Torna all'homepage
Feb
2

I cinque errori più comuni commessi dai proprietari di beagle

Autore: Simona (AmicoBeagle)
Categoria: Carattere Beagle, Razza Beagle

beagle errori fotoErrore numero uno: scegliere il beagle solo perché è carino
Questo è un errore molto comune in cui molti proprietari sembrano cadere.
Vedendo un beagle in qualche annuncio o in un negozio di animali se ne innamorano a prima vista e lo portano subito a casa. Alcuni sono addirittura fissati con questa razza solo a causa dell’aspetto esteriore e non ci pensano due volte a comprare il primo beagle che vedono. Evitare di informarsi accuratamente sulle caratteristiche della razza o basarsi solo su qualcosa di sentito dire è uno degli errori più diffusi.

Ogni razza canina ha particolari requisiti per quanto riguarda la personalità e le necessità fisiche ed il beagle non è da meno (per saperne di più leggi l’articolo: Il beagle: per molti ma non per tutti).

Ci si risparmia un sacco di problemi informandosi bene prima dell’acquisto e controllando che le caratteristiche del beagle si sposino allo stile di vita del proprietario, che comunque deve essere disposto a qualche compromesso.

Non ha senso acquistare un cucciolo di beagle se si ha uno stile di vita talmente indaffarato da non aver mai un minuto libero per stare con lui. Ha bisogno di un sacco di esercizio e di vita sociale!

Errore numero due: prendere un beagle per i bambini
Questo è un altro errore molto comune.
Gran parte dei bambini ha la tendenza a volere un cucciolo come compagno di giochi ed è un classico sentirli pregare i loro genitori per questo.
Il beagle, con il suo aspetto tenero, dolce e giocherellone sembra proprio fare al caso loro!

Così un sacco di genitori li accontentano senza porsi il minimo dubbio. Scelgono un bel cucciolo di beagle, magari in un negozio di animali e lo regalano ai figli.
I bambini possono anche aver promesso di prendersi cura del cane.
E’ normale: è un mezzo che hanno usato per contrattare con i genitori, per ottenere il loro cucciolo.

L’errore è proprio qui.
Non importa quante volte i bambini promettono una cosa, non sono ancora nella fase in cui si possono assumere la piena responsabilità di curare un cane come si deve.

Questa responsabilità finiscono quindi per prendersela i genitori, di solito già troppo occupati.
Proprio perché il cane è stato acquistato per i bambini, spesso non si sono affatto pianificate la sua formazione e la sua socializzazione e da qui possono nascere pesanti problemi di comportamento con relative frustrazioni in famiglia.
Non vorremmo mai dirlo ma gran parte degli abbandoni nascono proprio da irresponsabili regali fatti ai figli!

Errore numero tre: comprare un beagle in un negozio di animali
Una volta deciso che il beagle è la razza che fa per noi, la nostra ricerca di informazioni non deve fermarsi.

Uno dei posti peggiori dove comprarlo è in un negozio di animali, dove i cuccioli sono esposti “in vetrina” e di solito provengono da allevamenti intensivi, magari dell’est Europa, quindi dopo essere stati tolti dalla mamma prestissimo e aver affrontato un viaggio estenuante.

Anche se spesso hanno prezzi più economici, non c’è controllo sulla linea di sangue del cucciolo che si sta acquistando e non c’è alcuna garanzia su eventuali tare ereditarie.
L’ultima cosa che vogliamo è un beagle con la salute a rischio per il resto della sua vita.

Quando si sceglie un cucciolo, si sceglie un nuovo membro della famiglia.
Il posto migliore dove acquistarlo è da un selezionatore professionale con una solida reputazione. Anche se di solito è più costoso, avremo certamente più garanzie di portare a casa un cane in salute e ben curato nelle sue prime settimane di vita, nonché (si spera) un perfetto rappresentante della razza.

Errore numero quattro: una formazione non coerente
Cerchiamo di non confondere il nostro nuovo cucciolo, ad esempio sommergendolo con una valanga di comandi incoerenti.

Assicuriamoci che il comportamento tenuto verso il beagle sia identico da parte di tutti i membri della nostra famiglia (dovremmo dire del “branco-famiglia”!).
E’ molto dannoso, ad esempio, insegnargli qualcosa per poi lasciare che qualcun altro gli insegni la stessa cosa in modo diverso, oppure stabilire regole che vengono fatte rispettare solo ogni tanto.

Decidiamo quindi insieme ai membri della famiglia una linea educativa da impartire al cucciolo e rispettiamola sempre.
Se ad esempio si decide di evitare di dare al cane avanzi di cibo direttamente dalla tavola, è necessario che nessuno gli allunghi MAI un boccone, altrimenti si otterrà un cane mendicante perennemente appostato sotto al tavolo nella speranza che qualcuno gli ceda qualcosa di buono.

Oppure ancora, se si decide di bloccare il cucciolo con un “no” quando lo cogliamo sul fatto mentre rosicchia le gambe del tavolo, bisogna che tutti agiscano nella stessa maniera, perché se una persona gli dice “no”, un’altra lo allontana con la mano e un’altra lo ignora, il risultato sarà solo un cucciolo confuso che non capisce quello che deve fare e che soprattutto non imparerà un bel niente.

Errore numero cinque: non far socializzare il beagle in modo giusto
Una delle ragioni per cui in tanti cani si presentano problemi comportamentali è la mancanza di una socializzazione adeguata, che avrebbero dovuto ricevere da cuccioli.

Le prime 12 settimane di vita del cucciolo sono un periodo critico nel quale apprende le capacità di una corretta socializzazione.
Questo è il momento in cui il cane può abituarsi ad altri suoi simili, altre persone ed altri ambienti. Una corretta socializzazione sviluppata in questo periodo può garantire un cane felice e ben equilibrato per tutta la sua vita.

Una complicazione a questo processo è data dal mancato completamento delle vaccinazioni che di solito avviene dopo le 16 settimane di età.
Non far socializzare correttamente il nostro beagle nei primi mesi di vita può portare però a seri problemi comportamentali in grado di rovinare tanti aspetti della sua vita futura (e anche della nostra!). Possiamo impegnarci comunque per garantirgli in sicurezza le giuste esperienze sociali.

A questo riguardo potete trovare qualche consiglio negli articoli Il beagle e la socializzazione e Esercizio di socializzazione per il beagle.

87 commenti:
  • Roberto scrive:

    Ciao Simona,
    io ho 63 anni ed ho sempre posseduto un cane, negli ultimi anni mi sono trovato con un Haski voluto da mia moglie per i suoi occhi di ghiaccio ma che mi ha rovinato l’esistenza perchè ha sempre cercato di bucare la rete del recinto del grande giardino che abbiamo perchè lui non voleva essere segregato (la mia disperazione). Finchè circa 1 anno fà lo abbiamo trovato nella cunetta morto investito da chissà chi. Un derivato Labrador già adulta avuta forzatamente da un parente poichè andava a vivere in città e non poteva tenerla ma che non siè mai affezzionata, a fine 2009 ammalata di reni portata in canile per curarla e morta per complicazioni. Un derivato Maremmano che 1 anno fà operato di tumore e a maggio di quest’anno deceduto.
    Non volevo più saperne di cani visto che non sono più giovane e un pò acciaccato. Dopo un mese circa mi sentivo che mi mancava un amico che mi veniva a dare il saluto mattutino quando uscivo di casa, così ne ho parlato con mia figlia che è sposata e possiede un Labrador e lei prima mi ha guardato come se fossi impazzito poi mi ha consigliato un Beagle, razza che io non avevo mai preso in considerazione. Mi sono messo alla ricerca e informarmi su internet dove trovare un derivato, poichè volevo un cane da un canile, uno abbandonato insomma.
    Non volendo ne ho trovato uno dalla foto mi è subito piaciuto, fatto vedere a mia figlia e mia moglie, ok! per ferr’agosto avevo il mio nuovo amico di circa 2 anni e 1/2 sterilizzato. E’ veramente stato una fortuna, è veramente fortissimo è nato subito un filing.
    Certo adesso debbo fare di tutto per cercare di non farlo scappare però già ha capito qualè il suo territorio. Siamo tutti contenti anche i miei tre nipotini.
    Scusa se mi sono un pò dilungato, a presto, appena posso mando una foto.
    Roberto

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Roberto, grazie della preziosa testimonianza, ulteriore prova che un cane richiede un impegno serio per tutta la sua vita e per questo la decisione di adottarne uno non va presa con leggerezza.
    Del resto lui ci ricompenserà con anni di fedeltà e amore incondizionato, alla fine ne vale davvero la pena!
    Ti facciamo i complimenti per il tuo bellissimo gesto di adottare un beagle da un canile salvandolo da un’esistenza piena di incertezze, saremmo molto felici di ricevere una sua foto!

  • Eryka scrive:

    Ciao!
    Mi chiamo Eryka e ho 14 anni.Da sempre desideravo avere un cane.Visto che parto sempre durante le vacanze mia mamma non vuole comprarne uno perche’ si crea il problema con chi lasciarlo.Ma io l’ho convinta e abbiamo deciso di acquistarne uno.Il suo collega di lavoro ha un Beagle che fara’cuccioli e ce ne dara’ uno.Da quando mia mamma mel’ha detto io ho subito incominciato a crearmi dubbi.Allora sono andata su iternet dove ho trovato questo bellissimo sito sui Beagle dove ci sono tante informazioni su questa razza.Spero che mi darete consigli e risponderete alle mie domande.
    P.S(non ho mai avuto un cane)
    Eryka

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Eryka!
    Innanzitutto ti facciamo tanti auguri per l’arrivo del cucciolo e tanti complimenti perchè ti stai dimostrando fin da ora una padrona responsabile perchè ti stai impegnando a raccogliere quante più informazioni possibile sulla razza e sul comportamento da tenere per educarlo al meglio. Questo è sicuramente il primo passo per mettere le basi di un rapporto felice ed appagante con il tuo cane, quindi continua così! 🙂
    Se vuoi puoi cominciare a leggere gli articoli della categoria Cucciolo in modo da farti un’idea di quello che ti aspetta.
    Per il resto… noi siamo sempre qui! 🙂

  • marisa scrive:

    Salve, sono veramente a terra il mio cane Toby incrociato co un beagle si è allontanato da casa il 18 dicembre scorso, dopo la (GRANDE NEVICATA!) da allora non è più tornato, nonostante le numerose e varie ricerche, denunce ecc. Può avre perso l’orientamento, ed essere stato tradito dal suo olfatto? Aiutatemi sono disperata!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marisa, siamo davvero dispiaciuti per quello che è successo al tuo Toby, è probabile che proprio a causa della neve abbia perso il senso dell’orientamento non riconoscendo più odori famigliari e per questo si sia perso. Ti siamo vicini e speriamo che torni presto a casa o che lo trovi qualcuno che abbia il buon cuore di rintracciare i suoi proprietari, nel mentre (ma l’avrete sicuramente già fatto) potete spargere volantini con la sua foto e mettere annunci su internet.

  • Massimo Baldino scrive:

    Non comprerei mai , anzi scrivo meglio MAI , un cane, con tutte le povere bestiole che soffrono nei canili…e che vengono regalate…
    Questa storia delle razze canine è schifosa come lo è quella degli umani….Ho avuto sempre cani meticci…DIO quanto dolcezza…Gli uomini avrebbero molto da imparare dai cani…pensate un po’ a un bel beagle che si riufiutasse di avere per padrone un calabrese !!!!!

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Massimo, infatti qui nessuno ha niente da dire contro i meticci. 🙂

  • Anna scrive:

    ciao a tutti! ho 16 anni e ho sempre voluto un cane da quando ero piccola, i miei genitori pero mi hanno sempre detto che non avevano tempo per starci dietro e avrei dovuto occuparmene da sola. adesso finalmente sono riuscita a convincerli. inizialmente volevo un labrador (piu che altro per l aspetto esteriore) ma essendo troppo grande non avrei potuto tenerlo un casa quindi ho scelto un beagle. oggi sono andata a vedere una cucciolata nata 1 settimana fa da un allevatore e sto iniziando a informarmi. meglio maschio o femmina? poi è sorto il problema delle vacanze: essendo che arriverebbe a giugno sarei costretta a restare a casa tutte le vacanze per seguirlo? dopo quanto tempo puo fare dei lunghi viaggi in macchina?(ho una casa a berlino, appartamento al 4 piano, dopo 3-4 è abbastanza grande per poterlo portare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Anna! Dunque, solitamente non ci piace consigliare a nessuno il sesso di un futuro cucciolo perchè riteniamo che questa debba essere una decisione prettamente personale. 🙂
    Tieni presente che sia il maschio che la femmina avranno bisogno di fare tanto movimento e di socializzare molto con altri cani, entrambi avranno bisogno di continue attenzioni soprattutto nei primi mesi di vita e ci vorrà molta pazienza. Sia il maschio che la femmina avranno bisogno di ricevere fin da subito un’educazione ferma ma gentile, per evitare che il piccolo prenda il sopravvento su di voi. Dovrà riconoscere in voi i suoi leader, i suoi unici punti di riferimento. Le differenze tra maschio e femmina si ripercuotono soprattutto nella loro sessualità: la femmina se non sterilizzata (decisione da prendere in considerazione qualora non si vogliano farle fare dei cuccioli) va in calore due volte all’anno (per saperne di più leggi l’articolo Se Miss Beagle va in calore), mentre il maschio subisce semplicemente il calore delle femmine (ne percepisce l’odorea chilometri di distanza), arrivando persino a cercare di scappare per raggiungere la femmina. Caratterialmente le differenze sono minime: solitamente la femmina è più intelligente ma anche più furbetta, mentre il maschio resta solitamente più “tontolone”; la femmina può essere più docile e semplice da educare mentre il maschio può essere più testone… Ma attenzione, queste sono solo le regole generali, bisogna considerare sempre il cane nella sua individualità, con un carattere e un’indole specifica indipendente dal sesso. Quindi scegliete come meglio credete, in base alle vostre preferenze personali e al vostro istinto e, se proprio non sapete decidere, aspettate di vedere la cucciolata quando avrà compiuto almeno un mese di vita: sicuramente ci sarà un cagnolino che attirerà di più la vostra attenzione e magari sarà proprio quello il prediletto, che sia maschio oppure femmina. 🙂
    Per quanto riguarda le vacanze, se starai attenta e prenderai tutti gli accorgimenti del caso, anche a seconda di dove andrai, potrai portare il piccolo con te. Se però per te sarà un peso e sai già che non riuscirai a seguirlo come dovresti e a dedicare a lui molto del tuo tempo, allora forse è meglio rimandare a settembre l’acquisto. Per quanto riguarda i viaggi in macchina non c’è un termine preciso, puoi cominciare anche da cucciolo, la cosa importante è fermarsi almeno ogni due ore per fargli fare i bisogni, fargli resirare un pò d’aria e fargli sgranchire le zampe!

  • Barbara scrive:

    Ciao ragazzi, voi come avete scelto Diana quando siete andati in allevamento per prenderla? Me lo potreste raccontare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Dunque Barbara, intanto siamo partiti già sicuri di prendere una femmina. Arrivati a destinazione ci siamo trovati di fronte 3 bellissime cucciole… tutte IDENTICHE!!! Non immagini il dilemma iniziale, eravamo davvero in difficoltà… Purtroppo eravamo in una clinica veterinaria, per cui non abbiamo potuto vederle attive in un ambiente in cui si trovavano a loro agio (in quel caso avremmo potuto capire almeno qualcosina sul loro carattere), così le abbiamo prese in braccio a turno tutte e tre e nessuna mostrava segni di paura o stress dal contatto con noi. Le abbiamo messe a terra e una di loro ha fatto pipì, così l’abbiamo scartata (motivo stupido, ma ci serviva qualsiasi pretesto per restringere il campo!). Così abbiamo ricominciato da capo: abbiamo ripreso in braccio le due rimanenti e quando mi sono trovata Diana tra le braccia, non so come, ho capito che sarebbe stata lei la prescelta. In seguito le abbiamo analizzate attentamente entrambe e nessuna delle due presentava difetti fisici evidenti o qualcosa che ci facesse sospettare malattie o cose strane, però l’altra cucciola era molto più cicciottella rispetto a Diana e questo poteva essere indice di un carattere più dominante, così ci siamo proprio convinti! 🙂

  • Barbara scrive:

    Ma non si trovava nell’allevamento Calbucci? Parlate di clinica veterinaria….? Quello che temo,nonostante mi stia documentando con “La verità sui Beagle” (6 volumi bellissimi,non mi stancherò mai di dirlo!)é di non essere magari cmq in grado di cogliere quei particolari fisici o comportamentali che determinerebbero la scelta di un cucciolo piuttosto che un altro. E qto un po’ mi “spaventa”. In Agosto siamo stati dall’allevatore, 350 km per vedere il posto e conoscerlo di persona. Ci ha fatto una buona impressione,però sai….Siamo stati invasi da una dozzina di cuccioli che stavano giocando nel prato, tutti maschi. Ma erano carinissimi!Ci ha spiegato che ce ne era ad es. uno con la masticazione non giusta,un altro aveva un problema a un occhietto, dicendo che in qto caso li avrebbe venduti a meno. Mi auguro che anche quando ci torneremo a Novembre x ritirare la ns cucciola sia altrettanto onesto nel darci delle informazioni sui cuccioli presenti x la scelta. Sicuramente lo conoscete visto le origini di Diana ma non so se posso chidervi un vs giudizio per essere più tranquilla. Quando penso a quel momento sono felicissima perché ha inizio un nuovo capitolo della ns vita, ma entro “in crisi” per quello che vi ho scritto sopra….Di solito sono sempre ottimista decisa e sicura,ma stavolta é un pò diverso….sono preoccupata,speriamo inutilmente…

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Sì, Diana arriva dall’allevamento Di Casa Calbucci, ma l’appuntamento per il ritiro era presso una clinica veterinaria lì vicino… Non è stato il massimo della vita e del romanticismo in effetti… :-/ Se ti va scrivici in privato qual è l’allevamento in cui prenderai la cucciola! Comunque non temere per quanto riguarda la scelta, segui le semplici regole riportate nella guida per evitare difetti estetici e problemi di salute evidenti, fatti consigliare dall’allevatore ed infine… segui l’istinto! Sicuramente tra tutta la ciurma di cuccioli che ti troverai intorno, ce ne sarà uno che per qualche motivo catturerà il tuo cuore! 🙂

  • lucia scrive:

    gentile signora,vivo in un appartamento con piccolo giadino.per lavoro faccio la pendolare.vorrei tanto comprare un cucciolo di beagle,il mio timore è che possa soffrire di solitudine,visto che dalle 7.30 alle 13 rimarebbe solo in casa.non sò nulla del carattere.la prego di informarmi se è un cane che vive bene in condominio.abito nelle colline trevigiane e ogni tardo pomeriggio gli farei fare lunghe passegg. è un cane che di carattere abbaia molto? aspetto una sua risposta e la saluto cordialmente

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lucia! Dunque, quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini. Senza ombra di dubbio il Beagle è un cane che ha tantissime qualità: una personalità molto forte e decisa, è tremendamente dolce e tenero, affettuoso e coccolone, socievole e non aggressivo, ma anche vivace e pieno di energie, golosone e “dispettoso”! D’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Per questo motivo FAI BENISSIMO ad informarti il più possibile sulle caratteristiche del beagle e a pensare bene a come potrebbe cambiare la tua vita dopo che avrai portato a casa un cucciolo di questa razza. Il cucciolo può benissimo adattarsi a stare da solo in casa o in giardino per qualche ora al giorno, a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso più volte al giorno, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi.
    Inoltre non gli deve essere preclusa la possibilità di entrare in casa e di “viverla”: se non può condividere gli stessi spazi del resto del “branco” si sentirà escluso.
    Infine, non possiamo rispondere alla tua domanda “è un cane che di carattere abbaia molto?” perchè non è una questione su cui si può generalizzare: ogni cane è diverso dagli altri, per cui puoi ritrovarti con un cane abbaione ed ululone o con un altro che abbaia poco o niente. Dipenderà molto anche da come saprai educarlo. 🙂

  • giacomo scrive:

    Ciao a tutti…Oggi mi ha telefonato la ragazza di LegaAmbiente dicendomi che sabato arriverà il cucciolo di 60 giorni che ho adottato da una fattrice che era a Green Hill. Sono felice e preoccupato allo stesso tempo poichè leggendo e rileggendo su vari siti le caratteristiche di questo cane mi sto preoccupando un po sia perchè viene definito “testardo” sia perchè sembra che essendo un cane da caccia anche prendendolo piccolo e addestrandolo alla vita famigliare si corre il rischio che il suo istinto da cacciatore prevalga col tempo. Perchè questa preoccupazione perchè in casa io ho un coniglietto e ho l’impressione fortissima che i due nn possano coabitare assieme. Mi dispiacerebbe moltissimo se un giorno dovesse ucciderlo ma allo stesso tempo mi dispiace dover rinunciare al cane!!!!!! nn so che fare………….

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giacomo, intanto ti facciamo i complimenti per aver adottato un cucciolo di Green Hill e anche tanti auguri per il suo imminente arrivo. E’ giusta un pò di preoccupazione in questo momento, ma non lasciarti sopraffare dalle dicerie e dai luoghi comuni che senti dire sui beagle. Concentrati sul cucciolo e sulla sua educazione fin da subito, cerca di soffisfare tutti i bisogni di movimento e socialità e fagli capire quali sono le regole di casa e sii sempre coerente nel fargliele rispettare. Chi ben comincia è a metà dell’opera, vedrai che se riesci a diventare la sua figura di riferimento, la sua proverbiale testardaggine non sarà più un problema. Inoltre un gruppo di educatori cinofili APNEC hanno aderito al progetto “Sos Green Hill” accettando di impartire 5 lezioni gratuite a tutti i neo proprietari di cuccioli di Green Hill per aiutarli nel corretto inserimento in famiglia, se ti può interessare ecco la lista con i relativi contatti: Educatori Apnec – SOS Green Hill.
    Per quanto riguarda la convivenza con il coniglietto non è così tragica la situazione, perchè quando porterai a casa il cagnolino sarà ancora molto piccolo e, siccome, inizierà da subito ad essere messo a contatto con il coinquilino , imparerà ad accettarlo come membri del “branco” e non come possibile preda. Ad ogni modo, per evitare spiacevoli sorprese, non lasciare mai il cane da solo con il coniglio o comunque senza nessuna sorveglianza, anche se questo rimane in gabbia.

  • valentina scrive:

    Ciao a tutti io da 2 mesi ho un cucciolo di beagle di 5 mesi , in casa ho anche un bel giardino in cui lui può correre e giocare ma in queste giornate piovose ho dovuto trovare un alternativa per fargli fare i bisogni. Ho adottato un metodo già usato dalla mia famiglia in altre occasioni ovvero mettere un faldone per terra con sopra degli strofinacci. All’inizio andava bene ma da circa 2 settimane, ovvero da quando piove fuori e c’è mal telmpo, il cane mi fa i bisogni o nel divano o cmq fuori dagli strofinacci, non so se la cosa è collegata ma sono disperata perchè andiamo incontro all’inverno per cui mi è difficile farlo uscire spesso in mezzo alla terra anche perchè ho paura che si ammali essendo piccolo. Sapete darmi un suggerimento su come comportarmi ? P:S il cane quando non piove con una cappottina esce a fare la passeggiata fuori senza problemi.
    ciao

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valentina, il nostro unico suggerimento è far uscire sempre il cucciolo in giardino per fargli fare i bisogni ed evitare che si abitui a farli in casa. Se quando piove gli metti addosso un cappottino e lo asciughi bene quando rientra in casa non corre il pericolo di ammalarsi. 🙂

  • ettore scrive:

    salve ho letto il suo articolo e lo trovo molto informativo ma ho un grande problema,ho preso un beagle praticamnete ineducato ha 2 anni e mezzo un maschio i suoi vecchi padroni come da lei descritto lo avevano comprato ma poi abbandonato a se stesso sempre per strada e le volte che tornava a casa non lo facevano mai entrare ma sempre in giardino volevo sapere come posso fare e se ho possibilita di rieducarlo pur nn avedo troppo tempo da dedicargli ma faccio del mio meglio ho un negozio e lui è sempre con me durante il giorno e la notte dorme sul mio letto dopo avergli fatto tutte le pulizie notturne a proposito di questo mia moglie ogni sera gli fa lo Shampoo a secco è pericoloso per la sua salute ? distinti saluti e grz anticipatamente

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ettore! Dunque, è vero che adottare un cane adulto è una questione abbastanza complessa, perchè, se da un lato ha già acquisito una certa indipendenza, dall’altro ha già formato il proprio carattere e acquisito una serie di abitudini, alcune delle quali, per forza di cose, dovranno essere cambiate. Ma la sua gestione non si differenzia di molto dalla gestione di un cucciolo, bisogna solo avere più pazienza e dargli il tempo che gli serve per adattarsi alla nuova vita. Per riuscire a farlo ambientare, cerca di farlo sentire da subito parte della famiglia e permettigli di condividere i vostri stessi spazi, però evita di farlo dormire con te, è sconsigliabile per tutta una serie di ragioni: Dove facciamo dormire il Beagle?
    Piuttosto preparagli uno “spazio-tana” all’interno della casa, confortevole e dotato di tutto il necessario per farlo sentire a suo agio e dove possa stare durante la notte e quando deve rimanere da solo, come descritto in questo articolo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”.
    Per il resto abbi molta pazienza e impegnati a soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità, dedica ogni giorno del tempo per la sua educazione e per farlo giocare, cerca di diventare la sua guida, il suo punto di riferimento… così facendo vedrai che riuscirai ad instaurare con lui un bellissimo rapporto!

  • ettore scrive:

    ciao simona grz dellla risposta veloce volevo dirti che da quando è arrivato a casa lui ha il suo posto la sua bella cuccia con copertina a seguito ma lui è furbo aspetta che tt dormano per saltare sul mio letto oppure quello dei miei figli e capirai la vita è cosi stressante che la notte anche se ti accorgi di lui un p’o per pigrizia,molto perchè pensi che voglia protezione lo lasci li fino al mattino ormai è uno di famiglia

  • andrea scrive:

    ciao mi chiamo andrea e ho 12 anni io vorrei tanto un cane (specialmente il beagle)ma mio padre non lo vuole,finche un giorno lo coinvinto ha prenderlo ma melo prendera tra un mese,visto che mi sto per trasferire.
    ho letto un sacco d’informazioni sul beagle è so che e adatto a me.

  • andrea scrive:

    ciao sono dinuovo io andrea vorrei sapere le malatie che possono avere i beagle qualcuno me le potrebbe dire per favore?

  • andrea scrive:

    cavolo mi volete rispondere vorrei sapere le malatie piu comuni del beagle cavoloooooooooo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Caro Andrea, avere 12 anni non giustifica la tua maleducazione. Non siamo qui al tuo servizio e nelle nostre giornate abbiamo anche da fare oltre a curare questo blog, quindi cerca di avere un pò di rispetto. Per rispondere alla tua domanda, il beagle è un cane molto robusto fisicamente per cui non sono molte le le patologie caratteristiche della razza. Di sicuro, come tutti i cani con le orecchie pendenti, è più soggetto ad avere otiti, per cui è necessaria una costante pulizia delle orecchie. Essendo un cane molto vorace, è anche incline all’obesità, quindi bisogna tenere sempre sotto controllo la sua alimentazione e garantirgli la giusta quantità di attività fisica ogni giorno. Oppure, sempre in comune ad altre razze (per la maggior parte molossoidi), può presentarsi l’occhio a ciliggia, ovvero il prolasso della ghiandola lacrimale. Poi esistono tutte le malattie geneticamente trasmissibili, più o meno gravi, dovute ad una pessima selezione da parte dell’allevatore, come l’epilessia o la sindrome del beagle cinese.

  • andrea scrive:

    scusa simona se ti sono sembrata maleducata io di solito sono molto gentile con le persone quindi ti chiedo scusa.
    a comunque grazie di avere risposto alla mia domanda anche se sono stata un po antipatica.
    GRAZIE 🙂

  • daniela scrive:

    ciao mi chiamo daniela,e ti sto scrivendo in un momento di disperazione per la nostra famiglia.Il nostro beagle di nome Tommy,si e smarrito cinque giorni fa.Premeto che noi abbitiamo in una zona di campagna dove lui veniva lasciato libero ad esplorare a suo piacere, ed e sempre ritornato in non piu di due ore.L’ultima volta, mio marito come di solito lo ha portato fuori e non e piu tornato.Abbiamo fatto di tutto annunci,lo abbiamo cercato e continuiamo a farlo.Mi chiedo fin dal primo giorno se ha perso veramente l’orientamento allontanandosi troppo oppure,qualquno lo hapreso?in ogni caso io spero tanto che lui possa ritornare presto.Grazie
    Quello che mi chiedevo e se lui ne soffre in caso fosse preso e portato via,e se potesse mai liberarsi sarebbe in grado di tornare da noi? Non posso crederci che ha perso l’orientamento e non puo tornare non i beagle.Io non ci sto

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Daniela, mi dispiace moltissimo per quanto accaduto al tuo cane, purtroppo il beagle è fatto così, è un cane imprevedibile quando lo si porta in ambienti così ricchi di stimoli… se sente la traccia giusta è capace di perdere il controllo e di concentrarsi solo su quella per svariati chilometri, non curandosi di nient’altro e in questi casi il pericolo di perdere il cane è davvero elevato. Ovviamente non possiamo sapere come si sente adesso i tuo cane e se e come potrebbe liberarsi, tutto ciò che possiamo fare è consigliarti di continuare a cercarlo, contattanto vigili e canili della tua zona, appendere volantini e far girare l’annuncio di smarrimento sui social network. Ecco un articolo con qualche indicazione in più: Cane smarrito: che fare?

  • carmen scrive:

    salve,sono carmen e sono disperata.Il mio begle snoopy e’ scappato 2 gg fa ho girato in lungo e in largo tutto il paese,fatto denuncia ai cc,tappezzato il paese con foto e n. tel ad oggi nessun riscontro .snoopy ha 17 mesi e’ possibile che sia gia’ in calore? c’e’ possibilita’ che ritornI?aiutatamemi per favore.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Carmen, innanzitutto chiariamo subito che i maschi NON vanno in calore. Al massimo possono percepire l’odore di una femmina in calore anche a grandi distanze e tentare di raggiungerla. Mi dispiace moltissimo per quanto accaduto al tuo cane, purtroppo il beagle è fatto così, è un cane imprevedibile e se sente la traccia giusta è capace di perdere il controllo e di concentrarsi solo su quella per svariati chilometri, non curandosi di nient’altro e in questi casi il pericolo di perdere il cane è davvero elevato. Non possiamo sapere se lui saprebbe ritrovare la via di casa, alcuni cani riescono a percorrere decine di chilometri per tornare a casa, altri si perdono a qualche metro di distanza e vanno in crisi. Tutto ciò che possiamo fare è consigliarti di continuare a cercarlo, contattando non solo i vigili, ma anche i canili della tua zona, appendere volantini e far girare l’annuncio di smarrimento sui social network. Ecco un articolo con qualche indicazione in più: Cane smarrito: che fare?

  • ciro scrive:

    Salve,sono Ciro e vivo in provincia di napoli, sono due anni che leggo tutto sul beagle e mi piace sempre di più. A settembre abbiamo (io, mia moglie e la mia bambina di 9 anni) deciso di iniziare a muoverci per vedere se possiamo prenderne uno.
    Vorrei avere qualche suggerimento su come muovermi e dove trovare persone serie in campania per prendere un Beagle femmina.
    Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ciro, quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini. Senza ombra di dubbio il Beagle è un cane che ha tantissime qualità, ma d’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Per questo motivo FAI BENISSIMO ad informarti il più possibile sulle caratteristiche del beagle e a pensare bene a come potrebbe cambiare la tua vita dopo che avrai portato a casa un cucciolo di questa razza. Per quanto riguarda la tua domanda, in questa pagina troverai suggerimenti utili per la scelta dell’allevamento e un elenco dei migliori allevamenti di Italia diviso per regioni, in campania ce ne sono di molto validi, con particolare riferimento agli allevamenti “Di Villa Antheros” e “Dell’isola di Ios”: Allevamenti Beagle.

  • Davide scrive:

    Ciao sono Davide, ho 14 , sono un po’ curioso e vi vorrei chiedere; come avete fatto ad addestrare il vostro Beagle?
    So che può sembrare una stupida domanda ma io ho avuto a che fare con un Boxer bellissimo di nome Raul, molto grosso che fin da piccolo dormiva nel mio letto , che non ha mai mangiato un mobile , che portavo a passeggio più volte al giorno ,che lavavo spesso e che non mi ha mai ringhiato , abbaiato (tranne quando gli lanciavo la pallina o l’osso di gomma) o svegliato la notte(tranne a ferragosto).Fin da piccolo ha sempre fatto quello che gli dicevo di fare (dopo avergli insegnato a fare quello che dicevo tramite biscottini o pezzi di carne cotta) e non mi ha mai creato problemi.
    Purtroppo è morto un anno fa e per la nostalgia di avere qualcuno che ti solleva scodinzolando , ho deciso di prendere un bel Beagle, ho già i soldi e ho persino conosciuto la bella Lily che presto avrà dei bei cuccioli ( tra cui il mio )
    L’unico problema è che dopo aver letto alcuni siti sui Beagle ,che non dicono come addestrarlo a obbedire,non saprei come educarlo a comportarsi.
    Il problema più grande è che i vicini non hanno cani e io sto lontano dal centro , quindi non so come farlo socializzare.
    Uno dei problemi minori è che ho letto che abbaia molto, sapreste darmi qualche consiglio o dritta?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Davide! Beh, il primo consiglio che ti diamo è proprio quello di evitare confronti, il beagle è un cane molto diverso dal boxer, perciò evita di mettere sempre il nuovo cucciolo in paragone con Raul. Senza ombra di dubbio il beagle è un cane che ha tantissime qualità, ma d’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Non è strettamente necessario avere un giardino recintato e può tranquillamente adattarsi a stare in casa da solo per qualche ora al giorno, a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi. Per impartirgli una buona educazione, il primo passo è lavorare seriamente sulla vostra relazione per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Per il resto cerca il nostro sito è pieno di articoli, naviga tra le categorie e utilizza la funzione “Ricerca”, siamo sicuri che troverai una risposta a tutte le tue domande.

  • Roberta scrive:

    Salve a tutti,io ho un beagle/spinone. La mia cagnolina l’avevano abbandonata davanti al rifugio di Palermo. Dopo un Ora dal suo abbandono arrivai io. Sono cani veramente testardi e hanno bisogno di una continua attenzione ma come tutti gli altri cani danno un affetto indescrivibile.

  • Serena scrive:

    Salve sono Serena… ho un cucciolo di incrocio beagle però sembra puro poiché ha tutte la caratteristiche fisiche e mentali di un beagle… ha quasi tre mese c‘e lo da 2 giorni e fa sempre cacca e pipì fuori la traversina lo rimprovero e gli do dei schiaffetti sul sedere lui sembra capire perché diventa tipo offeso ma poi lo rifà… come faccio a fargli capire di farla sulla traversina?? Aiutatemi

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Serena, innanzitutto smetti immediatamente di rimproverarlo e dargli schiaffi sul sedere! E’ un gesto prepotente, che non ha nessun senso e nessuna utilità, in quanto in questo modo il cane non capisce che cosa vuoi da lui. Il cucciolo non nasce “imparato”, devi essere tu ad insegnargli a sporcare nel posto giusto. Per cui non prendertela con lui se fa i bisogni nel posto sbagliato, piuttosto cerca di spiegarglielo in un linguaggio a lui comprensibile. Leggi attentamente questo articolo: Come insegnare al Beagle a fare i bisogni nel posto giusto.

  • loretta scrive:

    CIAO, volevamo un vostro consiglio esperti come siete di Beagle.
    Il 31 marzo sono nati i cuccioli per i quali ci siamo prenotati. Nostra idea e’ fare il corso poiche’ per noi e’ la prima volta. Da amici ci era stato detto di prendere una femmina, piu’ docile e pacata e anche di farla sterilizzare.
    Sono nati tutti maschi…che facciamo? Ci dispiace non prendere il nostro cucciolo solo per il sesso..
    E’ vero che il maschio e’ piu’ difficili da addestrare? Un vostro consiglio ci aiuterebbe.
    Grazie.
    ciao

    Loretta

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Loretta! Dunque, solitamente non ci piace consigliare a nessuno il sesso di un futuro cucciolo perchè riteniamo che questa debba essere una decisione prettamente personale. Tieni presente che entrambi avranno bisogno di fare tanto movimento e di socializzare molto con altri cani, entrambi avranno bisogno di continue attenzioni soprattutto nei primi mesi di vita e ci vorrà molta pazienza, non importa il sesso del cucciolo. Sia il maschio che la femmina avranno bisogno di ricevere fin da subito un’educazione ferma ma gentile, per evitare che il piccolo prenda il sopravvento su di te. Diciamo che le differenze tra maschio e femmina si ripercuotono soprattutto nella loro sessualità: la femmina se non sterilizzata (decisione da prendere seriamente in considerazione qualora non si vogliano farle fare dei cuccioli) va in calore due volte all’anno, mentre il maschio subisce semplicemente il calore delle femmine (ne percepisce l’odore a chilometri di distanza), arrivando persino a cercare di scappare per raggiungere la femmina. Caratterialmente le differenze sono minime: solitamente la femmina è più intelligente ma anche più furbetta, mentre il maschio resta solitamente più “tontolone”; la femmina può essere più docile e semplice da educare mentre il maschio può essere più testone… Ma attenzione, queste sono solo le regole generali, bisogna considerare sempre il cane nella sua individualità, con un carattere e un’indole specifica indipendente dal sesso. Alla luce di tutto ciò, l’unico consiglio che possiamo darti è di chiedere all’allevatore di vedere comunque questa cucciolata e di informarti su quando è prevista la prossima, così puoi valutare entrambe le opzioni.

  • loredana scrive:

    Salve, ho preso un beagle di 6 anni lo scorso anno,una signora non poteva più tenerlo in casa. Ormai il suo carattere è formato e devo dire che è molto bravo, affettuoso, sempre a cercare coccole, non abbaia quasi mai, solamente quando ci vede uscire di casa, oppure quando rientriamo. Noi siamo fuori casa dalla mattina fino la sera per cui la giornata la trascorre quasi completamente in giardino. Fortunatamente la zona è abbastanza frequentata inoltre proprio di fronte alla nostra abitazione il COmune ha istituito un parco destinato esclusivamente ai cani, quindi ci sono parecchi suoi simili che passano davanti casa.QUando siamo a casa e nei giorni di festa vive praticamente accanto a noi, la notte dorme in una brandina in un angolo di una cameretta. Ora sono alcuni mesi che immancabilmente urina in casa, mai nel medesimo posto ma in vari posti per cui il mattino prima di andare al lavoro devo preocedere a lavare i pavimenti. Preciso che prima di andare a dormire lo facciamo uscire in giardino, inoltre a metà della nottata viene a chiamarci , allora gli apro la porta e lo facci uscire qualche minuto in giardino, però quando ci viene a chiamare lui ha già urinato in casa. Io sono convinta che sia un dispetto anche se il veterinario lo esclude. Premetto che io non riesco a sgridarlo
    Potreste aiutarmi a capire?
    grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Loredana, in effetti è strano che un cane ormai adulto faccia i bisogni in casa, ma per capirne le cause bisogna analizzare tutta una serie di fattori. Non tutto è perduto comunque, c’è sempre tempo per recuperare la situazione! Innanzitutto cerca di capire se i bisogni di movimento e socialità del tuo beagle (passeggiate, giochi, incontri reali con amici cani e umani…) vengono quotidianamente soddisfatti perchè sono proprio queste le basi per avere un cane dal carattere equilibrato e senza problemi di comportamento (ti consigliamo di scaricare e leggere attentamente i nostri special report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie” e “I 4 pilastri del cane sano”). Fatto questo bisogna capire se si tratta di reali bisogni fisiologici, se c’è qualche problema di salute in corso o se si tratta di marcature territoriali. In base alle conclusioni a cui sarai arrivata, potrai prendere i dovuti provvedimenti per eliminare questo problema.

  • pietro accardo scrive:

    ciao.. io ho anche io un beagle..! vorrei sapere siccome il mio ha 1 anno ed 1 mese.. l’ho preso da un negozio che acquista cuccioli dall’est europa..! la mia domanda.. è mica il mio cane potrà avere qualche problema di salute durante i suoi successivi anni.?? dico questo perchè ho sentito che i cuccioli che arrivano dall’est europa sono tutti malati,,!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Pietro. Beh, magari non sono proprio TUTTI malati ma ci sono molte probabilità che i cani importati dall’est europa si ammalino, soprattutto da cuccioli, quando vengono portati via dalla mamma troppo presto, devono affrontare un viaggio estenuante e senza alcun tipo di profilassi vaccinale. Quelli che sopravvivono a questo comunque non è detto che non siano portatori (o affetti) di malattie geneticamennte trasmissibili, dato che vengono allevato in fabbriche di cuccioli dove non c’è alcun criterio di selezione.

  • Maddalena scrive:

    Ho 11 anni e volevo un cane da quando ne avevo 4 finalmente ho scelto la razza (beagle) vorrei un consiglio su dove acquistare un cucciolo(possibilmente anche sul costo medio) e anche dei consigli su come addestrarlo e una lista di tutte le cose che dovrei fargli fare e comprare.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Il nostro consiglio per quanto riguarda l’acquisto di un cucciolo è sempre quello di rivolgersi presso un allevatore serio e qualificato, in quanto ti dà un certo tipo di garanzie: avrai un cucciolo bello ed in linea con lo standard, dal carattere equilibrato e privo di malattie genetiche, grazie al pedigree potrai risalire alla sua genealogia e sei sicura al 100% di avere un cane di pura razza. In più gli allevatori cedono il cucciolo solo dopo i 60 giorni, già provvisto di microchip, sverminato e con la prima vaccinazione. Naturalmente un cucciolo di questo tipo ha il suo prezzo, quindi richiede una certa disponibilità economica iniziale. In questa pagina puoi trovare l’elenco dei migliori allevamenti italiani divisi per regione: Allevamenti Beagle
    Una volta individuati quelli più vicini a te, puoi contattarli per chiedere loro se hanno cuccioli disponibili, il prezzo e tutte le altre informazioni che riterrai opportune.
    Ti sconsigliamo invece di rivolgerti ad allevamenti amatoriali e/o multirazza, perchè solitamente la provenienza dei cuccioli rimane alquanto incerta, la maggior parte delle volte sono sprovvisti di pedigree (quindi di fatto sono meticci e non beagle di razza pura) e arrivano a casa malati e con qualche problema (stesso discorso per gli annunci di cuccioli che trovi su internet).
    Altrimenti puoi informarti se nei dintorni c’è qualche privato che ha avuto una cucciolata di recente, assicurandoti però che i cuccioli abbiano tutte le carte in regola, vengano allevati nel modo migliore e tenuti con la mamma e i fratellini almeno fino ai 60 giorni, ed in questo caso sicuramente il prezzo del cucciolo è inferiore.
    Infine, se non ha disponibilità economica, puoi adottare un cane bisognoso di una famiglia, che attualmente si trova in un canile. Sarà molto difficile (ma non impossibile) trovare un cucciolo, mentre è molto più probabile trovare un cane già grandicello. Puoi iniziare a girare nei canili della tua zona per vedere se c’è qualche beagle in cerca di casa, oppure puoi chiedere all’associazione “Vita da Beagle” che si occupa proprio di trovare una sistemazione per i beagle meno fortunati. Ecco la loro pagina facebook: https://www.facebook.com/vitadabeagle
    Per quanto riguarda il “corredo” di cui bisogna dotarsi prima di portare a casa il cucciolo puoi trovare dei consigli nell’articolo Cosa fare (e avere) prima di portare a casa il cucciolo, mentre per il discorso dell’educazione ti consiglio di leggere attentamente gli articoli di questo sito, a cominciare dalle categorie Beagle cucciolo e Educare Beagle.

  • maddalena scrive:

    grazie per i preziosi consigli

  • sara scrive:

    Ciao mi chiamo sara.3 anni fa desideravo tanto un beagle.ho fatto la richiesta per adottare un cucciolo di green ville. Ma non ho mai eicevuro una risposta poi il mio fidanzato me ne ha rehalato una pee natale di 3 anni fa. Ora ha 3 anni e si chiama leone. Poi 1 anno fa era aempre molto triate voleva un amico. E coai ho adottato la sua fidanzata si chiama maya quando l’ho adottata aveva 25 giorni ora ha 1 anno e oggi e diventata mamma di 5 cuccooli bellissimi.loro vivono in casa e lunica cosa a loro sfavore e chw da cuccioli fanno un sacco di guai. Ma non ostante tutto li amo da morire nonli cambierei per niente al mondo. Li ho salvati da una vita di caccia.mi sono stati offerti tanti soldi per loro. Ma non li avrei ceduri per nulla al mondo.ora siamo creaciuti in famiglia. Ho la giuata pazienza e spazio dentro e fuori per poterli tenere tutti. Vi consiglio questa razza perché sono inteligenti e buoni e adorabili li consiglierei per tutti.ciao

  • Emanuel scrive:

    Ciao,mi chiamo Emanuel e ho 14 anni…
    Mio padre ha avuto sempre cani,tutti di caccia ma molto dolci,io ci ho sempre giocato,adesso in particolar modo..Nel 2007 mi hanno avelenato un cane e mio padre ha comprato un beagle femmina con già 7 anni alle spalle la migliore l’ho sempre amata e accudita,dopo un paio di anni è arrivata la sua nipotina,che a Settembre ha avuto 6 figli (uno poi è morto)…Ho dato molta attenzione ai piccoli ma quella grande veniva prima di tutto ♥️…Il 23 Novembre cominció a stare male,le zampe posteriori erano senza forza..Stava sempre coricata o seduta…Il 25 Novembre trovai la cagnolina coricata,stava sempre più male e aveva ripurgitato sangue e mangiare,ho capito che stava andando via,mi guardava con quegli occhi fragili,aveva capito di stare malissimo,ma ancora resisteva…Sapendo che i cani quando devono muorire cercano un posto nascosto io e mio padre la portammo in campagna,lasciandogli il mangiare e l’acqua,ci siamo ritornati dopo 10 minuti,non potevamo stare senza lei,ci mancava troppo,andati lì,la trovammo morta….Aveva 17 anni,quindi prima o poi doveva decedere ma ancora oggi la notte penso a lei e piango,è davvero angosciante!!Potreste darmi dei consigli ?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Emanuel, siamo immensamente dispiaciuti per la perdita della tua cagnolina, ma non capisco che consigli dobbiamo darti ormai che se n’è andata. Possiamo solo consigliarti di cercare di informarti il più possibile per ampliare e modernizzare la tua cultura cinofila. La prossima volta affidati ad un bravo veterinario per curare il cane che sta male e stai il più possibile vicino a lui, non lasciarlo mai solo e fagli sentire che gli sei vicino, anche e soprattutto nel momento peggiore.

  • magrini marina scrive:

    Salve io ho un cane meticcio incrocio con uno spinone e un bigol in casa comanda lui io devo fare quello che vuole lui quando vengono a casa mia i miei nipoti di un anno e l altro di due anni lui abbaia tantissimo perché non vuole che io li prenda in braccio non so più cosa fare anche quando viene qualcuno a casa lui abbaia e deve saltargli addosso per annusarlo vorrei sapere cosa fare per tenerlo tranquillo quando c’è qualcuno a casa premetto che lui sta sempre in casa e lo porto fuori molte volte al giorno e di notte dorme nel letto con me o nel letto con mio figlio mi ha mangiato tantissimi pigiami scarpe calzini i pioli delle sedie e persino il filo del phon è una gazza ladra non puoi lasciarenulla in giro ti ruba tutto e ha 2 anni vorrei sapere cosa fare grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marina, da ciò che descrivi sembra che i diversi problemi che hai con il tuo cane derivino tutti da un’impostazione sbagliata della vostra relazione, pertanto prima ancora di lavorare sui singoli comportamenti fastidiosi dovresti cercare di sistemare il vostro rapporto per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” (puoi scaricarli gratuitamente da questa pagina: http://www.amicobeagle.it/beagle.html) per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali.

  • Monica scrive:

    Buongiorno…posso avere informazioni sui sintomi dati da eventuale epilessia dei beagle?!
    Grazie!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Monica, noi siamo educatori cinofili, perciò non siamo le persone giuste a cui chiedere questo tipo di informazioni… chiedi al tuo veterinario, siamo sicuri che saprà risponderti in modo esaustivo e professionale.

  • emanuela scrive:

    ciao ho appena acquiastato un beagle di 70 gg…
    carinissimo
    ma molto allegro….
    i miei bimbi sono stra felici…l’unico problema e pipi’ e pupu’….
    sto cercando di abituarlo su traversa..il50 % delle feci sono dentro…il resto sparse…in cucina dove abitualmente lo tengo :(((
    come posso fare.
    ho anche un poccolo giardino e vorrei abituarlo in modo tale che evacuasse li’, come fare?
    grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Emanuela, visto che hai il giardino ti consigliamo di abituare fin da ora il tuo cucciolo a sporcare fuori di casa. Per il resto trovi tutti i consigli del caso nell’articolo Come insegnare al beagle a fare i bisogni nel posto giusto.

  • Silvia scrive:

    Ciao a tutti, io ho un beagle di Green Hill dal 2012, con il quale ho avuto tantissime difficoltà che non sto a raccontarvi ma che potete immaginare. Adesso il cane è perfettamente integrato nel “branco” familiare, è allegro e felice e ci dà tantissimo amore. Non ha un comportamento “perfetto”, ma non mi sono affatto pentita di averla presa con me, ed ogni volta che vedo in lei dei progressi anche piccoli mi sento orgogliosa e appagata per avere aiutato un animale in difficoltà. Capisco che la maggior parte delle persone vogliano adottare cani che non danno problemi, ma mi auguro che ci siano anche tante persone disposte a fare piccoli sacrifici per aiutare i più sfortunati. Mi riferisco in particolare ai cani dei negozi di animali, che vengono da lontano, che non hanno i documenti in regola, che hanno affrontato viaggi difficilissimi ai quali sono sopravvissuti in pochi. Sicuramente è sbagliato acquistare da loro, soprattutto per non incentivare questo tipo di attività commerciale, ma questi cani se non li compra nessuno che fine fanno?

  • Ciro scrive:

    Salve il domani devo acquistare un bigol ma sono indeciso 1 se prenderlo maschio o pure femmina non conosco i pro. E i contro e un altro consiglio il cane che o visto a 45 giorni la mamma a fatto 7 cuccioli 4 maschi e 3 femmine e sono rimasti altri tre 1 maschio e una femmina alla quale mia moglie vorrebbe la femmina ma il problema sta che ne rimane solo 1 e c’è la il proprietario del cane maschio nel negozio x venderla io avevo visto la femmina di un amico e mi è piaciuta tanto xo ora tengo il dubbio che il cane che vuole darmi non è della stessa cucciolata lui mi assicurato che è della stessa razza ora vi chiedo è vero che al cane maschio attoca un solo cane eco e posso vedere serio miofuturo bigol sia originale grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ciro, Dunque, solitamente non ci piace consigliare a nessuno il sesso di un futuro cucciolo perchè riteniamo che questa debba essere una decisione prettamente personale. Tieni presente che entrambi avranno bisogno di fare tanto movimento e di socializzare molto con altri cani, entrambi avranno bisogno di continue attenzioni soprattutto nei primi mesi di vita e ci vorrà molta pazienza, non importa il sesso del cucciolo. Sia il maschio che la femmina avranno bisogno di ricevere fin da subito un’educazione ferma ma gentile, per evitare che il piccolo prenda il sopravvento su di te. Diciamo che le differenze tra maschio e femmina si ripercuotono soprattutto nella loro sessualità: la femmina se non sterilizzata (decisione da prendere seriamente in considerazione qualora non si vogliano farle fare dei cuccioli) va in calore due volte all’anno, mentre il maschio subisce semplicemente il calore delle femmine (ne percepisce l’odore a chilometri di distanza), arrivando persino a cercare di scappare per raggiungere la femmina. Caratterialmente le differenze sono minime: solitamente la femmina è più intelligente ma anche più furbetta, mentre il maschio resta solitamente più “tontolone”; la femmina può essere più docile e semplice da educare mentre il maschio può essere più testone… Ma attenzione, queste sono solo le regole generali, bisogna considerare sempre il cane nella sua individualità, con un carattere e un’indole specifica indipendente dal sesso.
    Per tutto il resto, scusa ma da come scrivi non si capisce niente. Intanto ti diciamo che 45 giorni sono troppo pochi per portare a casa il cucciolo, perchè ha bisogno di stare con la mamma e i fratellini almeno fino a 60 giorni. Inoltre se il cucciolo non ha il pedgigree non potrai mai sapere se è di razza pura o no, perchè di fatto è considerato un meticcio. Per saperne di più:
    Perché è importante non prendere il cucciolo prima dei 60 giorni?
    Cos’è il Pedigree?

  • Ciro scrive:

    Ok grazie della spiegazioni quindi spero che il padrone dei cuccioli tiene il pedigree per avere la conferma che il cane che già sta nel negozio da vendere sia sorella a quella che o visto io grazie in anticipo

  • Ciro scrive:

    Scusatemi come faccio a vedere se eh un bigol originale e il perché tengono sempre l’occhio triste

  • Ciro scrive:

    Buona sera alla fine o preso il mio bigol. Femmina come è tenera e che ci ti è al primo impatto era calma ma poi si eh scatenata si è fissata che vuole andare sotto il frigo io lo sgridò va via ma poi subito ci ritorna ora o messo una mensola x non farlo andare sotto il frigo poi in altra cosa è nata il 15 ottobre conviene farla subito la vaccinazione e poi come fargli capire dove deve fare i bisogni gli o messo delle tovaglioli con adesivi x farlo attaccare a terra e poi quali croccanti prendere grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Di nuovo: se il cucciolo ha il pedigree allora è di razza pura, altrimenti NO. Un cane senza pedigree di fatto è considerato un meticcio perchè non si sa nulla della sua provenienza. Porta al più presto la tua cucciola dal veterinario per verificare il suo stato di salute e pianificare insieme a lui il ciclo di vaccinazioni. Per quanto riguarda i bisogni leggi attentamente l’articolo Come insegnare al beagle a fare i bisogni nel posto giusto.

  • maria assunta scrive:

    ciao sono maria assunta il mio pluto (beagle) e’ adorabile , come fanno a dire che sono tremendi ….fanno cosacce solo se li lasci soli.ma se vivi insieme a loro sono cani educati ,tante persone mi fermano e mi dicono:ah stai messa bene hai un beagle ….scuotono la testa e se ne vanno

  • Alexandra scrive:

    Il mio e un incrocio di beagle e qualcosa altro ma non so cosa..ha quasi un anno, ed e terribile hhahha.gioca sopra il teraso che gigantesco tutta la notte abbaia ogni volta che qualcuno si avicina di casa … qulcuno mi puo spiegare con quale altro cane assomiglia?? Hhaha h una energia gigantescahahha

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Si tratta semplicemente di un cane maschio nel pieno delle sue energie che probabilmente non vede sfogati i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità e perciò si sfoga in questo modo. Portalo a fare lunghe passeggiate ogni giorno, gioca con lui, fallo giocare con altri cani, dedica del tempo ogni giorno alla sua educazione… vedrai che si tranquillizza. 🙂

  • Matilde scrive:

    Mi sono scappati i miei due amatissimi beagle ieri mattina, Che strategia posso usare per ritrovarli in aperta campagna? Da quando sono andati via batto la zona chiamandoli e sono allo stremo delle forze, avendo 70 anni. Datemi qualche consiglio, vi prego. Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Matilde, a questo punto la cosa migliore da fare è mettere ciotole di acqua e cibo nel punto in cui li hai persi e magari un trasportino con una loro coperta e un tuo indumento, molto spesso i cani che scappano poi ritornano al punto di partenza. Inoltre dovresti chiamare i vigili e tutti i canili della tua zona per sapere se qualcuno ha riferito di avvistamenti e tappezzare la città di volantini. Nell’articolo Cane smarrito: che fare? trovi qualche informazione in più, in bocca al lupo!

  • matilde jonas scrive:

    grazie Simona , per i consigli: tutti già eseguiti, meno per il letto che è quello dove dormo io!

  • matilde jonas scrive:

    Purtroppo è tornato Pippo -il maschietto- da solo e abbastanza malconcio! Continuo a cercare la Sissi, anche con l’aiuto del povero Pippo che mi conduce ai bordi di una forra impenetrabile. La chiamo di
    notte e di giorno almeno ogni 2 ore. Domani manca da una settimana, pensi che mi debba rassegnare o mi conviene continuare a cercarla?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Continua a cercarla, non arrenderti! Ricorda che i beagles sono tosti e hanno mille risorse! In bocca al lupo!

  • Chiara scrive:

    Ciao.. Io ho un beagle di 2 anni. È la mia vita, è fantastico e dolcissimo, ci sta sempre attaccato. In casa non fa mai danni, e lo possiamo lasciare tranquillamente solo per molto tempo,anche se questo accade molto raramente. L’unico suo problema è che quando si avvicinano persone che non conosce spesso abbaia e fa paura. Non capisco perché faccia così dato che fin da piccolino è stato abituato a stare tra le persone. Vorrei riuscire a cambiare questa cosa ma non so come fare. Questa cosa mi fa stare un po male perché lui è veramente dolcissimo e coccolone solo che sembra che abbia paura delle persone che non conosce, anche perché in casa vengano spesso amici di mio fratello e inizialmente lui abbaiava a loro, poi a forza di vederli ha smesso e ora quando le vede fa tante feste ed è sempre scodinzolante. A me sembra un cane molto fifone anche se una volta un addestratore mi disse che fa così perché mi vuole difendere.. Ma a me non sembra perché lui quando qualcuno che non conosce li si avvicina abbaia e scappa poi torna di abbaia gli gira intorno e di scappa.. Voi che mi consigliate? Grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Chiara, da ciò che scrivi sembra semplicemente che il tuo cucciolone sia un po’ insicuro, insicurezza che manifesta abbaiando quando si trova al cospetto di persone che non conosce. Naturalmente è solo una supposizione perchè la situazione va analizzata da vicino, insieme a tutta un’altra serie di parametri. Per questo il consiglio migliore che possiamo darti è di rivolgerti ad un BRAVO educatore cinofilo e farti seguire personalmente per risolvere questo problema.

  • Ennio scrive:

    Ciao
    sono Ennio ho 4 figli due maschi e due femmine di 12-11-9-e 5 anni
    sabato mattina il nostro yago e stato sbranato da un dogo argentino…non ce stato niente da fare e mancato dal veterinaio…non vi dico che tristezza per tutti .
    ieri (anche se domenica ) abbiamo chiesto al canile di cuneo se avessero un cane giovane e ci hanno fatto vedere un Beagle di circa un anno. lo abbiamo portato a casa.
    tutti dicono che non ascoltano e sono testoni….
    noi pensiamo di aver fatto una cosa buona ..sicuramente yago non potrà essere sostituito perche ogni cane è unico.
    siamo felici e grazie per questo sito che da ottimi consigli

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ennio, ci dispiace immensamente per quanto accaduto al tuo Yago! Per il resto avete sicuramente compiuto un gesto bellissimo andando il canile e adottando un beagle meno fortunato, gli avete donato una nuova vita e lui col tempo vi dimostrerà tutta la sua gratitudine!

  • Gloria scrive:

    Buonasera, ho tre beagle femmine (mamma e due figliole) di 9 e 7,5 anni. Capita spesso che una delle sorelle attacca l’altra più rimessiva (e poi a volte ci si aggiunge la madre) la quale subito si “arrende” buttandosi a pancia all’aria. Poi finisce tutto….e tornano a giocare tutte e tre insieme….Mi sapete dire il perchè di questo comportamento da parte della sorella “attaccabrighe?
    Grazie.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gloria, no, purtroppo non possiamo fare nessuna ipotesi senza poter analizzare da vicino la situazione, valutare i profili caratteriali, capire quali sono le vostre abitudini e il vostro stile di vita e tutta un’altra serie di variabili. Possiamo solo consigliarti di rivolgerti ad un bravo educatore che possa seguirti personalmente per evitare che la situazione degeneri ulteriormente.

  • SARA scrive:

    Buongiorno,
    io e mio marito vorremmo prendere un beagle.
    Abbiamo un gatto di 2 anni molto viziata e ovviamente ad oggi le attenzioni per lei sono totali.Volevo sapere come potrebbe convivere un beagle con i gatti.
    Mi domando inoltre se il cane potrebbe stare in casa durante le ore di lavoro, tenendo conto che avrebbe accesso a un giardino di piccole dimensioni.
    Vorrei anche sapere se il beagle può viaggiare in aereo e se è un cane che le compagnie aeree permettono di tenere a bordo con noi o se è troppo grosso.
    Prima di fare errori nel volere a tutti i costi un beagle mi piacerebbe avere suggerimenti in merito.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Sara, puoi trovare le risposte alle tue domande nei seguenti articoli:
    Il beagle e gli altri animali domestici
    Il beagle può rimanere da solo per le otto ore lavorative?
    Il beagle in vacanza: portiamolo con noi!

  • RUGGIERO scrive:

    Ciao , qualcuno conosce un buon trattamento antipulci ?
    Ho guardato nel web ma sembrerebbe che tanti trattamenti in capsule o goccie siano altamente nocivi e procurano persino la morte. In Italiano non ci sono notizie a riguardo ma in Francese e Inglese e pieno, con petizioni etc.

    Grazie in anticipo per i consigli

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ruggiero, avendo un cucciolo così piccolo evita il fai da te e fatti consigliare dal tuo veterinario la cura più adatta.

  • Elena scrive:

    Ciao, ho 14 anni ed ho convinto i miei genitori a prendere un cane per mio fatello (è disabile) che si diverte tantissimo quando gioca con loro. Mi sono informata e la razza migliore è il Beagle. Siamo andati a vedere i cuccioli ed erano tre: due maschi ed una femmina. Li abbiamo messi sulle gambe di mio fratello uno alla volta, ma non hanno mostrato affetto o altro, quando li abbiamo rimessi ne recinto hanno inizato ad ‘abbaiare’.La femminuccia appena ha visto mio fratello si è agitata e quando giel’abbiamo messa in braccio gli ha dato tanti bacetti e non la smetteva più di scodinzolare! quando l’ho tolta dalle braccia di mio fratello mi ha morso la manica. E’ un cattivo segno?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Elena, mi dispiace ma il beagle NON è decisamente la razza migliore e sicuramente la meno adatta alla tua situazione. Il beagle è un cane molto attivo, ha bisogno di fare molto movimento ogni giorno e di socializzare quotidianamente con i propri simili e soprattutto è poco incline a coccole (è un cane da caccia). La cosa migliore che tu possa fare è scegliere una razza più tranquilla, come il golden retriever o, per stare su taglie più piccole, il cavalier king charles spaniel, il maltese, il barboncino. In generale evita nel modo più assoluto cani da caccia e terrier.

  • Sara scrive:

    Ciao,sono una studentessa fuori sede e ho un beagle femmina di 6 anni qui con me a Bologna. Essendo andata via di casa la mia coinquilina,che mi aiutava con il cane quando io ero fuori adesso devo trovare un modo per far rimanere sola in casa Raja (il mio cane) per quando dovrò uscire per le lezioni o per fare la spesa. Premetto che raja non è abituata a stare sola in casa perché la porto sempre a spasso con me. Anche perché le volte in cui l’ho lasciata da sola mi ha distrutto casa. È possibile cercare di farla abituare anche se ha già sei anni? Grazie mille!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Sara, sì, è possibile, ma sicuramente abituare dal nulla un cane adulto a rimanere solo sarà più impegnativo e richiederà più tempo rispetto ad un cucciolo. Comunque ecco qualche consiglio:
    1. Non lasciarle tutta la casa a disposizione: utilizza la tecnica del confinamento per arginarla in uno spazio ristretto o una singola stanza della casa, dove avrai allestito uno tutto il necessario per farla sentire tranquilla e al sicuro (cuccia, ciotola dell’acqua, qualche gioco, qualcosa da masticare ed eventualmente una traversina dove poter fare i bisogni). Trovi maggiori dettagli nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”. Visto che si tratta di una beagle di ormai sei anni puoi lasciarla nella zona di casa dove si trova più a suo agio o dove c’è la sua cuccia, cercando di contenerla in quella zona con un cancelletto per bambini o quantomeno chiudendo le altre porte.
    2. Abituala a restare solo in modo graduale, come descritto nell’articolo Come insegnare al cucciolo di beagle a rimanere solo, nel frattempo cerca di avvalerti dell’aiuto di un amico/parente/dog-sitter che possano spezzare i suoi momenti di solitudine.
    3. Cerca di desensibilizzarla a quei momenti che precedono la tua uscita da casa, ovvero tutti i gesti che per lei significano “stanno uscendo di casa, sto per rimanere solo” devono perdere significato. In poche parole, anche quando non devi uscire in diversi momenti della giornata, preparati, mettiti le scarpe e il cappotto, prendi le chiavi di casa, ecc… poi ti rimetti a sedere sul divano, a guardare la tv e a fare ciò che stavi facendo prima. A lungo andare per lei quella routine non significherà più nulla e quindi eviterà di caricarsi di ansia tutte le volte.
    4. Prima di lasciarla sola, assicurati di aver soddisfatto le sue necessità: portala a fare i bisogni e a fare una bella passeggiata, in modo che al ritorno a casa sia soddisfatta ed appagata e abbia voglia di godersi un po’ di riposo.
    5. Prima di uscire di casa lasciale sempre qualcosa di buono da masticare come un kong ripieno di cibo o un osso di pelle. Questo contribuisce ad associare alla tua uscita un’esperienza positiva e soprattutto a distrarla dal momento del distacco e tenerla impegnata per un po’ di tempo.

  • Maria Cristina scrive:

    Ho un beagle di 10 anni, abituato a convivere in giardino con altro beagle che è morto una settimana fa, da allora il mio beagle ulula e abbaia senza sosta. Vorrei dargli una compagnia, che razza preferire? Non voglio un cucciolo né un altro beagle. Datemi un consiglio, vi prego, sono disperata

Lascia un commento