Torna all'homepage
Apr
27

Le ghiandole perianali

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Salute

Le ghiandole perianali fotoAlcuni proprietari, loro malgrado, si sono ritrovati dal veterinario alle prese con un problema alle ghiandole perianali.
Infatti, se non fosse per le irritazioni che possono colpire questi organi, probabilmente non sentiremmo mai parlare di loro (a meno di non essere veterinari o professionisti del settore). Vediamo cosa sono e che problemi possono dare le ghiandole perianali.

Cosa sono?
Sui lati dell’ultimissimo tratto dell’intestino retto del cane, proprio vicino all’orifizio anale, si trovano le due ghiandole.
La loro posizione è più o meno simmetrica, per intenderci è pressappoco alle “ore cinque” e alle “ore sette” guardando frontalmente l’ano (sì, non è un bello spettacolo… ).

Queste ghiandole secernono un liquido abbastanza denso che di solito è giallo chiaro e ha un odore caratteristico e diverso da un animale all’altro, ovviamente se ci riferiamo all’universo di odori che è in grado di percepire un cane.
È una specie di “firma odorosa” che il cane applica alle feci ogni volta che vengono espulse dall’intestino retto: il loro passaggio comprime le ghiandole che rilasciano il loro prodotto, contenuto in una sorta di “sacchetti” adatti alla funzione.

In questo modo, anche attraverso le feci, il cane può marcare il territorio lasciando a disposizione degli altri cani la sua personale “carta d’identità”.Quindi non dobbiamo stupirci se a volte il nostro amico si sofferma a lungo ad annusare le feci di un suo simile… si sta solo informando! 🙂

Qual è il problema?
A volte può capitare che questi organi si irritino per una lunga serie di cause, generalmente legate alla presenza di microrganismi patogeni, provocando qualche fastidio al cane.

Ad esempio se il cane ha la diarrea per un po’ di tempo il passaggio delle feci, tra l’altro, non è in grado di comprimere abbastanza i sacchi delle ghiandole facendo ristagnare il loro contenuto e facilitando la proliferazione dei germi, oppure malattie dermatologiche o squilibri ormonali possono determinare irritazioni alle ghiandole perianali.

In condizioni anomale il liquido prodotto diventa ancora più denso, giallo scuro o marrone e tremendamente maleodorante a causa dei fenomeni purulenti provocati dai microrganismi patogeni.

È necessario intervenire per non peggiorare la situazione, che da semplice irritazione potrebbe portare a più gravi ascessi.

Sintomi?
Sono diversi da cane a cane.
Spesso l’animale si gratta il posteriore strofinandolo sul terreno, trascinandosi in una posizione goffa, oppure gira su sé stesso e non vuole più sedersi se non in posizioni piuttosto innaturali.

Inoltre il sintomo più comune di questa situazione, è un odore forte, caratteristico e decisamente disgustoso emanato dal cane, percepibile anche ad una certa distanza.
Quando è addormentato può capitare che il cane si svegli improvvisamente e giri all’impazzata incredulo e allarmato per cercare qualcosa di non ben definito, perché il fastidio è stato tale da svegliare l’animale che si è sentito come punto.

Alcuni cani riescono a trovare il modo di spremersi da soli le ghiandole con il muso e con i denti e così facendo si alleviano non di poco il dolore.
Le ghiandole irritate aumentano di volume e di consistenza tanto che, sapendo dove toccare, possono sentirsi al tatto.


Cosa fare?

Come accennato sopra, è necessario spremere queste ghiandole per far uscire il loro contenuto ormai compromesso e pericoloso.
Può farlo direttamente il veterinario (alcuni proprietari coraggiosi si sono fatti spiegare la procedura per ripeterla a casa, ma è facoltativo!) che prenderà le opportune contromisure per evitare che le condizioni del cane peggiorino e ci informerà sul comportamento da tenere a seconda del nostro caso specifico.

In certi casi il veterinario, a fronte di irritazioni serie e recidive, potrebbe scegliere l’asportazione chirurgica delle ghiandole perianali ma di solito non si arriva a tanto.

69 commenti:
  • Cristina scrive:

    Salve. La mia beagle harrier, Summer, è da sempre soggetta all’infiammazione delle perianali. La veterinaria mi ha spiegato che, in tempi remoti – quando i cani sgranocchiavano anche le ossa delle loro prede – il liquido serviva per agevolare la defecazione. Summer ha il vizio di sgranocchiare legnetti e, secondo la veterinaria, è questo che “risveglia” nel corpo il ricordo dell’antica funzione, non supportata però da una effettiva necessità fisica. pertanto il siero viene prodotto in eccesso e crea infiammazione. Condividete?

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Cristina,
    sinceramente questa funzione di agevolare la defecazione non ci risulta, ma il discorso può stare in piedi. Infatti, come moltre altre ghiandole, più vengono “strizzate” e più sono indotte a produrre secrezioni, quindi se Summer sgranocchia spesso legnetti e di conseguenza le feci sono dure, le sue ghiandole perianali possono essere in un certo senso sovrastimolate.

  • Anna scrive:

    Salve.La mia barboncina,ne soffre da sempre,il mio veterinario dice che il problema delle ghiandole infiammate può essere dovuto alla dermatite(che le viene in alcuni periodi dell’anno)ora mi ha consigliato le gocce ribes pet…possono essere utili?poi ho notato ke lei svuota le ghiandole(con odore davvero insopportabile)quando vengono in casa persone che non conosce…come mai accade questo e soprattutto posso far qualcosa per prevenire questo imbarazzante problema?grazie.

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Anna,
    non conosciamo il rimedio delle gocce ribes pet, ma se ti sono state consigliate dal veterinario, ci fidiamo! Puoi anche provare a mettere ogni giorno nella pappa della tua cagnolina un cucchiaio di crusca, che aiuta la normale defecazione e quindi il regolare svuotarsi delle ghiandole (se le svuota regolarmente è meno probabile che lo “svuotamento” avvenga in momenti poco opportuni). Se il problema è persistente ci sono anche dei farmaci antibiotici che possono aiutare, ma anche di questo dovresti parlare con il tuo veterinario.

  • Maria scrive:

    Salve la mia beagle di cinque anni a volte ha delle perdite perianali,tipo marroncino chiaro..però non sempre prima di defecare oppure dopo(qualche volta) secondo voi è normale?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao, da quello che ci descrivi le perdite potrebbero essere dovute ai sacchi anali troppo pieni. Per avere un parere più preciso sulla situazione ti consigliamo però di rivolgerti al tuo veterinario spiegandogli bene la situazione. Inoltre se la tua cagnolina ha davvero l’esigenza di svuotare le ghiandole lo farà lui eventualmente spiegandoti come potrai farlo tu in futuro.

  • Carla zamper scrive:

    La mia terrier da diverso tempo ha un comportamento strano:
    mentre e’ tranquilla ma senza dormire sul divano, ringhia e cambia posizione lo fa ad intervalli non regolari.
    L’ho filmata e ho chiesto il parere di diversi veterinari i quali dopo visite accurate non hanno saputo darmi una risposta.
    Soltanto il quarto veterinario mi ha detto che le ghiandole anali erano da spremere, il comportamento strano era dovuto alle ghiandole in fiammate. Siccome i disturbi sono solo un po’ diminuiti ma non spariti dopo l l intervento del veterinario, lo stesso mi ha consigliato di asportare le ghiandole. Ho dei dubbi pero’ ch ela causa sia proprio questa in quanto mancano tutti i sintomi tipici di questa patologia come lo strofinamento per terra del sedere, il leccarsi in continuazione ecc
    Nessuno di voi ha cani con lo stesso strano comportamento? Grazie 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Carla, purtroppo noi non possiamo aiutarti nel senso che non abbiamo mai avuto a che fare con un comportamento del genere e si tratta di un caso decisamente particolare di stretta competenza del veterinario. Non sappiamo esattamente cosa comporta l’asportazione delle ghiandole anali, magari puoi informarti meglio su questo aspetto per sapere in particolare se la tua terrier potrà avere problemi a relazionarsi con altri cani, visto che queste ghiandole hanno la funzione, tra l’altro, di dare informazioni olfattive sull’individuo.

  • Stefano scrive:

    Il mio Buddy di 7 anni, a seguito di visita veterinaria odierna, ha le ghiandole infiammate.
    La veterinaria mi ha detto che la causa dipende da un regime alimentare disordinato (nel caso di specie il suo cibo è Orjen – credo il migliore sebbene con i mie familiari pasticci con residui di cibo etc.).
    Mi ha detto la veterinaria che i biscotti commerciali e di sottomarca fanno male…vi risulta?
    Grazie.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Mah, ci risulta che qualsiasi alimento non proprio sanissimo (come i biscotti sottomarca) facciano male se assunti in grande quantità… Insomma, se ne dai a Buddy 2-3 al giorno ci sembra improbabile che possano essere la causa delle ghiandole infiammate. Per accertartene puoi fare una prova e per un periodo non dargli più avanzi di cibo e biscotti di natura “sospetta” e cerca di capire se la salute di Buddy migliora. 🙂

  • guido scrive:

    Il mio Holly ogni tanto si gratta il sedere strofinandosi a terra dopo aver fatto i bisogni. Il fatto per me curioso che defeca ogni volta stando in piedi, appoggiando il sedere o ad un muro, o all’albero… può avere dei problemi alle ghiandole per cui sente dolore facendo i bisogni da “seduto” ??

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Guido,
    se Holly strofina il sedere per terra dopo aver fatto i bisogni, forse si deve procedere allo svuotamento delle ghiandole perianali: per sicurezza puoi chiedere di farle svuotare al tuo veterinario (gliele “strizzerà” manualmente con i guanti di lattice senza fargli male) che controllerà anche se è tutto a posto. Il fatto che defechi in piedi ci sembra sia legato più alle marcature che a qualche suo malessere: alcuni cani (a volte) usano le feci come le urine, cioè per marcare il territorio, e più in alto le riescono a mettere “meglio scrivono di sè” quando qualche altro cane le “leggerà” con l’olfatto.

  • Valentina scrive:

    E’ il mio primo messaggio sul vostro blog, ma è da due settimane che vi seguo assiduamente perché sono diventata “neomamma” di una bellissima beagle di due mesi e mezzo 🙂
    La piccola ha imparato quasi subito a fare i bisogni sui tappetini impermeabili, solo che oggi ho notato che faceva pipì nei posti più disparati e l’avevo messa in punizione, poi però mi sono accorta che aveva lo stimolo in continuazione e, spesso, si metteva in posizione senza farla, comportamento seguito da continui piagnucolii. Portandola al parco ho verificato che la situazione era la stessa, così, pensando si trattasse di cistite, l’ho portata subito dal veterinario. Il veterinario le ha controllato le ghiandole perianali e, spremendole, abbiamo visto che necessitavano di questa operazione; mi ha detto, però, che se lo stimolo persiste, potrebbe essere che abbia davvero la cistite, quindi mi ha prescritto Synvlox, da prendere solo nel caso in cui continui a piagnucolare, dopodiché ha suggerito di prendere le urine per fare gli esami e verificare che non abbia addirittura i calcoli perché dall’ecografia non si vedeva nulla visto che aveva la vescica vuota… Tornati a casa, comunque, ho visto che si è messa nuovamente in posizione senza fare pipì, oppure sgocciolandola in giro, insomma, la tiritera è ricominciata. Voi cosa ne pensate? Inoltre, dal veterinario c’ero stata nemmeno una settimana fa per una visita di controllo (si grattava spesso) e l’assistente le aveva fatto la stessa operazione nelle ghiandole perianali, senza fuoriuscita del liquido: possibile che si siano riempite nel giro di 4/5 giorni? Grazie in anticipo e complimenti per il blog!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valentina, noi non siamo veterinari per cui possiamo fare giusto qualche considerazione, ma l’unico consiglio che possiamo darti è quello di rivolgerti ad un altro medico. Sinceramente non capiamo quale potrebbe essere il nesso tra le ghiandole perianali infiammate ed il fatto che non riesca a fare pipì, visto che le ghiandole si trovano, appunto, nell’ano e l’apparato urinario è totalmente separato. Secondo noi quindi le ghiandole perianali non possono essere la causa di questi sintomi accusati dalla tua cucciola, mentre è più probabile che si tratti di cistite o qualche infiammazione di questo tipo, quindi sarebbe il caso di fare un esame più accurato. In bocca al lupo e facci sapere!

  • Valentina scrive:

    Crepi il lupo! Grazie mille del consiglio 🙂

  • Mino scrive:

    Il mio veterinario dice che la problematica spesso dipende dall’alimentazione, in particolar modo dal contenuto delle crocchette, sconsigliandomi quella a base di riso e agnello in modo particolare.
    D’ora in avanti solo cibo umido per il mio whippet!

  • rosalia scrive:

    salve! il mio cane e un jack russel e ha 2 giorni che mangia pochissimo e ha fatto 2 volta un pò di diarrea, oggi ho notato che ha l’ano un po gonfio e arrossato, cosa posso fare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao! L’unica cosa che puoi fare è portare il cane dal veterinario per farlo visitare!

  • mariella scrive:

    il mio shitzu di due anni manifesta sintomi riferibili all’infiammazione delle ghiandole perianali ma senza secrezione o cattivi odori si rifiuta di camminare girando spesso il muso verso la coda come per indicare il disagio.La stessa situazione si è verificata anche un’altra volta sempre in seguito alla tosatura del pelo;potrebbe esserci una correlazione con tutto ciò ,il vet ha fatto una leggera spremitura senza prescrivere alcun farmaco ma a 5 giorni dalla tosatura la situazione è immutata.vorrei un parere a proposito grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marinella, noi non siamo veterinari perciò non abbiamo la competenza necessaria per rispondere a domande di così stretta competenza medica. Tutto quelo che possiamo consigliarti è di seguire i consigli del tuo veterinario e, se lo ritieni necessario, di rivolgerti a qualcun altro per avere un secondo parere.

  • Elisabetta scrive:

    Ho una cagnolina Maya, meticcia di circa 17 mesi, taglia piccola 9 kg., e la veterinaria le ha dovuto spremere le ghiandole perianali di cui poi mi ha spiegato i sintomi che, in effetti, Maya ha mostrato negli ultimi due mesi. Ho fatto ricerche su internet e non voglio arrivare a problemi di ascessi, fistole e intervento con rischio di incontinenza fecale perchè poi Maya non sarebbe più gestibile in quanto vive con me in casa. C’è qualcuno che sa dirmi se una regime alimentare vario, coniglio, pollo, riso, pesce, di varie marche ritenute valide, può essere la causa? se c’è una dieta adeguata consigliata da qualche veterinario? sono disperata e non so più cosa fare. grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Elisabetta, in effetti l’alimentazione è una delle prime cause dei problemi alle ghiandole perianali, perciò cambiare pappa potrebbe risolvere o sicuramente alleviare il problema. Noi ti consigliamo di scegliere un mangime di ottima qualità e monoproteico, magari con una fonte di proteine diversa da quella che sta assumendo ora. Ad esempio se adesso si nutre con un mangime al pollo, puoi cambiare optando per un mangime all’agnello, all’anatra, al coniglio, al pesce. Noi avevamo il tuo stesso problema con Diana e adesso, dopo aver cambiato alimentazione passando da Natural Trainer al pollo ad Almo Nature all’agnello, è quasi sparito.

  • Elisabetta scrive:

    grazie Simona per il tuo consiglio che mi ridà un po’ di speranza. il mio dubbio è che a Maya davo alimentazione varia fatta da umido e secco, però l’umido era in prevalenza a base di pollo (Monge, Almo Nature, Applaws), mentre il secco è sempre Forza 10 monoproteico per cani 1-10kg con intolleranze alimentari al pesce! ora manterrò lo stesso secco ma l’umido l’ho appena cambiato optando per Monge monoproteico anatra/lampone o agnello/mirtillo, in modo da togliere carboidrati e pollo! voglio anche sentire se il veterinario mi consiglia sull’alimentazione perchè non ne abbiamo parlato. chissà se secco + umido va bene? e secco pesce + umido carne crea problemi?…al tempo stesso sono decisa a sentire, con calma, un omeopata ed eventualmente fare test intolleranze alimentari. Spero tu abbia ragione e anche alla mia piccola sparisca quasi del tutto il problema. grazie ancora.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Elisabetta, se fossi in te eliminerei totalmente l’umido, perchè secondo me è proprio quello, o la combinazione umido+secco, a darle dei disturbi. Scegli un buon monoproteico secco e utilizza solo quello per un pò di tempo, dopo qualche mese dovresti già vedere dei risultati.

  • Elisabetta scrive:

    Simona grazie ancora per l’ennesimo consiglio che adotterò perchè stasera le ho dato secco e umido con anatra e lamponi e ora ha fatto feci troppo soffici. da domani provo con il suo secco forza 10 monoproteico al pesce per intolleranze alimentari e poi vedo come va. anche se Maya con solo il secco continua a chiedermi cibo ma si abituerà. grazie infinite mi hai dato un prezioso aiuto. ci tengo a farti sapere gli sviluppi. a presto, ciao

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Benissimo, considera solo che il Forza10 al pesce, nonostante sia un ottimo mangime, spesso risulta poco appetibile e capita che dopo un pò i cani lo rifiutino categoricamente (successo anche questo a casa nostra! 😉 ). Se dovesse accadere anche a te, prova semplicemente a cambiare crocchette, ce ne sono tante in commercio di ottima qualità (Almo Nature, N&D, Monge, Cibau, Acana, Enova, ecc…) e poi insisti! E’ chiaro che se è abituata ad avere dell’umido nella pappa è probabile che all’inizio guarderà la ciotola con aria schifata, ma quando capirà che non ci sono alternative vedrai che comincerà a mangiare voracemente anche le crocchette da sole!

  • Elisabetta scrive:

    Dopo la sterilizzazione Maya mangerebbe anche una mia coscia…esperimento per oggi riuscito ovvero all’inizio ha schifato le crocchette ma, quando si è accorta che non c’era altro, le ha divorate. grazie mille per gli innumerevoli consigli che mi hanno risollevato un po’ il morale. ero a pezzi. domani la porto per vedere come sono le ghiandole. ho comunque letto di studi omeopatici in merito dove, tra le cause, vengono citate, oltre all’alimentazione, sistema immunitario debole, vaccinazioni, infezioni da zecche, comportamento del cane. sto riflettendo su un’eventuale visita da un veterinario omeopatico, anche se sono veramente in pochi. un passo alla volta anche per non sovraccaricarla. secondo te, però, se ora le sto dando il secco al pesce, e se arrivasse a rifiutarlo, posso cambiare la marca ma sempre darle secco al pesce o tipo secco al pollo? mi hanno detto che spesso i cani di piccola taglia sono intolleranti ai carboidrati, al pollo e al mais. ha i esperienza in merito? ancora grazie mille per tutto.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Dunque, se finora non ha mai dimostrato intolleranze a cereali e certi fonti proteiche, dovresti poter cambiare cibo tranquillamente, passando anche da un mangime al pesce ad un mangime al pollo, agnello, coniglio ecc… E’ vero che molti cani hanno intolleranze di questo tipo, ma se fosse così anche per Maya penso che te ne saresti già accorta e in ogni caso se scegli un mangime di ottima qualità con poca o nulla quantità di cereali e una buona fonte proteica (di solito agnello, cavallo, anatra, cinghiale ecc… non provocano intolleranze) non dovresti comunque avere problemi. Ad ogni modo io aspetterei prima di passare a cure omeopatiche, vedi prima come si mette la situazione con questo nuovo regime alimentare. 🙂

  • Elisabetta scrive:

    la mia intenzione è proprio di andare avanti con il secco di Forza 10 al pesce per un po’ e, nel frattempo, monitorare Maya e le ghiandole. ho deciso di non portarla oggi dalla veterinaria ma di rinviare per far passare circa 10/12 gg. dalla scorsa “spremitura” e vedere cosa succede perchè non è un trattamento molto piacevole, povera la mia piccola. grazie ancora per tutto e ti faccio sapere gli sviluppi o meglio i non più sviluppi…

  • Elisabetta scrive:

    ciao simona, ho notato che da tre giorni, ovvero da quando mangia esclusivamente secco Forza 10 al pesce per intolleranze alimentali, Maya fa pochissima pipì (ad es. quando si alza al mattino, h 7/7.30, non la fa fino a metà mattinata) e si gratta continuamente sul fianco sx e sotto il mento ma non noto forfora o altro. cosa ne pensi? potrebbe essere intolleranza a questo secco? e la pipì se non beve non la fa e poi le crocchette peggiorano la situazione ma lei beve poco. cambierò di nuovo alimentazione perchè non vorrei creare altri problemi. questa bimba mi fa proprio disperare…grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Elisabetta, sinceramente non abbiamo mai sentito che l’intolleranza alimentare possa comportare ritenzione idrica o problemi simili (dovresti consultare il tuo veterinario), al contrario invece del prurito che è proprio il primo sintomo di problemi di questo tipo… Anche se è strano perchè il Forza10 al pesce dovrebbe essere un mangime adatto a tutti, pensato proprio per prevenire le intolleranze alimentari… :-/ Comunque sì, a questo punto prova a cambiare marca optando per un altro mangime monoproteico, speriamo in bene!

  • Elisabetta scrive:

    grazie simona per i tuoi preziosissimi consigli. anche per me è tutto strano però quando le davo umido e lo stesso secco di ora al pesce di Forza 10 (naturalmente in quantità minore di ora perchè c’era anche l’umido) non mostrava alcun tipo di problema se non strisciare sedere per terra, grattarsi verso la coda fino ad abbassare la coda in mezzo alle gambe, segnale che mi ha portata immediatamente dal veterinario. sono abbastanza stanca e preoccupata perchè per correggere un problema ora me ne fuoriescono altri. per me l’alimentazione è fondamentale anche se vet dice di no però sarebbe meglio vivere d’aria e d’acqua, anche per noi, perchè ormai non si sa più cosa mangiare. domani sentirò vet che però mi dice di darle umido e secco come sempre…ti farò sapere…ciao

  • ZaMi scrive:

    il mio chihuahua soffre di questo problemaa… abbiamo avuto un po di complicanze, il gonfiore è peggiorato a tal punto che una delle ghiandole è scoppiata, non vi dico quello che abbiamo passato un vero trauma per lui ha sofferto tantissimo.. adeesso sembra si sia tranquillizzato ma il mio veterinario mi ha consigliato di andarci almeno una volta al mese per effettuare la spremitura manuale per svuotarle..ho appreso anchio il metodo come fare e lo faccio anchio… non abbiamo capito la causa, abbiamo cambiato croccantini, alimentazione abbiamo provato di tutto, ma niente…. vorrei avere maggiore risposte.. ho paura dell intervento vorrei evitare perchè non è per niente semplice come intervento.. spero mi siate di aiuto. grazie milleeeeeeee

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao ZaMi, ci sembra di capire che la situazione del tuo cagnolino sia già abbastanza complessa, per cui noi non possiamo aiutarti in nessun modo. L’unico consiglio che possiamo darti è di seguire le indicazioni del tuo veterinario, eventualmente sentire un secondo parere e prendere in seria considerazione la possibilità dell’asportazione.

  • Gissel scrive:

    Cioa, ho una cucciola di yorkshire terrier di un mese. Lei non fa la cacca senza che io la stimolo e per questo sono un po’ preoccupata.. Oggi come tutti i giorni l’ha ho stimolata e dopo un po’ l’ha fatta, poi per prima volta ho spremuto le ghiandole ed è venuto fuori un liquido marrone oscuro quasi inodoro a dire il vero… Cosa può essere? Potete dirmi come posso fare per aiutarla a fare la cacca da sola … Lei non vuole ancora mangiare niente altro e quando ha assaggiato le crocchette della royal e anche quelle della proplan è stata stitica per due giorni…
    Grazie per il vostro eventuale aiuto..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gissel, dunque, per quanto riguarda il liquido marrone è tutto normale, è il liquido che viene secreto dalle ghiandole perianali, ma evita di spremerle così senza motivo, altrimenti si innesca un meccanismo per cui si riempiono più facilmente. Questo liquido viene solitamente espulso da solo durante la defecazione, e solo in certi casi le ghiandole perianali hanno bisogno di un aiuto manuale, quindi per il momento non preoccupartene. Non è normale invece che devi ancora stimolare al defecazione, solitamente ci pensa la mamma (che spero sia ancora con te accanto alla cucciola…) ma comunque a 30 giorni un cucciolo dovrebbe già essere in grado di fare in bisogni in autonomia, quindi per questo ti consigliamo di chiedere il parere del tuo veterinario. Infine è del tutto normale che a questa età rifiuti di mangiare le crocchette, bisogna prima procedere con lo svezzamento, ovvero preparando una pappa apposita che faccia da “ponte” tra il latte della mamma e il cibo secco. Anche per questo fatti consigliare dal tuo veterinario.

  • Francesca scrive:

    Ogni quanto andrebbero spremute queste ghiandole? Ho una cagnolina di 4/5 anni, il veterinario durante un controllo le ha spremute a dicembre. Un pó di giorni fa ho sentito quell’odore tipico che ho riconosciuto quella volta a dicembre, e ho notato che il mio cane fa fatica a sedersi “dritto” ma si deve sedere tipo di lato.. d inoltre cammina tenendo la coda un po alta. Devo portarla dal veterinario per spremerle o non è necessario? Ogna quanto andrebbero schiacciate? Per favore rispondete! 🙁
    Ah premetto che quella volta a dicembre era la prima volta che gliele spremeva !

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Non c’è una scadenza precisa con cui svuotare le ghiandole, dipende sempre dalle esigenze del cane. Una delle prime cause di questo problema è la cattiva alimentazione, perciò intanto assicurati di dare alla cagnolina un’alimentazione corretta e bilanciata e mangime di alta qualità. Ad ogni modo se fatica addirittura a sedersi, può essere in corso un’infiammazione, perciò sarebbe bene portarla dal veterinario per un controllo ed eventualmente svuotarle di nuovo. Non è un’operazione complessa, se hai un minimo di manualità e non sei facilmente impressionabile puoi riuscirci anche tu, fatti spiegare dal veterinario il procedimento corretto.

  • Cettina Ragini scrive:

    Salve! Il mio beagle ha 11 e da qualche anno soffre di infiammazione alle ghiandole perianali. La mia domanda è: il dolore può anche portare ad avere delle coliche? Perché capita che in corrispondenza di questo tipo di infiammazione, lui si comporti come se stesse avendo una colica intestinale o renale.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Cettina, sinceramente ci sembra strano che un’infiammazione alle ghiandole perianali possa comportare anche dolori diffusi negli organi interni del basso ventre. Ad ogni modo, per avere un parere autorevole e toglierti il dubbio, ti consigliamo di rivolgere al tuo veterinario tutte le domande dal caso.

  • Cettina Ragini scrive:

    Grazie per la risposta immediata! Comunque stamattina sono appunto andata dalla veterinaria. Secondo lei sono coliche intestinali e queste gli causano problemi anche alle ghiandole. Ma voglio chiedere un altro parere. Terrò informati anche voi 🙂

  • paola scrive:

    posseggo una maltese di sette anni, ogni tanto ha dei problemi intestinali, mangia riso bollito e lavato, platessa lessata 50 g e 50 g al giorno diviso in due pasti,stanotte mi sono accorta che aveva le ghiandole anali gonfie, stamani le ho strizzate, è uscito una brutta materia che sembravano feci, ma era solo materiale concreto. che ne pensate? grazie se mi pitete dare un consiglio.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Paola, l’unico consiglio che possiamo darti è di portare il tuo cane dal veterinario, perchè se il materiale fuoriuscito dalle ghiandole era denso e scuro allora significa che potrebbe essere in corso un’infezione delle stesse e andrebbe trattata con antibiotico.

  • Alessandra Valicelli scrive:

    Buonasera, io ho un beagle maschio di 3 anni. Circa un mese fa mi sono accorta che aveva la coda molto gonfia alla base e non la alzava perché gli faceva male. Ora va meglio ma il gonfiore non è sparito del tutto e anche con una cura antinfiammatoria (si pensa possa essere stato un trauma) il gonfiore permane….potrebbe essere un sintomo delle ghiandole perianali infiammate? Lui non presenta altri sintomi. Grazie in anticipo della risposta.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessandra, noi non siamo veterinari, ma da profani ci sembra strano che un’infiammazione alle ghiandole perianali possa causare un rigonfiamento alla base della coda, soprattutto se non noti i classici sintomi dati dalle ghiandole ingrossare, perciò ha senso che sia stato un trauma subito a provocare tutto ciò. Per chiarire i tuoi dubbi tutto ciò che puoi fare è rivolgerti nuovamente al tuo veterinario e magari fargli dare una controllata alle ghiandole perianali.

  • Alice scrive:

    Tayra il mio piccolo bovaro del bernese di cinque mesi si rincorre la coda girando intorno e poi si porta i denti vicino all’ano e sembra provare a grattarsi, a volte sembra piangere e si agita mentre fa tt ciò!! Premetto che da quando la ho presa a tre mesi ha avuto sempre problemi intestinali di diarrea ora con le crocchette consigliate,i dal vetrinario l’ id e i fermenti Va meglio secondo voi???

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    In effetti quelli che descrivi sono tutti sintomi che qualcosa non va nella digestione del cibo e la continua diarrea potrebbe aver provocato un ingrossamento delle ghiandole perianali e quindi il fastidio all’ano. Detto questo, va bene la terapia indicata dal veterinario, ma oltre a questo bisogna capire quali sono le cause di questi disturbi: parassiti intestinali, intolleranze alimentari, ecc…

  • Sergio scrive:

    Salva tutti sono Sergio , ho un beagle di quattro anni si chiama Diana e anche lei soffre di ghiandole Perianali!! Il mio veterinaio mi ha indicato delle pastiglie , Spezzettarle in pezzi da 3 e dagliele 2 volte al giorno!! Ho finito tutta la scatola ma non trovo nessun risultato, Lei alcune volte lascia queste goccie che fanno veramente puzza ! Spero di trovare qualche rimedio

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Sergio, noi non siamo veterinari perciò possiamo solo fare qualche considerazione. Molto spesso i problemi alle ghiandole perianali sono causati da una cattiva alimentazione o comunque una’alimentazione non adeguata, perciò ti consigliamo come prima cosa di cambiare mangime per la tua Diana optando per un cibo secco (crocchette) di alta qualità e monoproteico, magari al pesce, e stare a vedere come va.

  • thomas scrive:

    ciao volevo chiedervi una cosa riguardo alle ghiandole perianali.
    io ho un beagle di 3 mesi e ogni tanto capita che emana questo odore di pesce dal fondo schiena x un giorno ma poi sparisce.devo preoccuparmi o e normale che capiti???
    a casa mangia solo le crocchette della royal canin puppy
    grz mille ciao

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Thomas, l’odore che senti si tratta senza dubbio del liquido secreto dalle ghiandole perianali e se riesci a percepirlo significa che le ghiandole sono piene e ogni tanto si svuotano. Diciamo che a tre mesi è un po’ piccolino per avere giò le ghiandole gonfie, ma finchè non si infettano non c’è da preoccuparsi. Magari alla prossima visita dal veterinario chiedi un suo parere e, se lo ritiene il caso, fagliele svuotare. Magari se la situazione continua potresti pensare di cambiare marca di crocchette per vedere se il problema dipende dall’alimentazione non adatta a lui.

  • claudia scrive:

    Ciao, ho una cucciola di tre mesi e mezzo e da quando siamo passati (gradualmente) dalle crocchette Royal mini Starter alle Royal mini Junior abbiamo evidenziato questo problema. A volte quando dorme il pomeriggio espelle piccole goccine altre volte in quantità maggiore e il liquido è misto chiaro e scuro e dal classico odoraccio di pesce marcio. Lei si lecca spesso sopra la coda, le feci sono sempre abbondanti e molto solide. Le proprietà nutrizionali dalle Starter sono pressochè identiche a quelle Junior, potrebbero essere problemi di dentizione cioè da denti da latte a denti definitivi? Grazie Ciao

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Claudia, trattandosi di una cucciola così piccola il nostro primo consiglio è di parlarne con il tuo veterinario. Nella maggior parte dei casi comunque il problema delle ghiandole perianali è dovuto ad un’alimentazione inadeguata per il cane, nel senso che viene male assimilata dal soggetto, pertanto puoi provare a cambiare mangime, assicurandoti di scegliere un cibo di alta qualità, per cuccioli e magari monoproteico che previene le intolleranze. Nell’articolo Come scegliere il giusto cibo secco? puoi trovare qualche indicazione a questo riguardo.

  • Claudia scrive:

    Ciao ho visto che x il delle problema ghiandole perianali servirebbe un`alimentazione monoproteica (come scrivi tu) a base di pesce. Io posso fare riso e tonno o sgombro in sostituzione alle crocchette?grazie saluti

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Claudia, non ho detto questo, ho detto che in molti casi il problema delle ghiandole perianali deriva da un’alimentazione non adeguata per il cane e che spesso una dieta monoproteica aiuta a prevenire o contrastare le intolleranze! Una dieta a base di riso e pesce non è assolutamente equilibrata, perciò a questo punto meglio un cibo secco monoproteico di ottima qualità.

  • Claudia scrive:

    Grazie infinitamente

  • stella scrive:

    Salve la mia cagnolina mix tra barboncino e maltese si lecca spesso durante il giorno il sedere e a volte si riesce a sentire una leggero odore del liquido prodotto dalle ghiandole anche 2 3 volte al giorno. Il veterinario mesi fa gliele ha già spremute e il problema sembra essere ripresentato. Può far male spremere le.ghiandole una volta al mese ad esempio quando si vede che il problema ricompare? Perché sembra che queste ghiandole scoppino sole, ecco perché si lecca più volte al.giono

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Stella, strizzare periodicamente le ghiandole va bene per eliminare il sintomo ed evitare che sorga un’infezione, ma non è normale che il problema si ripresenti in modo così ricorrente e recidivo, per questo bisognerebbe più che altro risalire alle cause che lo determinano. Molto spesso l’infiammazione delle ghiandole perianali è dovuta ad un’alimentazione non adeguata, può essere che il cane abbia sviluppato qualche forma di intolleranza ad uno o più delle componenti del mangime che assume, perciò potrebbe essere utile cambiare alimentazione per un po’ e vedere come va, ma di questo dovresti parlarne in modo approfondito con il tuo veterinario.

  • claudia scrive:

    Ciao, noi abbiamo cambiato alimentazione, abbandonato le crocchette da più di quattro mesi e il problema non si è più ripresentato. Abbiamo anche cambiato veterinario, ci segue una dottoressa veterinaria nutrizionista che ci ha fatto una dieta specifica x la crescita della nostra cucciola, onestamente sono molto soddisfatta e contenta di cucinare per lei. ciao.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Claudia, molto spesso i problemi alle ghiandole perianali derivano da un’alimentazione non adeguata, per cui hai fatto benissimo a passare alla dieta casalinga sotto la supervisione di una nutrizionista, complimenti!

  • Danilo scrive:

    La mia cagnolina Gina ha questo problema delle ghiandole da diverso tempo. Finalmente abbiamo trovato un veterinario che ci ha consigliato un cambio di alimentazione monoproteica a base di pesce e patate. Allo stesso tempo però la sta imbottendo di antibiotici e sono un po’ preoccupato. Voi cosa pensate??

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Danilo, molto spesso il problema delle ghiandole perianali deriva da un’alimentazione non adeguata per il cane per cui siamo d’accordo con il cambio di crocche. Non ci pronunciamo invece per quanto riguarda gli antibiotici perchè non siamo veterinari, il tuo medico forse ha ritenuto opportuno intervenire in questo modo perchè le ghiandole si sono infettate.

  • Cordula scrive:

    Salve. Il mio cane dopo che il veterinario gli ha spremuto le ghiandole perianali che erano piene di pus continua a distanza di una settimana circa ad avere fastidio. Gli sono state somministrate due punture di cortisone ma il problema non è stato ancora risolto.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Non ti resta quindi che far presente il problema al tuo veterinario. Se le ghiandole erano piene di pus significa che magari era in atto un’infezione, perciò il tuo cane potrebbe avere bisogno di antibiotici.

  • Maria scrive:

    Salve. Ho un cane meticcio di 4 anni che ogni 3 mesi ha problemi con le ghiandole perianali. Davo da mangiare secco della Canagan e ora sto usando Happy Dog..tutte sempre accompagnate da petto pollo o umido. Vedo però che il problema persiste. Dovrei forse ristornare alla Canagan o cambiare completamente alimentazione’. Grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Maria, in effetti spesso la causa principale dei problemi alle ghiandole perianali è un’alimentazione non adatta. In primo luogo ti consigliamo di evitare di dare crocchette con varie aggiunte di carne o cibo umido perchè così vai a sbilanciare la dieta del tuo cane ed inoltre sarà sempre più difficile capire quale cibo gli causa i problemi. Pertanto o scegli una dieta casalinga oppure una dieta esclusivamente secca con crocchette di ottima qualità. Sicuramente la cucina casalinga è senza dubbio la scelta migliore MA se non si hanno le giuste competenze si rischia di fare grossi danni perchè preparare dei pasti bilanciati in tutti i componenti nutritivi di cui il cane ha bisogno non è affatto semplice. Quindi se si vuole passare alla dieta casalinga bisogna farlo con cognizione di causa oppure rivolgendosi prima ad un nutrizionista (il veterinario di famiglia se non è specializzato, di queste cose ha una conoscenza molto superficiale) perchè è fondamentale assicurarsi di dare al cane un’alimentazione bilanciata in tutti i componenti nutritivi di cui ha bisogno a seconda della sua età, del suo peso, del suo stile di vita… Altrimenti nei seguenti articolo puoi trovare diversi consigli per scegliere crocchette di buona qualità e sulle migliori marche in circolazione:
    Come scegliere il giusto cibo secco?
    4 suggerimenti per scegliere le crocchette giuste
    Il nostro consiglio quindi è quello di cambiare totalmente marca di crocchette, scegliendone una tipologia monoproteica di ottima qualità, e dargli soltanto quelle per un certo periodo di tempo. Se dopo qualche mese il problema persiste chiedi un consiglio al tuo veterinario.

  • Linda scrive:

    ciao Ho una Beagle di 7 anni Brittany, da piu di un anno ha un problema di aerofagia, i veterinari dicono che la causa di questo problema è perche divora il pasto velocemente assimilando aria nella pancia. gli sto somministrando la pappa (crocchette di carne 30% e pesce70% ) umidificata con un po d’acqua sotto consiglio del medico, ma nulla avete qualche consiglio da darmi
    GRAZIE Linda

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Linda, ci sono diversi rimedi per la voracità e nell’articolo Il beagle vorace puoi trovare qualche consiglio per evitare le abbuffate.

  • Linda scrive:

    Grazie Simona lo farò
    Linda

Lascia un commento