sempre nel mezzo e con pazienza, volontà e amore penso di potercela fare. Grazie di tutto e spero un giorno di potervi dare una buona notizia.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Mmmmmm, in effetti solitamente un BUON allevatore fa una sorta di terzo grado al potenziale cliente prima di decidere se può essere un buon proprietario per un suo cucciolo oppure no! E’ vero che il beagle è un cane molto impegnativo, soprattutto da cucciolo, ma come dicevo nel commento precedente, con un po’ di impegno si può riuscire ad instaurare con lui un bellissimo rapporto e a dargli una buona educazione. Quindi fai benissimo a non darti pervinta e soprattutto a contattare altri allevatori, almeno 2 o 3 e, dopo la telefonata di rito, ti consiglio di visitare personalmente gli allevamenti prima di decidere dove prendere il cucciolo, in base all’impressione che avrai avuto sulla loro esperienza, professionalità e amore per la razza. Nel mentre continua ad informarti il più possibile, in bocca al lupo! 🙂

  • Lory scrive:

    Grazie ancora Simona per il tuo aiuto. Lo farò senz’altro! E in bocca al “beagle” a tutti !!!

  • Giulia scrive:

    Tra poco riceverò 4 cuccioli di Beagle!!!!!!!
    Sono preoccupata !!!
    Ho paura che si annoiano in appartamento.
    Come faccio a sapere se saranno felici?
    Se si annoiano che cosa faccio?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Sara, spero davvero che tu sia pienamente consapevole dell’impegno ENORME che stai per intraprendere. Ecco qualche articolo che risponde alle tue domande, ti consiglio di leggerli attentamente e di informarti quanto più ti è possibile su come allevare e crescere nel migliore dei modi ben 4 cuccioli:
    Beagle felice? Sì, grazie!
    Il carattere del Beagle
    Come vivere bene con un Beagle in appartamento
    I famigerati luoghi comuni sul beagle

  • Jessica scrive:

    Salve!vi leggo ormai da settimane!domenica arriverà in casa Roma!!tra poco compirà 3 mesi!!anch io ho tutto pronto,una domanda..a me l idea del recinto non piace molto e volevo metterla a dormire vicino al letto di mia figlia(7 anni)..può andare bene!?mimsono raccomandata di non farla salire sul letto se piange ma semplicemente di allungare una manina e farle due carezze…grazie in anticipo!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Jessica, secondo noi non è affatto la soluzione ideale. Tua figlia di 7 anni non può gestire una cucciola così piccola, che di notte piange, si alza per fare i bisogni e salta continuamente sul letto (appena ne sarà in grado lo farà sicuramente). Se vuoi darle un’educazione adeguata puoi tenerla in camera tua, vicino al tuo letto, preparandoti però a passare delle notti in bianco per abituarla a rimenere nella sua cuccia. Poi quando sarà cresciuta e avrà già acquisito delle buone e salde abitudini potrai farla dormire nella camera di tua figlia.