Torna all'homepage

Preparare la casa per l’arrivo del beagle

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Beagle cucciolo

beagle preparare casa fotoOra ci occupiamo di preparare la nostra casa per l’arrivo del cucciolo di beagle che a questo punto, molto probabilmente, abbiamo deciso che ci accompagnerà per tanti anni regalandoci gioie immense e gratificazioni indimenticabili.

Per non avere “traumi” con l’arrivo a casa del nostro nuovo amico beagle è meglio organizzarsi un po’ prima.
Niente paura: seguendo questi semplici passi prepareremo un ottimo rifugio a prova di cucciolo! 🙂

Per prima cosa, dobbiamo fare una puntualizzazione.

Molte persone si allarmano ascoltando i racconti delle simpatiche marachelle che qualche cucciolo combina in casa, e proprio per questo è necessario sottolineare che qualsiasi cucciolo comincia a conoscere il mondo intorno a lui attraverso comportamenti come il gioco, l’esplorazione e “l’assaggio” di tutto quello che gli capita a tiro.

E’ assolutamente normale che un cucciolo faccia così, fa parte della sua formazione ed è fondamentale che succeda nei primi mesi di vita per mettere le basi di un carattere equilibrato in futuro.

Per quanto riguarda il beagle, poi, sia che il nostro cucciolo appartenga a linee di sangue da bellezza, da lavoro o che sia un trovatello, è praticamente certo che da cucciolo sarà una piccola peste perché sono le caratteristiche della razza che dettano l’intensità di questi comportamenti.

Da grande diventerà un cane da seguita forte, indipendente, tenace, capace di prendere decisioni in autonomia, quindi niente drammi se da cucciolo cominceranno ad uscire questi tratti del suo carattere.

Quello che dovremo fare noi come proprietari responsabili è rendere la nostra casa una sorta di “zona sicura” dentro cui il cucciolo è libero di fare le proprie esperienze senza pericolo di farsi male o di rovinare cose preziose.

Naturalmente anche fuori casa il cucciolo dovrà continuare a fare quante più esperienze possibile, ma non è l’oggetto di questo post.

Se siamo terrorizzati al solo pensiero di un calzino fuori posto o di un soprammobile rovesciato, siamo ancora in tempo per chiederci: “ma fa davvero per me prendere un cane?“.

Perché, in qualche caso, la risposta potrebbe anche essere negativa ed in questo non c’è nulla di male: nessuno ci costringe ad avere un cane, teniamolo ben presente.

Detto questo, ecco le linee guida che possono guidarci nella preparazione della casa prima di accogliere il nostro cucciolo:

  • La casa dovrà essere sicura: è probabile che il cucciolo morderà e rovescerà soprammobili, scarpe, libri e, purtroppo, anche cavi elettrici. Teniamo fuori dalla sua portata gli oggetti preziosi o pericolosi. In genere basta spostarli più in alto (non ci arriverà nemmeno il Beagle adulto) o nasconderli dietro ostacoli insuperabili come ante chiuse a chiave (ricordiamoci le sostanze tossiche per la pulizia della casa e… il cioccolato, anch’esso tossico per tutti i cani!), mobili pesanti o battiscopa nel caso dei fili elettrici. Rendiamo inaccessibile il retro degli elettrodomestici come frigorifero o lavatrice per evitare che il cucciolo possa rimanerci incastrato nel corso delle sue esplorazioni.
  • Prepariamo uno spazio dedicato solo a lui. Un piccolo recinto con cuccia, un box o una cesta. Ci devono essere le ciotole per il cibo e per l’acqua, almeno un giocattolo ed un oggetto da mordere e tanti vecchi giornali (o una traversa) a terra per essere pronti a tutto. Vicino a questo spazio dovranno essere raggiungibili (solo da noi!) collare, guinzaglio e il suo mangime. E’ meglio mettere vecchi giornali anche vicino alla porta di casa così il cucciolo capirà più facilmente il concetto di fare i bisogni fuori dall’abitazione.
  • Se abbiamo un giardino, adattiamolo! Nessun lavoro pesante: spesso bisogna eliminare solo gli oggetti pericolosi (metallo tagliente e arrugginito, schegge, ecc.) e tappare tutte le possibili vie di fuga. Il cucciolo di Beagle (ed anche il Beagle adulto) apprezzerà molto la vita in giardino ed anche noi sentiremo i benefici di questo suo miglioramento nella qualità della vita.

Con il passare delle settimane capiremo meglio quanto è utile avere la casa ben preparata per l’arrivo del nostro amico beagle.

Fare un po’ di fatica adesso ci risparmierà tante grandi fatiche poi!

105 commenti:
  • romina scrive:

    Abito a Roma,ho un piccolo giardino (ca. 20mq),vorrei sapere se quando prenderò il cucciolo potrò metterlo direttamente in giardino con la sua cuccia o se dovrò tenerlo in casa per un pò. Inoltre come deve essere la cuccia ideale per un beagle?
    Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Romina, sinceramente noi ti sconsigliamo di far dormire il cane fuori casa indipendentemente dalla sua età: in primo luogo perchè ha bisogno di sentirsi parte del branco (cioè la vostra famiglia) e dormendo fuori potrebbe sentirsi escluso e quindi sviluppare problemi di comportamento. Inoltre a lungo andare ciò causerebbe sicuramente acciacchi fisici che si manifesterebbero in età adulta. Se invece hai proprio deciso di far dormire fuori il cucciolo, ti consigliamo per la sua salute di farla dormire in casa almeno fino alla fine del ciclo di vaccinazioni e poi eventualmente parlare con il veterinario di questa possibilità per decidere quando potrà restare fuori anche di notte.
    Ecco due articoli che ti aiuteranno nella scelta della cuccia:
    Accessori per il Beagle: scegliere la cuccia da esterno
    Accessori per il Beagle: scegliere la cuccia da interno

  • angelo scrive:

    mi sapreste consigliare dove poter acquistare del materiale per recintare una zona della casa il mio cucciolo? materiale simile a quello della foto….nn riesco a trovare un termine adatto per ricercarlo su internet o nei negozi…..perche con il termine ” recinzione” mi escono ricerche cn recinti enormi invece a me serve un qualcosa cmq da poter togliere e mettere e che sia di misure ridotte….tipo lungo 150 cmq e alto nn so un altezza possibilmente che il cucciolo nn possa superare, credo 70/80 cm …..grazie tante per i consigli. sto studiando tutto il sito!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Angelo, se ti riferisci al cancellino, si tratta semplicemente di un cancellino a pantografo in legno. In alternativa, per confinare il tuo cucciolo, puoi utilizzare un cancelletto per bambini, senz’altro più sicuro e robusto ma ha dimensioni più ridotte. Articoli di questo tipo li trovi sicuramente in supermercati di bricolage tipo “Leroy Merlin”, “Castorama”, “Brico Center”, “Obi”, ecc…

  • angelo scrive:

    GRAZIE TANTE STO IMPAZZENDO PER TROVARE UNA COSA ADATTA…..NEI NEGOZI PER ANIMALI SI VENDONO QUELLE GABBIE MA A ME SEMBRANO PROPRIO GALERE E NN MI PIACCIONO…GRAZIE SIMONA ANDRO A DARA UN OCCHIATA DA BRICO…..SALUTI 🙂

  • Alberto scrive:

    ciao a tutti, propongo un altro quesito, io che avrò una casa con un bel giardino come dovrò comportarmi nella preparazione..?? nel senso l’idea era quella di far vivere la nostra laika durante la giornata prevalentemente all’esterno e cioè in giardino, mentre la sera e la notte in casa, devo preparare 2 recinti 1 in casa e uno fuori?
    qual’è la soluzione migliore..??

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alberto. Intanto complimenti per la scelta di far dormire Laika in casa pur avendo un giardino a disposizione, ci sembra senz’altro la soluzione migliore. Dunque, il recinto in casa puoi prepararlo tranquillamente secondo i criteri descritti nell’articolo. Per quanto riguarda il recinto all’esterno, potrebbe non essercene bisogno se il tuo giardino è ben recintato: l’ideale per lei sarebbe prenderne pieno possesso, poter girare, sgranchirsi le zampe e distrarsi un pò per passare il tempo. In questo caso una cuccia di legno basterà come riparo. Se invece il giardino non è recintato allora dovresti comprare un box per cani o magari farle un recinto solo per lei, sempre con all’interno una cuccia e una ciotola per l’acqua fresca sempre a disposizione.

  • umbo scrive:

    Ciao,
    ho intenzione di prendere un Beagle, ma vorrei essere sicuro di fare una scelta giusta per me e per lui.
    Abito in un appartamento di circa 100 mq co un gatto molto socievole, un cangatto che non avrà problemi ad accoglierlo. Il mio stile di vista mi porta fuori di casa dalle 9 alle 19 e quindi potrebbe passare tanto tempo da solo ed ho paura che la cosa non gli piaccia. Di certo avrà la compagni del gatto, pensate sia fattibile?

    Grazie del consiglio
    U.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Umbo, ti parliamo sinceramente… 10 ore in casa da solo secondo noi sono davvero troppe. Il beagle è un cane che ama stare all’aria aperta e necessita di molto movimento e di esercizio fisico, pertanto ha bisogno di fare lunghe passeggiate, di giocare e di socializzare con i suoi simili; se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere. Da cucciolo inoltre è necessario sorvegliarlo il più possibile per correggere i suoi errori e premiarlo immediatamente quando fa la cosa giusta. Così facendo verrà educato nel modo più corretto e veloce a fare i bisogni nel posto giusto, a stare da solo, a dormire nella cuccia ecc… senza doversi ritrovare in futuro a dover correggere comportamenti sbagliati ma che ormai sono stati acquisiti e quindi più difficili da eliminare.
    Inoltre Il beagle è stato selezionato per la caccia in muta, questo significa che ama stare a contatto con altri individui, che siano cani o persone. Senza un “branco” lui soffre, ha bisogno di qualcuno che si occupi di lui, ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi.
    Il gatto sicuramente potrebbe alleviare un pò la sua solitudine, ma temiamo che la presenza felina non sia sufficiente ad assorbire le energie di un piccolo terremoto quale un cucciolo di beagle… 🙁

  • umbo scrive:

    Lo immaginavo. La verità è che dopo un gatto vorrei un compagno vivace. Il problema dei felini è che alla fine passano molto tempo in solitudine e preferirei un cagnolino sveglio e attivo.
    Avevo inizialmente pensato ad un Jack Russel ma poi quando ho visto il beagle mi sono innamorato follemente.
    Hai ragione quando dici che 10 ore sono tante. Proverò a chiedere se posso però portarlo al lavoro.
    Che ne dite? Rischio che mi abbatta l’agenzia?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Capiamo benissimo la tua voglia di avere un cagnolino vicino, senza nulla togliere al gatto, la compagnia di un cane è senz’altro più completa ed appagante. Sicuramente portarlo con te al lavoro potrebbe essere un buon compromesso, anche se da cucciolo sarà molto difficile gestirlo perchè chiederà continuamente la tua attenzione, ma se avrai la possibilità di fare delle pause per portarlo fuori a passeggiare un pò e a fargli fare i bisogni sarà tutto molto più semplice. Poi dipende anche dal posto in cui lavori e dal tuo rapporto con colleghi e datore di lavoro. E invece hai mai provato a prendere in considerazione l’idea di prendere un beagle più grandicello, che quindi sia già educato ai bisogni, non abbia quella tipica smania di mordere tutto e tutti tipica del cucciolo e in generale, sia un pò più tranquillo? Ci metterà un pò di più ad affezionarsi a te, ma almeno non dovrai attraversare il periodo più critico…

  • umbo scrive:

    Quindi da piccoli sono delle pesti. E’ proprio vero, lo leggo su qualsiasi sito in cui cerco!
    Potrebbe essere una buona idea, ad esserti sincero mi piacerebbe anche adottarne uno magari più sfigato degli altri, magari da un canile. Così farei una cosa buona ed entrambi.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Sarebbe senz’altro un gesto bellissimo da parte tua, purtroppo di beagles sfortunati ce ne sono anche troppi in giro. Se vuoi tieni d’occhio la nostra pagina di facebook, ogni volta che ci capita sott’occhio un annuncio di un beagle in difficoltà lo pubblichiamo. Buona fortuna per qualsiasi decisione sceglierai di prendere e tienici aggiornati! 🙂

  • francesco scrive:

    ciao ,mi chiamo francesco, mi stanno regalando un beagle di circa 2 mesi e mezzo.ho 2 figli di 14 e 13 anni ,mi chiedevano un cane da circa un anno. il mio problema ed anche di mia moglie ,e quello che noi viviamo in appartamento,in un piccolo condominio .sotto casa abbiamo tantissimo verde ,dove far correre il cucciolo.ma il nostro pensiero e’ quello che stara’ solo per circa 4-5 ore al giorno dal lunedi al venerdi.per i mesi non di scuola stara’ con i miei figli 24 ore al giorno quindi nessun problema ad uscire .noi avevamo pensato visto che sta arrivando la stagione estiva di tenerlo in terrazza ,creare li il suo abitat .il terrazzo e di dimensioni non troppo grande 3,50×1,50 largo ,ma e’ sicuro.durante il pomeriggio stara’ con noi ,uscira’regolarmente diverse ore tra mattina e sera. volevo un consiglio da voi….volevo precisare che il cane (ho visto la mamma che lo sta allattando) e di razza piccola (bassa) .grazie

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Francesco e complimenti per il vostro nuovo arrivo! 🙂
    precisiamo che oggi non sono riconosciute “taglie” diverse per il beagle, nonostante purtroppo ancora molti parlino di “beagle nani”, “medi”, “alti” (senza scadere nella leggenda del beagle elizabeth, che non esiste). Quindi, o il beagle rientra nello standard o non rientra, ma nella gestione pratica del cane questo non ti farà nessuna differenza.
    Non è un problema se il cucciolo rimarrà da solo per diverse ore. Le cose importanti da fare sono:
    1) creargli uno spazio di sicurezza recintato, nella parte della casa che scegliete (l’ideale è metterlo in un posto non troppo isolato ma neanche al centro dell’attenzione). E’ molto importante per dargli la sicurezza di cui ha bisogno appena arrivato nella sua nuova famiglia. Nel post “Educhiamo bene il cucciolo con il confinamento” puoi trovare diverse indicazioni.
    2) soddisfare le sue esigenze di base, ogni giorno, prima di lasciarlo solo. Di solito una bella passeggiata (ancora meglio se trova qualche amichetto con cui giocare in un’area sicura), fare i bisogni e la pappa bastano per appagarlo. Così facendo, quando il cucciolo entrerà nel suo spazio di sicurezza dove si sentirà protetto, si farà una bella dormita fino all’uscita successiva.
    Organizzando queste abitudini tutti i giorni, sarà molto più facile farlo crescere sereno, abituarlo subito a fare i bisogni fuori e a non fargli sviluppare comportamenti anomali.

  • umberto scrive:

    innazitutto vi ringrazio per la risposta esauriente ricevuta,e poi vorrei approfittare della vostra disponibilità per una ulteriore domanda: a quale età(mese suppongo)si può iniziare ad addestrare un cucciolo?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Umberto! Dunque, si può cominciare molto molto presto con l’educazione di base, l’ideale è intorno ai due mesi e mezzo. Ovviamente bisogna tenere conto che si ha a che fare con un cucciolino e non si può pretendere da lui una grandissima concentrazione. Con i più piccoli è consigliabile fare un paio di sessioni al giorno non più lunghe di 5-10 minuti, proprio perchè questo è il tempo massimo per cui un cucciolo riesce a restare concentrato.

  • umberto scrive:

    nel ringraziarvi nuovamente per le risposte precise e puntuali e ricordando essere questa la mia prima esperienza con un cucciolo,vorrei sapere il vostro parere su quanto possa di regola camminare un cucciolo di tre mesi, in quanto mi hanno fatto osservare che camminare troppo può fargli male.
    di nuovo grazie, umberto.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Dunque, è vero che bisogna sempre dosare il tipo e la quantità di movimento in relazione all’età del cane. Per un cucciolo di tre mesi è consigliabile non farlo saltare nè fargli fare movimenti troppo complicati, può correre ma per brevissime distanze mentre la passeggiata va benissimo, ma diciamo che sarebbe meglio non farlo camminare per più di ora consecutiva. Poi ogni soggetto come al solito è fatto a modo suo, quindi stai a vedere le reazioni del piccolo: se ad un certo punto si stanca interrompi la passeggiata oppure fallo riposare per un pò prima di riprendere.

  • Angelica scrive:

    Ehi ciao,volevo alcuni consigli spero non ti disturba..tra qualche mese mi arriverà in regalo da alcuni miei amici un cucciolo di beagle..non so se accettare o meno..io desidero un cane da quando ero piccola,ho una casa normale senza giardino ma l’unico problema è mia madre..ha tremendamente paura dei cani e non so come fare..io ho pensato che l’ arrivo di questo bellissimo cucciolo possa essere un modo finalmente per far svanire la sua paura..cosa mi consigli?adoro i cani,anche mia sorella e il mio papa e non potrei mai dire di no!poi comunque siamo fuori casa solo di mattina per meno di 5 ore

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Angelica, il nostro consiglio è… di non rischiare. Ci è già capitato varie volte di sentire di persone che hanno adotatto un cucciolo nonostante in famiglia qualcuno fosse contrario per qualsiasi motivo e il risultato è sempre stato negativo: il cucciolo ha dovuto cambiare in fretta casa e famiglia, subendo un trauma importante. Abbi pazienza e non avere fretta, quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini (per questo sconsigliamo sempre di REGALARE un cucciolo). Se poi si parte già con una situazione un pò titubante allora non è il caso. Piuttosto comincia a fare un lavoro su tua mamma, inizia a metterla a contatto con cani di vario tipo e cerca di farle capire che non ha proprio niente da temere. Quando anche lei si sarà convinta, allora sarà il momento giusto di accogliere un batuffolino peloso in casa vostra! 😉

  • Angelica scrive:

    va bene seguirò il tuo consiglio grazie mille:*

  • ale scrive:

    I beagle sono molto affettuosi, pieni di energia e molto vivaci.
    Perlomeno, so solo questo: Posso farvi alcune domande??
    1)quante volte deve uscire un beagle?
    2)su ebay posso adottare un cucciolo?
    3)altre informazioni sul beagle?? e quanto costa?
    raccontatemi le vostre esperienze personali…please…
    presto avrò un cucciolo di 2/3 mesi…vi prego, aspetto risposta 😀
    grazie in anticipo 🙂 comunque il sito è F A N T A S T I C O !!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ale, proviamo a rispondere con ordine alle tue domande:
    1) Qui bisogna fare una distinzione tra beagle adulto e beagle cucciolo: per fargli imparare a fare i bisogni fuori di casa un cucciolo ha bisogno di uscire moltissime volte al giorno, anche 8-10 e sempre nei momenti più critici, ovvero dopo aver dormito, mangiato o giocato: quando cioè sentirà maggiormente il bisogno di sporcare. Per un beagle già educato ai bisogni possono bastare 3-4 uscite giornaliere, due delle quali devono essere costituite da una bella e lunga passeggiata, per dargli modo di fare movimento, di sfogarsi, di esplorare il mondo che lo circonda, farlo socializzare con altre persone ed altri cani, e in generale, fare esperienze diverse ogni volta. Tutto questo è fondamentale per crescere un cane felice, soddisfatto ed equilibrato, senza che sviluppi fobie o problemi comportamentali di vario tipo.
    2) Purtroppo molti annunci di vendita cuccioli che si trovano su siti di questo tipo si rivelano delle truffe, per cui bisogna stare molto attenti. Leggi bene tutte le informazioni contenute, contatta i titolari dell’annuncio e fai tutte le domande del caso e dopo tutto questo, se ti sembrano persone affidabili, prima di prendere accordi, vai di persona a vedere i cuccioli e chiedi di vedere anche i genitori (almeno la madre). Certo che l’ideale sarebbe prendere il cucciolo da un allevamento serio ed affidabile, per avere determinate garanzie sulla purezza della razza e sulla salute del cucciolo.
    3) Il nostro sito è pieno di informazioni! Puoi utilizzare il campo “Ricerca” che trovi nella colonna qui a destra per cercare tutto ciò che ti incuriosisce!
    4) Il costo di un cucciolo può variare moltissimo a seconda di chi te lo vende. Diciamo che un prezzo per un cucciolo preso da un privato senza pedigree potrebbe aggirarsi intorno ai 300 euro, mentre un cucciolo proveniente da un allevamento certificato, dotato di pedigree e di tutte le garanzie del caso, può arrivare a costare 800 € o anche di più.

  • daya scrive:

    ciao!!vi prego datemi un consiglio perke prima di fare una scelta del genere vorrei essere sicura su tt i fronti. desidero tanto un cucciolo beagle, ma premtto che : vivo da sola in un appartamento di 120 mq con un balcone.. Il mio lavoro mi comporta ad uscire di casa alle 9 del mattino e mediamente ritornare dalle 18 in poi… lo so che sono troppe le ore in cui il cucciolo rimarrebbe da solo , allora cercavo di trovare una soluzione per riuscire comunque a prenderlo e nn doverlo far soffrire creando dunque anche ostilità nel suo carattere…Potrebbe essere sufficiente provare a strutturare le abitudini in qs modo: al mattino lo porterei un po’ a spasso prima di andare in ufficio. In pausa pranzo potrei tornare da lui e dedicargli almeno un’altra ora fuori..Finche’ la sera non torno a casa per stare con lui..(ovviamente dovessi uscire verrebbe con me, anche se so che in molti posti ristoranti etc storgono il naso) Inoltre io essendo appassionata della montagna spesso nei week end lo potrei portare con me a fare passeggiate , in agriturismi, faccio molte escursioni nei boschi nella zona delle leanghe.. insomma qs potrebbe bastare per non farlo diventare un cane triste e a nn indurlo a distruggermi la casa. Vi chiedo ancora questo: Sapete se ci sono delle compagnie aeree che accettano qs cuccioli?Vorrei prendere in considerazione anche questa cosa. Scusate le tante domande ma è la prima volta per me.grazie mille.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Daya, intanto complimenti perchè ti stai già dimostrando una proprietaria responsabile, pensando prima di tutto al benessere del tuo futuro cane e chiedendoti se i tuoi ritmi di vita potrebbero farlo soffrire. Quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la vita e le abitudini ed è molto saggio da parte tua porti queste domande. Dunque, per scendere nel dettaglio della tua situazione, ci sembra di capire che l’unico dubbio deriva dalle ore di solitudine che il cucciolo dovrebbe trascorrere ogni giorno, ma se ti impegni a portarlo a fare una bella passeggiata ogni mattina prima di andare al lavoro, a dedicargli del tempo nella tua pausa pranzo per farlo giocare e portarlo fuori per i bisogni e di nuovo al tuo rientro a casa la sera, allora beh… puoi affrontare tranquillamente l’arrivo a casa di un cucciolo! La pausa pranzo fortunatamente “spezza” il lungo periodo di solitudine e, sotto quest’ottica, 4 ore per 2 volte al giorno di solitudine non sono poi così drammatiche, visto che si sentirà appagato (e stanco!) dal tempo di qualità che passerai con lui.
    Per quanto riguarda i viaggi in aereo, tutte le compagnie dovrebbero accettare cani sui voli, ma ognuna ha le sue particolari condizioni e regole da rispettare quindi dovresti informarti bene interpellando di volta in volta direttamente la compagnia aerea. Sicuramente possiamo dirti che il viaggio in aereo è quanto di più stressante possa esserci per un cane e noi non lo consigliamo a nessuno, a meno di gravi problemi o necessità.

  • annamaria scrive:

    Da tempo vorrei prendere un cucciolo per responsabilizzare i miei nipotini di 8 e 5 anni ed anche perchè i cani mi piacciono tanto anche se non ne ho mai avuti. Ora mi è capitata un occasione ed entro due giorni devo decidere se far entrare in famiglia un beagle di 80 gg. Abito in una villetta e vorrei sapere se posso tenere il cucciolo in un piccolo recinto nel prato, per quante ore al giorno e, tempo permettendo, se posso lasciarlo anche in inverno. Vi ringrazio molto per l’eventuale risposta.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Annamaria! Non ti nascondiamo che abbiamo un pò di perplessità riguardo la tua situazione, soprattutto per il fatto che devi decidere in soli 2 giorni se adottare il cucciolo oppure no. Quella di prendere un cane, infatti, è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini.
    Senza ombra di dubbio il Beagle è un cane che ha tantissime qualità: una personalità molto forte e decisa, è tremendamente dolce e tenero, affettuoso e coccolone, socievole e non aggressivo, ma anche vivace e pieno di energie, golosone e “dispettoso”! D’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Non è assolutamente necessario avere chissà quale esperienza per crescere un Beagle sano ed equilibrato, è indispensabile però conoscere le caratteristiche della razza e capire se è un cane che può adattarsi alle tue abitudini e se riuscirai a prenderti cura di lui nel migliore dei modi.
    Il cucciolo può anche adattarsi a stare da solo nel recinto in giardino per qualche ora al giorno, a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso più volte al giorno, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi.
    Inoltre non gli deve essere preclusa la possibilità di entrare in casa e di “viverla”: se non può condividere gli stessi spazi del resto del “branco” si sentirà escluso, per cui il recinto in giardino va bene a patto di utilizzarlo di giorno (di notte è meglio che dorma in casa) e solo per qualche ora.
    Quindi pensaci bene prima di decidere, ne va della tua e della sua felicità! 🙂

  • paola scrive:

    ciao io desidero moltissimo avere un cucciolo beagle…abito in una casa di 100mq,me i miei non sono sicuri di prenderlo,per il semplice motivo che il cane soffre…secondo me,il cane soffre di più quando lo lasci da solo in giardino,che quando gli offri il tuo amore e lo tieni in famiglia come uno della famiglia…quindi vorrei sapere qualche consiglio utile per convincere i miei…grazie ciao 🙂 paola

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Paola! Dunque, non è lo spazio a disposizione che fa la felicità del beagle ed hai ragione a dire che soffrirebbe molto di più se lasciato in giardino da solo tutto il giorno piuttosto che in appartamento sempre circondato da te e dalla tua famiglia. Il cane è un animale sociale, ama stare in compagnia. Il beagle, a maggior ragione, che è un cane selezionato per la caccia in muta e quindi soffre molto la solitudine. Quindi se voi siete disposti ad occuparvi di lui, a portarlo a spasso almeno 3 volte al giorno, a fargli fare tanto movimento, a farlo socializzare con i suoi simili, ad avere molta pazienza nell’educarlo e a sopportare i piccoli inevitabili danni che farà da cucciolo… allora non c’è nessun motivo per cui non dovreste prenderne uno.
    Detto questo, quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la vita e le tue abitudini, per cui tutti i membri della famiglia devono essere sicuri al 100% di questa decisione. Pertanto prendetevi tutto il tempo necessario per pensarci e non abbiate fretta.

  • simone scrive:

    in giardino i miei cugini hanno un pastore maremaro abbastanza aggressivo se ci metto vicino unn deagle quante probabilità ci sono che sopravviva?????

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Caro Simone, ci auguriamo che la tua sia una domanda ironica….

  • simone scrive:

    PURTROPPO NO

  • simone scrive:

    allora lo tengo in casa

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Se i cani non si sono mai incontrati prima e sono entrambi maschi ed entrambi adulti, allora sì, è decisamente il caso di procedere con molta cautela!

  • ary scrive:

    ciao 🙂 ho appena preso il cucciolo ….era uno di quelli che tenevano per la vivisezione :(. La prima notte abbiamo provato a farlo dormire fuori, ma ha cominciato a piangere come un disperato e a “grattare” tutte le finestre,dopodichè lo abbiamo fatto entrare in casa e si è tranquilizzato. La stessa cosa succede anche di giorno…noi magari ci allontaniamo per qualche minuto e lui inizia a piangere 🙁 mi potresti dare un piccolo consiglio su come risolvere questo problema? è un cucciolo di 4 mesi …per il resto non combina danni 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ary! Intanto complimenti per il tuo bellissimo gesto di adottare un cucciolo di Green Hill! Dunque, per noi è sempre sbagliato far dormire il cane fuori di casa (a maggior ragione se si tratta di un cucciolo), non importa se lo si lasci in balcone, in terrazza, in garage o in giardino, non importa quanto questi ambienti possano essere sicuri e confortevoli. In ogni caso, non è il luogo dove vive il resto della famiglia. Il cane soffre quando non può condividere gli stessi spazi del resto del branco e non riesce proprio a capire perchè tutti dormono in casa e lui deve restare fuori, si sente escluso.
    E quindi è perfettamente normale che di notte pianga. Stiamo oltre tutto parlando di un cucciolo molto piccolo, staccato da poco dalla mamma e dai fratellini e che ancora deve prendere confidenza con la nuova casa e la nuova famiglia. Alla luce di tutto questo è normale che ancora abituato a restare in casa da solo. Per risolvere questa situazione ti consigliamo di preparare un angolino della casa tutto per lui, possibilmente recintato in cui possa sentirsi protetto e al sicuro e dove lasciarlo di notte e quando deve restare da solo. Trovi maggiori informazioni a riguardo in questo articolo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”

  • Angela87 scrive:

    Ciao Amico Beagle,
    Sono una ragazza di 25 anni che ha preso casa da poco e vorrei avere un po’ di compagnia.
    Sono allergica ai peli degli animali, Gatto in particolare, Ma vorrei tanto prendere un beagle.
    Sperando che il medico mi dia il consenso vorrei porre alcuni quesiti.
    Ho una casa piccola di 36 mq con terrazzino al 7′ piano. È tipo un open space, non ho le porte in pratica ed é poco lo spazio per poter creare un recinto. vorrei capire quindi come poter creare lo spazio che consigliate per l’inserimento del cucciolo.pensavo di chiudere il passaggio come se ci fosse un finta porta così che abbia tt la cucina x se.. Il terrazzo potrebbe essere un luogo di gioco (extra passegguata ovviamente) dove farlo divertire e giocare, vi sembra una buona soluzione? O suggerite di lasciarlo fuori qnd non ci sono?
    Inoltre Anche io cm tanti, esco di casa alle 8 del mattino e rientro alle 18,30/19,00 x lavoro ed il piccolo resterebbe solo parecchie ore, all’inizio verrebbe mia madre nel pomeriggio x non lasciarlo troppo solo x abituarlo fino al non venire più.. Gia da subito Avrebbe questi orari, Potrebbe andare bene? Ho letto che per questi casi consigliate di prendere già un adulto, ma io vorrei tanto un cucciolo, fermo restando di riuscire a trovare in un canile un cucciolo bisognoso di amore.
    Mi preoccupano inoltre le spese di mantenimento..qnt possono ammontate in un mese ? Cm ho detto sono giovane e vivo sola, e non vorrei prendere un amico per poi farlo star male e non poter rispondere ai suoi bisogni! Insomma vorrei proprio capire come fare..
    Spero possiate aiutarmi.
    Ps: complimenti il sito è davvero stupendo!
    Angela

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Angela, grazie per i complimenti! Dunque, come prima cosa ti consigliamo di accertarti di riuscire a convivere con un cane data la tua allergia. Purtroppo sono molte le persone che sopravvalutano questo problema e adottano un cucciolo, salvo poi doversene liberare poco dopo perchè la presenza del cagnolino crea loro problemi di salute. In secondo luogo, non avere fretta! Quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini. Senza ombra di dubbio il Beagle è un cane che ha tantissime qualità: una personalità molto forte e decisa, è tremendamente dolce e tenero, affettuoso e coccolone, socievole e non aggressivo, ma anche vivace e pieno di energie, golosone e “dispettoso”! D’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Per questo motivo fai benissimo ad informarti il più possibile sulle caratteristiche del beagle e a pensare bene a come potrebbe cambiare la tua vita dopo che avrai portato a casa un cucciolo di questa razza e soprattutto ti dimostri fin da ora una proprietaria responsabile in quanto stai già mettendo in primo piano il suo benessere.
    Per quanto riguarda la gestione dello spazio casalingo, per creare il suo “spazio-tana” puoi utilizzare un semplice box per cani grande abbastanza da contenere la sua cuccia, una traversina dove sporcare, le ciotole e qualche giochino (eccoti un esempio: Beagle in confinamento) oppure va benissimo anche la soluzione che hai pensato e, magari con un cancellino a pantografo, confinarlo in cucina. Tutto questo solo per i primi mesi di vita e soltanto di notte e quando dovrà restare a casa da solo, verrà il momento in cui non avrà più bisogno di essere confinato. Il terrazzo è un ottimo diversivo e va bene lasciarlo giocare lì, ma ti consigliamo comunque di tenerlo in casa quando dovrà restare da solo.
    Effettivamente i tuoi orari sono un pò proibitivi, sarebbe davvero una violenza lasciare un cucciolo da solo per tutte quelle ore, ma se hai una persona che può spezzare la sua giornata, passare del tempo con lui e portarlo a spasso allora va bene, un cucciolo può abituarsi benissimo a restare solo per qualche ora al giorno.
    Per quanto riguarda le spese di mantenimento non possiamo dirti delle cifre perchè ci sono troppe variabili in gioco: c’è il mangime il cui prezzo cambia molto a seconda della marca e soprattutto del livello di qualità da te scelto, c’è il veterinario, ci sono gli accessori (cuccia, ciotole, traversine, guinzaglieria, ecc…), i giochi… Senza ombra di dubbio il primo anno di vita è quello più “oneroso”, poi diciamo che le spese vanno a stabilizzarsi.
    In bocca al lupo per tutto!

  • Angela87 scrive:

    Ciao Simona. Grazie mille per i tuoi consigli. Il 30 c.m. Ho la visita e vedrò cs mi dice il medico.
    Nel caso fosse un si penso di prenderlo d’estate così da avere 3 settim. di ferie x farlo abituare a me.
    Mio zio é animalista e mi ha consigliato di prendere un meticcio al canile così da salvare un cucciolo in difficoltà, e mi consigliava di prenderlo già di un annetto così che sia abituato a fare i bisogni fuori e già sterilizzato. ti aggiorno dopo la visita.
    Posso chiederti nel caso qlc consiglio anche se non di trattasse di un beagle?
    A presto e grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Angela, adottando un cane dal canile sicuramente fai una buona azione e doni la felicità ad un cane sfortunato. E’ vero anche che i cani dal passato difficile spesso portano con sè delle problematiche anche non semplici da risolvere, ma sicuramente noi ti aiuteremo volentieri per quello che potremo! 🙂

  • Salvatore scrive:

    Ciao, avrei bisogno di un informazione, io e mia moglie stavamo pensando di prendere un cucciolo di beagle, a noi piacciono i cani ma lo prenderemmo per lo più per nostra figlia di quattro anni che li adora, considerando che la scelta del cane si fonda principalmente su quello più adatto a socializzare con la bimba, mi consigliate il beagle? Inoltre durante la nostra assenza per lavoro di circa 7-8 ore, che comunque non si verificherebbe tutti i giorni, ne soffrirebbe il cane?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Salvatore! Dunque, quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini. Senza ombra di dubbio il Beagle è un cane che ha tantissime qualità: una personalità molto forte e decisa, è tremendamente dolce e tenero, affettuoso e coccolone, socievole e non aggressivo, ma anche vivace e pieno di energie, golosone e “dispettoso”! D’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Per questo motivo FAI BENISSIMO ad informarti il più possibile sulle caratteristiche del beagle e a pensare bene a come potrebbe cambiare la tua vita e quella della tua famiglia dopo che avrai portato a casa un cucciolo di questa razza. Innanzitutto bisogna dire che è fattibile lasciare un beagle in casa da solo per 7-8 ore al giorno, ma in questo caso bisogna fare molta attenzione a dedicargli del tempo nel resto della giornata per soddisfare i suoi bisogni fondamentali di movimento e socialità e per fargli sfogare la dose infinita di energie che si ritrova, quindi va portato quotidianamente a spasso, a correre, a giocare, a socializzare e divertirsi con altri cani… onde evitare di avere un cane depresso e frustrato che, per sfogare le proprie energie, inizia ad adottare comportamenti poco graditi.
    Infine dobbiamo un pò smentire questa diceria che il beagle sia così particolarmente adatto ai bambini… E’ vero che è un cane dal carattere molto docile, mai aggressivo e sempre propenso al gioco ma è anche vero che da cucciolo è molto esuberante e potrebbe essere un problema se manifestasse sul bimbo la sua voglia di esplorare il mondo con la bocca tipica di quell’età. Pertanto, la combinazione “cane-bambini piccoli” non deve mai essere presa sottogamba: quando non riesci a controllare la situazione (cioè ad essere fisicamente presente), sarebbe meglio cercare di tenerli separati il più possibile, almeno finché sono piccoli. In questo articolo trovi qualche informazione in più a riguardo: Bambini e cuccioli
    Ti consigliamo di valutare attentamente l’adozione di un cucciolo di beagle, di leggere tutto ciò che puoi riguardo a questa razza e, in base a questo, di capire se il beagle è davvero il cane che stai cercando.

  • Andre scrive:

    Io e la mia famiglia stavamo pensando di prendere un cucciolo di beagle, e mi sto informando un sacco per sapere se il nostro stile di vita è ideale per il cucciolo,
    siccome ho contattato un allevatore che avrà dei cuccioli disponibili da maggio, è un problema se starà da solo per un mese dalle 8.30 alle 14 durante la settimana? Poi da giugno in poi io sarò a casa per tutta l’estate fino a settembre

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Andre! Dunque il Beagle è un cane che ha tantissime qualità ma è anche un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Per questo motivo fai benissimo ad informarti il più possibile sulle caratteristiche del beagle e a pensare bene a come potrebbe cambiare la tua vita dopo che avrai portato a casa un cucciolo di questa razza. Non è strettamente necessario avere un giardino e può adattarsi a stare in casa da solo per qualche ora al giorno, a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi. Per quanto riguarda la gestione del suo spazio potrai sacrificare un angolino della casa e adibirlo al suo “spazio-tana”, basterà acquistare un recinto per interni e metterci dentro la cuccia, le ciotole, la traversina su cui sporcare ecc… come spiegato nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”.

  • Andre scrive:

    Grazie mille delle informazioni e complimenti per il bellissimo sito 🙂

  • devid scrive:

    Salve , ieri ho preso il mio primo cucciolino di Beagle ed è veramente fantastico. Abito in un appartamento di 100 mq e oggi pensavo di crearli il suo spazietto personle sul balcone , i quanto è pieno di fiori e circondato da molto verde. Sto facendo molta fatica ad abituarlo a fare bisogni fuori ( oggi li ha fatti fuori per la prima volta e lo premiato con un pezzettino di grana) . Inoltre io in questo momento sono costretto a stare a casa e quindi ho tutto il tempo per darli la giusta attenzione e portaro a fare utte le passeggiate che vuole. Inoltre mia madre è casalinga quindi è sempre disponibile a badarlo…ancche mio padre è abbastanza disponibile. Secondo voi in base alle condizioni che vi ho elencato il cane crescerà psicologicamente sano??? Ho desiderio che il cane cresca in perfette condizioni psichiche e fisiche, Grazie mille in anticipo per la risposta

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Devid, sembra che il tempo da dedicare al cucciolo non vi manchi e questo è sicuramente il piede giusto con cui partire. Il beagle è un cane che ama stare all’aria aperta e necessita di molto movimento e di esercizio fisico, da cucciolo inoltre è necessario sorvegliarlo il più possibile per correggere i suoi errori e premiarlo immediatamente quando fa la cosa giusta. Così facendo verrà educato nel modo più corretto e veloce a fare i bisogni nel posto giusto, a stare da solo, a dormire nella cuccia ecc… Non è strettamente necessario avere un giardino recintato e può adattarsi a stare in casa da solo per qualche ora al giorno, a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi. Ti consigliamo inoltre di evitare di farlo dormire sul balcone ma di preparargli un angolino DENTRO casa. Noi sconsigliamo categoricamente di far dormire un cane fuori di casa, a maggior ragione se si tratta di un cucciolo così piccolo! Tutti i cuccioli soffrono di solitudine e ancora di più se vengono relegati di notte fuori di casa. Inoltre i cani hanno bisogno di sentirsi parte del branco (cioè la vostra famiglia) e dormendo fuori si sentono totalmente esclusi per il fatto di non poter condividere gli stessi spazi e questo potrebbe portarli a sviluppare problemi di comportamento. Inoltre a lungo andare, dormire fuori causerebbe sicuramente acciacchi fisici che si manifesterebbero in età adulta, per non parlare del pericolo della Leishmania, dato che i flebotomi (gli insetti responsabili di veicolare questa malattia) agiscono nelle ore notturne. Per noi l’ideale è adottare la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove potrà stare durante la notte e quando dovrà restare in casa da solo finchè non sarà abbastanza grande da poter passare le giornate fuori in giardino. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo. Ecco due articoli a questo riguardo che possono esserti utili:
    Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”
    Dove facciamo dormire il Beagle?

  • Piero scrive:

    Buongiorno. Abbiamo deciso di adottare un beagle e quando avrà tre/quattro mesi di età lo porteremo a casa. Poiché sarà estate, avendo un giardino di circa 100 metri, potrà essere subito abituato a star fuori? Grazie in anticipo della risposta che mi vorrete dare.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Piero, un cucciolo così piccolo non può farcela a gestire se stesso da solo in uno spazio così grande e tutto sommato sconosciuto. Pertanto, prima di lasciarlo da solo in giardino, sarà necessario passare del tempo fuori con lui, fargli prendere confidenza con l’ambiente ed abituarlo in modo graduale. Sarà anche necessario creargli un angolino tutto suo con una cuccia o brandina e ciotola dell’acqua e possibilmente al riparo da sole ed intemperie. Per la notte però il nostro consiglio è quello di farlo dormire in casa, è fondamentale per tutta una serie di ragioni che puoi leggere qui: Dove facciamo dormire il Beagle?

  • Piero scrive:

    grazie, provvederò a sistemare un angolo protetto conj cuccia nel giardino all’ombra e la sera starà in casa in un comodo e morbido giaciglio. La compagnia sarà più che assicurata 🙂

  • Arianna scrive:

    Buon giorno a tutti! Posso dire in tutta sincerità che prima di portare a casa il nostro (mio e di mio figlio) Angus questo blog é stata una manna dal cielo. Penso che coloro che vogliono realmente prendersi cura di un animale, indipendentemente dal tipo e dalla razza, dovrebbero informarsi prima di prendere tale decisione. Ed il lavoro che fate, Simona e Francesco, é straordinario.
    Personalmente siamo contentissimi; soprattutto grazie al vostro supporto e, ai vostri consigli, Angus potrà crescere felicemente.
    Grazie!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Arianna, grazie a te per queste tue bellissime parole, hai colto nel pieno la nostra missione! Siamo davvero felici che il nostro sito ti sia così utile nel crescere al meglio il tuo Angus! 🙂

  • carola scrive:

    salve a tutti io sto cercando un beagle cucciolo da tenere in appartamento e volevo chiedere se è meglio un maschio o una femmina e secondo voi è meglio che la sua cuccia stia in salotto (molto grande ma più occupato) o in cucina ovviamente più piccola??

  • simona scrive:

    ciao sono simona e sto x comprare un cucciolo di beagle per mia figlia ma nn riesco a trovare da nessuna parte una recinzione come la vostra!!!! mi potete dire dove potrei comprarla e dato che non sn molto esperta quanto deve mangiare un cucciolo di beagle cucciolo maschio??? e nei primi giorni che sono in casa mi hanno detto che sono delle pesti vero?? rispondete presto x favore il cucciolo arriva la prossima settimana!!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Carola! Dunque, solitamente non ci piace consigliare a nessuno il sesso di un futuro cucciolo perchè riteniamo che questa debba essere una decisione prettamente personale. Tieni presente che entrambi avranno bisogno di fare tanto movimento e di socializzare molto con altri cani, entrambi avranno bisogno di continue attenzioni soprattutto nei primi mesi di vita e ci vorrà molta pazienza, non importa il sesso del cucciolo. Sia il maschio che la femmina avranno bisogno di ricevere fin da subito un’educazione ferma ma gentile, per evitare che il piccolo prenda il sopravvento su di te. Diciamo che le differenze tra maschio e femmina si ripercuotono soprattutto nella loro sessualità: la femmina se non sterilizzata (decisione da prendere seriamente in considerazione qualora non si vogliano farle fare dei cuccioli) va in calore due volte all’anno, mentre il maschio subisce semplicemente il calore delle femmine (ne percepisce l’odorea chilometri di distanza), arrivando persino a cercare di scappare per raggiungere la femmina. Caratterialmente le differenze sono minime: solitamente la femmina è più intelligente ma anche più furbetta, mentre il maschio resta solitamente più “tontolone”; la femmina può essere più docile e semplice da educare mentre il maschio può essere più testone… Ma attenzione, queste sono solo le regole generali, bisogna considerare sempre il cane nella sua individualità, con un carattere e un’indole specifica indipendente dal sesso. Quindi scegli come meglio credi, in base alle tue preferenze personali e al tuo istinto e, se proprio non sai decidere, aspetta di vedere la cucciolata: sicuramente ci sarà un cagnolino che attirerà di più la tua attenzione e magari sarà proprio quello il prediletto, che sia maschio oppure femmina. Per quanto riguarda la posizione della cuccia, come location può andare bene sia il salotto sia la cucina, la cosa importante è che sia una zona “vissuta” della casa, per evitare di far sentire escluso il cucciolo. Infine ti consigliamo di leggere i seguenti articoli:
    Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”
    Come vivere bene con un beagle in appartamento

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Simona, il nostro è un semplice cancellino a pantografo che abbiamo utilizzato per chiudere un angolino della casa, lo puoi trovare in qualsiasi negozio di fai-da-te (Brico, Leroy Merlin, Obi, ecc…). Se invece cerchi un box per interni lo puoi trovare nei petshop più forniti oppure in qualche negozio online, come ad esempio zooplus: Recinto Ruby Ottagono
    Per quanto riguarda la quantità di pappa devi seguire le indicazioni riportate sulla confezione del cibo che gli darai (dovrai continuare con la pappa che ha assunto finora dall’allevatore e con cui è stato svezzato), perchè ogni mangime ha ovviamente apporti calorici e nutrizionali (e quindi dosi giornaliere consigliate) differenti dagli altri. Per maggiore chiarezza leggi l’articolo: Alimentazione del Beagle: quanto e quando?. Infine sì, accudire un cucciolo di beagle non è proprio una passeggiata di salute e nei primi tempi ci vorrà molta pazienza e molto impegno per insegnargli una corretta educazione domestica. Ti consigliamo di prepararti il più possibile leggendo gli articoli di questo sito, magari partendo dalla categoria “Beagle cucciolo”.

  • simona scrive:

    grazie mille di tutto seguirò i vostri consigli e il cucciolo stara’ alla grande nn vedo l’ora che arrivi

  • marzia scrive:

    Buongiorno,
    ho un beagle che io adoro..Ha 6 mesi e dorme nel nostro garage che è comunicante con la casa,come se fosse un’altra stanza in casa.
    Mio marito le ha fatto un recinto ma da circa 15 gg ,dal rientro delle ferie in pratica piange disperata perché non ci vuole neppure più stare.
    Come possiamo fare a farla tornare come prima?A me fa tanta tenerezza e così l’abbiamo lasciata libera in garage ma fa disastri,salta sulle macchine mangia quello che può e cosi non va bene…sembra una stalla!!!aiutoooo…grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Marzia, il comportamento del tuo cucciolo è più che comprensibile. Noi sconsigliamo sempre di far dormire un cane fuori di casa, a maggior ragione se si tratta di un cucciolo così piccolo. E non importa se lo si lascia in giardino, in terrazza, in garage o quanto confortevole possa essere la sua cuccia, perchè in ogni caso non è dentro casa. Tutti i cuccioli soffrono di solitudine e ancora di più se vengono relegati di notte fuori di casa. Inoltre i cani hanno bisogno di sentirsi parte del branco (cioè la vostra famiglia) e dormendo fuori si sentono totalmente esclusi per il fatto di non poter condividere gli stessi spazi e questo potrebbe portarli a sviluppare problemi di comportamento. Per noi l’ideale è far dormire il cane DENTRO casa adottando la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove potrà stare durante la notte ed eventualmente quando dovrà restare in casa da solo. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”

  • raffaele scrive:

    A marzo arriverà la mia cucciolotta di Beagle che chiamerò Luna.Secondo voi appena preso qual è il miglior approccio ???? comunque complimenti per il fantastico sito e per tutti questi consigli utilissimi !!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Raffaele, sicuramente la cosa migliore da fare è tenerla tranquilla per i primi giorni. Considera che sarà appena stata prelevata dalla cucciolata e portata via da mamma e fratellini contro la sua volontà, perciò si sentirà molto spaesata e magari sentirà la mancanza dei fratellini. Cerca quindi di non farle vivere emozioni molto forti e di darle il tempo per ambientarsi alla nuova casa e alla nuova famiglia.

  • Daniele scrive:

    Ciao, sabato arriverà il nostro primo Beagle. La ragazza dalla quale lo abbiamo comprato ci ha consigliato di mettere una cuccia rigida di fuori dove farlo dormire, e una morbida dentro dove farlo riposare e giocare (abito in un appartamento, per fuori intendo un piccolo balconcino lungo all’incirca come una porta da calcio). Mi consigli di seguire il suo consiglio o di farlo dormire in casa?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Daniele, intanto auguri per l’imminente new-entry in famiglia! Dunque, secondo noi è sempre sbagliato lasciare un cane a dormire fuori di casa, a maggior ragione se si tratta di un cucciolo così piccolo! I cani sono animali sociali, hanno bisogno di sentirsi parte del branco (cioè la vostra famiglia) e stando fuori si sentono esclusi per il fatto di non poter condividere gli stessi spazi e questo potrebbe portarli a sviluppare problemi di comportamento. Inoltre a lungo andare, dormire fuori causerebbe sicuramente acciacchi fisici che si manifesterebbero in età adulta, per non parlare del pericolo della Leishmania, dato che i flebotomi (gli insetti responsabili di veicolare questa malattia) agiscono proprio nelle ore notturne. Per noi l’ideale è preparare uno spazio dentro casa dedicato al cucciolo adottando così la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove potrà stare durante la notte e quando dovrà restare in casa da solo. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo. Ecco un paio di articoli a questo riguardo:
    Dove facciamo dormire il Beagle?
    Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”.

  • elisa scrive:

    Ciao, finalmente sono riuscita a convincere la mia famiglia ad adottare un cucciolo di beagle (mi sento in colpa per i cani del canile, ma sono troppo innamorata di questa razza) e volevo chiedere alcune cose per il benessere del mio nuovo amico. 1 dato che i miei sono separati, e il cucciolo sarebbe unicamente una mia responsabilità, mi chiedevo se sarebbe un problema portarlo con me una settimana a casa di mia madre, e una da mio padre. 2 frequentando un liceo classico, manco circa 4/5 ore al giorno e dopo 2/3 ore che posso passare con il cane, a partire dalle 15:30 studio a casa di norma ininterrottamente fino alle 18:30/19:00. Anche se non si troverebbe da solo, perché sia mia madre sia mio padre lavorano solo di mattina, mi domandavo se fosse un problema. Comunque, dato che ho deciso di aspettare l’ estate per adottarlo in modo da potermi dedicare completamente a lui durante la sua infanzia, quest’ ultima circostanza sorgerebbe dal terzo mese di vita. Complimenti il sito è davvero molto interessante!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Elisa, grazie per i complimenti, siamo felici di sapere che trovi interessanti i nostri consigli. Dunque, il cucciolo non avrà problemi ad adattarsi a vivere in due case separate, se saprai creargli, in ambedue le abitazioni, un angolino tutto suo, con la sua cuccia, le sue ciotole, i suoi giochi, la traversina dove sporcare ecc… in modo che abbia sempre un punto di riferimento e un luogo intimo dove sentirsi al sicuro. Per quanto riguarda i tuoi orari non ci sembrano proibitivi, un cucciolo può adattarsi benissimo a stare in casa da solo per qualche ora al giorno, a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Pertanto dovrai essere brava a conciliare i tuoi impegni di scuola e studio con le esigenze del tuo beagle. Infine va benissimo adottare il piccolo in estate così che tu possa dedicarti completamente a lui e alla sua educazione, ma inizia fin da subito ad abituarlo a restare da solo, altrimenti per lui sarà un trauma enorme quando, a settembre, di punto e in bianco, si ritroverà a dover passare tutta una mattinata solo soletto. A questo riguardo puoi seguire i consigli riportati nell’articolo Come insegnare al cucciolo di beagle a rimanere solo.

  • elisa scrive:

    Grazie mille per i consigli, sicuramente il cucciolo avrà tutto ciò che gli occorre e forse anche di più! anche se mi dispiace lasciarlo solo a casa anche d’ estate 🙁 spero di riuscire ad avere piu tempo per lui, magari studiando su una panchina al parco mentre gioca nell’ area cani, che ne dite? Vi ringrazio, elisa c:

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Durante la fase di abituazione alla solitudine non è necessario che lo lasci in casa da solo per molte ore, all’inizio bastano pochi minuti ma ripetuti quotidianamente, come descritto nell’articolo che ti ho consigliato di leggere. Credimi, è molto meglio che per lui diventi fin da subito una routine, altrimenti soffrirà tantissimo da settembre in poi se non sarà adeguatamente preparato! Infine, evita di lasciarlo giocare da solo in area di sgambamento. In quei contesti i cani non vanno mai lasciati in balia di loro stessi ma vanno sempre tenuti sotto controllo.

  • elisa scrive:

    Ok capisco non avevo ancora letto l’ articolo, grazie dei consigli! 🙂

  • Giulia scrive:

    Ciao, sono una ragazza di 17anni, finalmente sono riuscita a convincere i miei genitori a prendermi un cucciolo. Entrambi amano gli animali ma erano diffidenti poichè abitiamo in un appartamento di circa 90mq con due balconi non esageratamente grandi. Quindi mia madre sarebbe più propensa a prendere un cagnolino piccolo (a lei piace il Maltese) ma io preferire i cani di grande taglia ma mi rendo conto che tenere un pastore tedesco in appartamento forse non è proprio il massimo, perciò il beagle mi sembra il cane adatto a me. Riuscirei a portarlo fuori la mattina prima di andare a scuola, quando torno a casa, durante il pomeriggio almeno che non abbia molto da studiare e pensavo di portarlo fuori per qualche oretta anche la sera a correre, essendo io amante dello sport. Volevo chiedere: si adatterebbe bene in appartamento? durante le ore in cui dovrebbe rimanere solo sarebbe meglio lasciarlo in casa o sul balcone? pensavo di mettere una cuccia nell’angolo del salotto lasciando aperta la portafinestra che da sul balcone in cui avrei messo una “mini casetta” (cuccia), cosa ne dici? Amo gli animali, ed ho sempre desiderato un cane .. aspetto una risposta, grazie:)

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giulia! Dunque, quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la tua vita e tutte le tue abitudini. Senza ombra di dubbio il beagle è un cane che ha tantissime qualità: una personalità molto forte e decisa, è tremendamente dolce e tenero, affettuoso e coccolone, socievole e non aggressivo, ma anche vivace e pieno di energie, golosone e “dispettoso”! D’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita. Per questo motivo FAI BENISSIMO ad informarti il più possibile sulle caratteristiche del beagle e a pensare bene a come potrebbe cambiare la tua vita dopo che avrai portato a casa un cucciolo di questa razza. Tranquilla, non è strettamente necessario avere un giardino recintato e può adattarsi benissimo alla vita di appartamento e a stare in casa da solo per qualche ora al giorno, a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi. Per il resto evita di lasciarlo sul balcone da solo, almeno da cucciolo, potrebbe non riuscire a gestirsi in questo spazio esterno. Secondo noi la soluzione ideale è preparare uno spazio dentro casa dedicato al cucciolo adottando così la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove potrà stare durante la notte e quando dovrà restare in casa da solo, così come descritto nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo.

  • Matteo scrive:

    Ciao come Umberto ho lo stesso problema, sono fuori casa molte ore della mia giornata, ma ho un appartamento di 100 mq più il giardini di 30, il piccolo avrebbe la possibilità di entrare e uscire da casa a suo piacimento! Andra in contro a molti problemi?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Beh, difficile dirlo così sulla carta, dipende soprattutto da come saprai dedicarti a lui negli altri momenti della giornata. Se riuscirai a farlo sfogare bene prima di lasciarlo solo e al tuo ritorno allora non dovresti andare incontro a grossi problemi. In ogni caso, almeno per i primi tempi, se il cucciolo dovrà stare da solo per più di sei ore, valuta la possibilità di chiedere l’aiuto di qualcuno (amico, parente, vicino di casa, dog-sitter) che vada da lui a metà giornata per portarlo a fare una passeggiatina, fargli un po’ di compagnia e dargli da mangiare (i cuccioli fino a 4-5 mesi devono mangiare 3 volte al giorno).

  • Shimo scrive:

    Ciao a tutti.. Ieri io con la mia famiglia abbiamo preso il nostro primo cane, un beagle.. Per ora tutto bene! Unico problema la nanna.. Quando andiamo a dormire lo mettiamo con la sua cuccia in bagno in modo che nn abbia tutto lo spazio di casa così sporca solo li visto che sono i primi giorni.. La mia domanda è la seguente, va bene chiuderlo in bagno senza che ci veda e senta? Noi lo sentiamo piangere, cosa dobbiamo fare!? Attendo vostri consigli.. Grazie

  • Shimo scrive:

    Oppure lo mettiamo in camera con noi, ovviamente con la sua cuccia, in modo che ci veda e stia con noi!!?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Simone, innanzitutto tanti auguri per la new-entry in famiglia Dunque, per noi l’ideale è preparare uno spazio dentro casa dedicato al cucciolo adottando così la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove potrà stare durante la notte e quando dovrà restare in casa da solo. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo, come descritto nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”. La posizione ideale del recinto per il confinamento è in una zona della casa “vissuta” ma comunque tranquilla e non completamente in mezzo al passaggio, quindi può andare bene il salotto o la cucina, meno bene può andare il ripostiglio, l’anticamera o il bagno. Pertanto il comportamento del cucciolo è assolutamente normale, considera che è appena stato portato via contro la sua volontà dalla mamma e dai fratellini per essere catapultato in una realtà completamente differente, con personen sconosciute e in un ambiente sconosciuto. Il bagno poi, diciamocelo, è tutto tranne che accogliente! 🙂 Se puoi, almeno finchè non si sarà ambientato, metti la sua cuccia in camera tua, nel mentre puoi escogitare un posticino all’interno della casa dove creare il suo spazio tana e abituarlo gradualmente a stare lì!

  • salvatore scrive:

    ciao abito a cesena in una casa con un piccolo terrazzino..a breve mi arriverà un cucciolo beagle di 2 mesi e mia moglie è molto preoccupata:-) ma io sono ottimista anche perchè le due bimbe una di sei e l altra di otto saranno felicissime.. volevo fare una domanda..se quando è cucciolo lo metto in una cuccia coperta, quando noi non ciu siamo, fuori al terrazzino per far si che non faccia danni, può fare male al cucciolo il freddo? potrebbe ammalarsi? o è meglio tenerlo cmq all interno anche quando noi non ci siamo??

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Salvatore, eh sì, non è il massimo lasciare un cucciolo così piccolo all’esterno, specialmente adesso che andiamo incontro alla brutta stagione. Le sue difese immunitarie sono ancora deboli, pertanto è facile che si ammali se prende freddo. Per noi l’ideale è preparare uno spazio dentro casa dedicato al cucciolo adottando così la tecnica del “confinamento”, in quanto è fondamentale per il cane avere uno “spazio-tana” tutto suo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro e dove potrà stare durante la notte e quando dovrà restare in casa da solo. E’ utile anche per insegnargli una corretta educazione ai bisogni e, naturalmente, per evitare che si metta nei guai o distrugga la casa quando resta solo, come descritto nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”. Poi magari la prossima primavera, quando sarà più cresciuto, potrai abituarlo a restare sul terrazzo quando dovrà stare da solo.

  • salvatore scrive:

    ciao simona un altro consiglio se puoi. Per un beagle è preferibile una pettorina ad H o un guinzaglio classico? come lunghezza? Sai molti mi hanno detto che col guinzaglio classico tende a strozzarsi se tira e può far male..non so…

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Salvatore, è preferibile cominciare ad abituare il cucciolo con un collarino semplice, mentre per le passeggiate meglio pettorina ad H E guinzaglio classico. Il collare è un’altra cosa! Leggi questi articoli, ti saranno utili:
    Accessori per il Beagle: collare (o pettorina) e guinzaglio
    Quale pettorina per il Beagle?
    Come abituare il cucciolo a collare e guinzaglio

  • Rubino scrive:

    salve a tutti, tra un mese avrò il piccolo Ares di 2 mesi, purtroppo non ho una camera da destinargli, in compenso ho un terrazzo in cui sistemare la cuccia dall’estate prossima. Essendo cucciolo pensavo di tenerlo in casa fino a maggio e sistemarlo nel corridoio, non ditemi nulla ma penso sia il posto migliore. Ho la casa piena di porte e balconi, l’unico posto più appartato e protetto è accanto una dispensa posta nel corridoio, da lì non vedrebbe la porta d’ingresso e sarebbe lontano dal via vai delle altre camere… che ne dite? Sono cresciuta con un pincher che per anni è stato nel corridoio e dormiva sempre, tranquillo e a suo agio…ora col Beagle non penso sia una tragedia averlo lì, o sbaglio?!!? 🙁

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao, direi che come luogo di confinamento dovrebbe essere adatto, starà a te cercare di renderlo più confortevole possibile, come descritto nell’articolo Educhiamo il cucciolo con il confinamento.

  • Rubino scrive:

    Proprio ora ho trovato delle recinzioni zincate modulari, da domani comincio a girare per le ferramenta
    È possibile considerare confinamento il corridoio?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    E’ possibile considerare confinamento qualunque spazio non troppo grande che possa essere interamente dedicato al cane e che sia recintabile in qualche modo, pertanto anche il corridoio va bene e per recintarlo puoi sempre utilizzare dei cancelletti a pantografo di legno o, meglio ancora, quelli di metallo per bambini.

  • Rubino scrive:

    ho fatto un paio di schizzi con diverse soluzioni, penso che opterò per i tralicci estensibili in legno… 😉

  • Andrea scrive:

    Ciao a tutti, io vivo in una casa su due livelli con una rampa di scale…mi chiedevo se è meglio evitare di fare salire e scendere le scale al cucciolo per prevenire problemi alle articolazioni…cosa mi consigliate? Posso abituarlo fin da subito alle scale o è meglio aspettare e prenderlo in braccio? Grazie in anticipo.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Andrea, eh sì, per i primi mesi sarà bene limitare l’utilizzo delle scale al cucciolo. Se le fa una volta al giorno non succede nulla, ma meglio evitare un continuo su e giù, potrebbe davvero pregiudicare un corretto sviluppo articolare. Magari puoi installare un cancelletto per bambini all’inizio delle scale in modo che non possa prendere l’iniziativa di salire e scendere e per il resto cerca di prenderlo in braccio la maggior parte delle volte.

  • Andrea scrive:

    Grazie mille Simona! Infatti pensavo proprio di mettere un paio di cancelletti… Ciao

  • Luigi scrive:

    Salve, con il mio cucciolo ho adottato il sistema del box, purtoppo peró piange spesso perché vuole uscire, che mi consigliate di fare?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Luigi, è assolutamente normale che all’inizio il cucciolo non accetti di essere confinato, ma bisogna insistere, vedrai che se lo gestisci bene, a lungo andare imparerà a vedere quello spazio come una tana e non come una gabbia.

  • Luigi scrive:

    Grazie per il consiglio, cercheró di non farmi impietosire 😉

  • Armando scrive:

    Salve, lunedì prossimo arriverà il mio cucciolo Iago. Per quanto riguarda il suo spazio, è necessario che sia recintato?
    Lo chiedo per il semplice fatto che avendo un appartamento risulta difficile trovare un angolo chiuso in cui “confinarlo”. Grazie mille in anticipo =)

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Armando! Dunque, diciamo che è altamente consigliabile allestire uno spazio recintato per il cucciolo, in modo che quando rimane solo non abbia tutta la casa a disposizione (lo confonde) e non abbia quindi modo di comportarsi male e di mettersi nei guai. Il recinto deve diventare per lui una sorta di “tana”, un luogo in cui sentirsi tranquillo e al sicuro, non una gabbia di detenzione. Per questo deve restare confinato durante la notte, quando deve rimanere in casa da solo, ed eventualmente quando nessuno lo può controllare. Per il resto della giornata deve poter essere libero di fare le sue esperienze, di esplorare la casa (sempre sotto la supervisione di qualcuno), di prendere confidenza con il nuovo ambiente e la nuova famiglia, di giocare… Per confinarlo puoi utilizzare un semplice cancelletto per bambini o un cancelletto a pantografo (li trovi nei negozi di fai-da-te come Brico, Obi, Leroy Merlin…) se hai un angolino della casa o uno stanzino piccolo da chiudere, altrimenti puoi utilizzare un box per cani da interno (li puoi trovare nei petshop più forniti oppure facilmente nei negozi online), prendendo esempio da questa foto: Beagle in confinamento.

  • Davide scrive:

    Ciao, innanzitutto complimenti per il sito. A breve nascerà il nostro cucciolo di Beagle e stiamo studiando il punto perfetto della casa dove destinare la sua area riservata. ci portiamo avanti di più di due mesi 🙂 . La nostra idea era quella di dargli libero spazio a un’ampia anticamera più ingresso, uno spazio di circa 10 mq. In questo posto metteremmo la cuccia, le ciotole e le traverse. La nostra preoccupazione è che, in questo modo, essendo una zona vicina alla porta di ingresso, possa causargli ansia vedendoci uscire e soprattutto non vorremmo che magari, seguendoci possa farsi male mentre ci chiudiamo la porta dietro ogni volta che dovremmo lasciarlo solo.
    Vorremmo anche posizionare un lettino in soggiorno e uno in camera da letto dove potrà accedervi solo quando ci saremo anche noi. Credi che questo possa confonderlo su quella che è la su area personale? Grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Davide, grazie per i complimenti! In effetti la zona di confinamento del cucciolo dovrebbe essere uno spazio esclusivamente dedicato a lui, non un luogo di passaggio e addirittura adiacende alla porta di ingresso in casa. Per ovviare alle tue giuste preoccupazioni, puoi chiudere questa anticamera con un semplice cancellino, in modo da ridurre un po’ lo spazio a sua disposizione (10 mq sono fin troppi) e separarlo dalla zona di ingresso. Per il resto, va benissimo che gli mettiate a disposizione un lettino anche in soggiorno, mentre per il momento aspetterei a dargli accesso anche alla camera da letto. 🙂

  • michele scrive:

    Salve, premetto che grazie ai vostri articoli mi sto preparando come meglio non si può all’arrivo del mio tanto desiderato cucciolo. Sto preparando il recintino per il confinamento, lo spazio sarà 170×70-80cm (che contiene un trasportino richiudibile 50x80x50) e volevo chiedere se sarebbe ideale costruire il recinto predisponendo una sorta di finestrella per permettere al cucciolo l’ingresso alla sua tana quando vorrà stare da solo oppure no, premetto che il confinamento lo userò di notte, ma anche durante le 2 ore che il cucciolo rimarrà solo. Vi ringrazio in anticipo per la risposta.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Michele, siamo felici di sapere che trovi utili i nostri consigli e sembra proprio che tu ti stia preparando nel migliore dei modi all’arrivo del cucciolo! Dunque, per rispondere alla tua domanda, più che una finestrella dovresti dotare il recinto di un cancellino, da chiudere quando il piccolo dovrà restare confinato e lasciare aperto nei restanti momenti della giornata, per permettergli di entrare e uscire a suo piacimento.

  • michele scrive:

    grazie mille per la risposta Simona, la mia supposizione (di lasciare la libertà al cucciolotto di entrare ed uscire) quindi è stata corretta. Adesso mi rimane solo da ideare un sistema efficace per fare il cancelletto. grazie, siete grandi!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Per il cancelletto ci sono tantissime soluzioni nei negozi di “fai da te” (LEroy Merlin, Ikea, ecc…), tipo i cancelletti a pantografo di legno o quelli in metallo per bambini. Altrimenti senza che stai troppo a sbatterti, puoi utilizzare un recinto per cani da interno, simile a questo: Beagle in confinamento

  • michele scrive:

    ho comprato tutto, mi piace fare queste cose e ho preferito costruirlo da me. grazie comunque per i vostri preziosissimi consigli!

  • domenico scrive:

    Io ho un cucciolo di beagle che si chiama zeus..ha 40 giorni e sarebbe dovuto restare ancora per qualche giorno vicino alla madre…pero purtroppo la mamma nn allattava i propri figli come doveva cosi decisi di andarlo a prenderlo prima…non so se o sbagliat aiutatemi..come posso aiutarlo sia a nn stressarli dalla lontananza dalla madre sia diciamo per quanto riguardo la salute..effettivamente e il più cicciottello dell intera cucciolata..spero in un aiuto grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Domenico, parlando proprio francamente sì, hai sbagliato a portare via il cucciolo dalla sua mamma così presto. Prima di tutto solitamente i cuccioli vengono svezzati intorno ai 30 giorni, e quindi è normale che a questa età smettano di assumere il latte materno. Ma restare nella cucciolata fino ai 60 giorni (cederlo prima è addirittura illegale!!!) è fondamentale per tutta un’altra serie di motivi, ovvero poter apprendere le basi della comunicazione e socializzazione canina, la ritualizzazione dell’aggressività, l’inibizione del morso, ecc… A questo punto ti consiglio di leggere attentamente l’articolo Perché è importante non prenderlo prima dei 60 giorni? per sapere cosa aspettarti nei prossimi mesi. Per quanto riguarda la sua salute, porta quanto prima Zeus da un veterinario per una prima visita di controllo e per pianificare il ciclo di vaccinazioni e sverminazione.

  • martina scrive:

    Ciao ragazzi, è un pò che non vi aggiorno sulla situazione…vi ricordate la mia bravissima e dolce Tiffany di tre anni e mezzo e il suo fratellino Tacos, il delinquente di casa da un anno ormai??? Bene il piccolo tacos all’ultimo calore di tiffany avvenuto un mese fa circa si è dato da fare e ultimamente sto notando parecchi cambiamenti in lei..sia fisici che caratteriali..è appicciccosa,più coccolona del solito ma a momenti si gira nervosissima come non ha mai fatto, non è un ingorda in genere ma questi giorni lo è in maniera assurda, sembra che le mammelle stiano un po scendendo e la pancia mi sembra crescere ogni giorno di più…..a giorni prenoterò un ecografia a scanso di equivoci ma penso proprio che tra un mese diventerò nonna…..dovremmo trasferirci a casa nuova a breve ma per il momento siamo ancora nel nostro nido di 60mq…come devo organizzare la “sala parto”? come mi accorgerò del momento del parto?ho paura di non esserci e che lei abbia bisogno di me….e sopratutto una volta nati i cuccioli posso lasciare il maschietto insieme a lei tranquillamente o pensate che possano esserci problemi? vi ringrazio in anticipo….martina

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Martina, non siamo le persone adatte a cui rivolgere questo tipo di domande, rivolgiti in primo luogo al tuo veerinario e poi ecco un articolo dove puoi trovare tutte le informazioni a questo riguardo, ti consigliamo di leggerlo attentamente e di informarti il più possibile su come gestire il parto e i momenti successivi: La cucciolata presa sul serio – Parte quinta: il parto

  • Pasquale De Rasis scrive:

    Ciao avrei bisogno ancora del vostro aiuto visto che presto arriverà il mio cucciolo beagle di 3 mesi volevo sapere alcune cose .il mio beagle vivrà in un giardino grande e di notte ugualmente dormirà in una nicchia grande dove a sua volta dentro c è la sua cuccia in modo che sia più protetto durante la notte volevo chiedervi per evitare che sporchi da per tutto lo devo confinare vicino la cuccia a fare i suoi bisogni oppure lo abitui in un posto preciso de giardino?

Lascia un commento