Torna all'homepage
Mar
16

A che età si calma il beagle?

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Carattere Beagle

A che età si calma un beagle fotoA che età si calma?” oppure “Sì ma… il vostro a che età si è calmato?”.

Non è difficile sentire frasi come queste durante un incontro tra proprietari di beagle.

Molte persone, anche le più dinamiche, di fronte alla meravigliosa esuberanza di questo cane prima o poi si sono chieste quando il beagle avrebbe “messo la testa a posto”.

Ovviamente si sentono le risposte più diverse, perché questo è un argomento del tutto relativo e dipende sia dal carattere del cane ma soprattutto da quello delle persone che vivono con lui.

C’è chi dice “non preoccuparti ché a tre anni diventa un altro cane!” o “il mio ce ne ha messi cinque, ma adesso è un angioletto” oppure altri, scuotendo la testa, confessano “il mio ha nove anni ma continua ad essere una furia!” 🙂

Per fare un po’ di chiarezza, è meglio spendere due parole su quello che succede di solito al carattere del cane quando cresce.
Naturalmente a linee molto, molto generali, perché i fattori da considerare sono tantissimi ed ogni individuo è unico (e noi aggiungiamo: meno male!).

Quando portiamo a casa un cucciolo, se ha passato correttamente almeno i suoi primi due mesi di vita è pronto per conoscere l’ambiente che lo circonda e per continuare ad imparare dall’esperienza.

Uno degli strumenti più importanti che il cucciolo usa per apprendere è il gioco.

Il gioco è la chiave con cui il cagnolino si relaziona con il mondo e che gli fa vivere quelle esperienze che gli insegnano comportamenti preziosi da usare per il resto della sua vita.

Di fronte ad una novità un cucciolo tenderà a giocare e allo stesso tempo, quando vogliamo insegnargli qualcosa di importante, se ci comportiamo in modo giocoso abbiamo “un’arma segreta” che gli farà memorizzare molto meglio quell’esperienza.

Quindi è normale che un cucciolo di cane, di qualsiasi razza, abbia sempre voglia di giocare.
Anche noi proprietari di beagle non ci dobbiamo stupire se il nostro cucciolo è un uragano di allegria oppure se ha quei momenti di “pazzia” dove sembra voler correre all’impazzata senza motivo: è il suo modo per entrare in contatto con ciò che lo circonda.

Poi il cane cresce, matura sessualmente e arriva quella che possiamo chiamare “adolescenza”, un po’ prima dell’anno di età, dove la crescita del corpo va di pari passo al cambiamento del carattere fino a raggiungere l’aspetto e l’indole del cane adulto.

Questa età è molto approssimativa perché alcune razze si sviluppano più lentamente (i molossoidi, ad esempio) ma il concetto non cambia: quando il cucciolo cresce, la sua incontenibile voglia di giocare si abbassa o cala del tutto.

Spesso, l’idea del “beagle che si calma” è associata a questo cambiamento di carattere, che corrisponde al passaggio dalla “giovinezza” all’età adulta.

Ma, nel nostro caso, c’è un fattore molto importante da considerare.

In generale, il cane domestico deriva dal lupo.
Una delle differenze tra un cane domestico adulto ed un lupo adulto è che il primo ha conservato anche “da grande” tratti fisici e caratteriali tipici del cucciolo: questo fenomeno si chiama “neotenìa”, ed è più o meno accentuata a seconda delle razze.

Dando uno sguardo a tutte le razze esistenti, il beagle è tra quelle che conservano fortemente tratti fisici e caratteriali del cucciolo anche in età adulta: è una coseguenza della selezione, che ha portato il beagle ad essere così bravo nel suo lavoro.

Perciò noi proprietari di beagle dovremmo aspettarci più di altri di avere un cane che mantenga certi aspetti del cucciolo anche in età adulta, come la continua voglia di interagire giocando con persone, animali e cose. 🙂

Detto questo, non esiste un’età sicura e uguale per tutti alla quale un beagle “si calma”.

Quando si pensa ad un cane che “si calma”, di solito ci si riferisce al fatto che ha un maggiore autocontrollo, che ci ascolta più facilmente, che è più predisposto a interagire con noi e con il resto del mondo in modo più equilibrato.

Questi aspetti possono essere migliorati da parecchi fattori. Eccone alcuni tra i più importanti.

– La soddisfazione quotidiana dei suoi bisogni fondamentali (come descritto nel report gratuito “I 4 pilastri del cane sano”).

– La linea di sangue eventualmente scelta dall’allevatore (cioé, che indole hanno i suoi genitori, nonni e così via).

– Il percorso educativo, che dovrebbe essere il meno confuso possibile (cioè fin da subito le regole date dai proprietari al cucciolo dovrebbero essere chiare e fatte rispettare con coerenza, senza violenza).

– Il clima domestico (un cane cresciuto in un ambiente teso dove si litiga spesso, tenderà ad essere più agitato).

Quindi, non possiamo sapere se e quando il nostro beagle “si calmerà” ma possiamo certamente aiutarlo a vivere il più possibile in modo sereno ed equilibrato. 🙂

192 commenti:
  • Dianella scrive:

    Spero che il mio beagle non si calmi mai ! E ‘ così bella la sua esuberanza ( anche se ha fatto più danni lui che la grandine….) , è così bello trovarlo al mattino pieno di effusioni e con la pallina in bocca, pronto per giocare ! Hai due anni quasi e in questi due anni mi hai fatto perdere 10 kg di ciccia : grazie mio dolcissimo adorabile intelligentissimo sensibilissimo bellissimo Darly , con te ho ritrovato la voglia di camminare correre arrampicarmi e la capacità di amare un animale che credevo aver perduto .
    Un appartamento non è una casa senza un beagle.

  • rita scrive:

    concordo con Dianella . Il mio si è calmato molto dopo che ho dovuto forzatamente sterilizzarlo purtroppo , circa 3 anni fa . ora ne ha 9 è più tranquillo , più patatone, anche più brontolone , ma rimane sempre un meraviglioso compagno .

  • laura scrive:

    la mia sembra essersi calmata da quando aveva 3 mesi, adesso ne ha nove,fa meno malanni ma spero che non diventerà come quei cani che si stufano andando a spasso!(sì mi è capitato di vedere un beagle grasso così)

  • anna scrive:

    la mia si è calmata tantissimo, adesso ha un anno e mezzo e devo dire che è proprio un angioletto, da cucciola ha fatto un sacco di danni, rosicchiava tutto quello che gli passava davanti, adesso sta buona a cuccia e non da alcun fastidio, anzi credo che sia pure troppo calma, ma la sera esce tutto il beagle che è in lei, abbaia come una forsennata solo se vede passare un cane fuori dal giardino di casa, ma tutto dura solo pochi minuti, poi si rimette a cuccia si accovaccia e va a fare le ninne. Saluti a tutti

  • Giovanni scrive:

    Ciao, approfitto di questo articolo per chiedervi un’informazione, domani andrò a prendere un cucciolo di padre beagle e di mamma beagle segugio. cosa vuol dire ? Che il cucciolo non è di razza pura ? (è solo per vederci chiaro e sapere con precisione la razza del mio futuro cane), ho cercato qualcosa su internet ma scrivendo beagle segugio non trovo informazioni in merito. cioè il cane può essere considerato di razza ? (ripeto è per un discorso di “conoscenza” niente di più, anche perchè il cane ho già deciso di prenderlo a prescindere dal discorso razza pura o no)

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giovanni, in effetti la tua domanda non è molto inerente all’argomento trattato in questo articolo… Ad ogni modo, per sapere esattamente cosa significhi “beagle segugio” bisognerebbe chiedere a chi, questa cucciolata, la sta allevando, perchè sicuramente “beagle segugio” non è una variante della razza beagle. Noi possiamo solo ipotizzare che sia un’espressione per dire che la madre è un incrocio tra un beagle e un segugio (ed in questo caso i suoi cuccioli non saranno di razza pura), ma per averne la certezza puoi solo chiedere al suo proprietario! 🙂

  • Nicoletta scrive:

    La mia Lucky si è “calmata” verso i 2 anni, ora ha 13 anni e mezzo e vi assicuro che anche ora che è vecchietta non ha perso la sua voglia di giocare. Anzi, molto spesso fa ancora il gioco di rubare una ciabatta incustodita e farsi vedere bella fiera in giro per casa con la sua preda! 🙂

  • silvana scrive:

    la mia molly ha 19 mesi, da piccola rosicchiava soltanto ciabatte, era un turbine e la notte voleva giaocare, ma adesso è una patatona vuole tante coccole,le piace tanto essere coccolata quando siamo tutti in casa per passare da un abbraccio all’altro.
    ho semre avuto cani in casa ma non sono mai stata innamorata cosi’come lo sono della mia molly lei con la sua esuberanza e la sua docezza mi ha ammaliata e così pure a mio marito e i miei figli,LEI ci ha riempito la vita.

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Silvana, grazie per la tua testimonianza 🙂

  • Amedeo Zanardi scrive:

    la mia frida nn si stanca mai di giocare, di mordere, di correre, di farci le feste ogni volta che ci vede,è instancabile,ed io preferisco vederla così piuttosto che abbattuta e mogia come lo è stata nei giorni in cui ha avuto la febbre, siamo stati mlissimo tutti in famiglia ,ora sta bene e è tornata la mia frida di sempre, pazza ma coccolona

  • Valentina scrive:

    Buonasera a tutti, io ho preso un cucciolo di beagle che tengo in appartemento in cui vivi con i miei genitori..mia madre non è d’accordo con il fatto che il cane possa dormire con me in camera e vuole che dorma in balcone..però lui piange come un pazzo..ieri sera l’ho fatto entrare ed ha dormito tutta la notte..secondo te si abituerà a dormire fuori e a non piangere più??quanto ci vorrà più o meno??grazie mille e scusate se non è inerente all’argomento..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valentina. Dunque, noi sconsigliamo sempre di far dormire un cane all’esterno, a maggior ragione se si tratta di un cucciolo! E’ perfettamente normale quindi che pianga, tutti i cuccioli soffrono di solitudine e ancora di più se vengono relegati di notte fuori di casa, per il fatto di ritrovarsi solo al buio in un ambiente per lui ancora del tutto nuovo. I cani hanno bisogno di sentirsi parte del branco (cioè la vostra famiglia) e dormendo fuori si sentono totalmente esclusi perchè non possono condividerne gli stessi spazi e questo potrebbe portarli a sviluppare problemi di comportamento. Inoltre a lungo andare, dormire fuori causerebbe sicuramente acciacchi fisici che si manifesterebbero in età adulta, per non parlare del pericolo della Leishmania, dato che i flebotomi (gli insetti responsabili di veicolare questa malattia) agiscono nelle ore notturne. Per rispondere alle tue domande, certo, prima o poi il piccolo si abituerà a questa condizione e non piangerà più (non possiamo dirti quanto ci vorrà però), ma sicuramente non ne sarà mai felice. Ecco un articolo a questo riguardo: Dove facciamo dormire il Beagle?

  • Salvatore scrive:

    io spero che non si calmi maiiiiiiiiiiiiii perchè anche se ci fa disperare perchè è un vero e proprio uragano io della mia Lilly bellissima dolce pestifera bigolina di 5 mesi non cambierei neanche un pelo

  • Beatrice scrive:

    Il mio Fulmine ha ormai 15 anni, è davvero un cane dolcissimo e tenerissimo, mi segue ovunque vado e ogni volta che arrivo è sempre una gran festa, anche alle 2 del mattino.Da piccolo era davvero un tornado, un vero fulmine, non faceva altro che correre come un pazzo tutto il tempo, mi ha rosicchiato e mangiato una valanga di scarpe e vestiti, per non parlare dei mobili! E scappava (e scappa) sempre appena ne ha l’occasione. Ma adesso dopo un oretta torna sempre, è un bellissimo cane ma ci vuole molta pazienza e sopratutto una predispozione nel capirlo! Con i bambini è davvero fantastico! Il mio si è calmato dopo gli 8 anni!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Beatrice, grazie mille per la tua testimonianza, un saluto a te e una coccola al tuo Fulmine da parte nostra! 🙂

  • Iolanda scrive:

    Ciao, abbiamo preso Zack 2 settimane fa. Ovviamente e’ un terremoto ma va a ondate, ha i suoi dieci minuti di “follia” durante i quali salta ovunque, poi si calma va a cuccia e se la dorme. Tutti mi dicevano che i Beagle sono tremendi. Io sono molto felice e lo trovo dolcissimo e poi penso sempre che e’ un cucciolo. Saluti a tutti e grazie x i vostri preziosi consigli…

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Iolanda, ti facciamo tanti auguri per la tua nuova vita in compagnia di Zack, siamo felici di sapere che l’inizio di convivenza va alla grande! 🙂

  • Alessia scrive:

    La mia bambina pelosa Luna di 8 mesi è stata un terremoto…ora è un ”pelo” piu’ calma anche se fa le sue marachelle,corre per casa e appena ne ha l’occasione ruba qualcosa facendo finta di niente e se la porta sul lettone con aria fiera e la coda scodinzolante, quando la richiamo lei protesta un po con un simpatico grugnito tipico dei beagle,e ti guarda con quei suoi occhietti languidi in attesa di una coccola…Luna non cambiare mai…da quando sei parte della famiglia hai portato amore e felicità proprio come una bimba pelosa..

  • CARLA scrive:

    Il nostro Achille ormai ha 6 mesi ed è molto esuberante. I primi mesi era un gioco continuo, calzini e ciabatte distrutte. Ora si è poco poco calmato ma i 5 minuti di pazzia continua ad averli. Ieri è venuto in aereporto a prender me e mia figlia e ci ha fatto tante di quelle feste che tutte le persone intorno erano estasiate nel vedere quanto si possono affezionare gli animali alla famiglia. Achi sei il mio amore!

  • paola scrive:

    Ragazzi, sono disperata e lo sono veramente. Mi affido ai vostri suggerimeti. Il mio Rokko di cinque anni è un adorabile beagle che non perde occasione per scappare e inseguire il suo istinto. Corre nei boschi all’inseguimento delle tracce della volpe, oppure insegue un capriolo o si mangia i leprotti neonati. Ora però non ce la faccio più! Alle ore 5.30 inizia a grattare alla porta, mugula, ulula e se non lo considero abbaia. Dopo la corsa mattutina in mezzo ai boschi con lui, vaga per la casa e il terrazzo come un’anima in pena. Ora sono tre giorni che riesce ad abbattere qualunque barriera per fuggire, da sfogo ai suoi istinti (e fin qua mi rende felice9, poi però va in paese e vaga per ore a fare chissà che cosa. Se nessuno lo ferma lui ritorna a casa, altrimenti mi telefonano (il num è inciso sul collare) e devo andare a riprenermelo. Anticipo chi mi suggerirà di recintare dicndogli che Rokko crea più buchi al giorno scappando; che tenerlo in casa è uno stress per lui che vaga e piange, e per tutta la famiglia che lo subisce. Ora è in giro nonostante tutte le barriere creatogli e di oggi è la seconda volta!E’ estate e la gente tiene le porte aperte, chi mi dice che lui non entra in casa delle persone ad invadere? e Se crea qualche incidente? i fatto che sia assicurato non mi tranquillizza………….non ce la faccio più nonostante i suoi occhi maledettamente toccanti!!!! suggerimenti non critiche per favore…grazie.

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Paola,
    ci dispiace per tutta l’amarezza che stai provando in questo momento. Purtroppo questa situazione e i 5 anni di età di Rokko, però, non ci lasciano molto spazio per dei suggerimenti diversi dalle cose che probabilmente hai già sentito.
    Da quello che descrivi, sembra che per tutto questo tempo a Rokko sia stata data certamente l’opportunità di soddisfare i suoi istinti di razza, ma in modo assolutamente “anarchico”, cioè senza costruire quella relazione, quel legame tra di voi nel quale tu sei il suo punto di riferimento.

    Sembra (e lo evidenziamo perché non sappiamo come stanno le cose, ci basiamo su quanto scritto), che a Rokko non sia mai stato dato quell’insieme di regole indispensabili per farlo vivere bene nel mondo umano, che oggi è fatto di strade asfaltate, case, automobili e pericoli anche per chi vive in zone rurali.

    Quindi, purtroppo adesso rimangono poche soluzioni da suggerire:

    1) ti consigliamo comunque di approntare una recinzione che lo contenga, anche se si tratta di usare un box di rete metallica completamente chiuso (sia in alto che in basso), perché i pericoli a cui si espone Rokko sono troppo alti e deve assolutamente evitare di girare da solo per ore.

    2) Contemporaneamente, è il caso di consultare un educatore che valuti la situazione dal vivo e ti indichi il percorso da fare per costruire/migliorare la relazione con Rokko. Anche se ha 5 anni, qualche buon risultato si potrebbe comunque ottenere.

    E’ un impegno, certo, ma la posta in gioco è altissima: il vostro benessere e la vostra sicurezza.

  • Dario scrive:

    ciao ma se lo educhiamo il beagle imparera a non mordere le cose

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Dario, certo che il beagle impara a non mordere, intanto perchè questo è un comportamento tipico del cucciolo, quindi destinato a scomparire con la crescita. Se poi viene eseguita anche un’educazione mirata allora non ci saranno problemi! Ecco qualche articolo sull’argomento:
    Se il Beagle morde
    Il nostro Beagle morde tutto!
    Il nostro Beagle… morde!

  • Dario scrive:

    grazie,simona

  • paola scrive:

    grazie Francesco per la tua analisi. Vivo in aperta campagna e Rokko è arrivato quando aveva due mesi e mezzo, mi sono dedicata alla sua educazione fin da subito ma l’ambiente in cui vive è perfetto per un beagle e davvero, soffocare il suo istinto cacciatore è stato impossibile; non c’è recinzione che tenga, riesce sempre a trovare il modo per filarsela. Quando aveva sette mesi mi sono rivolta ad un centro per trovare il sistema di ridimensionare la sua esuberanza, attraverso un’educazione mirata ma mi risposero che trattandosi di un beagle avrei sprecato i soldi. proverò con un educatore. Grazie ancora.

  • Jessica scrive:

    Il mio Pluto ha 14 mesi e si è calmato molto rispetto a prima, anche se non perde mai occasione di rubare cose incustodite e scappare in giardino! é il suo divertimento preferito:) Comunque ora dorme molto di più l’unica cosa che non ha ancora imparato è restare buono quando resta a casa da solo, continua a piangere ed abbaiare e non c’è verso di insegnargli a stare buono e fargli capire che poi ritorniamo sempre! Spero che con il tempo si abitui! Io comunque adoro così la mia piccola peste non lo cambierei con nulla al mondo 🙂

  • giuseppina scrive:

    buona giornata e grazie, la mia sissi si è calmata ora che ha 5 anni, ma con riserva! comunque spesso è perchè vuole giocare,comunque abbaia pochissimo e fa anche la guardia veramente al contrario di quel che si dice che i beagle non sono da guardia.
    è affettuosissima e l’ adoriamo!!!!!!.
    grazie!
    giuseppina.

  • claudia e max scrive:

    Ciao a tutti,noi per paura che peggy si annoiasse abbiamo deciso di tenere uno dei suoi cuccioli.Oggi peggy ha 5 anni e virgola 1 anno e mezzo,la fase distruttiva si sta concludendo e sono diventate grandi amiche inseparabili…e quasi ubbidienti!Siamo felici per aver intrapreso questa esperienza per molti un pò azzardata.

  • adele scrive:

    la mia lara non si calma per niente …. mi sta distruggendo casa

  • Andrea&Lorena scrive:

    Abbiamo un bellissimo cucciolo di beagle di 9 mesi (10 tra qualche giorno). Oliver, è stupendo, lo amiamo davvero come un figlio, l’affetto che ci da, supera di gran lunga i danni che ha causato (in 6 mesi nella vecchia casa dove stavamo in affitto ha distrutto 2 divani, angoli delle pareti, mobili, ecc, per un totale liquidato alla padrona di casa di 2.500 €). Non ci siamo ancora potuti permettere un educatore, perchè vorremmo riuscire a correggere alcuni lati distruttivi del suo carattere, che vengono fuori soprattutto o quasi esclusivamente quando resta solo in casa (lavoriamo entrambi e non possiamo portarlo con noi purtroppo). Non riusciamo però ad immaginarci senza il nostro Oliver, è sicuramente impegnativo, ma il nostro amore per lui ed il suo per noi è davvero immenso. Io (andrea) ho avuto in vita mia tanti cani, fin da piccolo, dunque ho un pò di esperienza necessaria alla convivenza con un cane, ma devo ammettere che educare un beagle è davvero difficile e la loro testardaggine è insuperabile, è il cane con cui ho le maggiori difficoltà nell’insegnare anche semplici comandi. Purtroppo so che il problema sarebbe risolvibile non lasciandolo per ore da solo, ma non abbiamo alternativa, e in ogni caso sopperiamo a tale mancanza portandolo in giro almeno 3 volte al giorno non per 10 minuti, ma facendo lunghe passeggiate, incontrando altri cani (con cui non ha mai litigato, ma sempre giocato e divertito) portandolo con noi quando usciamo la sera, o partiamo per un viaggio, o anche solo a fare la spesa…Oliver è davvero come un figlio per noi, la mamma lo vizia un pò di più (anche per inesperienza con altri cani) ma non tornerei mai indietro, lui è il nostro primo figlio…Ciao a tutti
    Andrea & Lorena

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Andrea, ti ringraziamo moltissimo per la tua testimonianza, davvero preziosa per tutte quelle persone (e purtroppo sono tante) che alle prime difficoltà con un cucciolo si arrendono e decidono di darlo via. Voi ci state davvero mettendo tutto l’impegno possibile e questo vi fa onore, continuate così! Portandolo fuori 3 volte al giorno per lunghe passeggiate e per farlo socializzare con altri cani sopperite nel migliore dei modi alle ore di solitudine. Oliver è ancora un cucciolone, pertanto la sua esuberanza è ancora giustificabile, ma vedrete che crescendo acquisterà un aplomb invidiabile! 😉

  • ROCCO scrive:

    FRANCESCO IO AVRO’ UN CUCCIOLO DI APPENA DI 4 GIORNI MA NON ORA MA BEN SI FRA UNA QUARANTINA DI GIORNI VISTO CHE HO LETTO CHE IL CUCCIOLO NON DEVE ESSERE TOLTO DALLA MAMMA PRIMA DEI 60 GIORNI COMPORTA QUALCOSA O POSSO PRENDERLO TRANQUILLAMENTE

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Dunque, se il cucciolo adesso ha 4 giorni e lo prenderai tra 40 giorni, il cucciolo avrà 44 giorni quando lo porterai a casa. Decisamente troppo presto! Come hai già letto, il cucciolo deve restare con la mamma e i fratellini ALMENO fino ai 2 mesi di vita, leggi questo articolo che spiega perchè è così importante: Perché è importante non prenderlo prima dei 60 giorni?

  • adele scrive:

    LARA DOMANI COMPIE 11 MESI MA NON SI E’ CALMATA PER NIENTE ANZI PEGGIORA

  • gianna scrive:

    Josè è il mio amato beagle bianco-arancio di quasi 4 mesi. A 3 mesi e mezzo neanche faceva tutti i bisogni fuori e ora sta da solo tutto il giorno dopo passeggiata mattutina, piccola passeggiata a pranzo e super giro al parco la sera. i primi giorni è vero, ha provato a distruggere e staccava la spina del frigorifero a pericolo suo (chissenefrega del cibo andato a male) e dopo il weekend è depresso, però con vari accorgimenti ora quando è a casa gioca e dorme. basta semplicemente lasciargli delle cose da masticare nella sua zona di azione (tinello + bagno), anche “fintamente” lasciate per caso come delle esche e poi tanti giochi e lui sta bravo. sulla spina del frigo ho emsso del peperoncino e dopo un tentativo ha desistito… forse i bianco-arancio sono più miti, non so, ma nella sua mente è fissato il concetto che io comunque torno e quando torno gli faccio tante lodi e tante coccole e poi usciamo a divertirci e a incontrare i suoi amici dle cuore. addirittura gli dò l’opportunità di venire in camera (come concessione dopo avergli negato l’ingresso), ma lui viene solo quando lo chiamo!
    quindi la mia conclusione è, con tutto rispetto, che un buon beagle si ha con un padrone calmo, fermo, ma molto amorevole e dolce, e il cane capirà che solo comportandosi bene avrà belle cose da noi.
    mi spiace, ma evidentemente non siete capaci di educar eun beagle e forse per voi era meglio uno yorkshire.

  • gianna scrive:

    aggiungo:
    troppo spesso sento persone che si stupiscono che il cane non si calmi col tempo. senza fare niente. un cane non viene su da sè. non ha facoltà umane. ma ha bisogno di una guida amorevole, di un punto di riferimento autorevole ma allo stesso buono e affettuoso. dico solo: venerdì ho fatto il bagno a josè e lui addirittura era felice percHé mentre lo insaponavo gli parlavo facendo paperino e mentre lo asciugavo massangiandolo era così sereno che is è addormentato!
    magari fra un mese invece avrà una metamorfosi folle e vi scriverò disperata, ma a me sembra invece in continuo miglioramento.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gianna, ti ringraziamo per la tua testimonianza! Non crediamo che il successo della tua convivenza con Josè sia da attribuire al suo essere bicolore, ma più che altro al tuo essere ferma e decisa nella sua educazione. Continua così!

  • Andrea scrive:

    Mi dispiace doverlo ammettere…abbiamo preso un beagle (femmmina) quando aveva tremesi, ormai ha compiuto un anno. Devo dire che è sempre più agitata, ne combina di tutti i colori e io sono esasperata, non riesco più a gestirla…abbiamo fatto di tutto; regole rigire, uscite frequenti, corse, giochi, educatori e nulla!!Sto pensando di riportarla in allevamento. Mi si spezzerà il cuore ma sono completamente esaurita!
    Grazie

  • Tiziana scrive:

    Ciao andrea come ti capisco. Io ho un Beagle marchio di nome Fulmine che compirà 11 mesi tra pochi giorni e siamo davvero esasperati. Tutti in famiglia sono davvero sull’orlo di una crisi di nervi. Fulmine ruba tutto quello che trova in casa e lo distrugge. Ad agosto siamo andati in vacanza una settimana e lo abbiamo lasciato da mia scuocerà. Ebbene, al nostro rientro, ci ha detto che non lo terra mai più, nonostante lei abbia sempre avuto cani e dunque sia abituata. Praticamente le ha distrutto il divano, un tappeto persiano e la porta di casa. Un vero disastro!!!! E’ talmente esuberante che in famiglia non si fa altro che litigare per causa sua. Non possiamo lasciarlo da solo neppure un’ora in giardino perché piange in continuazione. Non possiamo più avere amici in casa perché appena arr
    iva qualcuno lui comincia a montare le gAmbe degli ospiti senza smettere nuche se lo si sgrida. Abbiamo chiamato un educatore e fatto parecchie lezioni. La sentenza e’ stata che e’ un Beagle iperattivo (bene!). I comandi li ha imparati alla perfezione, ma per il resto……. Mia figlia di 8 anni non vuole che lo diamo via perché si e affezionata ma come possiamo andare avanti così. Anche lei non riesce a giocre con li perne e troppo esuberante e non riesce piu a giocare neppure con le sue amichette di scuola perché tutti i giochi sono nella bocca di fulmine. Sia io che mio marito lavoriamo tutto il giorno, ma comunque il cane resta solo per poche ore al giorno, massimo un paio. Ma questo non gli impedisce di ululare e piangere. Se non smette, cominceremo ad avere grossi problemi con i vicini. Sono combattuta. Mi piange il cuore all’idea di darlo via, ma vorrei anche recuperare un po’ della tranquillità e dll’armonia famigliare che l’arrivo di fulmine ha fatto scomparire. Sono davvero esaurita. Che faccio????? grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Tiziana, in effetti la tua situazione è abbastanza critica, ma se volete davvero bene al vostro cane non abbandonatelo! La prima cosa che ci sentiamo di dirti è che avete a che fare con un cane maschio nel pieno della fase adolescenziale e questo significa un giovanotto con una dose infinita di energie da spendere e di ormoni in circolazione! Inoltre questo periodo molto critico viene anche detto “l’età dell’opposizione”, in cui il cane può avere qualche comportamento “ribelle” ed in cui prova ad effettuare la famosa scalata gerarchica per diventare il “capobranco” se non trova continue conferme nelle persone che dovrebbero essere i suoi punti di riferimento. Il nostro primo consiglio quindi è di avere pazienza perchè in ogni caso si tratta di una fase passeggera (con la crescita sicuramente si calmerà un pò) e di continuare ad essere severi e risoluti nel fargli rispettare le regole e, più in generale, nella sua educazione, senza mai mostrare segni di cedimento che lui è pronto a cogliere per approfittarsene. Il secondo consiglio è quello di farlo sfogare il più possibile per fargli scaricare una parte delle energie che si ritrova in corpo: una lunga passeggiata di prima mattina è senz’altro il modo migliore per cominciare la giornata. Potete anche portarlo a correre se qualcuno di voi fa jogging oppure in bicicletta, inoltre, se vicino a voi ci sono delle aree di sgambamento, portatelo più spesso possibile: avrà la possibilità di socializzare, divertirsi e sfogarsi con i propri simili. Potete anche sottoporgli dei giochi di attivazione mentale, che lo aiuteranno ad avere un maggiore autocontrollo e a rimanere concentrato per un certo periodo di tempo (per saperne di più: Giochi di attivazione mentale fai da te). Infine, quando deve restare a casa da solo, lasciatelo in un’area molto ristretta della casa (può essere un box o una stanza molto piccola) dove ci sarà la sua cuccia, la ciotola dell’acqua e qualcosa da sgranocchiare come un osso di pelle o, meglio ancora, un Kong ripieno di cibo, in modo che si distragga e al contempo si rilassi (per saperne di più: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”). E’ vero che è una situazione critica, ma assolutamente risolvibile con tanta pazienza e buona volontà, non demordete!

  • ANNAMARIA scrive:

    Ciao Simona, ho letto la tua risposta a Tiziana e in qualche modo hai risposto anche a me. Il nostro MIO, un anno, da quando siamo tornati dalle vacanze è un tormento. Purtroppo non è stato possibile portarlo con noi e abbiamo deciso di portarlo dove è nato…un posto bellissimo in campagna dove allevano beagle per cui era in mezzo ai suoi…parenti… In apparenza lui è stato bene, l’ho trovatoin forma e affettuoso come sempre, ma da quando è tornato a casa (è ormai un mese quasi) non fa altro che fare dispetti. Praticamente continua a rubare le cose e a sfidarti per recuperarle (asciugamani in bagno, calzini, magliette, tovaglioli di carta…)entra in una stanza, ruba e corre fuori in giardino e poi aspetta che arrivi per riprenderle. Stiamo cercando di stare attentissimi a non lasciare nulla alla sua portata, ma non sempre è possibile, così passiamo la serata a rincorerlo. Capisco che per lui diventa un gioco, ma non so fino a che punto visto che poi lo punisco lasciandolo in giardino e non facendolo entrare in casa per almeno mezz’ora. Poi, quando torna in casa…ricomincia. Lui non è mai da solo perchè ogni giorno lo porto da mia mamma e poi di pomeriggio arriva mia figlia da scuola e lo riporta a casa nostra. Lo portiamo fuori almeno 3/4 volte al giorno, giochiamo con lui regolarmente, lo riempiamo di coccole…. Prima delle vacanze questi “furti” capitavano saltuariamente, di solito quando c’era gente in casa e non gli davamo retta, ora è un continuo, per cui non so se dipende dal fatto che lo abbiamo lasciato in pensione per 15 giorni o se come hai detto tu questa è “l’età dell’opposizione”. Vorrei sapere cosa dobbiamo fare, in cosa stiamo sbagliando, dobbiamo solo aspettare che passi??

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Annamaria, secondo noi è una concomitanza di fattori: lasciandolo in pensione per 15 giorni gli sono venuti meno tutti i punti di riferimento che aveva imparato ad accettare e non ha più dovuto rispettare le classiche regole domestiche. Tutto questo messo in relazione con l’età critica che sta attraversando, spiega il comportamento ribelle che sta avendo in questo periodo. Niente di preoccupante comunque, come scritto a Tiziana, in questa fase è davvero fondamentale non mostrare segni di cedimento ed essere sempre severi e risoluti nel fargli rispettare le regole e, più in generale, nella sua educazione. Cercate inoltre di non metterlo mai al centro dell’attenzione, dategli poca considerazione e fategli poche coccole, vedrete che presto si ristabiliranno gli equilibri. 🙂

  • ANNAMARIA scrive:

    Sei una grande Simona, come al solito mi “illumini” con i tuoi consigli. Praticamente stavamo sbagliando tutto…eravamo convinti di dovergli dare molte più attenzioni e coccole proprio perchè l’avevamo trascurato nel periodo delle vacanze, e invece è proprio in contrario. Ok come al solito seguirò i tuoi suggerimenti e sono sicura che tutto si sistemerà. Grazie ancora e buona giornata.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Eheheh, non preoccuparti, è un errore comune, è normale che da “bravi” genitori si cerchi di compensare qualche mancanza con tante coccole ed attenzioni. Invece metterlo su un piedistallo adesso, dal suo punto di vista, significa solo rinforzare ed approvare i suoi comportamenti ed involontariamente incitarlo a continuare così. 🙂

  • ANNAMARIA scrive:

    Mi sa proprio che questo suggerimento lo applicherò anche su mia figlia…ahahah…tanto sono identici…stesso carattere!!

  • Alfonso scrive:

    Salve a tutti, io ho un beagle maschio di 10 mesi in appartamento…è bravo non combina tanti guai in casa…ma da un po di tempo a qst parte sta mangiando sempre il suo lettino..qualsiasi cosa che gli metto la distrugge…cosa posso fare?cosa posso utilizzare? grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alfonso, quello che ti possiamo consigliare è di far sfogare il più possibile il tuo beagle durante la giornata: portalo a fare almeno 2 passeggiate di 40 minuti al giorno, fallo correre, giocare e, se hai la possibilità, portalo a socializzare e divetrirsi con altri cani. Sta attraversando un periodo della vita in cui ha una dose infinita di energie da spendere e se non trovano uno sfogo ecco che si concretizzano in comportamenti distruttivi. Per il resto, al posto della classica cuccia o cuscino, puoi utilizzare una brandina, almeno fino a quando non sarà cresciuto un pò.

  • Alfonso scrive:

    Grazie del consiglio…ma purtroppo è la seconda brandina che fa fuori..!!il mio piccolo esce almeno tre volte al giorno..ma è una furia!! e poi è tanto geloso dei suoi giochi quando è insieme ad altri cani della sua età…diventa anche aggressivo a volte..è normale? grazie ancora

  • Simona scrive:

    Purtroppo è in una fase in cui le energie che ha sono davvero infinite e riuscire a stancarlo è una vera impresa. Potresti portarlo a correre oppure insegnargli a correre con te in bici. Oltre a farlo sfogare il più possibile, può essere anche utile proporgli quotidianamente dei giochi di attivazione mentale, che insegnano al cane a restare concentrato su qualcosa, a impegnarsi per raggiungere un obiettivo e ad autocontrollarsi (per saperne di più: Giochi di attivazione mentale fai da te). Che sia un pò possessivo degli oggetti che gli appartengono può essere normale, ma se supera i limiti diventando aggressivo allora sarebbe il caso di correggerlo il prima possibile. A questo proposito, non lasciargli mai dei giochi a disposizione, ma sii sempre tu a decidere quando è il momento di giocare e a tirarli fuori all’occorrenza, per poi rimetterli via quando è finito il gioco. In presenza di altri cani invece sarebbe il caso di non tenere dei giocattoli perchè è facile che si arrivi al litigio, ma se dovesse capitare tienilo sempre sotto controllo e inibisci con un “No!” ogni suo comportamento aggressivo.

  • SIMONA scrive:

    Il mio Giorgio è nato il 25 Giugno e sta con me da un mese. Non avevo mai avuto un cane…ho paura dei cani.La mia vita è cambiata, non esco da casa da quando ho Giorgio con me, tranne per andare a lavorare.Io sono un medico e dopo le notti inosnni in ospedale non riesco a riposare perchè il mio cucciolo ha bisogno di me.Monello sì, ma timoroso di me che riesco con severita’ e determinazione a rimproverarlo e poi coccolarlo e sbaciucchiarlo…ma il morsetto ci scappa quasi sempre. Fra qualche gg finalmente potro’ uscire con lui, (una settimana dopo la seconda dose di vaccino), ma ho comunque un grande giardino e credo sia un cagnolino felice.leggendo pero’ i vostri msg sto provando una paura tremenda. Spero che il mio Giorgio non sia così irruento, cioè lo è anche adesso, ma al mio NO quasi sempre smette e basta e se tocco la scopa si ferma..non so perche provi tamta paura, mai usata contro di lui, ho notato questo suo timore mentre spazzavo il giardino. Una cosa vorrei chiedere bel nome (simona-simona.ehehehehhe): da quando è con me lo porto a fare i bisognini fuori, in giardino attorno ad un grande albero e lui oramai sa dove andare..pero’ quando entra dentro la pipì scappa. Succederà sempre? Credevo avesse capito.grazie un bacio a tutti i vs amati amici per la vita e devo dire che ho guardato tante foto di beagle e anche il mio Giorgio ha un viso bellissimo e due occhi irresistibili, LO AMO da morire

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Simona! Dunque, per quanto riguarda i bisogni voglio rassicurarti: stai tranquilla perchè le cose possono solo migliorare, vedrai che tra qualche mese il tuo Giorgio avrà già imparato a sporcare solo fuori di casa. Per il momento è normale che capiti qualche incidente, è ancora molto piccolo e non riesce ancora ad avere il controllo della vescica, per cui… quando scappa, scappa! Tu cerca di portarlo fuori più spesso possibile, premialo sempre quando si libera fuori di casa e infine… abbi pazienza! Mandaci una sua foto se ti va! 🙂

  • ANNAMARIA scrive:

    Cara Simona a proposito dei…furti…del mio cuccioli MIO ho delle novità. Ho studiato una strategia e speriamo porti buoni frutti. Praticamente lascio uno straccetto sul calorifero del bagno e lui regolarmente lo va a rubare. A questo punto però noi lo ignoriamo e lui prima cerca in tutti i modi di farsi notare, corre come un pazzo in giro per casa con lo straccio in bocca, agitandolo e addirittura ce lo porta vicino ai piedi…e quando vede che comunque non c’è nessuna reazione da parte nostra…ne lo sgridiamo e ne ci giochiamo…lui demoralizzato riporta lo straccetto in bagno e quando lui è distratto ed in un’altra stanza, rimetto lo straccetto al suo posto. Boh non so se questo alla lunga funzionerà per fargli smettere questa mania del furto. Ti farò sapere. Buona giornata

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    E’ la strategia delle false esche! Perfetta!!! Se continuerete ad ignorarlo, vedrai che col tempo si annoierà e smetterà di cercare di rubare i vostri oggetti! A questo punto però lasciane diverse di false esche sparse in giro per la casa, in modo che generalizzi il concetto e non lo associ soltanto allo straccetto in bagno! 🙂

  • emma scrive:

    In quanto alla mia Olivia c’è ancora un problema;lei non si calma è un completo disastro,è proprio per questo che sto incominciando a dubbitare che non ci sia un età o addirittura un momento in cui lei potrà calmarsi!!!!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ma Olivia ha solo un anno e due mesi! E’ ancora una cucciolona, dalle il tempo di crescere, vedrai che arriverà anche lei a darsi un pò di contegno! 🙂

  • ANNAMARIA scrive:

    Vedi che faccio bene a scriverti…brava false esche in giro per casa…provvedo immediatamente!!:)

  • Ilaria scrive:

    Portero’ a casa la mia beagle, Zelda, il 5 ottobre. Avra’ 62 gg. Sono un po’ preoccupata perche’ e’ gia’ la piu’ vivace tra tutti i 9 cuccioli. Io restero’ a casa con lei perche’ non lavoro : ho qualche speranza di educarla per impedirle che mi distugga tutto in casa? Standole accanto c’e’ qualche possibilita’ che sfoghi la sua dinamicita’ in giardino e non sui mobili? so che e’ inutile preoccuparsi prima del tempo, tra l’altro io non vedo l’ora di portarmela a casa, ma i commenti ed i giudizi di altri proprietari di beagle non sempre sono incoraggianti. Grazie.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ilaria, intanto ti facciamo i nostri migliori auguri per l’arrivo della tua cucciola. Il fatto che potrai seguire sempre la tua cucciola è sicuramente un bel vantaggio, avrai tempo e modo di farle capire le regole che deve rispettare e correggerla quando sbaglia. Cerca di impartirle da subito delle corrette abitudini di vita, falla sfogare il più possibile durante la giornata, confinala quando rimane sola (è importante abituarla fin da subito, anche solo per qualche ora al giorno) e quando nessuno può tenerla sotto controllo, sii coerente e risoluta nel farle rispettare le regole domestiche, soddisfa tutti suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità e soprattutto… dalle il tempo di imparare a comportarsi bene. 🙂

  • Siaga scrive:

    Ciao, ho un problema con la mia cucciola di 5 mesi. Lei va benissimo al guinzaglio tranne quando indosso delle gonne e vestiti. Quante ne ho buttate o fatto orli!!! Impazzisce, strappa tutto e non molla la presa. Sono mesi che non ne indosso più una per disperazione. Come vede svolazzare qualcosa sopra di lei, alza la testa, mi salta addosso e morde con insistenza. Forse mi direte di rinunciare ad indossare questo capo di abbigliamento ma vorrei modificare questo comportamento. Come posso fare? Grazie!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Eheheh, in effetti è un comportamento abbastanza anomalo ed imputabile principalmente all’età della tua cucciola. E’ ancora piccola e per lei adesso ogni occasione è buona per giocare, quindi stai tranquilla perchè crescendo smetterà sicuramente di mangiarti le gonne mentre cammini. Però è anche giusto inibire da subito questo comportamento, quindi ogni volta che lei tenta di afferrarti l’indumento tu dille un bel “NO!” secco e deciso! 🙂

  • Siaga scrive:

    Comunque questi beagle sono tanto belli quanto capoccioni!!!!! 😉

  • PAOLA scrive:

    SALVE IO HO UN BEAGLE FEMMINA DI 7 MESI E’ TREMENDA MORDICCHIA QUASI TUTTO ANCHE QUANDO GIOCA CON MIO MARITO E MIO FIGLIO PERO’ DI ME HA MOLTO TIMORE APPENA VEDO QUALCOSA CHE NON DEVE FARE STO SUBITO PRONTA A SGRIDARLA E CON IL GIORNALE LA PRENDO A SCULACCIATE…..MA SI CALMERA’ PERCHE’ VERAMENTE STO ESAURITA E’ CAPA TOSTA POI QUANDO USCIAMO MI TIRA SPESSO ORA E’ ANCHE IN CALORE IL SUO PRIMO CALORE CHE STRESS..PERO’ SON BELLI E DOLCI!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Paola, sinceramente non ci stupisce che la tua cucciola di te abbia solo timore, e non potrebbe essere altrimenti visto che sei subito pronta a sgridarla e sculacciarla!!! Smetti subito di picchiarla e di urlare contro di lei, perchè questo è solo il modo migliore per NON ottenere niente da lei. Prova invece ad instaurare con lei una relazione basata sul rispetto e sulla fiducia, anzichè sulla forza e sulla violenza, cerca di diventare la sua figura di riferimento ricordando che la leadership su un cane va guadagnata e non imposta, cerca di capirla e di trovare il modo giusto di comunicare con lei.

  • andy scrive:

    quanto vorrei un beagle..se solo i miei genitori volessero.. 🙁

  • laura scrive:

    ciao……spero a differenza di tutti (o quasi) che petra si calmi il prima possibile sto andando in esaurimento perché è spesso dominante,si in passeggiata è brava con me a meno che non veda altri cani allora si che impazzisce….non li aggredisce ma mi strattona per andare a incontrarli!Anche se o solo 11 anni è possibile che mi veda come capobranco? la ho desiderata per molto tempo (5 anni precisamente) ma lei considera mia mamma la sottomessa mio padre e inpegnato e quindi non lo vede quasi mai e io sono l’unica che cerca di insegnarle qualcosa….e ho bisogno di esserle capobranco per farlo!Io vorrei solo che si comportasse come un cane normale nn dico come i cagnolini da salotta ma che ogni volta che si accuccia qualcono avanti a lei non lo monti si!le voglio benissimo e spero che compiuti i 2 anni si calmi! adesso ne ha uno e un po’(molto poco) si è calmata spero che migliori giorno per giorno e nn quando avra 8 anni!ciao a tutti e grazie per i consigli. =(

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Laura, devo dire che ti è capitato un cane sicuramente non facile, ma devo anche farti i complimenti per tutto l’impegno, la costanza e la pazienza che ci stai mettendo per educare la tua Petra! Vedrai che quando uscirà dall’adolescenza per dirigersi verso l’età adulta si darà un pò di contegno, nel mentre continua così! 🙂

  • Sarita scrive:

    Ciao i vostri consigli sono sempre stati molto utili e se non vi dispiace continuo a chierveli.
    il mio kiba ormai ha 3 mesi e mezzo devo dire che seguendo i vs consiglio sono riuscita a educarlo abbastanza bene. Devo risovlere ancora dei piccoli problemi, quello che volevo chiedervi ora è quando torno a casa dalla passeggiata kiba inizia a mordermi le scarpe, mi tira i lacci, ho iniziato a portarmi dietro dei bocconcini il mio problema è quando capire qual’è il momento giusto per darglieli.
    Non vorrei che associ i morsi con il bocconcino.
    Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Sarita, il momento giusto per premiare il cucciolo è quando SMETTE di comportarsi male. Se lo premi mentre lui ti sta mordicchiando o mentre si comporta male, allora assocerà il comportamento scorretto al premio e quindi sarà incentivato a proseguire su quella strada. Se invece mentre ti sta mordicchiando gli dici un bel “NO!” e lo premi appena smette allora lui associa il NON mordicchiarti al premio. 🙂

  • lavinia scrive:

    la mia piccola ha 5 mesi è un cane molto allegro.direi tropo,non sta mai ferma ho paura che rimarrà sempre così. Adesso ha 5 mesi è nonostante è molto aggiuata non mi da molta retta.secondo voi come devo comportami con lei?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lavinia, bisogna dire che per rispondere alla tua domanda ci sarebbe da scrivere un libro! La prima cosa da fare, nonchè la più importante, è iniziare a lavorare con la tua cucciola per instaurare una corretta relazione, basata sul rispetto e sulla fiducia e diventare quindi il suo punto di riferimento. A questo proposito puoi trovare dei consigli utili nei nostri due spacial report “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” scaricabili gratuitamente a questa pagina: Scopri il cane di razza Beagle, in cui spieghiamo come diventare leader del proprio cane e quali sono e come soddisfare i suoi bisogni fondamentali, il tutto nell’ottica di ottenere una perfetta relazione tra cane e padrone.

  • DeniseL. scrive:

    Ciao,
    il mio Beagle è buonissimo, però verso sera oppure nel primo pomeriggio inizia ad essere inquieto, a correre, mordere, ringhiare ed abbaiare. Ha due mesi, come faccio a spiegarle che deve essere tranquilla? Perchè di sera non succede niente di particolare, non rientra nessuno…le faccio fare anche una passeggiata dai 10 minuti ad anche un ora dipende se vedo che si sta stancando…poi torna a casa, si riposa, cammina tranquilla per casa e poi inizia a fare casino! Certe volte fa paura…ringhia e morde. Cioè, non noi. I suoi giocattoli ma è inquietante lo stesso. Cosa devo fare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Denise, non preoccuparti perchè quello che descrivi è un comportamento molto comune nei cuccioli più scatenati! Noi li chiamiamo i “5 minuti di follia del beagle” e solitamente capitano proprio in serata! Niente di allarmante naturalmente! 🙂 Spesso i cuccioli dopo la passeggiata o dopo aver mangiato sono molto “carichi” e devono trovare un modo per sfogare le loro energie prima di crollare addormentati. L’unica cosa che puoi fare in questo caso è farlo giocare e sfogare magari in modo più costruttivo, finchè questi attacchi di follia non scompariranno!

  • PAOLA scrive:

    CIAO SONO PAOLA HO UNA BEAGLE DI 8 MESI E’ TREMENDA VUOLE SEMPRE GIOCARE A TUTTE LE ORE POI CON MIO FIGLIO CHE HA 10 ANNI CI GIOCA TANTO MA FANNO LE LOTTE……MI HA GIA ROTTO UN PO’ IL PARATO E QUALKE MOBILE MA PIU’ DI QUELLO NON LE CONCEDO PERCHE’ LA CONTROLLO SEMPRE POICHE’ NON LAVORO QUINDI LE STO SEMPRE DIETRO NON SO SE SBAGLIO O NO…MA QUANDO SI CALMERA’ KISSA’ A VOLTE MI DOMANDO E DICO PEGGIORERA’??? PERO’ DORME SPESSO LA NOTTE NON SI MUOVE PROPRIO DORME FINO ALLE 7 E POI VIENE VICINO AL LETTO X SVEGLIARMI. SPERIAMO BENE!!!

  • PAOLA scrive:

    scusami se ho riscritto in maiuscolo ma mi viene automatico……grazie ciao

  • vittoria scrive:

    ciao sono vittoria a da un mese che abbiamo una piccola cucciola di beagle,io non amavo gli animali in casa,ma da quando abbiamo comprato Luna per accontentare le mie figlie,tutto e cambiato la cucciola a una capacità di vivacità che io e mio marito siamo pazzi di lei io la ritengo una della famiglia!anche perchè io non ho più la mamma da un’anno e lei mi sta aiutando molto,l’avrei presa prima.

  • Nilo Torti scrive:

    Abbiamo Zoe,una femmina Beagle di 4 anni; con i danni che ha fatto,avrei potuto comprarmi un’altra casa!
    Ha mangiato di tutto e ha rotto di tutto….però non la cambierei con nessuna cosa al mondo,perché il suo modo di giocare la sua esuberanza e la sua bellezza compensano di gran lunga l’aspetto “birichino”
    Nilo torti

  • Nilo scrive:

    Noi abbiamo preso Zoe,da quando aveva circa 6 mesi,trovata in un bosco in compagnia di un gatto..
    Nei tre anni e mezzo che è con noi,ha “distrutto”qualsiasi cosa di qualsiasi genere;abbigliamento tutto,calzature tutte,spigoli della tavola,fiori in giardino,scatola di antinfiammatori piena mangiata,ecc ecc…!
    Però i suoi occhi truccatissimi ed il suo modo di fare..ammaliante,fa si che tutto le venga perdonato
    I fumetti di “snoopy” ricalcano perfettamente il carattere del Beagle!
    Nilo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Nilo, hai perfettamente ragione! Quando un beagle entra nel tuo cuore non si può fare a meno di perdonare ogni sua marachella! 🙂

  • Stefano scrive:

    Anche noi abbiamo un beagle di 4 anni , si chiama Gimmi. Il primo periodo è stato allucinante per quanto fossimo pronti non lo siamo stati abbastanza …. mia moglie stava per andare in analisi…
    A parte gli scherzi dopo una serie di provvedimenti archittettonici per cui ha una parte del giardino solo sua (dove non si può più stendere neppure un calzino), una recinzione che è stata alzata altrimenti scappava da tutte le parti,una bella e spaziosa cuccia , ringhierine davanti ai serramenti che abbiamo già riverniciato… possiamo dire di avere raggiunto un certo equilibrio legato al rispetto delle sue abitudini quotidiane come le passeggiate, un pò di gioco e perfino la buona notte! Fatto questo è il cane più contento del mondo , l’unico difetto è il volere dominare e fare il bulletto con alcuni cani, non tutti, tanto da fare per strada delle vere e propie scenate per questo preferiamo camminare per boschi. Ci spiace perche spesso viene ettichettato come cattivo ma tutto è tranne che questo…. Ciao!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Stefano, hai perfettamente ragione, soddisfare quotidianamente i bisogni fondamenteli di movimento e socialità del beagle è il primo passo per avere un cane tranquillo e dal carattere equilibrato… Poi il beagle rimane sempre il beagle e qualche colpo di testa non manca mai! 🙂

  • Giancarlo scrive:

    Ciao a tutti! Ho un beagle di 9 mesi troppo bello, in casa lo adoriamo tutti! Abbiamo due problemini però… Se lasciato solo anche per 5 min distrugge tutto e se per caso riesce a prendere un calzino sono guai, arriva a mordere a sangue se si cerca di sfilarglielo dalla bocca! Per il resto non da problemi a parte durante i pasti dov cerca sempre di salire sul tavolo! Grazie mille in anticipo!!!
    Saluti Giancarlo!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giancarlo, quello che devi fare è lavorare sulla vostra relazione per cercare di diventare per il tuo cucciolone una figura di riferimento, un leader da rispettare e di cui avere fiducia. E’ normale che un beagle voglia sempre giocare e per attirare l’attenzione cerchi di rubare calzini e quant’altro, ma non va assolutamente bene che ti morda se provi a toglierglielo dalla bocca! Se ricapita una situazione del genere togli con decisione l’oggetto dalla sua bocca e, se ti morde ancora, dagli subito le spalle ed ignoralo per un bel pò di tempo. Inoltre inizia a lavorare con lui sul comando “Lascia!” che diventa indispensabile in questo tipo di situazioni. A questo proposito inizia a leggere i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Ti consigliamo anche di farlo sfogare moltissimo durante la giornata (portarlo a spasso, a correre, farlo giocare e socializzare con altri cani), perchè soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane tranquillo e dal carattere equilibrato. Inoltre, visto che ancora non ha imparato a comportarsi bene in casa, forse sarebbe il caso di mettere in atto la tecnica del confinamento fino a quando non si sarà calmato e riuscirà a restare solo senza distruggere ogni cosa: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”

  • Marzia scrive:

    Ciao a tutti!Ho un beagle maschio di 4 mesi, lavoro dalle 6 alle 14 e quindi devo lasciarlo a casa solo per tante ore, quindi torno e trovo il disastro di pipì e pupù e quando sono a casa non riesco a fare nient’altro perchè lui mi salta addosso e morde o abbaia insistentemente e mi tocca metterlo in un altra stanza per riuscire almeno a lavare i piatti! Lo porto a camminare mezz’ora al mattino(mi alzo alle quattro per far questo!) e quando torno lo porto un’altra ora e più e poi gioco con lui ma appena faccio qualcos’altro non trova niente da fare da solo…help me! Complimenti per tutto,si sente la passione che avete per questi cani!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marzia, grazie per i complimenti! Dunque, direi che la tua situazione è abbastanza normale, per questo motivo noi incoraggiamo sempre la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cucciolo avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo. Solitamente si consiglia di posizionare il box in una zona “vissuta” della casa, che può essere il soggiorno o la cucina, in modo che il cucciolo non si senta escluso. In ogni caso è necessario cercare di rendere questo spazio il più confortevole possibile, nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento” trovi qualche informazione in più.
    A parte questo, non è un grossissimo problema per il cane passare 7-8 ore in casa da solo, ma in questo caso bisogna fare molta attenzione a dedicargli del tempo nel resto della giornata per soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità e per fargli sfogare la dose infinita di energie che si ritrova, quindi va portato quotidianamente a spasso, a correre, a giocare, a socializzare e divertirsi con altri cani… onde evitare di avere un cane depresso e frustrato che, per sfogare le proprie energie, inizia ad adottare comportamenti poco graditi. Ecco altri articoli che possono esserti utili:
    Il Beagle può rimanere da solo per le otto ore lavorative?
    Come vivere bene con un Beagle in appartamento
    Infine, per tenerlo un pò occupato quando tu hai altro da fare, prova a proporgli qualche semplice gioco di attivazione mentale, puoi iniziare con un Kong ripieno di cibo che lui deve ingegnarsi ad estrarre, oppure una di quelle “palline intelligenti”, dove tu inserisci delle crocchette e lui deve farla rotolare per farle uscire. 🙂

  • daniela scrive:

    salve ho un beagle Leo di due mesi da circa 4 giorni, sapevo che i cuccioli sono monelli ma il mio sembra indemoniato, passa da momenti in cui è tranquillo e si fa fare di tutto e momenti in cui comincia a morderti mani e piedi togliendo le calze, ma morde forte facendo uscire sangue finché non ottiene quello che vuole e poi si porta tutto nella cuccia e appena di avvicini grugnisce. Altra cosa commina spesso con la coda alta. volevo sapere se è normale o mi devo preoccupare, è il mio primo cane pensavo di fare un corso per capire in cosa sbaglio. Grazie e complimenti per il blog.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Daniela, il corso di educazione di base è sempre un buon modo per instaurare una corretta relazione con il cane ed impartirgli le giuste abitudini, quindi, se hai la possibilità, ben venga. Magari tra un mesetto però, perchè adesso è davvero ancora troppo piccolo. Per il resto è tutto normale, in particolare è normale che cammini con la coda alta, tenere la coda dritta all’insù è proprio una caratteristica della razza beagle. Ti consigliamo di leggere un pò di articoli del nostro blog, dove troverai utili consigli, a partire da quelli contenuti nella categoria “Beagle cucciolo” e da questo: Se il Beagle morde.

  • daniela scrive:

    grazie per i consigli

  • Marinella scrive:

    Salve, il mio Beagle ha 7 mesi si chiama Oliver e lo abbiamo adottato dal lagher di Green Hill. Io penso di avere preso l’esaurimento perchè non riesco più a gestirlo, siamo arrivati al punto di cambiare casa perchè prima abitavamo in appartamento senza giardino ed ora abbiamo un casetta con un giardino grandissimo.
    La Ns. speranza era che avendo il giardino Oliver si abituasse a stare fuori invece è un continuo dentro e fuori dalla porta e se lo tengo fuori mi distrugge la porta è arrivato a staccarmi il legno dalla porta. In casa è un disastro gira ovunque fa le scale e va al piano superiore della casa e tutto quello che trova se lo porta in cuccia. Mangiare tranquilli è impossibile lui arriva e con il muso cerca di prendere le cose sopra la tavola. Nemmeno la notte riesco a stare tranquilla perchè viene sopra il letto per dormire in mezzo tra me e mio marito e molte volte vuole venire sotto le coperte. Altro grosso problema è che se io e mio marito dobbiamo andare via per un paio di ore lui abbaia e piange per tutto il tempo oltre a devastare la porta d’ingresso. Una volta appena siamo tornati a casa la vicina ci ha suonato per dirci che è venuta a vedere cosa aveva il cane perchè pensava stesse male continua a piangere ed abbaiare. Gli abbiamo fatto fare un corso Pupy quando aveva 4 mesi ma non è servito a nulla a solo imparato il seduto e l’autocontrollo sul cibo. il carattere è sempre lo stesso cocciuto e disobbediente.
    Io sono casalinga da quando ho Oliver non riesco più a fare nulla in casa perchè lui mi segue sempre per fare disastri come mordere divano, mobili, addirittura mi ha fatto un buco nel muro.
    Sono disperata ho perso 10kg da quando ho Oliver e mi sta distruggendo caratterialmente in quanto poi sono nervosa con mio Marito. Io Oliver lo adoro lo porto fuori 3 volte al giorno facendogli fare dei lunghi giri ma non so più cosa fare.
    Cosa mi consigliate di fare sopratutto per il dormire, abituarlo a stare fuori in giardino di giorno e come farlo stare tranquillo quando non c’è nessuno a casa. help help help

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marinella, si direbbe che tu abbia a che fare con un cucciolo bello tosto! Dunque, forse hai iniziato questa avventura con il piede sbagliato, lasciando troppa libertà al cucciolo gli hai fatto acquisire delle brutte abitudini. Ad ogni modo, ti stai confrontando con i problemi più tipici che l’arrivo a casa di un cucciolo di beagle porta con sè. Ti consigliamo quindi di armarti di tanta pazienza ed iniziare a leggere attentamente gli articoli del blog, cominciando magari dalla categoria “Beagle cucciolo”, troverai tanti consigli utili su come gestire queste situazioni. E’ normale anche che faccia danni in casa, per questo noi consigliamo sempre di adottare la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo. Solitamente si consiglia di posizionare il box in una zona “vissuta” della casa, che può essere il soggiorno o la cucina, in modo che il cucciolo non si senta escluso. In ogni caso è necessario cercare di rendere questo spazio il più confortevole possibile, nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento” trovi qualche informazione in più. Vedrai che si abituerà anche a restare fuori durante la giornata, ma devi accompagnarlo tu in questo percorso e fare in modo che sia più graduale e meno traumatico possibile. Quindi all’inizio resta fuori con lui per qualche tempo ma ignorandolo, poi lascialo fuori per pochi minuti e poi esci e premialo, e poi piano piano aumenta sempre di più il tempo in cui rimane fuori da solo.

  • Angelica scrive:

    Salve, quando alla mia cucciola gli si vieta qualcosa, si innervosisce aggredendo è normale questo comportamento?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Angelica, molti cuccioli tendono ad essere un pò ribelli quindi diciamo che tutto sommato è normale il comportamento della tua piccola. Vedrai che se lavorerai bene per instaurare con lei una relazione basata sul rispetto e sulla fiducia reciproca questi episodi non si ripeteranno più. A questo riguardo puoi trovare molti consigli utili nelle nostre mini-guide “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano”.

  • AnnaBella scrive:

    La mia Lolira morde e ringhia sempre ha 3 mesi cosa devo fare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Come già detto e ripetuto, leggi e metti in pratica i consigli riportati nell’articolo Se il Beagle morde e abbi pazienza!

  • Tiziana scrive:

    Salve a tt ho una cucciola di beagle di 10 mesi acquistata quando aveva 4 mesi, è la nostra gioia e la amiamo e la coccoliamo come una figlia. È bicolore ed ha un occhio marrone e uno celeste. Quest’estate in vacanza moltissime persone ci hanno fermato x ammirarla e ci hanno fatto venire dei dubbi sulla purezza della razza. Alcuni ci chiedevano addirittura se ci vedesse da quell’occhio! O se fosse incrociata con un Husky! Il veterinario ci ha assicurato che e’ pura, ed ha tutti gli atteggiamenti e i comportamenti tipici del beagle.Volevamo sapere se questa particolarità dell’occhio è normale in un beagle. Grazie x l’attenzione.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Tiziana! Dunque, cominciamo col dire che la certezza che un cucciolo sia un beagle puro può dartela soltanto il pedigree, perchè certifica nero su bianco tutta la genealogia del soggetto e quindi esclude incursioni di altre razze nel suo dna. Un cane sprovvisto di pedigree infatti, anche se somigliante ad un beagle in tutto e per tutto, è di fatto considerato un meticcio, perchè non si sa nulla della sua provenienza. Inoltre lo standard del beagle non contempla occhi di colore azzurro e non contempla nemmeno l’eterocromia (ovvero occhi di colore diverso) pertanto la caratteristica della tua cucciola è sicuramente particolare e in ogni caso il soggetto è da considerarsi fuori standard, anche se la piccola ha il pedigree.

  • claudia e max scrive:

    ciao a tutti,le nostre beagles, peggy 6 anni e virgola 2anni e mezzo,sono veramente inseparabili,ormai da 1 anno circa non distruggono più nulla,rispettano la gerarchia per il cibo,e i nostri spazi.L’unico problema sono i 10minuti,a volte anche di piu’di follia serale in cui virgola vuole dominare a tutti i costi la madre la quale cerca di allontanarla con i suoi abbai poderosi,a volte sembra una vera lotta ma forse è solo un gioco; noi,a volte interveniamo e sgridiamo virgola con un “no” secco che non funziona sempre.Sarà un comportamento giusto il nostro,oppure dobbiamo lasciare che se la sbroglino da sole?Grazie per l’attenzione.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Claudia e Max! Dunque, ci sembra di capire che la “piccola” metta in atto la cosiddetta monta rituale verso la mamma, ma più che un atteggiamento di dominanza, secondo noi si comporta in questo modo semplicemente per attirare la sua attenzione e per giocare. Quello che le succede noi li chiamiamo i “5 minuti di follia del beagle”! Spesso i cani giovani dopo la passeggiata o dopo aver mangiato sono molto “carichi” e devono trovare un modo per sfogare le loro energie e quindi iniziano a correre per la casa come dei pazzi, a mordicchiare tutto e tutti, abbaiare, montare e chi più ne ha più ne metta. In questi casi quello che dovreste fare è incanalare le sue energie in attività più costruttive, finchè questi attacchi di follia non scompariranno. Intanto, assicuratevi di farle fare la giusta quantità di movimento ogni giorno, che è essenziale per l’equilibrio del suo carattere (almeno due passeggiate abbastanza lunghe, una al mattino e una al pomeriggio/sera). Inoltre quando prevedete uno di questi “attacchi”, cercate di incanalare le sue energie in attività con cui possa stemperare l’eccitazione, ad esempio nascondendo dei bocconcini e facendoglieli cercare, oppure facendola lavorare su un gioco di attivazione mentale o anche con un semplice Kong pieno di cibo che dovrà impegnarsi ad estrarre, oppure un osso di pelle da masticare. Sono tutti giochi che la tengono impegnato mentalmente e allo stesso tempo la rilassano. Infine, se ancora dopo tutto questo Virgola continua a montare Peggy, sarebbe meglio evitare di intervenire e lasciare che sia la madre a far capire alla figlia che è un comportamento inaccettabile.

  • claudia & max scrive:

    grazie e mille Sinona per i tuoi suggerimenti che metteremo subito all’opera,speriamo di poterti comunicare al più presto i progressi di famiglia!

  • santini marco scrive:

    Ciao Simona, io ho una beagle femmina di 7 mesi e mezzo e sinceramente sto perdendole le speranze, viene portata fuori per i bisogni che a volte pero’ non fa e anche a correre nello sgambatoio;quando la lascio da sola in casa per circa 4 ore e mezzo tutti i giorni(in quanto lavoro mezza giornata) la chiudo in cucina(ha gia’ distrutto il divano) e lascio anche il terrazzo con veranda aperto;quando torno dal lavoro trovo dei veri disastri , ha distrutto tutte le sue cuccie e naturalmente la porta, poi trovo sempre la pipi’. In che cosa sbaglio?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marco! Difficile dire in cosa sbagli, non abbiamo abbastanza dettagli… Quello che possiamo consigliarti è innanzitutto di provvedere a soddisfare i bisogni fondamentali di movimento e socialità della cucciola: i beagle sono cani che hanno una dose incredibile di energia da spendere e se non viene fatta sfogare in attività costruttive e salutari (passeggiata, corsa, gioco, socializzazione con altri cani, ecc…) si trasforma in attività distruttive. Pertanto portala sempre a fare una bella passeggiata prima di uscire e lasciarla in casa da sola. In secondo luogo ti consigliamo la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove potrà stare durante la notte ed eventualmente quando dovrà restare in casa da solo. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”

  • emanuela scrive:

    Ciao a tutti. Xche nessuno ha il mio problema? Ho un cucciolo 16 mesi, fulmine. Vivo in appartamento e a parte che nn sono mai riuscita ad abituarlo a fare i suoi bisogni fuori. L’ho sempre portato fuori ma ha sempre pensato solo a giocare. Poi in casa da solo nn l’ho mai potuto lasciare xche nn fa altro che piangere. Una mattina ci ho provato e dopo un’ora mi hanno chiamato di andare a casa xche nn era possibile continuare cosi x i miei vicini. Allora ho deciso di portarlo dai miei nonni che hanno anche un giardino grande. Ma da un po nn fa altro che abbaiare senza mai smettere. Nn so piu cosa fare. Gia una volta sono venuti i xarabinieri x le lamentele ricevute. Vi prego aiutatemi. X qualche mese l’ho portato a scuola di educazione e qualcosa aveva imparato. Poi io mi sono sentita male e ho dovuto interrompere. Ora il problema piu grosso e’ l’abbaiare.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Emanuela, è evidente che la situazione con Fulmine ti sia sfuggita di mano, ma è assolutamente recuperabile, quindi rimboccati le maniche e non mollare! Quello che devi fare è iniziare a lavorare seriamente sulla vostra relazione per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Ti consigliamo anche di farlo sfogare moltissimo durante la giornata (portarlo a spasso, a correre, farlo giocare e socializzare con altri cani), perchè soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane tranquillo e dal carattere equilibrato. Quando un cane non riusce a sfogare le proprie energie, diventa frustrato e comincia a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Il beagle è un cane da caccia, che ama stare all’aria aperta e fare attività fisica: ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Dovresti anche ricominciare da capo con l’educazione ai bisogni (Come insegnare al Beagle a fare i bisogni nel posto giusto), ovvero portarlo fuori più spesso possibile e premiarlo sempre quando sporca fuori di casa, mentre ignorarlo quando li fa in casa e pulire senza farti vedere da lui. In una situazione del genere inoltre può essere fondamentale la tecnica del confinamento, ovvero non lasciargli tutta la casa sempre a disposizione, ma quando deve restare solo, durante la notte o quando nessuno lo può controllare, lasciarlo in uno spazio completamente dedicato a lui, come descritto in questo articolo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”.

  • Luciano scrive:

    Ciao a tutti. Sono da 10 giorni padrone, insieme con mia moglie, di Pepe(Jose, Pepito) un Beagle che tra qualche giorno avrà 5 mesi. Devo dire che in questi primi giorni sto notando la grande energia e temperamento di questa razza ma posso confermare che, seppur piccolino e facendo i danni che tutti i cuccioli fanno, al momento giusto comincia già a comportarsi benino…. La notte dorme nella sua cuccia e non entra in camera da letto. Sale sul divano se siamo noi ad invitarlo e piacevolmente si lascia accarezzare mentre parte per il sonnellino. Devo anche precisare che noi in casa parliamo a voce bassa e mai urliamo per cui Pepe sta cominciando a capire che possiamo capirci senza urlare, senza abbaiare e magari impreziosendo il tutto con un piccolo premio quando fa bene le cose e quando, ad esempio, fa la pipì meno di 25 volte al giorno(rido). Sono d’accordo con chi scriveva che il Beagle pur essendo molto vivace assume pian piano gli atteggiamenti dei suoi padroni, fa amicizia con gli altri cani senza problemi, abbaia pochissimo e va bene cosi. So comunque di avere ancora molto da imparare e da lavorare con sto giovanotto qui anche perchè noi umani a 5 mesi non abbiamo mai detto: “Si mamma, hai ragione, scusami tanto”….Detto questo,speriamo che Pepe non si smentisca e non mi faccia fare brutte figure. Affettuosi Bau a tutta la Beagle Family.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Luciano, innanzitutto tanti auguri per la recente new-entry in famiglia, siamo felici di sapere che con Pepe sta andando tutto bene e soprattutto che avete capito qual è lo spirito giusto per crescere un cucciolo sano ed equilibrato, continuate così! 🙂

  • Marco scrive:

    Leggendo questi commenti mi sono divertito tantissimo perché … sono la realtà! Coffee è un insieme di tutto quello che ho letto. Ha 15 mesi e un po’ si è calmato, ma ha sempre i suoi momenti di follia pura, distrugge, ruba e scappa, si nasconde, ma poi con quello sguardo gli si perdona tutto o quasi.
    Il segreto è farlo stancare molto. Diciamo che un’ora di corse al parco al giorno è appena sufficiente! 🙂
    Diciamo che questa estate ho sperimentato che soltanto una giornata passata fuori, senza possibilità di ‘riposini ‘ di routine, lo hanno fatto crollare dal sonno! 🙂
    L’articolo sui bisogni fondamentali, per me è stato importantissimo (essendo inesperto) e averlo messo in pratica mi ha reso tutto più semplice e mi ha aiutato (e mi aiuta) a capire il mio migliore Amico.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marco, siamo felici di sapere che il nostro sito ti sia stato così utile, hai capito perfettamente che il segreto per avere un beagle calmo è avere un beagle… stanco! 😉

  • Nunzia scrive:

    Salve a tutti io ho da poco preso Bijou, ed un gioiello di nome e di fatto. È vivacissima e giochiamo per ore, fin quando lei non è stanca. È molto curiosa e gira tutta casa tranquillamente. Ho ancora qualche problema con i bisognini ma sta imparando. Ha letteralmente riempito la nostra vita e anche con i bambini è buona. È vero è vivace corre ovunque ma se gli dedichi del tempo impara subbito. Spero nn cambi mai perché per me e mio marito è perfetta così. Un abbraccio a tutti e auguri con i vostri cuccioli

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Nunzia, ci fa piacere vedere con quale entusiasmo e felicità hai accolto nella tua vita la tua Bijou, brava! 🙂

  • Alessandra scrive:

    Difficile che un beagle si calmi!!!!! è per questo che sono fantastici, intelligenti, affettuosi, giocherelloni … quasi umani direi! anzi meglio sotto tanti aspetti: mai deludenti e mai scontati sempre allegri e anche distruttori è vero ma del resto adottare un qualsiasi cane è un atto di grande responsabilità! qualche ciabatta morsicchiata, qualche maglione sfilato, qualche muro rosicchiato sono nulla a confronto del grande amore che ci donano e sopratutto del grande insegnamento che ci danno quotidianamente. Se il genere umano imparasse di più da loro……..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Parole sante Alessandra! 🙂

  • giovanna calcagno scrive:

    io ho un’amore di beagle di 15 mesi di nome Maya fortunamente e’ molto tranquilla

  • lory scrive:

    la mia tempesta femminuccia di 7 mesi ha imparato diversi comandi ma resta sempre dispettosa, autoritaria e tremendamente giocherellona. spero si calmi al più presto perchè con due genitori anziani in casa ed io che manco tutto il giorno per lavoro non posso starle dietro anche se quando sono a casa riceve tutte le mie attenzioni ed altro. ho speranza che superato l’anno di età possa essere più docile…

  • Alessandra scrive:

    Ciao, ho un beagle di 13 mesi di nome Mr.Frankie. Quando usciamo e incontriamo bambini (non tutti, solo alcuni), ciclisti o persone che corrono cerca di avventarsi contro come per aggredirli. E’ strano perchè per il resto è un cane dolcissimo e socievole sia con gli altri animali che con le persone però questo suo atteggiamento mi preoccupa molto perchè può diventare pericoloso, soprattutto quando si tratta di bambini. Ovviamente ogni volta che si comporta così lo sgrido ma sembra non capire. Potete darmi un consiglio? Grazie mille per l’aiuto

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessandra, in effetti la tua situazione è abbastanza delicata. Cominciamo spiegando il probabile motivo di tata avversione di Mr.Frankie nei confronti di persone in bici, che corrono o bambini: il beagle è un cane da caccia, selezionato per scovare ed inseguire la preda (lepre, coniglio, cinghiale, ecc…). Biciclette, persone che corrono e bambini che urlano possono quindi risvegliare in lui l’istinto predatorio, in quanto scappare e fare versi striduli e acuti sono i comportamenti tipici di una preda. Certo è bene che un cane sappia innanzitutto discriminare, ovvero capire che cosa può essere una preda e cosa no, e poi sapersi controllare di fronte ad uno stimolo. Siccome il tuo cane è nella fase adolescenziale, sarebbe bene non perdere altro tempo e tentare di risolvere il problema sotto la guida di una persona esperta (un educatore cinofilo), onde evitare di perdere tempo prezioso e peggiorare la situazione, in quanto si dovrebbe fare un percorso graduale di desensibilizzazione verso questi stimoli e nel contempo rivedere un pò le sue abitudini in modo da cercare di soddisfare le sue esigenze di razza in altri modi (ad esempio facendolo lavorare su una pista, facendogli cercare bocconcini nascosti, ecc..).

  • Stefano scrive:

    Ciao a tutti, io ho un beagle di nove mesi e ho una domanda da fare. Durante la notte riesce a trattenere la pipì per almeno otto ore, durante il giorno vado a lavorare alle 7:30 del mattino rientro alle 10 e mi trovo una mega pisciata in salotto, e lo porto fuori appena alzato ad un quarto alle sette….non capisco se lo fa come dispetto i perché non riesce a trattenerla. Ho notato che anche quando siamo a pranzo o a cena e lo sgrido, lui parte e va in sala a fare la pipì sul pavimento….io non so più come fare….grazie per una risposta.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Stefano, probabilmente lo stare da solo lo mette un pò in ansia e quindi sporca per casa. Quello che ti consigliamo è di portarlo fuori anche appena prima di uscire di casa e poi di utilizzare la tecnica del confinamento, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove poter stare durante la notte e quando deve restare in casa da solo, come descritto in questo articolo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”. Inoltre prova a mettere in pratica una serie di strategie per abituarlo a restare da solo ed evitare di trasmettergli ansia: Affrontare l’ansia da separazione del Beagle

  • loredana scrive:

    ciao Simona ti informo degli aggiornamenti e dei non cambiamenti della mia Cloe che a sette mesi ancora ribelle la esco due volte al giorno per un’ora circa e tentando spesso di invogliarla a camminare lei si fa dominare dal fiuto e quando la chiamo per seguirmi mi ignora anche col bocconcino comunque sto tentando ugualmente. Solo mentre cammina la chiamo per nome e appena si volta per guardarmi le do il bocconcino ma quando si blocca oppure tira camminando lateralmente e mi blocco per non farla proseguire e riprendere lentamente dopo non ne vuole proprio sapere. vorrei sapere se sto sbagliando in qualcosa.Inoltre sappi che non posso farla sgambettare perchè qui non abbiamo posti tranquilli e specifici e poi lei non ritorna vista già la difficoltà che ho ad infilarle la pettorina con inganno. le passeggiate risultano mediocri, diciamo, solo che al ritorno quando poi la faccio mangiare inizia ad indispettirci si infila sotto i mobili per abbaiare, vuole saltarci addosso per giocare in modo irruento quasi fosse arrabbiata per averla dominata legandola. non so. forse non si calmerà mai. credevo che portandola a spasso qualcosina sarebbe cambiata. ma nulla. spero mi darai buone speranze e correzione se necessarie. grazie anticipatamente per i tuoi consigli dettagliati ed utilissimi ove possibile da attuare.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Loredana, non stai sbagliando niente, devi solo continuare a lavorare ed avere pazienza, una buona condotta al guinzaglio da parte di un beagle non la si ottiene certo in un mese! Potrebbe aiutarti fare delle sessioni di educazioni di base per cementare la relazione e insegnarle a darti attenzione, inoltre se il bocconcino non la stimola più di tanto, porta con te il suo giochino preferito, glielo fai vedere mentre cammini e ogni tanto glieo lasci per giocare. Per il resto continua su questa strada.

  • FRANCY scrive:

    Ciao a tutti il mio Tequila ha 4 mesi e mezzo, l ho portato a casa che aveva appena 15 gg, diciamo che è un mix di tutto cio’ che ho letto. Il mio Tequila sta fuori ha la sua cuccia e circa due ettari di terreno recintato su cui scorrazzare.Ha il brutto vizio di mordere le persone quando lo si coccola per il resto a parte tre fiori distrutti, leggendo tutti i commenti, è da considerarsi Santo.. Abbaia poco e niente, scava ogni tanto, piange quando vado a lavoro ma quando torno muore di gioia.. Lo abbiamo educato come meglio si poteva e speriamo di continuare così..è bello leggere le esperienze di tutti per confrontarsi.. Grazie 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Francy, scusa se te lo dico ma portare a casa il cucciolo a 15 giorni è stato un errore gravissimo. In primo luogo i cuccioli vengono svezzati a circa 30 giorni, questo significa che fino a quel momento hanno ancora bisogno di venire allattati dalla mamma. A parte questo, il cucciolo ha bisogno di stare con la mamma almeno fino ai 60 giorni (prenderlo prima è anche illegale) per imparare le basi della comunicazione e della socializzazione canina, la ritualizzazione dell’aggressività e l’inibizione al morso. Per saperne di più leggi gli articoli:
    Perché è importante non prenderlo prima dei 60 giorni?
    Beagle cucciolo: 3 ragioni per prenderlo dell’età giusta
    Il fatto che Tequila sia un morsicatore folle quindi deriva proprio da questo fatto. Ti consigliamo di sopperire a questo errore cercando di far socializzare il cucciolo il più possibile e possibilmente facendogli frequentare un corso di puppy class, in modo che capisca qual è il modo giusto di rapportarsi con altri cani e per evitare che diventi aggressivo o eccessivamente timoroso verso i propri simili.
    Infine noi sconsigliamo categoricamente di far dormire un cane fuori di casa, a maggior ragione se si tratta di un cucciolo. Tutti i cuccioli soffrono di solitudine e ancora di più se vengono relegati di notte fuori di casa, e non importa se lo si lascia in giardino, in terrazza, in garage o quanto confortevole possa essere la sua cuccia, perchè in ogni caso non è dentro casa. I cani sono animali sociali, hanno bisogno di sentirsi parte del branco (cioè la vostra famiglia) e dormendo fuori si sentono esclusi per il fatto di non poter condividere gli stessi spazi e questo potrebbe portarli a sviluppare problemi di comportamento. Inoltre a lungo andare, dormire fuori causerebbe sicuramente acciacchi fisici che si manifesterebbero in età adulta, per non parlare del pericolo della Leishmania, dato che i flebotomi (gli insetti responsabili di veicolare questa malattia) agiscono proprio nelle ore notturne.

  • marco scrive:

    ciao a tutti , io ho un beagle di circa 5 mesi e mezzo, ma non riesco a capire il motivo per cui continua a mordere tutto e tutti indistintamente;
    mi spiego , non lo fa con continuità , in quanto la maggior parte della giornata è tranquilla , ma ha dei momenti ( soprattutto la sera ) in cui impazzisce nel vero senso della parola: non ascolta nessuno , morde noi e gli oggetti di casa e non si ferma nemmeno , mi dispiace dirlo , con qualche schiaffo sul sedere.
    Vorrei capire cosa le prende in queste situazioni.
    Inoltre non riesco a lasciarla sola in una stanza perché piange e si dispera ( alcune volte è necessario lasciarla sola)

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marco, quello che descrivi è un comportamento molto comune nei cuccioli più scatenati, noi li chiamiamo i “5 minuti di follia del beagle”! Spesso i cuccioli dopo la passeggiata o dopo aver mangiato sono molto “carichi” e devono trovare un modo per sfogare le loro energie e quindi iniziano a correre per la casa come dei pazzi, a mordicchiare tutto e tutti, abbaiare, montare e chi più ne ha più ne metta. In questi casi quello che dovresti fare è incanalare le sue energie in attività più costruttive, finchè questi attacchi di follia non scompariranno. Intanto, assicurati di fargli fare la giusta quantità di movimento ogni giorno, che è essenziale per l’equilibrio del suo carattere (almeno due passeggiate abbastanza lunghe, una al mattino e una al pomeriggio/sera). Inoltre quando prevedi uno di questi “attacchi”, cerca di incanalare le sue energie in attività con cui possa stemperare l’eccitazione, ad esempio nascondendo dei bocconcini e facendoglieli cercare, oppure facendolo lavorare su un gioco di attivazione mentale o anche con un semplice Kong pieno di cibo che dovrà impegnarsi ad estrarre, oppure un osso di pelle da masticare. Sono tutti giochi che lo tengono impegnato mentalmente e allo stesso tempo lo rilassano.
    Per quanto riguarda il secondo problema dovresti procedere con costanza e gradualità e abituarla giorno dopo giorno a stare da solo, partendo con un tempo di pochissimi minuti e aumentadolo sempre di più. Nell’articolo Se il beagle abbaia tanto quando non ci siamo puoi trovare qualche consiglio su come fare.

  • Michele scrive:

    Buon giorno a tutti, io ho un Beagle di un anno e mezzo Leo, lo abbiamo preso a 2 mesi, e come qualsiasi beagle che si rispetti sino ad ora è stato una peste, le vogliamo un bene incredibile, tanto che per farle compagnia le abbiamo preso un boxer che ora ha un anno. Dovete vederli, Leo è il boss, sicuramente è dominante, il Raul il boxer è 4 volte Leo, ma si lascia comandare.Il mio problema nasce quando Leo mangia e l’ultimo boccone lo porta sempre davanti Raul, quest’ultimo non lo tocca sino a che Leo non fa finta di distrarsi… li succede il casino, Raul anche se troppo buono ovviamente è un cavallo e quindi più forte e Leo ogni tanto ne esce con qualche foro nuovo, li separo ad entrambi il cibo, ma vorrei che la smettesse di comportarsi come si comporta Leo, avete qualche suggerimento? a proposito son entrambi maschi

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Michele, in effetti la contesa del cibo tra due cani è sempre fonte di nervosismo e spesso sfocia in risse e litigi. I beagle poi sono famosi per essere cani sempre affamati e molto voraci, perciò è normale che Leo sia molto possessivo sul suo cibo. L’unico consiglio che possiamo darti è di tenerli separati durante i pasti e non farli avvicinare l’uno all’altro finchè entrambi non hanno terminato.

  • lucio scrive:

    ciao a tutti ho un beagle femmina di 1 anno che purtroppo sta a casa da sola per otto ore lavorative..quando torno puntualmente trovo sempre un po di disastri tra cui il divano e la sua cuccia sempre in giro (con coperte mangiate)…tutto cio’ succede da sempre nonostante negli ultimi mesi devo dire che e’ un po migliorata nel senso che fa meno casino ma il povero divano ne fa sempre le spese..secondo voi e’ normale che a 1 anno di età ancora si diverta a distruggere? la mattina lo porto fuori per circa 50 minuti cercando di farla stancare il piu’ possibile facendola correre..che si puo’ fare di altro? dimenticavo che durante l’assenza lei ha tutti i suoi giochi e l’osso

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lucio, sì, è normale che a SOLO un anno di età la tua cucciolona ancora faccia danni in casa, dopotutto otto ore sono davvero tante. Ma non è che “si diverte” nel farlo, semplicemente per lei è una valvola di sfogo, dato che si annoia e si sente sola. Ti consiglio di leggere attentamente i seguenti articoli dove puoi trovare qualche consiglio a questo riguardo e di prendere in considerazione l’idea di avvalerti dell’aiuto di un dog-sitter che vega a prendere la cagnolina una volta al giorno per portarla un pò a spasso.
    Il Beagle può rimanere da solo per le otto ore lavorative?
    Come non farsi distruggere casa

  • claudia&max scrive:

    buon giorno a tutti,a qualche mese di distanza e dopo aver seguito un corso base di addestramento(le classiche 10 lezioni)posso concordare sul fatto che incanalando le nostre beagle(peggy e virgola)in attività decisamente costrutive abbiamo avuto grossi risultati in termini di attenzione;comunque restano vivacissime,forse sono anche piu’attive di prima ma sicuramente piu’ubbidienti,pertanto è nostra intenzione continuare su questa strada che indubbiamente diverte loro e noi.

  • Mattia scrive:

    Complimenti per il sito! Avrei bisogno di un consiglio, il mio beagle è ancora piccolo, però quando farà più grande abbaierà di notte? (Lui dorme all’aperto dentro la sua cuccia) la sera qui si sentono molti cani abbaiare, esiste un modo per insegnargli a non abbaiare la notte??

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Mattia, grazie per i complimenti! Dunque, non conoscendo il tuo cucciolo e la situazione in cui vive ovviamente non possiamo sapere se da cucciolo abbaierà durante la notte, anche se le probabilità sono piuttosto alte. Purtroppo non esiste un modo per insegnargli a non abbaiare di notte, l’unico consiglio che possiamo darti a questo riguardo è di fare di lui un cane appagato, cercando di soddisfare quotidianamente i suoi bisogni di movimento e socialità portandolo più volte a spasso, a divertirsi con altri cani e giocando con lui. Infatti se il cane è stressato, annoiato o si sente solo, ci sono molte probabilità in più che sviluppi questo comportamento. A parte questo, secondo noi è sempre sbagliato lasciare un cane a dormire fuori di casa: i cani sono animali sociali, hanno bisogno di sentirsi parte del branco (cioè la vostra famiglia) e stando fuori si sentono esclusi per il fatto di non poter condividere gli stessi spazi e questo potrebbe portarli a sviluppare problemi di comportamento. Inoltre a lungo andare, dormire fuori causerebbe sicuramente acciacchi fisici che si manifesterebbero in età adulta, per non parlare del pericolo della Leishmania, dato che i flebotomi (gli insetti responsabili di veicolare questa malattia) agiscono proprio nelle ore notturne. Dove facciamo dormire il Beagle?

  • Candy scrive:

    Salve,ho una beagle di 4 mesi e ho notato con orrore che qualche volta mangia la sua cacca..premetto che, a differenza della pipì che deve fare sulla traversina e quando sbaglia la rimprovero,per la pupú non ha mai ricevuto rimproveri in quanto dal primo giorno l ha fatta sul balcone e a me sta bene così in quanto se nn riesco a scenderla sa dove farla senza sporcare casa pertanto pulisco senza rimproveri..mangia due volte al giorno i croccantini e spesso x farla stare tranquilla le do pezzi di pane raffermo da sgranocchiare pertanto ritengo non lo faccia per fame

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Candy. Dunque, la coprofagia (ingestione delle feci) è un comportamento tipico dei cuccioli, destinato a scomparire con la crescita, a meno di problemi comportamentali piuttosto gravi, quindi non è il caso di allarmarsi. Il motivo più frequente che porta i cuccioli a mangiare le proprie feci è che magari sono stati sgridati o puniti a seguito di una popò fatta nel posto sbagliato o che semplicemente abbiano osservato i padroni mentre si affannavano a pulire il pavimento dopo i suoi bisogni e quindi arrivino a pensare che far sparire loro stessi le proprie feci sia la cosa giusta da fare. Di solito il primo consiglio è quello di parlarne con il veterinario, che probabilmente prescriverà il Forbid, ovvero un medicinale che renderà le sue talmente disgustose da non invogliarlo più ad ingerirle (purtroppo è un rimedio che spesso non funziona, ma vale la pena tentare). Però va detto che quasi mai funziona in modo efficace. Ecco qualche altro suggerimento:
    – Quando rimane solo in casa, lascia a sua disposizione dei giocattoli ripieni di cibo (ad esempio un Kong) ed ossi da masticare per arricchire i suoi momenti di solitudine;
    – Se sul pavimento trovi scarichi non autorizzati (ovviamente prima che li abbia mangiati), non sgridarlo, distrailo portandolo in un’altra stanza e pulisci in silenzio e senza farti vedere da lui. Questo serve sia per non indurre nel cucciolo una “coprofagia da spavento”, sia per fargli capire che mangiando le propie feci non avrà la tua attenzione, evitando quindi la “coprofagia da richiesta di attenzione”;
    – Portarlo fuori per i bisogni più spesso possibile. Se infatti sporca fuori di casa sarà meno attratto dalle proprie feci e distratto dall’ambiente che lo circorda e inoltre è anche più semplice tenerlo sotto controllo e raccogliere subito la popò oppure allontanarlo prima che si possa avvicinare.
    Per il momento comunque non c’è troppo da preoccuparsi, ma se questa abitudine dovesse protarsi a lungo nel tempo allora sarà il caso di consultare un comportamentalista che sappia analizzare i comportamenti del cane nella sua quotidianità e risalire alla causa del problema per trovare poi una soluzione. Ecco un articolo sull’argomento che contiene qualche informazione in più: La coprofagia.
    A parte questo ti consigliamo anche di evitare di rimproverare la piccola se sbaglia e fa pipì nel posto sbagliato, sarebbe come rimproverare un bambino di 3 anni che fa pipì nel pannolino! E’ ancora piccola e le serve tempo per imparare, nel mentre piuttosto inizia ad abituarla a fare i bisogni fuori di casa. Qui trovi tutti i consigli a questo riguardo: Come insegnare al Beagle a fare i bisogni nel posto giusto.

  • daniela scrive:

    Ciao, ho una beagolina di 3 mesi che vive con noi da 1 e devo dire che non è come tutti ci dicevano.
    Più di una volta ci hanno augurato ‘buona fortuna’.
    Per il momento non ha mangiucchiato mobili o divani ma solo pantofole, lacci di scarpe, le sue traversine e non manca mai l’occasione per rubare un calzino dal cesto dei panni sporchi!!
    Noi cerchiamo di tenerla a bada, non mostrandoci troppo euforici sia nel gioco che nelle coccole, insomma cerchiamo di contenere la sua ‘follia’, che ogni tanto esce fuori sotto forma di una buffa corsetta all’impazzata per casa o in giardino. In quelle occasioni la lasciamo sfogare anche perchè è troppo simpatica.
    Volevo però chiedere se crescendo aumenterà anche la sua eforia, magari facendo cose che ora non fa, tipo mordere mobili o altro, anche se la rimproveriamo sempre se fa qualcosa che non deve.
    Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Daniela! Dunque, le dicerie che hai elencato sono solo una piccola parte dei tanti luoghi comuni che si sentono sul beagle: è testardo, impossibile da educare, distrugge la casa, appena può scappa, abbaia tanto, ecc… La realtà è che queste cose diventano vere solo se non si instaura con il cane una relazione soddisfacente e se non vengono soddisfatti quotidianamente i suoi bisogni fondamentali. Bisogna sempre considerare che il beagle nasce come cane da caccia, ama stare all’aria aperta, fare lunghe passeggiate, ha bisogno di esplorare il mondo, di giocare e di socializzare con i propri simili. Se non gli viene data la possibilità di sfogare tutte le sue energie, il risultato è un cane frustrato che: distrugge la casa, appena può scappa, abbaia tanto, ecc… 🙂 Poi la testardaggine, quella c’è, inutile negarlo. Quando un beagle si mette in testa qualcosa, è quasi impossibile distoglierlo! Ma anche questo deriva dalla sua natura di segugio e comunque la vediamo come una caratteristica della razza, più che un difetto. A parte questo, sì, può essere che la vera “indole” del beagle debba ancora palesarsi in tutta la sua vivacità nella tua cucciola, ma può anche essere che sia di carattere piuttosto mite e tranquilla… in ogni caso tenetevi pronti! 😉

  • Silvia scrive:

    Ciao! Da pochissimi giorni ho un beagle di due mesi, Fidel. Non sono sicura delle condizioni in cui viveva prima ma noto spesso che il cucciolo ha proprio paura, non di me per fortuna ma non vorrei averlo portato troppo presto fuori con altri cani, aver sbagliato a sgridarlo quando ha fatto pipì fuori dal tappetino o detto troppi “no”. Oltre a questo dorme tanto e più che il gioco cerca le coccole!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Silvia, non si capisce quale sia il problema con il tuo cucciolo, comunque considera che è ancora molto piccolo e a questa età può essere normale un pò di timore nell’affrontare situazioni nuove, crescendo sicuramente acquisterà iù sicurezza e fiducia in se stesso. Nel mentre cerca di essere dolce con lui ed evita di sgridarlo (non bisogna MAI sgridare un cucciolo se sbaglia a fare pipì e popò, perchè lui NON SA come comportarsi, sta ancora imparando e ha bisogno di tempo). Per il resto è normale che dorma molto, è un’esigenza naturale dei cane e soprattutto dei cuccioli, come puoi leggere nell’articolo Il mio Beagle dorme sempre!.

  • silvia scrive:

    no no nessun problema del cucciolo, mi chiedevo solo se potevano essere stati alcuni miei comportamenti ad intimorirlo. sto cercando il giusto mezzo tra l’essere dolce ma non permissiva, e come dite voi la strada è la coerenza! intanto grazie per le dritte utilissime!

  • illary scrive:

    ciao, ho un cucciolo di beagle preso due mesi fà adesso ha 4 mesi , in due mesi mi ha distrutto casa strappato le tende del salone, rosicchiato i piedi delle sedie ,bucato un infinita di calzini e mutande, tutte le ciabatte bucate o smembrate ,2 paia di jeans bucati mentre camminavo da lui….cuccia in plastica appena comprata tutta rosicchiata apparte questo che è una cosa marginale ma non ascolta ai comandi , inutile dirgli di scendere dal divano e premiarlo con un croccantino non lo fà , sta sul divano e appena voglio farlo scendere mi ringhia e morde con quei dentini affilati non vuole assolutamente farsi mettere la pettorina quando andiamo fuori ci sono storie , non vuole metterla e ogni volta mi prendo una serie di morsi sulle mani e alla fine della passeggiata non vuole neanche farsela togliere quando lo prendo in braccio si fà coccolare per un paio di minuti e poi inizia a dare morsi a raffica con il collare lo stesso è un impresa farglielo mettere se lo lascio dormire in camera con noi la notte me lo ritrovo con le zampe sul letto che mi gratta la faccia, quindi siamo costretti a lasciarlo in cucina dove urina puntualmente il divano , e se lo si rimprovera continua salta addosso a tutti e arriva quasi a un braccio e poi morsica la scopa , non sta un attimo fermo , sembra che abbia l’argento vivo in corpo lo faccio uscire 4 volte al giorno per una passeggiata di 30 min ciascuna ma poi io lavoro e quindi 5-6 ore al giorno sta in terrazza o in giardino sono a casa in affitto e il padrone di casa mi ha dato l’ultimatum di un mese cosa posso fare??
    ho contattato un addestratore che mi ha detto che ogni lezione di 1 ora vuole 50 euro e in questo periodo di crisi non ne ho la possibilità quindi chiedo aiuto a voi sperando che mi possiate aiutare
    cordiali saluti
    Illary

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Illary, è evidente che la situazione con il tuo cucciolo è ad un livello piuttosto critico. I problemi sono tanti e crediamo che non basti leggere qualche articolo su un blog per risolverli, ma crediamo che tu debba affidarti ad una persona competente che riesca a guidarti nel percorso di educazione del tuo cucciolo. Sinceramente il prezzo di questo addestratore che hai contattato ci sembra parecchio alto, considera che noi all’ora prendiamo esattamente la metà! Pertanto il primo consiglio che ti diamo è di cercare altri educatori cinofili nella tua zona, perchè non crediamo che abbiano tutti dei prezzi così alti! Da parte nostra possiamo consigliarti di iniziare a lavorare seriamente sulla vostra relazione per cercare di diventare per lui una figura di riferimento, da rispettare e di cui avere fiducia. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Ti consigliamo anche di farlo sfogare moltissimo durante la giornata (portarlo a spasso, a correre, farlo giocare e socializzare con altri cani), perchè soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane tranquillo e dal carattere equilibrato. Quando un cane non riusce a sfogare le proprie energie, diventa frustrato e comincia a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Il beagle è un cane da caccia, che ama stare all’aria aperta e fare attività fisica: ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Inoltre nel tuo caso può essere fondamentale la tecnica del confinamento, ovvero non lasciargli tutta la casa sempre a disposizione, ma quando deve restare solo, durante la notte o quando nessuno lo può controllare, lasciarlo in uno spazio completamente dedicato a lui, come descritto in questo articolo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”.

  • francesca scrive:

    ciao!!! anche io ho i problemi elencati dall’utente prima e anche a me hanno chiesto cifre elevate per l’addestramento ma si può,secondo me questi addestratori ci speculano sulle famiglie che si ritrovano con dei cani irrequieti mi sono innamorata del beagle ma lo sconsiglio a tutti come cane da appartamento, come cane da caccia è favoloso ma in appartamento fa danni anche da adulto il mio rudy ha 6 anni ed ancora fà danni, ho speso anni di addestramento in un centro ma niente

  • illary scrive:

    Grazie simona per aver risposto sei stata molto chiara….vedo altri cuccioli di beagle che non sono come il mio, si sono un pò spigliati ma il mio è troppo vivace !!! mio marito dice di portarlo nella villetta in campagna dei miei suoceri e per casa prenderne un altro più gestibile
    ma sono innamorata dei beagle e credo che mandarlo nella villetta dei miei suoceri sia proprio l’ultima spiaggia
    mio marito mi diceva di darlo a loro così suo padre sarebbe impegnato dato che è pensionato e noi prendere un altro ….. non so che fare sono troppo affezionata a questa piccola peste

  • Marco scrive:

    Non mi sembra una buona idea lasciare un beagle e soprattutto QUEL beagle ad un pensionato! 🙂
    Scherzi a parte, le energie che richiede sono molte. Sicuramente il vostro sarà un po’ più vivace, ma giustamente come ti hanno consigliato, va fatto stancare. Con un’ora non risolvi nulla.
    Dopo le due ore di gioco al parco si vedono i risultati.
    Calcola che il mio esce in totale non meno di tre ore al giorno, e adesso ha quasi due anni…
    Inoltre deve essere educato da subito (appena entra in casa) e costantemente, con polso molto fermo. Nessuna deroga o eccezione.
    Per quel che mi riguarda sono abbastanza severo, nel senso che se dico una cosa si fa e basta. Non gliene faccio passare una. Adesso sa benissimo cosa non deve fare.. ( questo non vuol dire che ubbidisce sempre

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Sono assolutamente d’accordo con Marco. Cambiare cane solo perchè questo non è esattamente come lo volevi tu è una decisione sbagliata in primo luogo dal punto di vista etico, almeno dal mio punto di vista. Un cane è un essere vivente, non è un oggetto che puoi sostituire a tuo piacimento. La nostra Diana adesso è davvero bravissima, non ci possiamo lamentare di niente, è diventata una vera lady… Ma quando è arrivata a casa era un piccolo terremoto, ne combinava di tutti i colori e il primo anno ci ha fatto sudare parecchio! Ma insistendo, lavorando ogni giorno, stabilendo con lei una relazione basata sul rispetto e sulla fiducia, soddisfacendo quotidianamente i suoi bisogni fondamentali abbiamo raggiunto questa situazione. La gente che ci incontra per strada ci fa i complimenti per il suo carattere così equilibrato. Non mollare, impegati costantemente, fatti seguire da un bravo educatore che non sia una sanguisuga e vedrai che risultati! 😉

  • Lucia scrive:

    Priscilla 13 mesi, va tutto abbastanza bene, nel senso che il carattere e’ tosto (lo sapevo da quando l’ho presa) ma è troppo divertente anche per questo! Da uno due mesi a questa parte, la sera tardi ulula (magari sente un cane in lontananza che io non percepisco) e salta su al minimo rumore.
    Sembra il cane da guardia che nn è’ mai stata!
    Questa cosa abitando in appartamento mi mette un po’ a disagio perché farla smettere e’ dura. Se la distraggo con qualcosa poi ricomincia, se gli stimoli sono ancora presenti. Devo farmi una ragione o le passerà dopo “l’adolescenza”?!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lucia, è difficile per noi darti una risposta, in quanto per capirci qualcosa bisognerebbe capire perchè realmente si comporta così. Le cause potrebbero essere molte e bisogna vedere il reale contesto in cui si mette ad ululare, ad ogni modo probabilmente si tratta di un comportamento passeggero, provate a cambiare leggermente le abitudini serali (l’orario della pappa, l’orario della passeggiata) e soprattutto cercate di farla stancare di più e di tenerla occupata quando arriva il momento “fatidico”. 🙂

  • manuela scrive:

    Joey ha 6 mesi, il piccoletto è una vera forza della natura, iperattivo e sempre pronto a giocare!! quando ha un giochino (anche l’osso) si avvicina come se volesse giocare a “tira e molla” ma quando lo prendo per giocarci ringhia e temo che mi possa mordere! questo indica che sta diventando aggressivo? come mi devo comportare per evitare questa situazione? poi lui non è molto coccoloso, sembra che l’unico motivo per cui attira l’attenzione è sempre e solo il gioco! quando diventerà più grande sarà più affettuoso? ..di lui adoro tutto: il fatto che è super intelligente e che risponde ai comandi e poi è troppo bello!!! 🙂 vorrei solo che fosse un po più amorevole.. acquisirà questa caratteristica col passare del tempo?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Manuela, è normale che un cucciolo di sei mesi abbia in mente solo il gioco e sarà così ancora per un po’! Quando diventerà adulto vedrai che si calmerà ed imparerà ad apprezzare di più i momenti di coccole! 🙂 Per il resto comincia a lavorare con lui sull’insegnamento del comando “Lascia!”, nell’articolo Lascia: insegnamo al beagle a lasciare un oggetto puoi trovare qualche indicazione.

  • Lavinia scrive:

    Il mio beagle si chiama Lola ha 2 anni ma è dolcissima,bellissima e molto affettuosa,nn la cambierei per nulla al mondo. La amo tantissimo ma tanto tanto senza di lei nn so stare e nemmeno lei senza di me:) si è vero che fa un po’ di danni ma dipende tutto dal suo padrone,dall’educazione che metti al tuo cane di qualsiasi razza. Io sono contenta così di come e lei

  • Alessio scrive:

    La mia beagle si è calmata a 9 mesi.. Almeno per il momento.. All’inizio non sapevamo il motivo e credevamo che avesse un malattia, quindi siamo corsi dal veterinario e ci ha detto che era perfetta.. Però poi ci siamo ricordati che siamo andati 2 settimane in vacanza e ci avevano detto di non portare il cane perchè avrebbe sofferto per il viaggio, quindi lo abbiamo lasciato da un parente.. E quindi il veterinario ci ha detto che può essere stato il distacco dai padroni, ma anche perchè nello stesso periodo le è passato il ciclo e quindi i motivi del cambiamento potrebbero essere stati questi.. Comunque vi assicuro che se avete beagle femmine tranquilli che dopo il primo ciclo si calmano perchè maturano. 😀

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessio, crediamo che sia qualcosa di molto soggettivo, infatti pensa che invece la nostra Diana dopo il primo calore è diventata un uragano! Lei ha iniziato mettere la testa a posto una volta compiuti i 2 anni. 🙂

  • G 3 Russo scrive:

    Interessante

  • danila scrive:

    Ciao,ormai vi scrivo spesso perché siete un punto di riferimento.ho problemi con il mio Willy,sei mesi. Quando vivevo in appartamento rosicchiava divano e altro.provavo a correggerlo ma sapevo che il problema era il non poter correre tanto (anche se faceva lunghe passeggiate con me,di oltre un’ora)..da due mesi sono dai miei:ora non solo ha un compagno fisso di giochi,uno splendido meticcio di dieci mesi,ma ha un giardino.corrono e giocano sempre.però il suo spirito agitatissimo é rimasto tale.ha distrutto ciabatte vestiti e la sella di una moto non mia 🙁 non so che fare..quando lo sgrido lui scodinzola.non capisce che sono arrabbiata,ma pensa che gioco.mio fratello dice di provarlo a legare quando lo colgo sul fatto.io vorrei cercare un corso di educazione.grazie alla vostra guida chebho acquistato ha imparato il comando seduto e terra.ma vorrei che tornasse al mio richiamo, e soprattutto vorrei correggere questo suo lato distruttore.non vorrei mai che si calmasse,lo adoro troppo,mi piace tanto giocare con lui a rincorrerci,però non posso chiedere scusa a parenti ed estranei perché ogni giorno rompe qualcosa.cosa consigliate?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Danila, intanto grazie per la considerazione che hai di noi! Dunque, considera che hai a che fare con un beagle maschio di sei mesi, ovvero il terrorismo fatto a cane! A questa età ha una dose infinita di energie da spendere, e se queste non vengono fatte sfogare nel modo giusto ecco che si materializzano in comportamenti distruttivi. Il primo consiglio quindi è di avere pazienza, vedrai che con la crescita imparerà a mettere la testa a posto! Secondo noi quindi dovreste lavorare su due fronti: prima di tutto cerca di farlo sfogare di più durante la giornata. Immagino che già fai molto a questo riguardo, ma per un beagle di sei mesi questo “molto” non è ancora abbastanza! Oltre al gioco con il suo compagno di 10 mesi, portalo fuori, fagli fare lunghe passeggiate, fallo correre e giocare… insomma, sfiniscilo! 🙂 E quando rimane in casa, prova ad incanalare le sue energie in attività costruttive, impegnandolo in giochi con cui possa stemperare l’eccitazione, ad esempio nascondendo dei bocconcini e facendoglieli cercare, oppure facendolo lavorare su un gioco di attivazione mentale o anche con un semplice Kong pieno di cibo che dovrà impegnarsi ad estrarre, oppure un osso di pelle da masticare. Sono tutti giochi che lo tengono impegnato mentalmente e allo stesso tempo lo rilassano. Per quanto riguarda il richiamo, segui i consigli che trovi nel relativo filmato che hai scaricato insieme al resto della guida, ma sappi che con un beagle ci vuole tempo, impegno e pazienza… non bisogna mai avere fretta di raggiungere i risultati e soprattutto mai arrendersi! Infine, se proprio è un uragano incontenibile che rompe tutto, allora utilizza la tecnica del confinamento nei momenti in cui deve rimanere solo o in cui nessuno lo può tenere sotto controllo. Forza e coraggio! 🙂

  • danila scrive:

    ti ringrazio simona,proverò ancora.anche se gioca già con kong o giochini fai da me (tipo wrustel e rotolo cartaigenica),ma dopo dieci minuti ha già finito.ho solo tanta paura che quando tornerò nella mia casa senza giardino e senza il suo amico cane,le cose peggioreranno.ma con lui non ho fretta.grazie 🙂

  • denise scrive:

    buongiorno mi chiamo Denise sono una bambina di 12 anni ho un beagle di 9 mesi:Ciko scrivo questo commento perchè io e la mamma siamo disperate non ce la facciamo piu’ lo so forse è strano dire queste parole da una bambina di 12 anni ma è la pura verità . siamo andati da un educatore ma niente da fare adesso ciko la notte dorme nel trasportino e purtroppo fa sempre pipi’ là dentro la mamma ha anche problemi alla schiena e pulire ogni mattina lui e il trasportino non è il massimo .vi prego la mamma è sul punto di lasciarlo a un’altra famiglia per favore dateci un consiglio!!! grazie.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Denise, ci dispiace che stiate attraversando questa situazione ma non conoscendo nel dettaglio la situazione è impossibile darti dei consigli veramente validi. E’ stranissimo infatti che faccia ancora i suoi bisogni nel trasportino e non riesca a trattenersi per tutta la notte. Intanto ti consigliamo di portarlo fuori per l’ultima pipì della giornata la sera prima di andare a letto e al mattino presto appena vi svegliate. Inoltre, anzichè chiuderlo nel trasportino, vi consiglio di preparare uno spazio dentro casa dedicato a Ciko, adottando così la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove potrà stare durante la notte e quando dovrà restare in casa da solo. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo. Trovi tutti i dettagli nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”. Infine vi consiglio di leggere attentamente i seguenti articoli:
    Il carattere del Beagle
    I famigerati luoghi comuni sul beagle
    Come vivere bene con un Beagle in appartamento
    Beagle felice? Sì, grazie!

  • GIOIA scrive:

    il mio friz eè un cucciolo di 6 mesi…..durante il giorno è bravissimo ma quando arriva la sera verso l’ora dei pasti diventa ingestibile….il tutto dura all’incirca un quarto d’ora…..poi dopo tanta fatica si addormenta….come posso fare???

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Gioia, quello che descrivi è un atteggiamento molto comune nei cuccioli più scatenati, noi li chiamiamo i “5 minuti di follia del beagle”! Spesso i cuccioli dopo la passeggiata o dopo aver mangiato sono molto “carichi” e devono trovare un modo per sfogare le loro energie e quindi iniziano a correre per la casa come dei pazzi, a mordicchiare tutto e tutti, abbaiare, montare e chi più ne ha più ne metta. In questi casi quello che dovresti fare è incanalare le sue energie in attività più costruttive, finchè questi attacchi di follia non scompariranno. Intanto, assicurati di fargli fare la giusta quantità di movimento ogni giorno, che è essenziale per l’equilibrio del suo carattere. Inoltre quando prevedi uno di questi “attacchi”, cerca di impegnarlo in attività con cui possa stemperare l’eccitazione, ad esempio nascondendo dei bocconcini e facendoglieli cercare, oppure facendolo lavorare su un gioco di attivazione mentale o anche con un semplice Kong pieno di cibo che dovrà impegnarsi ad estrarre, oppure un osso di pelle da masticare.

  • gioia scrive:

    Ok seguirli il tuo suggerimento….ma mi chiedevo a che età finiranno questi attacchi??

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Beh, a questo non possiamo rispondere, è tutto molto soggettivo. Di solito con l’ingresso nell’età adulta, quindi attorno ai 2 anni, i cani iniziano a mettere un po’ la testa a posto.

  • marco scrive:

    spero di non essere off-topic. il mio beagle ha 1 anno e 5 mesi. cresce felice, sereno, giocoso… nemmeno troppo casinaro. insomma un cane davvero splendido. veniamo alla nota dolente. mugola (o uggiola, o piange che dir si voglia) per troppe ragioni. io ho sempre cercato di ignorarlo quando lo fa ma non ne vengo a capo. se vuole attenzioni mugola, se si è stancato di stare fermo mugola (nulla di strano direte… ma ha una soglia di tolleranza bassissima, bastano 10secondi seduto e inizia) oramai si esprime così anche con i suoi simili (è un cane perfettamente inserito nella “società” canina) . Se mi trovo in luogo pubblico come un bar la cosa è francamente fastidiosa. Insomma, consigli? Grazie e complimenti per il vostro utilissimo sito.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marco, grazie per i complimenti. Da quello che descrivi sembra che il tuo beagle abbia imparato nel tempo che mugolare è una tecnica vincente per ottenere ciò che vuole e in più che sia dotato di scarso autocontrollo, ma è una cosa normale per un cucciolone di un anno e mezzo. Quello che devi fare è ignorare i suoi piagnucolii in modo che capisca che non portano a nulla e contemporaneamente lavorare sul suo autocontrollo: esistono esercizi specifici per questo, ma anche solo proporgli spesso giochi di attivazione mentale o di fiuto per i quali deve rimanere concentrato per risolvere un problema, semplici esercizi di educazione di base (fondamentale il “resta”), fino ad arrivare alla pratica di una disciplina.

  • Daniela scrive:

    La mia piccola Bagle du 60 g gioca pesantemente con morsetti moto dolorosi e ringhiando e avvinghiandosi alle sue caviglie con la mia piccolina di 5 anni. Lo fa solo con lei e abbiamo provato il no il chiudersi nella stanzae non considerarla , ma appena scende dal divano lei la pintavevilvguocov è fatto. Che fare? Certa di una vostra puntuale risposta vi saluto

  • Sono sempre daniela scrive:

    Continuo perché scritto male …….la punta e il gioco è fatto. In realtà per la preoccupazione di nostra figlia le abbiamo dato delle sculacciate e lei ancora peggio si è rivoltats ringhiando e mordendo anche noi che fare

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Daniela, data la situazione il comportamento della tua cucciola è il minimo che potesse capitare. Precisiamo subito che non è nè cattiva nè aggressiva. Purtroppo non è stata con la mamma e i fratellini il tempo necessario per apprendere le basi della comunicazione e della socializzazione canina, nonchè la ritualizzazione dell’aggressività e, appunto, l’inibizione del morso (per saperne di più leggi l’articolo Perché è importante non prenderlo prima dei 60 giorni?). Per fortuna, a meno di particolari problemi comportamentali, è un comportamento che SPARISCE con il cambio totale della dentizione (quindi solitamente verso i 6 mesi). Nel mentre però devi iniziare a farle capire che questi suoi morsi non sono tollerati: lei morde mani e caviglie per attirare l’attenzione e perchè per lei è un gioco, ma bisogna iniziare a farle capire che non è il modo corretto di giocare. Allora nel momento in cui inizia a mordere dovete esclamare “AHI!” e immediatamente girarvi dall’altra parte, incrociare le braccia e IGNORALA finchè non si sarà calmato: deve capire che morsicandovi ottiene proprio l’effetto contrario, ovvero la vostra indifferenza e che se vuole continuare a giocare deve comportarsi bene! E lo stesso metodo lo devono mettere in atto tutte le persone che subiscono i suoi morsi.
    Lasciale poi sempre a disposizione delle valide alternative, degli oggetti che invece può mordere in tutta tranquillità come ossi di pelle o giocattoli di gomma, in modo che si sfoghi su di loro!
    Nell’articolo Se il Beagle morde trovi qualche informazione in più.

  • manuela scrive:

    Buona sera a tutti amici dei beagles!ho gua scritto qualche tempo fa, ora il mio joey ha un anno;Il veterinario mi aveva tranquillizzata dicendo che a un anno si sarebbe calmato. Quello che ho potuto constatare è che per alcuni versi si e calmato ma per altri e peggiorato. Seguendo i vostri consigli sono riuscita a a gestire alcuni comportamenti scorretti. A questo punto il mio problema e che lui si spinge sempre piu lontanl da casa (io abito in campagna e piu volte al giorno lo lascio libero) e quando lo chiamo lui si volta mi guarda e se ne va per la sua strada con i differenza, a volte trovo complicato scovare dove si trovo e riportarlo nel suo recinto. I miei genitori hanno preso in considerazione l’idea di srerilizzarlo, credendo che questa sia una buona soluzione affinche si CALMI. Voi cosa pensate della sterilizzazione? Quali sono gli aspetti negativi? E quali quelli positivi ( se esistono)?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Manuela, per quanto riguarda la castrazione del maschio noi pensiamo che debba essere valutata attentamente e messa in atto soltanto se esistono problemi di salute o seri problemi comportamentali, come ad esempio un’elevata aggressività intraspecifica (verso gli altri maschi) oppure una tendenza a scappare per raggiungere cagnoline in calore e comunque mai in fase di crescita. Sinceramente non ci sembra giusto castrare un cane per farlo calmare, sempre ammesso che funzioni (e spesso e volentieri la castrazione non risolve questo problema). Considera che hai a che fare con un maschio nel pieno della fase adolescenziale e dell’età della ribellione, pertanto il nostro consiglio è di lavorare molto sulla sua educazione, portarlo a fare lunghe passeggiate in modo da soddisfare la sua naturale esigenza di movimento ed esplorazione ed evitare di lasciarlo vagabondare per le campagne, anche perchè se il motivo che lo porta a andarsene a zonzo non sono le cagnoline in calore, sicuramente continuerà a farlo anche una volta sterilizzato. Poi una volta che sarà cresciuto e sarà diventato adulto (quindi intorno ai 2 anni), potrai valutare se sarà ancora il caso di farlo castrare, ma per il momento te lo sconsigliamo caldamente.

  • Oana scrive:

    Non so come è stato per voi altri padroni di beagle ma la mia Kira mi ha cambiato la vita e in generale io clima in famiglia. Certo, quando è arrivata è stata spesso argomento di litigi tra me e i miei genitori perché un beagle non è il solito cane e cane se ne abbiamo avuti altri, quasi tutti di taglia grande, non sono paragonabili ai beagle. Fino a quando è passato il periodo in cui è andata in calore(e purtroppo una seguente falsa gravidanza) lei ci ha messo davvero a prova. Ne ha combito di ogni, ma poi bastava uno suo sguardo(e conoscete bene lo aguardo dei beagle) e la perdonavamo, cercando sempre comunque di insegnarle le giuste correzioni di comportamento. E cosi, ora la mia Kira ha 1 anno, abituata a 2 giretti nei campi che abbiamo qui vicino oppure fuori a giocare con gli altri cuccioli o a pallone con i bambini al parco( nel villaggio la conoscono tutti e riceve un sacco di coccole) ed è diventata la cucciola più tenera, più affettuosa, più calma(per quanto un beagle possa essere calmo), più birichina e coccolona che possa mai esistere. È impossibile non volerle bene, ma arrivare qui non è stato facile perché ci vuole molta calma e tempo per capire e conoscere il carattere di un beagle e i suoi bisogni fondamentali.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Oana, grazie mille per la tua testimonianza! E’ vero, un cucciolo di beagle sa davvero metterti alla prova, ma superato lo scoglio iniziale le gioie e le soddisfazioni che sa regalarti compensano tutto! 🙂

  • valentina scrive:

    Salve Simona, scrivo qui disperata e in cerca di aiuto..più volte ho chiesto vostri consigli e siete sempre stati gentilissimi e molto utili..adesso non so proprio come fare perché mi trovo in una situazione molto fastidiosa. La mia Cloe ha un anno e due mesi e per un anno è vissuta a casa dei miei genitori in giardino e costantemente con loro. per problemi lavorativi i miei si so o trasferiti in un’altra città,tornano nel week end, e nn possono portarsi dietro il cane. Avevo chiesto un vostro consiglio è voi mi avete assolutamente consigliato di portarla a casa con me piuttosto che lasciarla da sola li e andarci solo per darle da mangiare e per farla uscire. Il problema adesso è che io nn ho un giardino ma un piccolo appartamento col balcone e lei ha distrutto tutto quello che poteva..anche a casa dei miei lo faceva ma loro quando la lasciavano sola facevano in modo di togliere tutto quello che poteva distruggere..siccome dorme in balcone a me ha distrutto piante, mobili, stanotte addirittura ha rotto il divano facendo uscire la gommapiuma (cosa pericolosa anche per lei)..è poi nonostante la portiamo fuori 4volte al giorno la mattina troviamo pipí e puoi sul balcone. Il problema c’è anche perché io sono incinta e nn posso starle troppo dietro..soprattutto se è così distruttiva..ci ascolta poco e se in quel momento sembra aver capito dopo 5minuti fa la stessa cosa. Io sono disperata..mio marito è arrabbiato perché in un momento del genere non possiamo occuparci di un cane e soprattutto di un cane che fa questi disastri anche perché fisicamente devo riposarmi e lei nn me lo permette..ora non so che fare..chiedo aiuto a voi..a me dispiace tantissimo perché capisco che Cloe è giustamente destabilizzata..ha cambiato casa,padroni,abitudini..e capisco che in tutto questo la vittima è lei ma io nn so che fare..più andrà avanti e più sarà difficile per me occuparmi di lei ed oltretutto da quando è qui sono sempre arrabbiata per i danni che fa..cosa posso fare?? L’unica soluzione è quella di portarla a casa sua durante la settimana e aspettare il week end che tornano i miei? Perché così io nn posso continuare!
    Grazie..scusate se sono stata prolissa ma volevo spiegarvi a fondo la situazione!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valentina, hai detto bene, è lei la vittima. E’ normale che faccia danni, si trova in una situazione completamente nuova a cui non è mai stata abituata, ma mi sembra di capire che tu non abbia voglia/tempo/possibilità per impegnarti a risolvere una situazione tutt’altro che drammatica. Per questo non sto a dirti che secondo noi è sbagliato lasciare il cane a dormire fuori di casa, che così non si abituerà mai, non sto a darti i consigli sul confinamento che puoi leggere in un articolo dedicato, penso che sarebbero parole inutili. La decisione l’hai già presa, ma non cercare la nostra approvazione perchè secondo noi lasciarla da sola per 5 giorni su 7 in un giardino non può essere una vita accettabile per lei. Piuttosto impegnati a trovarle un’altra famiglia, qualcuno che possa occuparsi di lei veramente e abbia voglia e tempo da dedicare alla sua educazione ed ai suoi bisogni di movimento e socialità.

  • valentina scrive:

    Lo so Simona..so tutto quello che hai detto e condivido le tue parole al 100% è per questo che ho deciso di portarla qui da noi..ma non pensavo fosse così difficile e soprattutto nn è che nn ne abbia voglia..ma sono incinta di 4 mesi..con un distacco..e sono spesso sola a casa. .come faccio ad occuparmi di lei che ha così bisogno di attenzioni?? L’ho detto con cognizione che la vittima è lei ma quando è stato preso il cane nessuno si aspettava che poi per problemi lavorativi avrebbe dovuto cambiare famiglia perché in questo momento..in questa casa e in queste condizioni fisiche nn avrei mai accettato. Ti ringrazio comunque per la risposta..capisco che mi.mi dici questo solo per il bene della cagnolina..ma sto malissimo perché mi sento di abbandonarla..parlerò con i miei genitori e proveremo a trovare una soluzione insieme! Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Capisco che stai attraversando una situazione difficile ed impegnativa e questo non è il momento per ritrovarsi a carico un cane non abituato a vivere in appartamento, del resto tu stessa hai capito che a lei servono molte attenzioni che tu al momento non sei in grado di darle. Da come scrivi è evidente che a lei tieni molto e proprio per questo dovresti pensare bene a quale sarebbe la soluzione migliore per lei, anche se questo dovesse significare un suo allontanamento dalla tua famiglia. Ricordati sempre che il cane è un animale sociale ed in quanto tale ha necessità di avere contatti sociali con cani e persone quotidianamente. E’ una sua esigenza importante che, se disattesa, spesso gli causa problemi psicologici che poi possono trasformarsi in disturbi comportamentali. In bocca al lupo!

  • valentina scrive:

    Grazie Simona,troveremo al più presto una soluzione!! Buona serata

  • DANIELA scrive:

    ciao a tutti, leggendo le varie testimonianze mi sorge in dubbio…ho un beagle di 5 mesi che quando vuole giocare con me prende in bocca una qualsiasi cosa trovata per terra e mi fà capire che vuole essere rincorso. Questo gioco io e lui lo troviamo molto divertente…lui corre come un matto per cercare di sfuggirmi poi alla fine del gioco lo chiamo verso di me e gli faccio le coccole. Non è che questo gioco risulta diseducativo? attendo un vostro consiglio per evitare di fare danni all’educazione che stiamo cercando di dargli. grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Daniela, a cani come il beagle piace molto giocare all’inseguimento e non c’è nulla di male, anzi! Perchè però il gioco risulti perfetto ed equilibrato tra i due giocatori bisogna che ogni tanto i ruoli si invertano, perciò mentre lo rincorri, ad un certo punto puoi sorprenderlo andandogli vicino, chiamandolo e subito mettendoti a correre nella direzione opposta, in modo che in questo caso diventi lui l’inseguitore! 🙂

  • jordan scrive:

    Ciao ho preso la mia beagle a 3 mesi e ce lo da una settimana e un giorno l’unico problema e che tende a mordere e questa cosa non mi piace perché poi a lungo andare il suo morso può far male davvero e vorrei sapere come intervenire su questa cosa grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Il mordicchiare è un comportamento piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni e quindi di imparare l’inibizione al morso. A meno di particolari problemi comportamentali, è un comportamento che SPARISCE con il cambio totale della dentizione (quindi solitamente verso i 6 mesi). Nell’articolo Se il Beagle morde trovi qualche consiglio su come comportarti.

  • Aliona scrive:

    Aiuto il mio jack leccarsi i muri ne quattro mesi, e grave? Grazie infinite in anticipo.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Il leccare compulsivo oggetti, muri e pavimenti può essere un sintomo di problemi di salute, parlane al più presto con il tuo veterinario.

  • sarazzi carla scrive:

    ho preso un bigol che era al canile da 2 mesi Ora e’ a casa mia da 5 giorni .Compie un anno al 15 ottobre .Non riesco farlo dormire da solo.Ho anche molto giardino attorno casa e se lo lascio sotto da solo continua piangere .Come mi devo comportare?Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Carla! Dunque, secondo noi è sempre sbagliato lasciare un cane a dormire fuori di casa e non importa se lo si lascia sul balcone, sul terrazzo, in giardino o in garage e non importa quanti comfort abbia a disposizione, perché in ogni caso non è la vostra casa. I cani sono animali sociali, hanno bisogno di sentirsi parte del branco (cioè la vostra famiglia) e stando fuori dalle mura domestiche si sentono esclusi per il fatto di non poter condividere gli stessi spazi e questo potrebbe portarli a sviluppare problemi di comportamento, come abbaiare e distruggere… Per non parlare degli acciacchi che sicuramente si manifesteranno in età adulta per la ripetuta esposizione a freddo e umidità in inverno e il pericolo della Leishmaniosi in estate. Per noi l’ideale è preparare uno spazio dentro casa dedicato al cane adottando così la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per lui avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove potrà stare durante la notte e quando dovrà restare in casa da solo. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”. Poi magari potrete piano piano abituare il piccolo a restare fuori in determinati momenti della giornata.

  • Michel scrive:

    Il nostro Max di 9mesi ha una doppia personalità.. quando si trova da solo con me, ubbidisce e al guinzaglio non tira..quando lo lascio libero e lo chiamo mi resta vicino. In casa (a parte quando io e la mia ragazza siamo sdraiati entrambi sul divano e lui continua a venire con i suoi giochi per giocarci assieme) è tranquillo..durante la cena si sdraia nella sua cuccia e non disturba. Però durante la giornata quando non dorme, ce lo abbiamo sempre dietro i piedi..ogni cosa che facciamo arriva sempre a curiosare e mordicchiare le cose..
    invece quando usciamo assieme e incontriamo altri cani o bambini..da fuori di matto, tira e vuole andare subito a giocarci assieme.. Nelle cene da famigliari o amici..è una cosa impossibile da gestire.. se non lo controlliamo ad occhio.. salta sui tavoli per rubare il cibo, sale sulle gambe delle persone, sale sui divani.. se lo riprendiamo lui scappa via sotto i tavoli e va da altra gente.. se lo leghiamo e lo teniamo lontano dal tavolo lui abbaia..se lo tengo vicino alla mia sedia poi inizia a ringhiare (non in modo cattivo) per liberarsi.. ormai è da quando aveva 4 mesi che tentiamo di calmarlo anche con altra gente..ma non mogliora mai.. siamo arrivati al punto che quando andiamo a cena dai parenti dobbiamo lasciarlo in auto mentre mangiamo oppure a casa..

    Invece con la mia ragazza, e sua mamma.. fa quello che vuole.. se cercano di impedirglielo si ribella e morde loro le mani e da fuori di matto finché non riesce ad avere quello che vuole.. non ubbidisce proprio alle ragazze è la mia impressione. La mia ragazza già ha il diabete, e ogni tanto non si sente bene le gira la testa.. e lui la innervosisce solo girandole attorno, odorandole sempre le gambe, saltandole addosso quando è sdraiata sul divano.. e lei non riesce a farlo stare calmo..

    Siamo andati via 4 giorni tempo fa, e i genitori della mia ragazza l’hanno tenuto.. (hanno già un cane westie 5anni) ma hanno detto che è una cosa ingestibile.. faceva quello che voleva, in girardino scavava tutto e cercava di scappare, dovevano sempre tenerlo d’occhio… era agitato.. e ora non ce lo terranno più le prossime volta perchè dicono che non riescono a gestirlo e hanno anche litigato ed erano sempre Nervosi per colpa di lui…

    Abbiamo fatto i corsi quando era cucciolo.. ora sto pensando di farne un altro per farlo ubbidire un po’ di più con la mi ragazza.. ma non so più cosa inventarmi per cercare di correggerlo..forse è solo l’adolescenza..spero che passerà fra qualche mese.. perchè io torno al sera tardi da lavoro.. e se tutti gli altri sono stufi dei suoi comportamenti e non riescono a gestirlo io da solo non posso tenerlo tutto il giorno per 12ore in casa.. ma non voglio separarmen..

    Avete magari qualche consiglio per riuscire a calmarlo un po’ durante la giornata.. dovrebbe riuscire a fare un po’ di cose da solo.. non sempre stare dietro ai piedi della mia ragazza è usmarla e disturbarla quando si sente male..

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Michel, è evidente che Max ha instaurato un certo tipo di relazione con te, mentre il suo rapporto con la tua fidanzata è diverso e quasi inesistente. Pertanto, più che sull’obbedienza, bisogna lavorare proprio sulla loro relazione, per fare in modo che il loro rapporto cambi e che riesca a vedere anche lei come un punto di riferimento, una persona da rispettare e di cui fidarsi. A questo riguardo leggi attentamente i consigli riportati nei nostri special-report gratuiti “Beagle ribelle? No, grazie!” e “I 4 pilastri del cane sano” (che puoi scaricare in questa pagina: http://www.amicobeagle.it/beagle.html) per capire come fare a guadagnarti il suo rispetto e, nel contempo, a soddisfare i suoi bisogni fondamentali. Ma la cosa più importante di tutte è farlo sfogare per bene e arricchire le sue giornate: un beagle di 9 mesi è semplicemente un vulcano di energie, e se queste non vengono sfogate in attività salutari ecco che si trasformano in comportamenti sbagliati. Se riuscirete a soddisfare ogni giorno le sue esigenze di movimento e socialità portandolo a fare lunghe passeggiate, a correre, a giocare e divertirsi con i suoi simili frequentando un’area di sgambamento ecc… si sentirà appagato e diventerà molto più gestibile in ambito domestico.

  • Alessandro scrive:

    Io ho un meraviglioso amico meticcio Beagle che si chiama Rocky, viziato in tutto al puto che fa quello che vuole, l ho educato ma non sono stato in grado di rimpoverarlo perché lui rappresenta tutto. Mi ruba i calzini,mi fa i dispetti ma va bene così, io lo amo così com’è, è un coccolone affettuoso anche se non c’è mai stato un distacco da me e la mia famiglia è rimasto un po’ ” infantile”, e poi un cane non se ne fa niente di auto costose ville di lusso ecc.. se tu gli dai il tuo cuore lui ti darà tutto se stesso, di quante persone possiamo dire lo stesso? Per me il mio Rocky è la creatura vivente più bella in tutto che mi sia mai stata donata. Caro Rocky con infinito amore il tuo amico umano Ale

  • Cinzia scrive:

    Buongiorno ho una cucciola di 3 mesi e mezzo e vorrei portarla a a scuola x educarla xche mi sta distrugge la casa faccio bene oppure male si calmera un po grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Cinzia, fai benissimo! Rivolgersi ad un educatore è sicuramente la scelta migliore che tu possa fare perché seguendoti personalmente ti aiuterà a costruire le base per un’ottima relazione con la piccola, a risolvere tutti quegli inevitabili problemini di gestione e a dare alla cucciola una buona educazione domestica! 🙂

  • Patty scrive:

    Il mio Charlie ha 13 anni, ci sente poco e ha la cataratta, è sbiancato tantissimo e l’addome si è un po’ rilassato, ma ha un super fiuto quando si tratta di rubarti il pane dal tavolo! È dolcissimo e spero che quando sarà il suo momento non debba soffrire. È sempre il mio cucciolo.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Patty, fai una carezza al tuo Charly da parte nostra! 🙂

  • Giuseppe scrive:

    Volevo sapere se è normale che il mio beagle a due mesi tira i morsi come posso fare li ho provati in tutti i modi ma niente. Mi potete consigliare qualcosa?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giuseppe. Dunque, il mordicchiare è un comportamento piuttosto comune nei cuccioli molto giovani, soprattutto si verifica con più veemenza in quei cuccioli che non hanno avuto modo di restare con la mamma e i fratellini fino a 60 giorni e quindi di imparare l’inibizione al morso. Per fortuna, a meno di particolari problemi comportamentali, è un comportamento che SPARISCE con il cambio totale della dentizione (quindi solitamente verso i 6 mesi).
    Nel mentre però devi iniziare a fargli capire che questi suoi morsi non sono tollerati: lui morde mani e caviglie per attirare l’attenzione e perché per lui è un gioco, ma bisogna iniziare a fargli capire che non è il modo corretto di giocare. Allora nel momento in cui inizia a mordere devi esclamare “AHI!” e immediatamente girarti dall’altra parte, incrociare le braccia e IGNORARLO finché non si sarà calmato: deve capire che morsicandoti ottiene proprio l’effetto contrario, ovvero la tua indifferenza e che se vuole continuare a giocare deve comportarsi bene!
    Se questo metodo non funziona, allora bisogna attirare la sua attenzione su qualche gioco che invece può mordere in tutta tranquillità, in modo che al “no (=non mordermi)” segua un “sì (=mordi il gioco)” e quindi gli venga offerta una valida alternativa e il gioco non si interrompa.
    Infine cerca di farlo sfogare molto durante il giorno (compatibilmente con la sua età): portalo a spasso, a correre, a socializzare con altri cani e fallo giocare, in modo che sfoghi le sue energie in attività salutari: ricorda che soddisfare le sue esigenze di movimento e socialità è il primo passo per avere un cane calmo e dal carattere equilibrato.
    Nell’articolo Se il Beagle morde puoi trovare qualche informazione in più.

  • Corrado scrive:

    In verità il mio è un incrocio tra una beagle e un setter … è nato Brian un tremendo, giocoso, dispettoso, turbolento, intelligentissimo cucciolone (ora ha quattro anni) che tiene impegnati tutti i membri della famiglia … e del vicinato. Per lui le ore di gioco non sono mai sufficienti … piuttosto si inventa sempre nuovi dispetti da mettere in campo per coinvolgere sempre qualcuno. E’ un imbroglione nato escogita sempre qualcosa pur di averla vinta. Quando pesi di aver vinto tu … sbagli è lui che te lo ha permesso … ed è arrivato il momento per chiederti cosa deve farsi perdonare. Anche se non è un beagle di razza pura (ma a questo mondo nessuno è perfetto) meno male che lui c’è.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Corrado, visto che hai un cane così energico e vitale, hai mai pensato di incanalare le sue energie in qualche attività che possa appagarlo? Prova a leggere l’articolo Diamo uno scopo alla vita del beagle!

Lascia un commento