Torna all'homepage
Dic
16

Se il beagle è iperattivo

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Salute

beagle iperattivo fotoPrecisiamo una cosa: quando un beagle ha sempre voglia di giocare oppure gli bastano cinque minuti di sonno per tornare a saltare come un grillo, non siamo di fronte ad un cane iperattivo ma semplicemente… ad un beagle. 🙂

Per “iperattivo” si intende qualcosa di più, un’agitazione continua e intensa che sfocia spesso in comportamenti distruttivi, una condizione anormale che fa soffrire il cane e ci segnala che qualcosa non va.

Alcuni beagle possono essere particolarmente energici in determinati periodi della loro vita.

Pensiamo ad un maschio che sente la presenza di una femmina in calore o ad un beagle adolescente nel pieno della sua “età dell’opposizione”, quando sembra fare di tutto per disubbidirci. Questi sono episodi normalissimi.

L’iperattività invece è un’anomalia.

Però, nella stragrande maggioranza dei casi si può uscire da questo stato di cose, ripensando a come abbiamo impostato le sue giornate e la nostra vita con lui.Infatti, se il veterinario ci conferma che il beagle è in buona salute, prima di imbottirlo di farmaci per calmarlo (soluzione estrema da adottare solo in rarissimi casi patologici) possiamo fare molto, moltissimo.

E senza fargli bere intrugli “prodigiosi” o rovinargli l’esistenza con strani strumenti di tortura 🙂
Ecco alcune cause che possono essere alla base dell’iperattività del beagle:

Noia
Ci risiamo: la noia è davvero l’origine di tanti problemi e anche in questo caso non poteva mancare.
Un cane lasciato sempre solo, senza giocare mai con nessuno e portato a spasso solo per fare pipì/pupù, anche se sta in un giardino immenso, è destinato a soffrire psicologicamente e l’iperattività può essere la valvola di sfogo di questo disagio.

Possono collegarsi a questo anche comportamenti distruttivi come il rosicchiare i mobili e scavare nella terra come dannati, oppure abbaiare compulsivamente al nulla o inseguirsi la coda girando su se stesso.
L’assenza di stimoli è un grande nemico del cane, quindi, non trattiamolo come un attrezzo ma diamogli l’importanza che merita: rendiamolo partecipe della nostra vita e delle attività della nostra famiglia.

Ansia da separazione
Ne abbiamo parlato nel post “Affrontare l’ansia da separazione del Beagle”.Molte volte l’iperattività è legata all’incapacità di gestire l’allontanamento del resto del suo “branco”.

Come accennato nell’articolo, se vediamo che l’agitazione del cane comincia quando stiamo per andarcene o appena rimane da solo (possiamo fare una prova chiudendo la porta di casa, facendo qualche passo e sentire cosa succede), è meglio abituare il beagle con naturalezza alla nostra assenza.

Non rinforziamo maila sua agitazione con i saluti né quando usciamo né quando rientriamo. Se proprio vogliamo fargli le feste al rientro, ignoriamolo per qualche minuto finché non si calma e poi concediamogli la nostra attenzione.

In più, possiamo abituare il beagle al nostro allontanamento uscendo ogni tanto dalla porta di casa per poi rientrare dopo due o tre minuti.

Se di solito la nostra uscita è accompagnata da un rituale (ad esempio metterci le scarpe o prendere le chiavi), facciamo anche questo, per simulare il più possibile la situazione che lo agita e renderla normale, priva di significato per lui.

In questo modo, con il tempo, accetterà la nostra assenza come se fosse la cosa più normale del mondo, come effettivamente è.

Mancata soddisfazione dei bisogni fondamentali
In un certo senso questo racchiude in sé tutte le altre cause e il suo significato è molto ampio.

Nello special report “I 4 pilastri del cane sano”, scaricabile gratuitamente dalla colonna a fianco, parliamo più nel dettaglio di cosa bisogna fare per soddisfare i bisogni fondamentali del cane (e di come la soddisfazione di questi bisogni sia il tratto comune di tutti i cani sani e felici).

In particolare, se ci si impegna ogni giorno a venire incontro alle necessità di spazio, movimento e socialità del cane, dopo qualche tempo i miglioramenti saranno più che evidenti.

Facendolo passeggiare per una/due ore al giorno, facendolo incontrare regolarmente con altri cani (lasciandoli liberi di giocare e scorrazzare senza guinzaglio in aree sicure), organizzandogli il suo spazio di sicurezza all’interno della casa e diventando il suo buon punto di riferimento, alla fine sarà molto difficile avere ancora un beagle iperattivo.

Quindi, prima di cercare in fretta e furia dei sedativi o aspettarci miracoli da certi spray agli ormoni, pensiamo a come il nostro beagle trascorre le giornate e che ruolo, onestamente, vogliamo che abbia nella nostra vita.

Ci renderemo conto che cambiare pochi dettagli può fare veramente la differenza tra un beagle iperattivo a disagio e un beagle equilibrato contento di vivere la sua esistenza al nostro fianco! 🙂

60 commenti:
  • mirko scrive:

    ciao a tutti volevo un consiglio il beagle marley alla sera si scatena e durante il giorno e notte esuper attivo ma va bene e solo che gioca mordendo sempre con foga e vero a due mesi e mezzo magari perche e cucciolo voi cosa ne pensate vi prego rispondete grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mirko, è evidente che Marley è un cucciolo instancabile e pieno di energie, ma è normale e giusto che sia così! Cerca di farlo sfogare il più possibile portandolo molto a passeggiare e magari facendolo incontrare con altri cani.
    Il fatto che un cucciolo tenda a mordere qualsiasi cosa gli capiti a tiro è assolutamente normale perchè la bocca è lo strumento con cui loro scoprono il mondo e a quell’età hanno davvero tanto da scoprire! Inoltre fino al momento in cui non hanno cambiato tutti i denti da latte in quelli definitivi hanno un vero e proprio bisogno di morsicare continuamente qualcosa per attutire quel “nervoso” che si ritrovano in bocca (proprio come i bambini piccoli). Sicuramente bisogna far capire al cucciolo che il morso non è più tollerato! Lui morde mani e caviglie per attirare l’attenzione e perchè per lui è un gioco. Allora nel momento in cui morde bisogna correggerlo con un “NO!” secco e deciso e immediatamente girarsi dall’altra parte, incrociare le braccia e IGNORARLO finchè non si sarà calmato: deve capire che morsicandoti ottiene proprio l’effetto contrario, ovvero la tua indifferenza e che se vuole continuare a giocare deve comportarsi bene! Offrigli poi delle valide alternative, degli oggetti che invece può mordere in tutta tranquillità come ossi di pelle o giocattoli di gomma, in modo da sfogarsi su di loro! In ogni caso questo è un comportamento tipico del cucciolo che tende a scomparire quasi del tutto con la crescita, già intorno ai 4-5 mesi.
    Ecco qualche articolo sull’argomento:
    Il nostro Beagle… morde!
    Il nostro Beagle morde tutto!
    Il Beagle e la soddisfazione di masticare

  • giusy scrive:

    Ciao, la mia Milù di 15 mesi ha il brutto vizzio di fuoriuscire sempre il cuscino dalla sua cuccia, strattonarlo per tutto il terrazzo fino a togliere tutta la bambagia da dentro. Come posso farea ad evitare che lo faccia? Ho provato in tutti i modi: ho fissato il cuscino nella cuccia legandolo, l’ho incollato ma niente. Come posso risolvere questo problema? Grazie tante Giusy

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giusy, il comportamento da te descritto non è un problema da risolvere, ma un sintomo che alla base c’è un problema più grosso, che può essere il fatto che non vengono soddisfatti i bisogni di movimento e socialità di Milù (in poche parole non ha altre vie di sfogo) oppure può esserci una leggera ansia da separazione (se lo fa quando è da sola) o un pò di stress per qualche motivo… Noi naturalmente non possiamo dirti con certezza a cosa è dovuto questo atteggiamento, ma puoi provare a portarla ogni giorno a fare una lunga passeggiata e a divertirsi con altri cani, in modo che possa sfogare le sue energie in attività più divertenti e costruttive ed inoltre cementare il legame con te. Questa è sicuramente la cosa principale da fare.
    Se poi la cogli sul fatto mentre distrugge il cuscino della cuccia sgridala con un “NO!”, altrimenti, se arrivi quando il danno è già fatto NON punirla in nessun modo perchè non assocerebbe la sgridata al misfatto. Ecco un articolo che può esserti utile:
    Il nostro Beagle morde tutto!

  • lilla scrive:

    La mia beagle, Zenzi, non solo morde tutto, bensì rosicchia qualunque cosa, che siano mobili, piante o, come ultimamente, gli steccati con i quali proteggevamo le piante. Il problema è che temiamo per la sua salute visto che ingoia anche i pezzi di legno che rosicchia e la plastica. Siamo piuttosto disperati ed il veterinario teme che prima o poi, se continua così, dovra’ operarla per blocco o perforazione intestinale (nelle feci ha trovato di tutto!). Noi stiamo attenti, ma credetemi, Zenzi è più veloce della luce! Vi prego datemi un consiglio.
    Grazie e Buona Pasqua!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lilla, ci mancano molte informazioni importanti per poter trovare una soluzione a questo problema, non sappiamo se Zenzi è ancora cucciola, non sappiamo se si comporta così quando rimane sola oppure per attirare la vostra attenzione, oppure perchè non vengono soddisfatti i suoi bisogni di movimento e socialità (in poche parole non ha altre vie di sfogo). La cosa migliore sarebbe cominciare a soddisfare i suoi bisogni fondamentali con un paio di lunghe passeggiate al giorno (che aiutano a sfogare in modo costruttivo le sue energie ma anche a consolidare il legame tra di voi) e portala spesso a giocare con altri cani. Inoltre puoi lasciarle sempre a disposizione qualcosa che invece può masticare liberamente come ossi di pelle di bufalo oppure giochi di gomma ripieni di cibo (tipo i Kong). Detto questo, sicuramente inghiottire qualunque schifezza è un’abitudine sbagliata perchè potrebbe masticare qualcosa di pericoloso, pertanto devi dissuadere la tua Zenzi con tantissima costanza e pazienza. Magari non vedrai risultati così da un giorno all’altro ma col tempo e con la crescita questo comportamento si risolverà. Per dissuaderla puoi sgridarla con un secco “NO!” appena sta per mettere in bocca un oggetto estraneo, ma fallo solo se la cogli sul fatto altrimenti la sgridata non serve a nulla. Inoltre comincia a lavorare con lei sul comando “Lascia!”, in modo da utilizzarlo per farle lasciare la presa sull’oggetto che ha raccolto. A parte questo, cerca di essere previdente e togli dalla sua portata tutto ciò che, se ingoiato, potrebbe essere davvero pericoloso per lei.
    Ecco qualche articolo sull’argomento:
    Come evitare che il nostro Beagle divori qualunque schifezza.
    Il nostro Beagle morde tutto!
    Il Beagle e la soddisfazione di masticare

  • umberto scrive:

    Approfitto della domanda che voglio porvi per informazioni di carattere generale sul mio cucciolo chuck di cinque mesi e mezzo. Pesa 9 kili e mezzo ed è alto 35 centimetri. vorrei sapere se i parametri: peso altezza ed età sono nella norma, se crescerà ancora e quant’ altro.Il cucciolo è molto attivo e ci fa capire che ha bisogno di movimento. Lo porto fuori tre volte al giorno per un percorso che varia ma non è mai inferiore a cinque sei kilometri. Ho provato a uscire in bicecletta, ma è piuttosto restio in quanto si fa tirare. Devo smettere o posso unsistere?
    Fra i tanti problemini che ho risolto anche con i vostri consigli, me ne è rimasto uno che vi spiego.
    Ho acquistato una gabbia (tana) chiusa di cm. 120 per cm. 70 dove passa la notte. In questo modo ho risolto il problema della coprofagia dellla cacca e della pipi dovunque.
    La gabbia e costruita con tondini di ferro e sottostante vi si trova un contenitore di plastica. Per i primi giorni il cucciolo si è trattenuto e faceva la pipì al mattino, ma poi non siè più trattenuto e durante la notte la fa nella gabbia. IL problema è risolvibile e come? vi ringrazio anticipatamente per qualsiasi consiglio mi darete. umberto.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Umberto! Dunque, andiamo con ordine: per quanto riguarda il suo peso e la sua altezza sembrano essere perfettamente nella norma, crescerà ancora un pochino in altezza e sicuramente metterà su peso e massa muscolare. Da ora in poi la crescita sarà più lenta ed arriverà un momento in cui percepirai solo dei piccoli cambiamenti, ma fino all’anno e mezzo di età, quando cioè normalmente si arresta lo sviluppo fisico, il suo corpo continuerà ad evolversi. In linea di massima la sua altezza dovrebbe arrivare al massimo a 40 cm ed il suo peso intorno ai 16 Kg.
    La quantità di movimento giornaliera ci sembra più che perfetta con le vostre tre uscite, quindi non sforzarlo ad andare in bicicletta. Tieni conto che è ancora molto piccolo e non è una tipologia di movimento che fa bene ad un cucciolo, che tra l’altro si stanca già moltissimo con le passeggiate. Quindi il consiglio è per il momento di continuare a fare le vostre camminate e quando sarà cresciuto, diciamo intorno all’anno di età, potrai cominciare a fargli fare qualche corsa (breve e ad andatura moderata) in bicicletta.
    Per quanto riguarda la pipì dentro al box, anche qui devi avere pazienza. Magari i primi caldi di stagione lo portano a bere di più durante la giornata e di notte non ce la fa proprio a trattenersi, è più che normale per un cucciolo di 5 mesi. Lasciagli una traversina dentro al suo box per le emergenze notturne, vedrai che presto imparerà a trattenersi per tutta la notte.

  • Alessio scrive:

    Salve a tutti.Ho da poco preso in casa un beagle di 2mesi,il piccolo Chopper e devo dire che sono soddisfatto,è curioso è attivo già da piccolo ha tanta voglia di fare e per me che piace stare spesso a contatto con la natura,vedi mare o campeggio,chopper sarà sicuramente un’ottimo compagno d’avventura.Premesso ciò confermo “l’iperattività”del cucciolo che non guasta anzi però ho un dubbio,ogni momento libero lo sto dedicando a lui cercando di insegnargli le cose basilari del tipo il richiamo,non mordere mani o altri oggetti casalinghi e sembrerebbe che su questi aspetti stia capendo da subito.L’unica difficoltà che sto riscontrando riguarda i bisognini.Ho sistemato in cucina un angolo per lui con cuccia giochi ciotole e traversa,ma spesso e volentieri dopo aver fatto la prima pipi nel posto giusto in comincia a spruzzettare ovunque,la stessa cosa succede con la cacca..ogni volta che lo becco lo rimprovero e lo porto subito sulla traversa..ma per adesso sembra sortire effetto..su questo suo “modo di fare”avete qualche consiglio?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessio, intanto auguri per la new-entry in famiglia! Dunque, intanto devi considerare che Chopper è ancora molto molto piccolo e quindi è normale che ci voglia un pò di tempo prima che impari dove fare i bisogni (come qualsiasi altra cosa, del resto). Tu cerca di avere tanta pazienza! Quello che possiamo consigliarti è intanto di NON abituarlo a fare i bisogni sulle traverse, ma usale solo come emergenza. Se infatti adesso lo abitui a fare tutto dentro casa, tra un pò di tempo ti ritroverai con il problema inverso, e cioè con un cucciolone che durante la passeggiata non fa nulla e appena rientra in casa fa tutto quello che può fare. Per questo motivo anche in questa fase così delicata della crescita, bisogna trovare dei compromessi per far uscire il cucciolo: coprirlo bene con maglioncini e cappottini in caso di freddo e pioggia per evitare che prenda freddo e portarlo in zone “pulite” e non troppo frequentate da altri animali (e soprattutto non farlo avvicinare a feci altrui) per evitare che prenda malattie finchè non ha finito il ciclo di vaccinazioni. Naturalmente bisogna incentivarlo a fare i bisogni fuori e quindi premiarlo e complimentarsi con lui quando fa pipì o popò fuori casa, mentre IGNORARLO (non sgridarlo) del tutto e pulire senza farsi vedere quando li fa dentro casa. Ecco un articolo che può esserti utile:
    Come insegnare al Beagle a fare i bisogni nel posto giusto.

  • Carianni Chiara scrive:

    Caro amico Beagle, mi chiamo Chiara e ho un beagle di 8 anni.avrei due importanti quesiti da chiederti, perche’ non sappiamo piu’ cosa inventarci per risolvere questi due problemi. Archimede è un cane ancora molto giocherellone, e questo fa molto piacere ai nostri due figli che lo considerano come un loro compagno di giochi. Lo usciamo regolarmente tre volte al giorno e a volte quando usciamo per una lunga passeggiata lo portiamo con noi e i nostri due figli. Ma alla fine della passeggiata le nostre braccia sono distrutte, perché ha continuato imperterrito a tirare e fiutare a terra abbaiando a tutti i cani, fatta eccezione delle femmine, che incontriamo. Ci daresti un consiglio su come evitare cio’ potendo cosi’ fare una passeggiata serena?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Chiara, innanzitutto bisognerebbe analizzare la situazione da vicino per capire realmente i motivi del comportamento di Archimede verso gli altri cani maschi, che potrebbe essere dovuto a semplice voglia di interagire, paura o aggressività. Capita molto spesso che un cane maschio adulto abbia difficoltà a rapportarsi con gli altri cani maschi, soprattutto se non ha ricevuto una corretta socializzazione da cucciolo. In ogni caso deci fargli capire che abbaiare e tirare al guinzaglio per raggiungere l’altro cane non è un buon comportamento, quindi se inizia a tirare o ad abbaiare, tu bloccati immediatamente e rimani immobile finchè lui non si tranquillizza. Solo in quel momento dovrai recuperare la sua attenzione su di te e proseguire a camminare. Per sapere invece come comportarti per risolvere il problema del cane che tira al guinzaglio leggi attentamente questo articolo: Se il Beagle tira al guinzaglio

  • Marina scrive:

    Caro amico beagle, mi chiamo Marina ed ho un cucciolo di due mesi da una settimana.
    Quando gioco con lui il cucciolo morde, all’inizio piano poi lo fa con sempre più forza e insistenza tirando forte, quando non risponde al richiamo lo rinchidiamo nel trasportino com suggeritoci dal veterinario fino a che non si calmi. Non avendo ultimato il ciclo necessario di vaccinazioni, non possiamo portarlo fuori, pur cercando di giocare con lui e regalandogli giocattoli specifici da mordere. Sono preoccupata dal momento che il cucciolo morde fino a procurare ferite, e non sempre appare gestibile. Saluti

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marina, il comportamento del tuo cucciolo è piuttosto comune nei cani molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni e quindi di imparare l’inibizione al morso. A meno di particolari problemi comportamentali, fortunatamente è un comportamento che sparisce con il cambio totale della dentizione, quindi entro i sei mesi. Nel mentre però devi iniziare a fargli capire che questi suoi morsi non sono tollerati: lui morde mani e caviglie per attirare l’attenzione e perchè per lui è un gioco, ma bisogna iniziare a fargli capire nel modo giusto che non è il modo corretto di giocare. Allora nel momento in cui inizia a mordere prova ad esclamare “AHI!” e immediatamente girati dall’altra parte, incrocia le braccia e IGNORALO finchè non si sarà calmato: deve capire che morsicandoti ottiene proprio l’effetto contrario, ovvero la tua indifferenza e che se vuole continuare a giocare deve comportarsi bene! E lo stesso metodo lo devono mettere in atto tutte le persone che subiscono i suoi morsi. Lasciagli poi sempre a disposizione delle valide alternative, degli oggetti che invece può mordere in tutta tranquillità come ossi di pelle o giocattoli di gomma, in modo che si sfoghi su di loro! Inoltre fallo sfogare di più durante il giorno: portalo a spasso, a correre, a socializzare con altri cani e fallo giocare, in modo che sfoghi le sue energie in attività salutari e che migliorino sensibilmente la relazione tra cane e proprietario. Ti consigliamo di leggere i seguenti articoli:
    Se il Beagle morde
    Quando si può cominciare a portare fuori il cucciolo per le prime esperienze?
    Infine, scusa ma ci sembra assurdo chiuderlo nel trasportino quando non risponde al richiamo! A parte che punendolo ottieni proprio l’effetto contrario, ovvero che la volta successiva sa cosa gli aspetta e ci pensa due volte prima di venire da te, ma oltretutto ha soltanto due mesi, non si può pretendere che sappia già cosa deve fare quando lo chiami! Piuttosto prova ad insegnarglielo con pazienza e con tanti premi!
    Perché il richiamo a volte non funziona?

  • Dino scrive:

    Ciao a tutti!!!!! Sono ormai passati 16 mesi da quando Niobe è con me e molti problemi sono stati risolti anche grazie ai vostri consigli.
    Un paio di piccoligrandi problemi però ancora non siamo ancora riusciti a risolverli. Il primo e fondamentale è quello della distruzione della sua cuccia poco dopo che io vado via. Premetto che ogni mattina va al parco per un paio di ore giocando e socializzando con tutti i cani mentre le sue uscite giornaliere per i bisogni sono 9:00/11:00 al parco 14:30 per i bisogni 19:30/20:30 per una lunga passeggiata e poi 23:30 per i bisogni. E’ abituata a stare e giocare con cani adulti e bambini e su questo aspetto non ha mai dato nessun problema. A casa non rimane quasi mai sola perchè c’è sempre qualcuno. Ho anche chiesto a diversi educatori cinofili e tutti non mi hanno saputo dare una soluzione appunto perchè la sua avversione avviene sempre e solo verso la cuccia e mai verso altro. Inoltre quando sono io a casa lei riposa sempre nella sua cuccia senza problemi.
    Grazie e spero di risolvere questo problema

  • debby scrive:

    Salve io ho 2 beagle d quasi 3 anni un maschio e una femmina. Volevo chiedervi alcune cose…intanto con il caldo d quest giorni sn stati un po più nervosi, è normale ? Poi v volevo chiedere un consiglio a novembre nascerà la nostra prima figlia, i miei cani sn sostanzialmente buoni cn i bimbi, solo che il maschio è irruento nel giocare, se decide che vuole una cosa sale sul letto indipendentemente da chi c’è nel letto, pur essendogli vietato…ed è anche un pochino dominante.siccome c tengo che il nuovo arrivo venga vissuta bene da tutt la famiglia cosa posso fare ?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Debby, solitamente il caldo fa proprio l’effetto contrario, ovvero rende i cani più apatici e svogliati, almeno nelle ore più calde della giornata, perciò la causa del loro “nervosismo” sarebbe da ricercare altrove. Per il resto, molto spesso all’arrivo di un bebè in famiglia il cane viene un pò “messo da parte” e da qui nascono gelosie nei suoi confronti. Ma se continuerete ad occuparvi dei vostri cani come avete fatto finora, non facendo loro mancare attenzioni e soprattutto gioco e attività fisica, siamo sicuri che andrà tutto bene. L’importante è non far percepire loro l’arrivo del bambino come una minaccia, quindi è fondamentale evitare che si creino gelosie. Insomma, è necessario gestire bene la situazione, nei seguenti articoli trovi qualche consiglio a questo riguardo:
    Se è in arrivo un bebè
    Bambini e cuccioli

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Dino, dato che tu stesso dici che Niobe non rimane quasi mai a casa da sola, secondo me si tratta semplicemente di un po’ di ansia da separazione per il fatto di non essere abituata a questa situazione: non riesce a gestire lo stress dovuto alla solitudine e si sfoga distruggendo la sua cuccia (perchè prenda di mira proprio la sua cuccia ovviamente non te lo so dire così su due piedi, ci sarebbero tanti fattori da analizzare). Perciò il mio consiglio è di abituarla in modo graduale a restare sola, in modo che per lei non sia troppo traumatico. Trovi molti consigli a riguardo nei seguenti articoli:
    Come insegnare al cucciolo di beagle a rimanere solo
    Affrontare l’ansia da separazione del Beagle

  • Lisa scrive:

    Ciao il mio Beagle Rocky ad agosto fa 5 anni e a tutt’oggi soffre di ansia da separazione e non riusciamo a fargliela passare, in più è sempre stato un cane socievole con gli altri cani invece ora attacca i maschi… Come possiamo fare per risolvere queste situazioni?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lisa, prima di tutto bisognerebbe capire i motivi di questo comportamento di Rocky (paura, stress, territorialità, ecc…) e indagare sul suo passato: magari ha subito un trauma da un altro maschio, magari è stato condizionato da qualcuno o qualcosa ad essere aggressivo con gli altri maschi. Purtroppo, essendo una situazione così delicata, non possiamo aiutarti, ci sono troppe variabili in gioco. A volte un maschio quando diventa adulto sviluppa un’aggressività verso gli altri cani maschi e per risolverla ci sarebbe da lavorare molto, pertanto cerca di capire se è una situazione che a te crea forti problemi (per il contesto in cui vivete, i cani che vi circondano, i posti che frequentate, il vostro stile di vita, ecc…) e se vale la pena affrontare un percorso rieducativo seguito da un bravo educatore (magari frequentando un centro cinofilo dove vengono organizzate anche le classi di socializzazione), oppure se, tutto sommato, puoi anche convivere con questo problema. Per quanto riguarda l’ansia da separazione invece, puoi trovare diversi consigli nell’articolo Affrontare l’ansia da separazione del Beagle.

  • lucio scrive:

    ciao, anche il mio beagle di quasi 2 anni e’ iperattivo ma credo sia dovuto dal fatto che rimanga da sola 8 ore lavorative anche se poi quando noi ci siamo cerchiamo di soddisfare tutte le sue esigenze ( la mattina lunghe passeggiate senza guinzaglio e il pomeriggio dopo il lavoro idem) l’unico grosso problema per noi e’ che quando andiamo a casa di altre persone o altre persone vengono a casa nostra lei impazzisce…praticamente non ascolta piu’ niente..cosa si puo’ fare in questi casi? non dico che la vorrei a cuccia sotto le mie gambe ma che almeno non vada in giuro per la casa delle persone a rubare ciabatte o farsi rincorrere perche’ apre le porte o cmq qualsiasi cosa alla sua porttata la rubi ecc….

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lucio, purtroppo la curiosità è tipica dei beagle molto giovani per cui il comportamento della tua cagnolina è tutto sommato normale. Il consiglio che posso darti è farla stancare moltissimo prima di portarla a casa di amici e poi magari chiedi loro se si possono chiudere le porte delle stanze, in modo da tenere la piccola peste sempre vicino a te e quindi tenerla sempre sotto controllo. Puoi anche provare a portare con te un osso da rosicchiare o un kong ripieno di cibo per farla rilassare e farle passare il tempo e magari il suo cuscino o la sua copertina dove possa coricarsi.

  • lucio scrive:

    ok grazie per il consiglio..volevo pero’ chiederti se il kong posso lasciarlo anche nelle ore in cui sta da sola a casa o e’ controproducente.
    grazie
    ciao

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Il kong viene utilizzato proprio per arricchire i momenti di noia e solitudine di un cane, perciò va benissimo darlo alla tua cucciola quando deve rimanere da sola! 🙂

  • KEKKO scrive:

    salve a tutti mi sono appena iscritto al vostro sito, ho deciso di prendere un cane di razza beagle, ma ho chiesto consiglio ad un amico veterinario che mi ha assolutamente sconsigliato questa razza( d’altronde è il mio primo cane)dicendo che è una razza testarda giocherellona ecc. Il cane che dovrei prendere io e una femmina di nemmeno 60 gg, all’inizio ero molto entusiasta ma questo amico e molti commenti su internet mi hanno davvero scoraggiato,premetto che il cane dovrebbe entrare in un appartamento grande ma senza giardino e un grande balcone,e vivendo in un palazzo non vorrei avere problemi con altri condomini,(ma non credo visto che quasi tutti hanno un cane, ora vorrei davvero sapere da chi ha avuto o possiede ancora il cane, se veramente è testardo, non sta a sentire ecc. purtroppo non ho potuto leggere tutti i commenti aspetto un vostro commento molto preciso grazie in anticipo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Kekko, proprio la settimana scorsa abbiamo pubblicato un articolo su questo argomento, speriamo possa aiutarti a chiarire i tuoi dubbi, leggilo attentamente: I famigerati luoghi comuni sul beagle

  • Rita scrive:

    Ciao a tutti sono disperata il mio cucciolo spesso mi ringhia pesantemente e cerca di attaccarmi se gli voglio togliere qualcosa di pericoloso dalla bocca…ma non sempre e non riesco a capire come devo gestire questa cosa…quando lo fa mi spaventa molto 🙁
    Potete aiutarmi?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Rita, purtroppo è un viziaccio tipico dei beagle, cane curioso e sempre affamato, quello di prendere in bocca qualsiasi cosa di vagamente commestibile. Inoltre il tuo cucciolo sta ancora attraversando la cosiddetta “fase orale”, ragion per cui è portato ad esplorare il mondo con la bocca e quindi a prendere qualsiasi cosa tra le fauci! Pertanto è molto probabile che crescendo perda questo comportamento, ma nel mentre correggilo con un “No!” appena lo vedi addentare qualcosa che non deve ed inizia a lavorare con lui sul comando “Lascia!” che, se imparato bene, può rivelarsi importante per farti lasciare quello che ha in bocca senza drammi o costrizioni. Ecco un paio di articoli sull’argomento:
    Come evitare che il Beagle divori qualunque schifezza
    Lascia: insegnamo al beagle a lasciare un oggetto
    Per il resto ti consigliamo di iniziare a lavorare seriamente sulla vostra relazione per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Se vedi che da solo non riesci ad ottenere risultati, puoi sempre rivolgerti ad un bravo educatore cinofilo che ti aiuti in questo percorso.

  • Rita scrive:

    grazie mille per tutti i consigli..vi farò sapere come andrà… 🙂

  • Silvia scrive:

    Salve! Siamo una famiglia di 3 persone di cui una bimba di 4 anni molto vivace attiva e giocherellona! Mi fate sapere se potrebbe essere il cane adatto a lei il beagle? Io lavoro da casa in telelavoro e potrei assicurare al cucciolino le 3/4 uscite giornaliere e lavorando in casa non starebbe praticamente mai solo salvo x una max due orette al dì. Potrebbe essere una situazione adatta? Abbiamo un terrazzo molto grande (30 mq) dove potrebbe tranquillamente scorrazzare felice ma cmq lo farei dormire in casa e seguendo le regole del confinamento. Che mi dite? Grazie infinite.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Silvia! Dunque, quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini. Senza ombra di dubbio il beagle è un cane che ha tantissime qualità: una personalità molto forte e decisa, è tremendamente dolce e tenero, affettuoso e coccolone, socievole e non aggressivo, ma anche vivace e pieno di energie, golosone e “dispettoso”! D’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Per questo motivo FAI BENISSIMO ad informarti il più possibile sulle caratteristiche del beagle e a pensare bene a come potrebbe cambiare la tua vita e quella della tua famiglia dopo che avrai portato a casa un cucciolo di questa razza. Innanzitutto bisogna dire che il beagle è un cane che soffre molto se lasciato solo, pertanto il tuo stile di vita è sicuramente un buon punto di partenza. Ma per farlo stare bene non è sufficiente non lasciarlo solo, ma è necessario dedicargli del tempo esclusivo per soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità e per fargli sfogare la dose infinita di energie che si ritrova, quindi va portato quotidianamente a spasso, a correre, a giocare, a socializzare e divertirsi con altri cani… onde evitare di avere un cane depresso e frustrato che, per sfogare le proprie energie, inizia ad adottare comportamenti poco graditi.
    Infine dobbiamo un pò smentire questa diceria che il beagle sia così particolarmente adatto ai bambini… E’ vero che è un cane dal carattere molto docile, mai aggressivo e sempre propenso al gioco ma è anche vero che da cucciolo è molto esuberante e soprattutto nei primi mesi di vita solitamente è un mordicchiatore folle e questo spesso rappresenta un problema per i bimbi piccoli. Pertanto, la combinazione “cane-bambini piccoli” non deve mai essere presa sottogamba, in questo articolo trovi qualche informazione in più a riguardo: Bambini e cuccioli
    Ti consigliamo di valutare attentamente l’adozione di un cucciolo di beagle, di leggere tutto ciò che puoi riguardo a questa razza e, in base a questo, di capire se il beagle è davvero il cane che stai cercando.

  • ANDREA scrive:

    Ciao Simona, crdo che il mio Asso un Beagle di 11 mesi sia un pochino iperattivo, ti spiego il cane gode di ottima salute adesso e un po di tempo che mangia di meno, ma il problema vero e proprio, e che lui appena vede delle persone incomincia a saltare e mordicchiarle. Lui di giorno e fuori in giardino dove ci sono altri due cani un maschio e una femmina ma in recito, mentre lui e libero, delle volte abbaia contro il nulla ovvero erba delle ombre ecc.Il cane ancora quando ceniamo o siamo in casa il giorno deve stare fuori se no salta sui tavoli e cerca di distruggere tutto. Il cane

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Andrea, come prima cosa prova a capire se soddisfi quotidianamente i suoi bisogni di movimento e socialità perchè da ciò che scrivi sembra che i suoi comportamenti derivino da semplice richiesta di attenzione. Un beagle dell’età di Asso ha tantissime energie da spendere e se non vengono fatte sfogare nel modo giusto si trasformano in comportamenti sbagliati. Cerca anche di non escluderlo completamente dalla vita domestica, piuttosto insegnagli come deve comportarsi in casa!

  • valentina scrive:

    ciao “amico beagle”,
    ti espongo la mia situazione,ho un beagle di quasi otto mesi preso all’etá di cinque mesi da una famiglia che non potrva più tenerlo in quanto il bambino piccolo é allergico al pelo del cane.
    In questi due mesi sono riuscita ad insegnarli qualcheregola base come ad esempio lo star seduto,l’aspettare il mio ok per mangiare ed il non disturbare quando si mangia.
    Il problema principale del mio cucciolo è che instancabile…fa tre uscite al giorno per un totale di quasi tre ore tra passeggiate e socializzazione con altri animali ad esempio un giorno ha giocato quasi due ore con un rottweiler ed aveva ancora energia da vendere che poi sfoga in casa o meglio sugli oggetti di casa sembra cercare sempre qualcosa da mordicchiare (muri,coperte,divano ect) viene sgridato con un no secco e poi gli do un’alternativa come l’osso; quando capisco che lo sta facendo per attirare l’attenzione lo ignoro.Inoltre ultimamente non accetta di esser sgridato e si “ribella”cercando di mordicchiarmi.
    Inoltre nonostante i miei insegnamenti non capisce ancora il richiamo,quando vede un cane per strada si sdraia,lo punta ed aspetta che passi vicino per fargli un”agguato ed inoltre ha la tendenza a saltare adddosso alle persone.Per concludere l’abbiam portato una sera a casa di mia suocera e nel giro di un’oretta aveva giá scavato una buca in giardino,rotto il copridivano (eravamo a tavola a mangiare e per attirare l’attenzione tirava il copridivano)e poi non stava mai fermo era sempre alla ricerca di qualcosa.
    Secondo voi cosa dovrei fare calcolando che il cucciolo viene portato fuori tre volte al giorno per un totale di tre ore ed inoltre gioca anche a casa con me per instaurare un rapporto eppure ha energia per fare monellerie per casa.
    Forse dovrei portarlo da un’addestratore?Trovare un veterinaio comportamentalista?
    grazie e buon anno!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valentina, la situazione ci sembra tutto sommato normale. Considera che il tuo cucciolone è con te da soli tre mesi, è logico che tra di voi non si sia ancora instaurata una solida relazione, ci vuole tempo per questo. Inoltre sta entrando nella fase adolescenziale, chiamata anche “età dell’opposizione”, nella quale il cane prova a ribellarsi e a conquistarsi qualche privilegio in più. Ma è proprio in questa fase che devi tenere duro e continuare a fargli rispettare le regole. Inoltre continua a farlo sfogare moltissimo durante la giornata (portalo a spasso, a correre, falrlo giocare e socializzare con altri cani…), perchè soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane tranquillo e dal carattere equilibrato. Nel mentre continua anche a lavorare seriamente sulla vostra relazione per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” (che puoi scaricare in questa pagina: http://www.amicobeagle.it/beagle.html) per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Inoltre dovresti provare anche ad incanalare le sue energie in qualche disciplina te lo tenga impegnato fisicamente e mentalmente e grazie alla quale possa sentirsi davvero appagato e soddisfatto (a questo riguardo leggi l’articolo Diamo uno scopo alla vita del beagle!) e infine proponigli spesso giochi di attivazione mentale che lo aiutano a sviluppare autocontrollo, di concentrazione e capacità di problem solving. Infine chiedere aiuto ad un comportamentalista ci sembra un po’ eccessivo, mentre lavorare sotto la guida di un educatore può senz’altro essere di aiuto.
    Il comportamentalista ci sembra un po’ eccessivo, mentre un educatore può senz’altro essere di aiuto.

  • Mariagrazia scrive:

    Ho un bellissimo beglae di 4 mesi l’abbiamo preso a due mesi di vita ho un problema grande che morde sempre i bambini essendo che ho uno di 7 e l’altra di 4 no so che fare ho molta paura che nel crescere può succedere qualcosa di brutto essendo piccoli i bambini

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mariagrazia, ti abbiamo già risposto poco tempo fa a questo riguardo: “quello che descrivi è un comportamento piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni e quindi di imparare l’inibizione al morso. Per fortuna, a meno di particolari problemi comportamentali, è un comportamento che SPARISCE con il cambio totale della dentizione (quindi solitamente verso i 6 mesi). Nel mentre però devi iniziare a fargli capire che questi suoi morsi non sono tollerati: lui morde mani e caviglie per attirare l’attenzione e perchè per lui è un gioco, ma bisogna iniziare a fargli capire che non è il modo corretto di giocare. Allora nel momento in cui inizia a mordere dovete esclamare “AHI!” e immediatamente girarvi dall’altra parte, incrociare le braccia e IGNORALO finchè non si sarà calmato: deve capire che morsicandovi ottiene proprio l’effetto contrario, ovvero la vostra indifferenza e che se vuole continuare a giocare deve comportarsi bene! E lo stesso metodo lo devono mettere in atto tutte le persone che subiscono i suoi morsi. Lasciagli poi sempre a disposizione delle valide alternative, degli oggetti che invece può mordere in tutta tranquillità come ossi di pelle o giocattoli di gomma, in modo che si sfoghi su di loro!
    Nell’articolo Se il Beagle morde trovi qualche informazione in più.”

  • Mariagrazia scrive:

    Grazie Simona gli ho comprato di tutto ma la difficoltà sta con i bambini perché loro no ascoltano e quando li morde dopo loro fanno di nuovo come gli pare e facendo così lui no capirà’ mai mi sono spaventata perché ultimamente gli ha morso il viso alla piccola dib4 anni e ho paura che fra 5 mesi lui sarà un cane adulto e mia figlia sarà sempre una bambina di 4 anni e mezzo aiutoooo

  • Greta scrive:

    Salve. Ho appena preso un cucciolo di Beagle che ha tra pochi giorni 2 mesi, e mi è successa una cosa inaspettata : i primi 4 giorni io cucciolo è sempre stato abbastanza tranquillo, solo che stasera ha dato Fogo a tutta la sua ” iper attività ” , sembrava matto.. Correva per la stanza, afferrava tutto , abbaiava, non si dava pace . Ma la cosa che più mi ha turbato è stato il mordere. Lui morde per gioco, i primi giorni mordicchiava si, ma stasera ha esagerato molto, mordeva quasi con ” aggressività “, le mani, i piedi , le braccia, ma forte … Non so come fare. É la prima volta per me e non mi voglio scoraggiare. Gli dico dei forti NO! Quando mi morde ma è come se non ci sentisse ! Non mi considera..’sono molto preoccupata. Grazie e spero in un buon consiglio!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Greta! Dunque, quello che descrivi è un comportamento piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni (ci semra proprio il tuo caso) e quindi di imparare l’inibizione al morso. Per fortuna, a meno di particolari problemi comportamentali, è un comportamento che SPARISCE con il cambio totale della dentizione (quindi solitamente verso i 6 mesi). Nel mentre però devi iniziare a fargli capire che questi suoi morsi non sono tollerati: lui morde mani e caviglie per attirare l’attenzione e perchè per lui è un gioco (non è mai aggressivo anche se a te può sembrare così), ma bisogna iniziare a fargli capire che non è il modo corretto di giocare. Allora nel momento in cui inizia a mordere dovete esclamare “AHI!” e immediatamente girarvi dall’altra parte, incrociare le braccia e IGNORALO finchè non si sarà calmato: deve capire che morsicandovi ottiene proprio l’effetto contrario, ovvero la vostra indifferenza e che se vuole continuare a giocare deve comportarsi bene! E lo stesso metodo lo devono mettere in atto tutte le persone che subiscono i suoi morsi. Lasciagli poi sempre a disposizione delle valide alternative, degli oggetti che invece può mordere in tutta tranquillità come ossi di pelle o giocattoli di gomma, in modo che si sfoghi su di loro! Nell’articolo Se il Beagle morde trovi qualche informazione in più. Inoltre appena avrà terminato il ciclo di vaccinazioni, cerca di farlo sfogare durante il giorno: portalo a spasso, a correre, a socializzare con altri cani e fallo giocare, in modo che sfoghi le sue energie in attività salutari e che migliorino sensibilmente la relazione tra cane e proprietario, perchè soddisfare le sue esigenze di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane calmo e dal carattere equilibrato.

  • Greta scrive:

    salve ! La ringrazio moltissimo per i suoi preziosi consigli. Dobbiamo avere tanta pazienza!! E forza di volontà ! Il gioco chiamato Kong può aiutare!? È quello che ci devi inserire dentro una specie di pasta, chiamato Kong Stuffin. All iper attività aggiunge il fatto di urinare un po dove li pare , anche nella cuccia. Io mi sono un po spaventata, ma ho capito che è normale. Non so se posso scrivere in questo articolo ma le vorrei chiedere consigli anche su quando rimane solo in casa , di fatto piange molto e non so come fare. Speriamo in bene! Vorrei fargli capire chi è che comanda e al con tempo sereno e educato.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    A questo riguardo il primo consiglio che possiamo darti è di non lasciargli tutta la casa a disposizione quando lo lasci solo, ma di confinarlo in uno spazio ristretto o al massimo in una stanza molto piccola, dove ha tutto il necessario per sentirsi tranquillo e al sicuro (cuccia, ciotola dell’acqua, qualche gioco, qualcosa da masticare) e una traversina dove poter eventualmente fare i bisogni. Inoltre dovresti cominciare ad abituarlo in modo graduale a restare da solo e a prendere una serie di accorgimenti per fargli sopportare meglio la situazione. Trovi informazioni più dettagliate nei seguenti articoli che ti consigliamo di leggere molto attentamente:
    Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”
    Come insegnare al cucciolo di beagle a rimanere solo
    Affrontare l’ansia da separazione del Beagle

  • ANGELA MARIA D' AURIA scrive:

    CIAO, HO 11 ANNI .
    IL MIO BEAGLE SI CHIAMA GONZALO E GLI VOGLIO DAVVERO MOLTO MOLTO BENE
    DEVO DIRE CHE CON GLI ALTI ANIMALI NON LITIGA AFFATTO (ANCHE SE SONO 3 GATTI E 1 BASTARDINO )

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Bene, bravissimo Gonzalo! 🙂

  • gianluca scrive:

    Ciao.. ho un beagle di 3 anni e mezzo che da circa una settimana vuole uscire in continuazione, avete per caso idea da cosa può dipendere? All’inizio pensavo fossero uscite per i bisogni, quindi derivate da qualche malessere fisico, ma in realtà quando esce i bisogni sono l’ultimo dei pensieri e mi sembra solo voglia di uscire.
    Probabilmente leggendo gli altri commenti e consigli non soddisfo quotidianamente i suoi bisogni di movimento e socialità pero’ non capisco perché ci sia stato questo cambiamento improvviso, prima l’ho sempre portato fuori 2/3 volte al giorno e non ha mai fatto storie per uscire di più.
    Grazie in anticipo x la risposta e complimenti x l’utile sito 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gianluca, grazie per i complimenti. Dunque, per capire realmente le cause del comportamento del tuo beagle la situazione andrebbe analizzata da vicino, insieme alle vostre abitudini, al vostro stile di vita, al vostro rapporto ecc… per cui non possiamo aiutarti concretamente ma, così su due piedi, possiamo ipotizzare la presenza di una cagnolina in calore nelle vicinanze, che porta il tuo maschio ad essere irrequieto e a voler continuamente uscire di casa.

  • Angela scrive:

    Non so se sono nella sezione adatta ma trattandosi di iperattività volevo esporre un problema che ha la mia Elodie..da circa 3-4 settimane abbiamo iniziato a notare che la zampetta anteriore destra poggiata al pavimento tremava..in primo tempo non abbiamo dato peso perché pensavamo fosse un po’ di debolezza visto che mangiava di meno a causa del caldo e per primo ciclo arrivato..Non era un disturbo quotidiano..i primi di agosto siamo andati in ferie per due settimane a casa dei miei genitori che vivono in una villetta circondata da Prato..Elodie ha giocato con il cagnolino dei miei genitori e la cagnolina di mia sorella..una mattina appena sveglia Elodie ha iniziato a zoppicare..questo disturbo capitava a “freddo”e poi col movimento passava..però la vedevo che camminava pesantemente e per una cucciola di 10 mesi e di nemmeno 11chili era strano perché non dipendeva dal peso..i miei genitori vivono su un’Isola piccola che ha un solo veterinario che anni fa per superficialità fece morire un altro cagnolino che avevano i miei genitori..quindi non l ho voluta portare lì..la doppia non era continua e non avveniva ogni giorno..ho cercato di non farla muovere tanto e sembrava migliorasse un po’.appena rientrati ho portato Elodie dal mio veterinario che si occupa proprio di problemi articolari e mi ha dato un integratore legart up per 40 gg e nel frattempo tra 20 gg fare una radiografia in anestesia totale..ecco vorrei sapere se altri beagle hanno avuto problemi articolari e hanno fatto uso di condroprotettori..e se ci sono condroprotettori più completi..il veterinario l ha messa a riposo,non deve andare al parco,non deve fare lunghe passeggiate

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Angela, la nostra Diana ha una leggera displasia con artrosi alle anche. Fin da piccola manifestava un sintomo strano, solitamente riconducibile a lassità legamentosa (in pratica con una delle due zampe posteriori nel camminare, a volte saltava un passo, e succedeva con entrambe le zampe), ma a circa 4 anni durante l’attività fisica (agility) abbiamo notato un notevole aumento della rigidità in concomitanza dell’arrivo dell’autunno e quindi della stagione fredda e umida, per questo abbiamo deciso di fare visita ortopedica e lastre e si è arrivati a questa diagnosi. La displasia è leggera e non chirurgica ma a quanto pare molto sintomatica, perchè il famoso “saltino” continua a presentarsi e in autunno aumentano i problemi. Da allora le diamo il condroprotettore “Cosequin Taste” e sospendiamo l’agility da novembre a gennaio per non affaticarla troppo, ma per il resto continuiamo a farle fare molta attività fisica (lunghe passeggiate ogni giorno, corse, trekking in montagna in estate e ovviamente l’agility) che è fondamentale per mantenere un buon tono muscolare che dà sostegno alle articolazioni, mentre tenendola ferma e perennemente a riposo si peggiorerebbe la situazione. Purtroppo non essendo veterinari possiamo solo raccontarti la nostra esperienza ma non possiamo darti consigli a riguardo, se non eventualmente di portarla a far visitare da un ortopedico specializzato una volta che avrai l’esito delle radiografie. In bocca al lupo!

  • Angela scrive:

    Ciao Simona grazie della tempestività..Mi dispiace per Diana mannaggia..il veterinario mi ha detto che potrebbe essere qualcosa di degenerativo e quindi mi ha dato per ora questi integratori..su Internet ho letto che ci sono altri condroprotettori più completi,tra cui quello che dai te a Diana..ho letto che l integratore che sta prendendo Elodie va bene per prevenire eventuali patologie..Ma lei i sintomi li ha e vorrei qualcosa di più completo..poi risulta che bisogna fare anestesia per l rx?il veterinario si occupa anche di problemi articolari ma ho bisogno di un altro consulto..lui ha parlato anche di un eventuale intervento,sempre se dovesse uscire dalla radiografia qualcosa di avanzato..poi un’altra cosa te mi dici che Diana fa sport o comunque è in movimento..il veterinario mi ha detto di evitarlo..faccio fatica a farla star tranquilla perché comunque ha 10 mesi e va avanti e indietro..Simona hai trovato miglioramenti con quest altro condroprotettore?grazie mille e scusa per le tante domande..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Allora, andiamo con ordine… purtroppo per fare le lastre una sedazione è assolutamente necessaria perchè c’è la necessità di mettere le articolazioni in una posizione per nulla naturale e che deve essere mantenuta per un certo lasso di tempo, cosa impossibile quindi da fare con un cane sveglio. Ad ogni modo è una sedazione molto leggera, dopo qualche ora il cane si sveglia completamente e torna quello di prima. Una volta che avrai l’esito delle lastre è sempre meglio sentire almeno un secondo parere prima di procedere con l’eventuale chirurgia, in modo da essere sicuri sulla diagnosi e sulla terapia. Per quanto riguarda l’integratore, sinceramente non saprei dirti la reale efficacia, il saltino lo faceva prima e continua a farlo adesso, vai a capire da cosa dipende… e poi in autunno continua ad accusare rigidità e dolore ma in modo discontinuo e comunque non grave (lei non si lamenta mai), pertanto è difficile capire quanto va ad agire anche se almeno non si sono più verificati i crampi. Comunque nel dubbio continuiamo a somministrarglielo. 🙂 Per quanto riguarda l’attività fisica, il mio consiglio è di tenerla moderata (solo passeggiate) fino all’esito delle lastre, dopodichè in base all’entità del problema, i medici ti sapranno indicare quale tipo di attività sarà il caso di sospendere e quale continuare.

  • Aurora scrive:

    ciao , io per il mio cane per i denti l i do DENTASTIX
    va bene come prodotto per i denti ?
    P.S lavi lovo denti dopo pranzo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Se riesci a lavargli i denti puoi anche evitare i dentastix, altrimenti dagliene pure ma senza esagerare perchè possono aiutare la pulizia dei denti ma sono pieni di schifezze.

  • Aurora scrive:

    ok grazie

  • Angela scrive:

    Ciao Simona vorrei esporre un problema che non ho io ma i miei genitori..hanno un volpino di pomerania di 9 mesi circa..i miei genitori vivono in una villetta con spazio esterno quindi il cucciolo si svaga molto..il problema é che è tanto tanto iperattivo,se lo si vuole portare a fare una passeggiata é un dilemma mettergli la pettorina e un dramma portarlo a spasso perché abbaia a tutti e tutto!un altro problema é che anche se è spesso fuori perché come si apre il portone di casa esce subito, una volta in casa spesso marca il territorio..mia madre lo riprende mentre mio padre è più permissivo..Rex,il nome del volpino,penso che sia un po’ confuso o addirittura non sappia chi sia il capobranco..mia madre ha pensato anche di castrarlo per farlo calmare un po’..potresti darmi un consiglio su cosa fare?ti ringrazio in anticipo..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Angela, mi piacerebbe poterti aiutare ma a quanto pare per la situazione che descrivi c’è bisogno di ben altro che un semplice consiglio via internet, anche perché non c’è UN problema da risolvere, ma ce ne sono tanti che magari potrebbero essere risolti tutti in una volta cambiando qualche abitudine e insegnando ai tuoi genitori il modo giusto di interagire con il cagnolino e di soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Per questo il consiglio più sensato che possiamo darti è di rivolgerti ad un bravo educatore che possa seguirvi personalmente ed aiutarvi nel creare con lui un rapporto di rispetto e fiducia e ad insegnargli le regole di base di una buona educazione e per una serena convivenza di tutti i membri del branco-famiglia. 🙂

  • simona scrive:

    Ciao, io ho un beagle di 2 anni molto vivace e giocherellone, unica pecca che non resta da solo in casa non ci riesce è più forte di lui vuole qualcuno intorno, vorrei sapere solo se magari con l’arrivo di un altro cane potrebbe calmarsi magari con l’aiuto della nuova compagnia, chissà restare anche solo in casa.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Simona, è impossibile rispondere alla tua domanda perché in gioco ci sono tantissime variabili. Se è vero che c’è una remota possibilità che la compagnia di un altro cane possa alleviare l’ansia da separazione del tuo beagle, è vero soprattutto che ci sono molte, moltissime, probabilità in più che anziché risolvere un problema, te ne ritrovi poi molti altri da risolvere e che l’ansia da separazione venga piuttosto trasmessa anche al nuovo arrivato! L’ansia da separazione non si risolve in questo modo, ma lavorando sul cane per fargli sopportare al meglio la solitudine. Ecco qualche consiglio:
    1. Non lasciargli tutta la casa a disposizione e a maggior ragione quando lo lasci solo impediscigli l’accesso al terrazzo perché lo confonde ed inoltre vi vede allontanarvi da lui. Utilizza la tecnica del confinamento per arginarlo in uno spazio ristretto o una singola stanza della casa, dove avrai allestito uno tutto il necessario per farlo sentire tranquillo e al sicuro (cuccia, ciotola dell’acqua, qualche gioco, qualcosa da masticare ed eventualmente una traversina dove poter fare i bisogni). Trovi maggiori dettagli nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”
    2. Se possibile, abitualo a restare solo in modo graduale, come descritto nell’articolo Come insegnare al cucciolo di beagle a rimanere solo
    3. Cerca di desensibilizzarlo a quei momenti che precedono la vostra uscita da casa, ovvero tutti i gesti che per lui significano “stanno uscendo di casa, sto per rimanere solo” devono perdere significato. In poche parole, anche quando non dovete uscire in diversi momenti della giornata, preparatevi, mettetevi le scarpe e il cappotto, prendete le chiavi di casa, ecc… poi vi rimettete a sedere sul divano, a guardare la tv e a fare ciò che stavate facendo prima. A lungo andare per lui quella routine non significherà più nulla e quindi eviterà di caricarsi di ansia tutte le volte.
    4. Prima di lasciarlo solo, assicurati di aver soddisfatto le sue necessità: portalo a fare i bisogni e a fare una bella passeggiata, in modo che al ritorno a casa sia soddisfatto ed appagato e abbia voglia di godersi un po’ di riposo.
    5. Prima di uscire di casa lasciagli sempre qualcosa di buono da masticare come un kong ripieno di cibo o un osso di pelle. Questo contribuisce ad associare alla tua uscita un’esperienza positiva e soprattutto a distrarlo dal momento del distacco e tenerlo impegnato per un po’ di tempo.
    Troverai maggiori dettagli e informazioni nel seguente articolo che ti consigliamo di leggere attentamente: Affrontare l’ansia da separazione del Beagle

  • concy scrive:

    buongiorno,ho una beagle di 3 mesi che si chiama Lola, che da quando é arrivata a casa oltre a essere libera di scorazzare anche in giardino, da poco tempo dato che abbiamo finito 3 vaccini, sta iniziando a fare le sue prime uscite.La esco 2 volte al giorno e le passeggiate sono minimo di un 3 quarti d’ora, un’ora.il mio problema principale é la sera….durante il giorno é sempre attiva corre dormicchia ecc ecc,abbastanza bestibile (a parte le sue piccole birbanterie) la sera é impossibile da far calmare…Praticamente all’inizio mi dicevano che doveva svagarsi, ma adesso che la esco perché al ritorno invece id calmarsi é ancora più ENERGICA???scappa, salta sul letto prende rincorse…non riesco a calmarla…eppure dovrebbe essere più stanca al ritorno no?e poi perché per lei la fine delal girnata nn arriva mai?io e la mia mamma la teniamo come una figlia, e pensate che sono quasi arrivata a non uscire la sera perché se io esco lei fa disperare la mia mamma che invece vorrebbe riposarsi e lei mordicchia mia mamma e rimane altamente energica fino a che io nn arrivo a casa….l’alternativa é lasciarla fuori la sera.non posso diventare schiava della mia tesorina, come posso fare???scusate il lungo messaggio ma ho proprio bisogno di voi.:(

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Concy, quello che descrivi è un atteggiamento molto comune nei cuccioli più scatenati, noi li chiamiamo i “5 minuti di follia del beagle”! Spesso i cuccioli dopo la passeggiata o dopo aver mangiato sono molto “carichi” e devono trovare un modo per sfogare le loro energie e quindi iniziano a correre per la casa come dei pazzi, a mordicchiare tutto e tutti, abbaiare, montare e chi più ne ha più ne metta. In questi casi quello che dovresti fare è incanalare le sue energie in attività più costruttive, finché questi attacchi di follia non scompariranno. Intanto assicurati di farle fare la giusta quantità di movimento ogni giorno, che è essenziale per l’equilibrio del suo carattere ma ovviamente sempre compatibilmente con la sua età. Inoltre quando prevedi uno di questi “attacchi”, cerca di impegnarla in attività con cui possa stemperare l’eccitazione, ad esempio nascondendo dei bocconcini e facendoglieli cercare, oppure facendolo lavorare su un gioco di attivazione mentale o anche con un semplice Kong pieno di cibo che dovrà impegnarsi ad estrarre, oppure un osso di pelle da masticare (sempre tutto il relazione con la sua età). Il mordicchiare è un comportamento piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni e quindi di imparare l’inibizione al morso. Per fortuna, a meno di particolari problemi comportamentali, è un comportamento che SPARISCE con il cambio totale della dentizione (quindi solitamente verso i 6 mesi). Nei seguenti articoli troverai ulteriori consigli utili a riguardo:
    Quando il nostro cane diventa… un beagle pazzo!
    Se il Beagle morde

  • Ambra scrive:

    Ciao! Ho un beagle di nome Pedro che il 29 Agosto compierà 2 mesi. Quando l’ho preso aveva appena 40 giorni, dunque è stato tolto molto presto alla mamma per cui molti degli insegnamenti “naturali” non gli sono stati impartiti. Pedro è molto vivace, ha imparato a fare i suoi bisogni nelle traversine in una settimana, mangia tutti i suoi croccantini e dorme molto! Solamente tende a mordere le nostre mani, molto spesso in aggressivamente infatti tende a ringhiare e digrignare i denti. Leggendo il vostro blog ho capito che sicuramente il suo mordere è legato al fastidio dei denti da latte, ma mi chiedevo come fare per quanto riguarda l’aggressività. Essendo il mio primo cucciolo non ho molta esperienza e molto spesso tendo ad essere molto sconfortata. Scusate il lungo messaggio, spero riusciate a rispondermi!

Lascia un commento