Torna all'homepage
Lug
20

I colori del beagle

Autore: Simona (AmicoBeagle)
Categoria: Razza Beagle

beagle colori fotoQuando parliamo del nostro cane c’è un aspetto che si tende spesso a sottovalutare: quello dei colori del beagle.

Come amanti di questa razza non fa male conoscere più a fondo cosa dice lo standard su questo tema.

Così possiamo arricchire quello che conosciamo sul nostro cane ed evitare di fare strafalcioni inventandoci strani colori o fantasie improbabili.

Per quanto riguarda lo standard, infatti, i colori del beagle sono un particolare su cui va fatta chiarezza ed è una sezione che è necessario approfondire meglio.

Quali sono i colori del beagle riconosciuti a livello nazionale e internazionale?
Che combinazioni di colori sono ammesse? Quali sfumature sono accettate e quali no?

A prima vista può sembrare un discorso banale, ma il manto è parte essenziale di questa razza che amiamo tanto: un beagle non sarebbe tale senza i suoi colori!

In più ci sono legami tra l’aspetto esteriore ed il corredo genetico di cui qui non parliamo, ma che hanno reso necessario affrontare l’argomento colore del manto anche per difendere nel tempo la salute del cane di razza beagle, evitando pericolose derive di allevatori senza scrupoli.

Ecco allora tutte le possibili colorazioni dei nostri amici!

TRICOLORI

  • Tricolore
    Sono presenti i tre colori che coprono aree ben definite: nero, nocciola e bianco.
    Alla nascita il cucciolo è bianco e nero, mentre il nocciola compare nel tempo su testa, spalle e cosce.
  • Tricolore Blu
    Sono presenti i tre colori che coprono aree ben definite: il nero tende al grigio fumo, il nocciola vira sulla tinta daino e bianco.
    Alla nascita il cucciolo è bianco e caffelatte, mentre il grigio fumo compare con la crescita.(Come possiamo notare, quando si parla di “blu” non si intende certo una tonalità accesa stile puffo ma un nero che tende al grigio fumo: al massimo il blu ce lo ricordano alcuni riflessi scuri su queste zone grigie)

beagle colori foto

BICOLORI

  • Rosso e bianco
    Sono presenti due colori in macchie ben definite: bianco e marrone in una tonalità nocciola che tende al rosso.
    Alla nascita il cucciolo è bianco e nocciola, con la crescita il nocciola vira al rosso.
  • Nocciola e bianco
    Sono presenti due colori in macchie ben definite: bianco e nocciola.
    Alla nascita il cucciolo è bianco e nocciola.
  • Limone e bianco
    Sono presenti due colori in macchie ben definite: il bianco e il nocciola in una tonalità chiara tendente al giallo.
    Alla nascita il cucciolo è bianco con lievi sfumature limone che si scuriscono con la crescita.
  • Bianco e nero
    Sono presenti due colori in macchie ben definite: il bianco e il nero.
    Alla nascita il cucciolo è bianco e nero, ma nella crescita non compare il nocciola.

beagle colori foto

COLORI “PEZZATI”

Significa che i colori si mescolano senza formare macchie definite tranne che sul bianco.
Se nel mantello predominano i peli neri sono chiamati pezzato-tasso (badger pied), se predominano i peli marrone sono chiamati pezzato-lepre (hare pied), se predominano i peli di color limone o crema sono chiamati pezzato-limone (lemon pied).
E’ una variante difficile da individuare nei primi mesi di vita del cucciolo.

COLORI “MOTTLE”

Tutte le colorazioni di tricolore e bicolore, possono presentare la variante “mottle”, ovvero screziature o puntinature di colore sopra le parti bianche.

COLORI “BROKEN”

La variante “broken” si ha quando il colore non copre gran parte del tronco ma si presenta solo in aree isolate, “spezzato” quindi dal bianco.

colori beagle foto

MONOCOLORI

  • Bianco
    L’unico colore presente è il bianco.
    Alla nascita il cucciolo è bianco e con la crescita non appare nessuna tonalità del nocciola.
    In questo tipo di colorazione non sono ammesse screziature.

colori beagle foto
Piccola precisazione sull’albinismo

Il beagle monocolore bianco è una variante della razza, ma questo non vuol dire che il beagle sia albino!

Come possiamo leggere su qualsiasi dizionario, l’albinismo è un’alterazione genetica.

E’ una malattia rara, un’anomalia congenita che vede la mancanza totale o parziale di “pigmentazione melaninica” su pelle, occhi, peli, eccetera.
L’albinismo porta con sé quasi sempre dei problemi più o meno gravi che vanno seguiti e curati, quindi è una condizione piuttosto penalizzante.

Dimentichiamoci di usare questa parola se non ce l’ha diagnosticato il veterinario!

COLORI NON AMMESSI

Ogni colore che non è stato elencato NON è ammesso, quindi dallo standard di razza sono esclusi:

  • il color fegato (detto anche “chocolate”, che invece è ammesso nello standard degli U.S.A.) in tutte le varianti;
  • il monocolore che non sia il bianco;
  • colori tigrati;
  • colori focati.

Ecco un semplice schema per fare chiarezza:

beagle colori foto

Come specificato sopra, il colore del manto dei cuccioli è tutt’altro che definitivo e tende a cambiare rapidamente durante i primi mesi di vita a seconda della colorazione di appartenenza: nei classici tricolore, testa, spalle e cosce alla nascita sono nere mentre nei primi mesi compare il marrone.

Inoltre alla nascita i cuccioli possono presentare sfumature chiare o scure sul dorso, che di solito scompaiono in fretta, così come eventuali peli bianchi nel nero o nel marrone.
I cani che in giovane età non presentano una tinta di nero marcata e ben definita, spesso la perdono con la crescita.

La distribuzione delle macchie e dei colori non è regolamentata dallo standard, però ne viene apprezzata l’eventuale simmetria, così come viene apprezzata una maschera il più possibile simmetrica con muso bianco e una linea bianca in mezzo alla fronte, che non sia troppo sottile né troppo larga. La stessa simmetria è preferibile anche nella parte bianca di collo, zampe e coda.

Quindi, ora che abbiamo completato questa breve carrellata, anche questo aspetto dello standard ormai non ha più segreti! 😉

 

[Ringraziamo di cuore la nostra amica Monia per la foto della sua stupenda Trudy, bellissimo esemplare di beagle tricolore blu adulto!]

4 commenti:
  • angelo scrive:

    Mi ritrovo pienamente nel primo tricolore credo pezzato, infatti la foto sembra il mio cane. Bellissimo il bianco e limone ed anche il monocolore bianco

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ce n’è davvero per tutti i gusti, vero? I miei preferiti sono il tricolore blu, il bicolore nocciola-bianco e il bianco e nero! 🙂

  • Stefania scrive:

    Il mio beagle è bianco e nero con il marrone solo nel muso e qualche sfumatura sulle spalle ..può andare bene se decidessi di farli fare delle mostre

    Gracile

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    La colorazione del beagle non ha niente a che fare con la sua possibile partecipazione ad un’esposizione! Ovviamente deve essere tra quelle previste dallo standard, ma la condizione necessaria per partecipare ad un’expo è che il cane abbia il pedigree e sia quindi certificata la sua pura razza. Dopodiché sarà il giudice esperto a valutare se il cane corrisponde in tutto e per tutto allo standard del beagle (che puoi leggere qui: Lo standard del Beagle) e a dare il proprio giudizio, oppure a evidenziare eventuali difetti.

Lascia un commento