Torna all'homepage
Apr
13

Beagle cucciolo: 3 ragioni per prenderlo dell’età giusta

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Beagle cucciolo, Carattere Beagle

beagle età giusta fotoTra tutti quelli che hanno accolto nelle loro vite un beagle cucciolo, alcuni sembrano essere incappati in uno o più problemi “insuperabili”.
Il tono di certe e-mail che raccontano di un beagle cucciolo responsabile di strani disastri, comportamenti all’apparenza innaturali o atteggiamenti curiosi che danno pesanti problemi di gestione testimonia la gravità di situazioni che sembrano essere più “tragiche” di altre. 😮Alcuni sono addolorati dal fatto che il cucciolo non li consideri minimamente, altri sono perseguitati da piccoli lupi mannari che sembrano voler staccare a morsi le dita delle persone.

Altri ancora sembra che abbiano cagnolini ossessionati dallo spargere escrementi per casa, ma dietro la loro agitazione si nasconde il fatto che non riescono ad accettare che il cucciolo, per i primi mesi di vita, non abbia alcun controllo sulla gestione dei suoi bisogni (del resto è così anche per i “cuccioli di uomo” e di tanti altri mammiferi, ma dei bisogni ne parliamo in un altro articolo).

Diciamo subito che è normalissimo incontrare qualche difficoltà nei primi giorni di convivenza con il cucciolo. Nella stragrande maggioranza dei casi tutto si risolve con le giuste informazioni e il giusto atteggiamento e alla fine le scorribande si trasformano in ricordi divertenti.

Altre volte la gestione del cucciolo sembra più problematica.
In fondo ad ogni vicenda, quasi sempre si scopre una causa comune: il cucciolo è troppo piccolo.

Vediamo 3 grossi motivi per portare a casa il beagle cucciolo ad almeno 60 giorni di età (se sono 70 va anche meglio).

  • Perché impara il “linguaggio canino”.
    È proprio in questo periodo che impara da mamma e fratellini quello che possiamo chiamare, appunto, linguaggio canino.Impara a dosare la forza del morso, a non prendere oggetti che non deve e un’infinità di altre informazioni che faranno di lui un vero cane.
    Non imparando tutto ciò, è facile che diventi inspiegabilmente aggressivo, rissoso o timoroso verso altri cani che “non capisce” o che abbai istericamente a qualunque oggetto si muova, solo per fare alcuni esempi.

    Se non riesce ad imparare queste basi della comunicazione dalla mamma e dai fratellini, siamo noi che dobbiamo cercare di insegnargli qualcosa in più su “come stare al mondo”.
    Ma ovviamente noi umani apparteniamo ad un’altra specie, ed il nostro modo di insegnare e comunicare con il cane non sarà mai uguale a quello usato dalla mamma e dai compagni di cucciolata.

    Noi possiamo solo tentare rozzamente di insegnare qualcosa al cucciolo, ma per queste capacità di base è molto meglio lasciar fare ai suoi simili!

  • Perché impara le regole della socializzazione.
    In questo lasso di tempo impara anche a rispettare le distanze verso gli altri cani e i comportamenti per interagire con loro nel migliore dei modi.
    Un cagnolino non adeguatamente socializzato è facile che (ci risiamo) diventi aggressivo, mordace o troppo pauroso verso gli altri cani ma anche verso gli altri animali che si troverà davanti nel resto dei suoi giorni.
  • Perché riconosce l’uomo come parte integrante della sua vita.
    Essendo un cane domestico, l’interazione con l’uomo ha lasciato profondi segni anche nel suo patrimonio genetico. In fondo il cane è al nostro fianco da migliaia di anni, ed è normale che questa convivenza sia diventata parte integrante del suo essere.Tuttavia, se non impara da subito a vedere l’uomo come una figura amichevole, rassicurante e di riferimento (visto che i suoi proprietari saranno umani), rischia di sviluppare reazioni inopportune verso l’uomo.
    Ecco che possono riapparire aggressività, rissosità o timore ingiustificato ma stavolta verso le persone.

Ovviamente, non dovremmo neanche dirlo, ci si riferisce a cuccioli che sono stati regolarmente allevati da personale competente e hanno effettivamente passato i loro primi due mesi a contatto con la mamma, i fratellini, il padre ed il “resto del branco” (cioè gli altri cani dell’allevatore e le persone che li accudivano).

Se un cucciolo venisse strappato dalla mamma a pochi giorni e piazzato dentro una gabbia (cosa che in certi posti succede, basta cercare su internet “fabbrica di cuccioli” o “canifici”), i problemi che avrebbe sarebbero serissimi anche se ci venisse dato a due mesi di età.
Anzi, sarebbe forse peggio, ma questo è un altro argomento.

75 commenti:
  • ilaria scrive:

    ciao ragazzi! domani è il fatidico giorno.. arriva Fester. Ho letto l’articolo quassù e ovviamente non posso che concordare.. anche perchè io ho cresciuto in Calabria un cucciolo di meticcio, trovato in montagna e, un pò per inesperienza, un pò per la sua infanzia (che non conosco ma era senza la mamma quando l’ho trovato), ora presenta una serie di problemi che, documentandomi, capisco non sono del tutto imputabili a lui. Con noi in casa è dolcissimo, un amore, e non fa neanche molti dispetti, ma fuori è molto sospettoso coi bambini e in generale con chiunque cerchi di avvicinarsi troppo a noi.
    Con il nostro beagle cercheremo di essere da subito bravi nel capire come meglio abituarlo a considerarci parte integrante della sua vita, ma al contempo a rispettarci come “capo”. Lo prenderemo a 63 giorni, l’allevamento (giglio d’oro – Marradi) ci è sembrato competente ed esperto: hanno pochi cani, tenuti molto bene, una sola cucciolata e sia mamma che papà di Fester erano in gran forma!!!
    Vi volevo chiedere: che ne pensate del dog training, il recinto che abbiamo preso per Fester? è giusto confinarlo lì per abituarlo gradualmente al suo spazio? a noi c’è sembrata un’ottima tecnica per gestire al meglio lui e noi!
    Ciao a tutti, grazie.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ilaria, grazie per averci raccontato la tua esperienza passata. Per quanto riguarda il vostro Fester, intanto complimenti per la scelta di un allevamento qualificato. Poi ci sembra che stiate partendo proprio con il piede giusto! La prima cosa da fare infatti è diventare il leader del cucciolo, la sua figura di riferimento, rimanendo da subito fermi e coerenti nella sua educazione e ponendogli delle regole, dei limiti e dei confini che dovrà sempre rispettare. Ci sembra di capire che ne avete tutte le intenzioni! 🙂
    Noi siamo da sempre sostenitori della tecnica del “confinamento”, ovvero di creare per il cucciolo all’interno della casa uno spazio recintato tutto suo, con tutto l’occorrente per stare tranquillo (cuccia, acqua, giochi, tappeto assorbente, ecc…). Questo “confinamento” è molto utile quando dovete lasciarlo solo in casa o quando nessuno può occuparsi di lui e quindi correggerlo mentre fa qualcosa di sbagliato e poi, ovviamente, durante la notte. Imparerà ad associare il recinto con il suo angolino sicuro dove sentirsi protetto e voi potrete sempre stare tranquilli perchè lì non può fare danni in casa e inoltre mettere in pericolo la sua stessa salute. Senza contare che non è giusto lasciargli subito libero accesso a tutta la casa e ai vostri spazi. Inoltre questo è il modo migliore per abituarlo a sporcare sui tappetini assorbenti, fino a quando non avrà imparato a trattenersi e a fare i bisogni fuori casa. Quindi siamo assolutamente d’accordo con voi! 😉

  • orietta scrive:

    noi andiamo a prendere il cucciolo a 70 giorni spero di non trovarlo trooopo grande!ma so che è giusto cosi.siamo ancora molto incerti su cosa prendere per lui se solo una cesta plastica se la gabbia in acciaio .il recinto non so anche perche non abbiamo molto spazio.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Orietta, non preoccuparti perchè 70 giorni è l’età perfetta per portare a casa un cucciolo, vedrai che tu stessa rimarrai sorpresa da quanto sarà piccolo! 🙂
    Allora, come già detto varie volte, la soluzione ideale per noi è di creare un recinto con una cuccia all’interno, ma capiamo che non tutti hanno questa possibilità. Tra la gabbia e la cesta di plastica la differenza è che nella prima lo puoi chiudere, quindi evitare che possa girare libero per la casa sfuggendo al vostro controllo (ma in questo caso sinceramente ti consigliamo un trasportino che è molto più caldo ed accogliente rispetto alla gabbia in acciaio), mentre con la cesta di plastica si sentirà sicuramente più comodo ma dovrà sempre essere tenuto d’occhio. Detto questo la scelta spetta a te, devi valutare il tempo che puoi dedicare al cucciolo per la sua educazione e scegliere la soluzione che più si adatta.

  • Simona scrive:

    Ciao Ilaria, oggi ho preso la mia Selly all’allevamento Giglio d’oro credo proprio che sia la sorellina del tuo Fester….concordo con te su i proprietari allevatori, persone eccezionali.

  • marzia scrive:

    A oggi il nostro Bombo è con noi da 2 mesi. Siomo felicissimi ha 5 mesi
    bellissimo bravissimo finora nessun danno ne in casa ne in giardino,molto giocherellone e coccolone …..non sembra nemmeno un BEAGLE . Unici problema che abbiamo combattuto finora sono purtroppo i vermi IN bocca al luopo a tutti e sopratutto tanta pazienza che riuscirete a convivere senza problemi .noi ci siamo riusciti ..sara’ finto il nostro MAH!

  • GUIDO scrive:

    CIAO A TUTTI HO REGALATO A MIO FIGLIO UN CUCCIOLO NATO IL 04 DICEMBRE 2010.SECONDO VOI è STATO PREMATURO IL DISTACCO DAI GENITORI/FRATELLI ?
    SECONDO ME SONO PASSATI CIRCA 50 GIORNI,POSSO AVER PROVOCATO QUALCHE DANNO AL CUCCIOLO ? PIKA PIKA QUESTO è IL SUO NOME è MOLTO VISPO E REATTIVO,MANGIA 2 VOLTE AL GIORNO E DA CIRCA 2 GIORNI CERCA LA PORTA X SPORCARE IN GIADINO .MA CERCA MOLTO IL CONTATTO ,DORME TUTTA LA NOTTE SENZA PROBLEMI E NONOSTANTE IL GRANDE GIARDINO ME LO TROVO SEMPRE ADDENTATO ALLE MIE CIABATTE GRAZIE A QUALSIASI CONSIGLIO

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Guido,
    beh, in effetti 50 giorni sono un pò pochini per portare a casa un cucciolo, ma se li ha passati insieme alla mamma e ai fratellini non dovrebbero esserci grossi problemi, perchè in questo caso dovrebbe essere comunque stato avviato ad una buona socializzazione. Adesso comunque è davvero troppo presto per capire se il distacco prematuro potrebbe aver influito sul carattere e sui comportamenti del piccolo.
    Per il resto possiamo consigliarti, se non l’hai ancora fatto, di portarlo al più presto dal veterinario per una visita accurata e le prime vaccinazioni, e di farlo stare il più possibile tranquillo almeno per i primi periodi, perchè i cuccioli hanno davvero tanto bisogno di dormire. E’ molto importante in questo primo periodo della sua vita fargli vivere quante più esperienze possibili e farlo socializzare fin da subito con persone e cani, avendo cura che siano a loro volta sani e vaccinati.

  • ilaria scrive:

    Ciao a tutti!!!!
    E’ arrivato Fester, è dolcissimooooo!!!!
    Devo dire la verità è anche stato molto bravo per il primo giorno: ha pianto un pò in macchina durante il rientro a Firenze, poi a casa l’abbiamo messo nel box e dopo un pò si è calmato.. a parte due bisognini fuori dal tappetino è stato fin troppo educato: fa tutto sulle traversine…
    siamo un pò preoccupati solo x due motivi:
    1) mangia poco, ma forse è perchè è troppo elettrizzato dal contorno.. ieri gli abbiamo lasciato il cibo a disposizione perchè era il primo giorno, ma ho letto che in teoria dovremmo lasciargli un tempo limitato per mangiare.. che mi consigliate?
    2) ha un principio di occhio a ciliegia.. dall’allevamento si sono mostrati molto dispiaciuti perchè deve essergli spuntato di notte e non se ne sono accorti.. per ora abbiamo un collirio da dargli e se poi non rientra da sè dovremmo pensare a fissarlo con un puntino (ma ovviamente dall’allevamento ci assisteranno con le spese.. lo dico non per i soldi ma ancora una volta per ribadire la professionalità che hanno mostrato)..
    per il resto è allegro e giocherellone, curiosa ovunque e penso che ci darà bel filo da torcere!!!
    @ Simona: siiii è la sorellinaaaaa… ci ha detto infatti che ven erano andate via le sorelline di Fester!! Sapevo anche che una delle due era a Firenze come me, sei per caso tu?????
    ciao ancora a tutti e w i cani ora e sempre!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ilaria, complimenti e ancora tanti auguri per il nuovo arrivato!
    Allora, non preoccuparti perchè è normale che il cucciolo adesso si senta un pò spaesato per i cambiamenti radicali che si trova ad affrontare e che questo si rifletta sul suo appetito. Hai letto bene, la ciotola della pappa va lasciata a disposizione solo per 10-15 minuti e poi va tolta e riproposta solo al momento del pasto succesivo. In questo modo il cucciolo impara a mangiare senza fare troppe storie, impara che tu hai il controllo sul suo cibo e non l’ha sempre a disposizione (importante per stabilire il tuo ruolo di leader) e soprattutto in futuro potrai capire se il beagle non sarà in perfetta salute se lascerà la ciotola piena.
    Per quanto riguarda l’occhio a ciliegia, ti consigliamo di far visitare al più presto Fester da un buon veterinario e di affidarti a lui. In ogni caso il comportamento degli allevatori ci sembra davvero molto corretto, grazie per la testimonianza.

  • Simona scrive:

    Ciao Ilaria, siiii sono proprio io….la mia Selly è dolcissima e anche un pò birbona, morde qualsiasi cosa, le ciabatte sono le sue preferite, come Fester non mangia molto, ma ora già dopo 4 giorni la situazione stà migliorando mi dispiace molto per il problema dell’occhio, ma cmq ho letto che si può risolvere.
    Ti faccio tanti tanti auguri
    in bocca al…Beagle!

  • Ilaria e Luciano scrive:

    Ciao Simona.. allora poi dobbiamo assolutamente incontrarci!!!!
    Ora Fester (come credo Selly) è in “quarantena” fino a che non fa il II vaccino… ma sabato andiamo da uno specialista x l’occhietto e speriamo di venirne a capo.. anche se a lui non dà fastidio: è allegro vivace e casinaro pure troppo!!!!
    E’ bravo coi bisognini, ora mangia anche di + (secondo me il problema è che è distratto dalle novità in giro e non si concentra sul mangiare.. perchè se poi glielo ricordo mangia! e lo stesso vale per i bisognini!)
    Per il resto diciamo tutto ok, abbiamo un pò di problemi la notte, perchè si addormenta nel suo box, tranquillo, ma poi si sveglia verso le 4 che magari si è insozzato facendo la pupu e piange…
    oggi abbiamo provato a lasciargli un pò più di spazio in casa…. speriamo bene… tornerà luciano alle 13, poi vi aggiorno uhuhuhhu

  • Simona scrive:

    Ciao Ilaria e Luciano
    anche Selly è in quarantena ma qualche volta riusciamo a uscire anche se per breve tempo, coi bisognini è una tragedia le traversine le mangia e i giornali idem ma ha imparato almeno ad andare nel solito posto anzichè in tutta la casa.
    Per la notte i primi 3 giorni una tragedia mentre stanotte è andata meglio, io non uso il box mi limito a chiudere le porte delle stanze in cui è proibito andare. La vera difficoltà per ora è la macchina, nel trasportino abbaia come una matta ma anche quello col tempo…..dinuovo tanti auguri per l’occhio di Fester
    Ciao a presto

  • Ilaria e Luciano scrive:

    Eccomi qua!
    Il pupo non ha fatto tanti disastri in casa.. Luciano ha trovato solo i cuscini delle sedie un pò mordicchiati ma niente di che (vabe li ho pagati 2€, messo in conto!)…
    Eh beh evdi, ognuno ha le sue.. Fester con le traversine è bravissimo, davvero con i bisogni un angelo… la notte si dovrà abituare..
    stanotte provo a lasciarlo in cucina e a chiudere la porta della stanza dove dormo, anche xke ti dico la verità: svegliarsi alle 4 di notte per il suo odorino malefico… mmmmmmmmm, che nettare!!!
    Ci sentiamo presto, fai tante carezze a Selly… mi ricordo che le femmine erano tutte dolcissime quando le abbiamo viste.. ma il terremoto Fester ci ha conquistato, eheh 🙂

  • Alessandro scrive:

    Ciao Simona. Ho preso ieri Pippo, un cucciolo di Beagle di due mesi. Devo dire che è abbastanaza tranquillo e con i bisogni sta facendo passi da gigante! L’unica cosa è che la notte piange la notte e spesso. Penso sia una cosa normale, dato che fino a poco fa dormiva con i fratelli e la madre. Comunque non posso svegliarmi di notte ogni due ore per consolarlo, ma non posso manco sgridarlo (pure io piangerei in simili situazioni). Cosa mi consigli di fare? Ignoro il suo pianto o lo “consolo” fino a quando non smette?
    p.s. Anche se piange, basta il contatto mio o di mio padre per tranquillizzarlo e si addormenta come un angioletto. Ma dopo due ore la siesta finisce per la “pausa pipì”.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessandro, è perfettamente normale che il cucciolo pianga di notte, soprattutto se rimane solo, ma purtroppo la cosa migliore da fare è assolutamente ignorarlo e lasciarlo piangere. Se tu corri a consolarlo ad ogni suo pianto infatti, rinforzi in lui la convinzione che si trova in una brutta situazione e che deve sempre aver bisogno di qualcuno. Inoltre così facendo il piccolo impara che se piange tu corri subito da lui, per questo sarà un’abitudine difficile da fargli perdere. Se invece cominci e continui ad ignorarlo totalmente, il cucciolo prima o poi prenderà atto del fatto che piangendo non ottiene la tua attenzione e si metterà tranquillo a dormire. Dovrai avere pazienza e sopportare la situzione per un pò di tempo, ma è l’unica soluzione per farlo smettere di piangere.
    Magari puoi lasciargli nella cuccia un tuo vecchio indumento che abbia il tuo odore, una lucina da notte e una radiolina a basso volume per non farlo sentire troppo solo.

  • Alessandro scrive:

    Si con la radiolina e la lucina è un po’ più tranquillo. Quella dell’indumento mi sembra una buona idea. Questa sera ci provo. Grazie Simona. =)

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Prego! Considera comunque che potrebbe volerci un pò di tempo prima che il piccolo si abitui alla solitudine notturna, armati di tanta pazienza! 🙂

  • Ilaria e Luciano scrive:

    Buongiorno… Simona di Firenze come faccio a ribeccarti?! Potremmo far conoscere i cuccioli ora.. 🙂

  • Valeria scrive:

    Ciaooooo a tutti…stamattina sono stata all’allevamento di Beagle a Cesena (Di casa Calbucci)…il mio cucciolino me lo daranno il 27 Marzo a 60 giorni! Prima di prenderlo ci ho pensato mesi…e non vi nego che ancora oggi xò sono convinta al 99%…il mio fidanzato invece è euforico!!! Le mie paure sono dovute al fatto che leggo ovunque che sono cani terremoto e distruggono tutto… Io ho un bilocale…niente giardini nè spazi grandi…ce la farò?! Che ansiaaaaaaa!!!

  • Ilaria e Luciano scrive:

    Ciao Valeria… anche noi siamo neo-genitori di Fester che ha 3 mesi e mezzo.. e anche noi vivicmo in un bilocale senza giardino e con un minuscolo terrazzino che però a Fester serve a poco.. anche perchè fa ancora freddo, quindi non ho neanche potuto metterci il tappetino x i bisogni perchè avrei dovuto lasciare sempre aperto e saremmo congelati tutti!! quindi tutto si svolge nel soggiorno del bilo…
    Ti dirò la verità: anche io avevo letto cose tremende che mi avevano impaurito.. in parte sono vere, nel senso che sono cani molto molto attivi, quindi devi armarti di pazienza e buona volontà ed essere pronta a lunghe giornate al parco per farlo stancare (ovvio, con moderazione considerando che è un cucciolo)..
    ma per il resto niente di così atroce.. e poi ti ripagherà con la sua dolcezza e infinito affetto.. prenderai un maschio o una femmina? e dove vivi? se non l’hai già fatto iscriviti su pianetabeagle.. ci scambiamo tanti pareri e troverai persone disponibili a darti molti consigli, utili specialmente nei primi giorni! in bocca al lupo per questa bella avventura!!

  • Valeria scrive:

    Ciaooooooo…grazie mille per i consigli…sono così agitata ma allo stesso tempo felice 🙂 Io prenderò un maschietto… Vivo a Rimini col mio fidanzato da un annetto (in realtà siamo Napoletani)…voi di dove siete? Anche voi siete una coppietta con un cagnolino? Un’atra cosa volevo chiedere…leggo sempre che sarebbe ottimo confinarlo…voi l’avete fatto? e come si fa? Nel senso…avete comprato qualche accessorio particolare x creargli il suo spazietto?
    p.s. crepiiiiiiiiiiiiii il lupo! e tanti auguri anche a voi x il vostro cucciolotto 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valeria, innanzitutto ti facciamo tanti auguri per l’imminente nuovo arrivo in famiglia! 🙂
    Ecco un articolo sul “confinamento” dove puoi trovare tutte le informazioni che cerchi: Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento”.
    Per metterlo in atto basta individuare un angolo della casa che si presti bene allo scopo ed installare un cancelletto per bambini o qualcosa di simile, in alternativa si può usare un box per cani delle giuste dimensioni.

  • Valeria scrive:

    Ciao Simona, grazie mille x il tuo consiglio…spero di accogliere il mio cucciolo nel migliore dei modi 🙂 Sto cercando + informazioni possibili in modo da educarlo bene dall’inizio…non vedo l’ora di iniziare 🙂

  • antonio scrive:

    ciao simona ho letto l’articolo sopra e mi sono preoccupato visto che ho portato in casa il mio PINO a un mese di vita….l’ho fatto solamente perchè l’amica mia che me lo ha regalato mi ha detto che potevo già portarmelo dato che aveva già i dentini e che quindi dava fastidio alla madre che lo allattava..crescera aggressivo???

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Antonio, non è automatico che il tuo Pino cresca aggressivo. Però è meglio fare attenzione ad alcuni particolari.
    Innanzitutto dovrai inibire la forza del suo morso quando diventerà eccessiva (ad esempio, se stai giocando con lui e con i dentini ti fa male alle mani, fagli capire subito con un bel “AHI!!!” che questo non è tollerato: se il cucciolo fosse rimasto in compagnia della mamma, ci avrebbe pensato lei ad inibirgli il morso, proprio partendo dal “fastidio” che gli procurava durante l’allattamento).
    Poi, non è escluso che diventi aggressivo verso gli altri cani siccome è stata compromessa la sua fase di socializzazione con la mamma e i fratellini. Per contrastare il fenomeno, verso i due mesi/due mesi e mezzo (l’età è assolutamente indicativa) sarebbe meglio farlo stare a contatto, in libertà e in zone sicure, con diversi cani sia cuccioli che adulti, dal carattere equilibrato.
    Infine è importante che tu occupi in modo chiaro il ruolo di leader e che tutte le persone che vivono con lui gli facciano capire che la posizione che occupa nella gerarchia del branco è la più subordinata. Per fare questo puoi seguire le indicazioni presenti nello special report scaricabile e farle osservare a tutti i componenti della famiglia.

  • Alexael scrive:

    Ieri il mio Dorian Gray ha compiuto 3 mesi, in negozio lo avevano da tanto…e 2 mesi li ha fatti 2 settimane dopo averlo comprato….quindi deduco che sia stato separato dalla sua mamma molto presto…
    Morde tutto…i mobili…le scarpe ecc….ma morde anche me…ovviamente gioca, ma non si rende conto di quanto può stringere la presa…il risultato è che son piena di lividi e buchetti alle braccia e alle gambe….è dolcissimo con tutti, umani e animali…ma non sò proprio come fare a farlo smettere di mordere qualsiasi cosa…inutile specificare che ha un mare di giocattoli a sua disposizione…cosa posso fare prima i miei mobili crollino sotto l’azione dei suoi denti e dei tarli????? 🙂

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao, ti segnaliamo due articoli sull’argomento che dovrebbero esserti utili:
    Il nostro Beagle… morde!
    Il nostro Beagle morde tutto!

  • Isabella scrive:

    Ciao, mi chiamo Isabella,ho 15 anni e desidero un cane più di qualsiasi altra cosa…detto sinceramente non so cosa comporti un animale del genere… ma devo trovare una scusa buona per convincere mia mamma… mi potreste aiutare?

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Isabella,
    capiamo bene il tuo desiderio di avere un cane 🙂
    Proprio per questo ti consigliamo di pensarci molto bene e, anche se è difficile, di non lasciarti prendere dalle emozioni perché è una scelta davvero importante. Un cane vivrà con te per tutta la sua vita e non ci sarà posto per ripensamenti: lui metterà di sicuro tutto se stesso nella vostra relazione e avrà assoluto bisogno che tu ti dedicherai con tutto il tuo impegno ad essere la sua migliore figura di riferimento. Sull’argomento “scelta di prendere un cane” si potrebbero scrivere libri interi. Per quanto riguarda il beagle (ma il discorso vale per la grande maggioranza dei cani), ti consigliamo di pensare bene a questi punti:
    – Se lo prendi cucciolo, dovrai per forza ri-organizzare la tua casa e il tuo tempo per accoglierlo e farlo crescere nel miglior modo possibile. Vuol dire portarlo fuori spessissimo per abituarlo fin da subito
    a fare correttamente i bisogni (idealmente ogni due/tre ore ma aspettati comunque che qualche volta sporchi in casa) e a soddisfare il suo bisogno di movimento e socialità per mettere le basi di un carattere equilibrato.
    – Se è adulto, il discorso non cambia: il cane ha dei bisogni fondamentali che se non vengono soddisfatti creano problemi. Ogni giorno bisognerà portarlo fuori per dargli la giusta dose di movimento
    e per garantirgli regolarmente la socializzazione con cani e persone sconosciuti.
    – Siccome l’arrivo di un cane inevitabilmente sconvolge la casa e la vita di chi prima non l’aveva, è meglio che siano tutti d’accordo sul suo arrivo. Infatti, la cosa peggiore per il tuo nuovo amico sarebbe quella di trovare un ambiente pieno di nervosismo e incomprensioni. Per questo crediamo che sia pericoloso “trovare una scusa per convincere tua mamma”.
    Certo, bisogna imparare a tenere i nervi saldi, ma sarebbe meglio cercare di parlarne prima con lei, sinceramente, facendole capire quanto è importante per te e trovando punti comuni su cui andare d’accordo. Se tua mamma o la tua famiglia non ne vogliono sapere e lo scontro diventa inevitabile, ti consigliamo di aspettare. E’ molto doloroso ma certamente meno che accogliere un cane che nessuno vuole tranne te e subire ogni giorno per anni le conseguenze di questa scelta.

  • elisa scrive:

    ciao…mi stanno per arrivare tre cuccioli di beagle.
    un maschio e una femmina nati il 4 giugno e sono fratelli.
    questi sono stati tenuti bene dal proprietario e seguiti da un veterinario.
    il mio problema riguarda un’altra cucciola che è di un’altra cucciolata ed è nata il 15 giugno.dovrei portarla a casa sabato perchè credo starebbe meglio di dov’ è a livello di salute. il proprietario è un menefreghista e non li alimenta bene e non li cura non ha fatto sverminazione e non vuole farli vedere da un veterinario. per questo ho paura a lasciare ancora la la cagnetta perchè ho paura possa morire o star male visto che è magrolina ha i pidocchi e i vermi.

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Elisa,
    la situazione che descrivi è decisamente critica perché tutti i cuccioli non dovrebbero essere tolti dalla cucciolata prima di avere 60gg di età, in più c’è anche l’ultima cucciola che da quanto abbiamo capito è già vittima di maltrattamenti/incuria.
    Diamo per scontato che tu sia già preparata per l’arrivo di tre cagnolini sia dal punto di vista organizzativo che psicologico.
    Ti consigliamo di contattare un veterinario verso il quale hai piena fiducia per poi affidargli le delicate cure di questi cuccioli. In più, siccome sono così piccoli, puoi rivolgerti ad un professionista per avere consigli pratici su misura per la tua situazione.

  • monica scrive:

    ciao, da circa 3 mesi abbiamo preso un cucciolo di beagle bellissimo, l’ abbiamo chiamato oliver ed ha 5 mesi, è molto intelligente. sporca fuori ed è bravissimo con i bimbi, ne ho 3 di 7,5 e 1anno. lo portiamo fuori almeno 7/8 volte al giorno e se usciamo viene sempre con noi, tranne quando vado dal dentista o fare la spesa perchè non è ammesso nel supermercato. è da un paio di giorni che mi fa il dispetto di fare la pipì in casa ed ho associato al fatto che l’ho lasciato 2 ore a casa per andare dal dentista. ma voglio correggere subito questo atteggiamento, cosa devo fare? non lo vedo quando la fà,come mi devo comportare? ho già 2 fallimenti con altri 2 cani, con cacca e pipì ovunque divani completamente distrutti e non ti dico quant’ altro. le mie figlie ed io abbiamo sofferto per dar via i cani e non voglio più che succeda. oliver fin ora è stato bravissimo e queste sue pipì così, mi fanno sentire come se stessi fallendo di nuovo e non voglio, per questo chiedo subito un’ aiuto. altra cosa oliver ha sempre fame. ha 5 mesi e pesa intorno hai 10 kg, quanto e quante volte deve mangiare al giorno? divora tutto molto velocemente, i pasti sono fino ad ora 3 da 2 o 3hg e non è mai sazzio, se cade qualcosa dal tavolo quando mangiamo noi, non ha neanche tempo di toccare terra. lo chiamo aspira spolvere, non lascia neanche una briciola. perfavore mi dai delle dritte. amiamo tantissimo oliver, ma dove sbaglio. siamo andati in montagna ed è venuto con noi ora fra 10 giorni andiamo al mare e siamo molto felici di portarlo, possibile che pensa di non esere amato? grazie mille. monica.

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Monica,
    per quanto riguarda i bisogni di Oliver:
    – puoi adottare la strategia del confinamento descritta nel post “Educhiamo bene il cucciolo con il confinamento“. Servirà
    a dare al cucciolo uno spazio di sicurezza fondamentale per non confonderlo e sarà molto utile quando sarete in casa ma nessuno lo potrà controllare.
    – Quando lo portate fuori potete premiarlo con tante lodi e bocconcini quando fa correttamente i bisogni (siccome ha già imparato a farlo) per rinforzare in lui l’abitudine di sporcare nel posto giusto.
    – Se sporca in casa, porta Oliver in un’altra stanza e pulisci senza farti vedere da lui e senza dirgli niente. Inoltre usa un prodotto che neutralizzi gli odori (in vendita in qualunque negozio per animali), così sarà meno portato a sporcare lì di nuovo. Puoi correggerlo SOLO se lo cogli nell’esatto istante in cui sporca, ma questo non serve a molto per insegnargli a gestire bene i suoi bisogni: sono molto più utili frequenti uscite (che fate già) con premi e la creazione del suo spazio di sicurezza.
    Inoltre, nella sezione “Beagle cucciolo” vengono trattati gli altri argomenti che possono servirti a gestire meglio Oliver.
    Per quanto riguarda il cibo:
    – Puoi controllare se Oliver è in sovrappeso con il test della forma descritto nel post “Alimentazione del Beagle: quanto e quando?“.
    – All’età di 5 mesi, 3 pasti al giorno possono ancora andare bene ma tra poco puoi passare a due, eliminando quello dove ha meno appetito o decidendo tu, ad esempio, di farne uno al mattino e uno alla sera. Per le quantità puoi regolarti in base all’etichetta del cibo che gli dai, che tiene conto anche dell’età del cane. In più puoi periodicamente fargli il test della forma perché ogni individuo è unico e va controllato con regolarità. Inoltre, affidati ai consigli del tuo veterinario di fiducia perché conosce l’esatta situazione del cucciolo e saprà darti indicazioni preziose sulla sua dieta.
    – Per farlo mangiare più lentamente, puoi mettere la stessa quantità di cibo in una ciotola più grande (ci metterà più tempo a mangiarlo tutto) oppure puoi mettere un grosso sasso al centro della ciotola che usi adesso: avrà più difficoltà a riempirsi la bocca di cibo e quindi ci metterà più tempo a finire tutto.
    – Non sappiamo se lo state già facendo, comunque quando siete a tavola il cucciolo va completamente ignorato: nessuno sguardo, nessuna carezza, nessuna parola, neanche un “no”, niente: questo lo devono fare tutti, anche e soprattutto i bambini. E’ fondamentale poi che Oliver venga nutrito quando voi avete tutti finito di mangiare e impari a rimanere calmo e tranquillo durante il vostro pasto. Come cane, deve avere la certezza di occupare la posizione più bassa nella gerarchia del suo branco (la vostra famiglia). Potete prendere spunto dai comportamenti descritti nello special report scaricabile gratuitamente. Lui ne ha bisogno in quanto cane e questo serve proprio per rispettarlo al massimo, perché se si umanizza troppo c’è il rischio di trascurare le sue vere necessità.

  • monica scrive:

    ma ha me non rispondete? monica. notte:(

  • Davide scrive:

    ho ritirato venerdì il mio cucciolo di beagle, aveva 54 giorni…è un problema il fatto che mancassero 6 giorni ai 60 effettivamente compiuti?la notte piange ininterrottamente per cinque, sei ore se lo lascio solo, nonostante dorma nella sua cesta con un pupazzo che l’allevatrice mi ha detto di mettere al suo fianco, che devo fare??

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Davide,
    non è un problema che il tuo cucciolo abbia avuto 54 giorni, su questo non c’è da preoccuparsi. L’importante è che non vengano venduti cuccioli molto più giovani di due mesi (a volte se ne vedono anche di 30 giorni o addirittura meno).
    Considera poi che sta subendo il cambiamento più pesante della sua vita, siccome è stato improvvisamente separato dalla mamma e dai fratellini. Quindi, è normale che le prime notti siano un po’ critiche e richiedano molta pazienza per essere superate. Se hai allestito il suo spazio personale recintato (dove dovrà dormire) provvisto di cuccia (la cesta), del pupazzo consigliato dall’allevatrice, della ciotola per l’acqua, di un tappetino assorbente e magari di un piccolo osso di pelle, parti già con il piede giusto.
    La cosa che puoi fare è assicurarti che venga assolutamente ignorato da tutti e che non percepisca la presenza di qualcuno di voi, quindi non bisognerà mai dirgli “zitto” da un’altra stanza o andare a vedere che succede di notte, neanche una volta (altrimenti si soddisfano le sue richieste di attenzione e si premia il suo comportamento lamentoso). In più puoi mettergli nella cuccia una piccola sveglia avvolta in una copertina in modo che il cucciolo senta il suo lieve “tic tac” oppure una radiolina a bassissimo volume (devi fare molta fatica a sentirlo). Di solito questi accorgimenti aiutano. A volte anche una piccola luce da notte messa in una presa nella stanza dove dorme il cucciolo ha dato risultati significativi.

  • Paolo scrive:

    Abbiamo portato a casa Tobi oggi e ha esattamente 70 giorni! Ci sembra fin troppo tranquillo,ma immagino derivi dal cambio di ambiente. Lo teniamo in una piccola stanza dove ha tutto quello che gli può servire,ma mi sono stupito della sua scarsa voglia di passeggiare fuori di casa. Devo lasciarlo tranquillo o lo devo un po’ forzare?
    Ciao :o)

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Paolo e tanti auguri per la new-entry in famiglia! 🙂
    Dunque, è normale che i primi giorni il cucciolo sia un pò mogio e soffra un pò di nostalgia… Non capita a tutti, ma capita a tanti. Deve ancora superare il trauma del distacco dalla mamma e dai fratellini e soprattutto abituarsi al nuovo ambiente e alla nuova famiglia. Quindi per il momento va bene non forzarlo troppo, ma comunque è bene farlo uscire di casa per abituarsi a fare i bisogni fuori, ma anche per farlo distrarre un pò! Allora, più che forzarlo, cerca di invitarlo ad uscire chiamandolo in modo entusiasta e giocoso, non usare mai la forza ma fai sembrare tutto un gioco. Munisciti di bocconcini appetitosi e premialo nel momento in cui esce dalla porta e di tanto in tanto anche durante la passeggiata. Magari porta con te anche uno dei suoi giocattoli preferiti e per farlo giocare un pò. Insomma, fai in modo che l’uscita sia per lui divertente più divertente possibile.

  • ludovica scrive:

    A me a 35 giorni me l hanno dato… ora ha 3 mesi e diciamo che non da più problemi come prima

  • Martina scrive:

    Ciao,tra qualche giorno in casa nostra arriverà Charlie un cucciolo di 45 giorni volevo chiedervi qualche informazione.Quante volte devo portarlo fuori e per quanto tempo vorrei abituarlo da subito a fare i bisogni fuori.Ho pensato ad un angolo della cucina,dato che è molto grande,di mettere la cesta ciotola osso e un peluche,ma deve essere per forza recintato?grazie per la risposta

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Martina, innanzitutto dobbiamo dirti che 45 giorni sono assolutamente troppo pochi per portare via il cucciolo dalla mamma e dai fratellini. Per tutte le ragioni descritte in questo articolo, è davvero FONDAMENTALE (oltre che previsto dalla legge) che lui rimanga con loro ALMENO fino ai 60 giorni compiuti. Per quanto riguarda l’educazione ai bisogni troverai molte informazioni utili in questo articolo: Come insegnare al Beagle a fare i bisogni nel posto giusto.

  • Paolo scrive:

    Ciao Simona , volevo chiederti dato che abito in Abruzzo un allevamento qualificato dove poter andare a vedere il Beagle e acquistarlo . Io volevo prenderli all’allevamento Di Casa Calbucci visto che ho letto che è stato premiato per il suo allevamento. Che mi consigli ? PS: Ti chiedo quale allevamento perchè quello indicato l’ho contattato e mi ha detto che non aveva più cuccioli disponibili per un anno. Grazie mille in anticipo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Paolo! Dunque, noi consigliamo sempre di non focalizzarsi su un solo allevamento, ma di prenderne in considerazione diversi prima di fare la scelta finale. Consulta la tabella che trovi in questa pagina – Allevamenti Beagle – e scegline almeno 3 in base alle tue preferenze e alla vicinanza rispetto a dove abiti. Poi visita attentamente i loro siti, prendi informazioni, manda e-mail, contatta telefonicamente e, se puoi, vai di persona a vedere gli allevamenti, in modo da poterti fare un’idea precisa di come vengono tenuti i cani, del loro stato di forma e salute e degli allevatori stessi. Infine prendi la tua decisione in base a tutte le informazioni che hai raccolto e alle tue impressioni personali. 🙂

  • Paolo scrive:

    Grazie dei tuoi consigli io ho contattato l’allevamento e mi hanno risposto che loro non hanno Beagle disponibili per un anno , allora ho visto un sito di un altro allevamento ( Allevamento San Venanzio ) , mica puoi visitarlo anche tu per darmi un consiglio se qualificato o meno. Grazie mille in anticipo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Dunque, abbiamo visto il sito ma non ci sentiamo di esprimere giudizi in quanto non conosciamo questo allevamento nè abbiamo avuto testimonianze dirette di persone che hanno acquistato un cucciolo lì. Certamente è un allevamento amatoriale e non è riconosciuto dal club italiano del Beagle, ma questo non significa necessariamente che le perone che lo gestiscono non eseguano il loro lavoro con impegno e passione e che non si prendano cura nel miglior modo possibile dei loro cuccioli. Quello che possiamo consigliarti pertanto è di metterti in contatto con loro e andare a visitare l’allevamento, in modo da renderti conto tu stesso della loro affidabilità. 🙂

  • lorenzo scrive:

    ciao!!un consiglio: ma per la prima notte del mio cucciolo, che arriverà tra 1 mesetto.. mi consigliate di farlo dormire gia nel recinto da solo.. o almeno la prima sera posso farlo dormire con la sua cesta nella stanza con me? non so.. nn vorrei si sentisse abbandonato da subito ma nello stesso tempo nn vorrei che anche solo per una notte poi si abitui a stare con me..grazie molte

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lorenzo, intanto complimenti perchè nel preoccuparti fin da ora per il benessere del tuo cucciolo e nel prepararti al meglio al suo arrivo fa di te un proprietario molto responsabile. Dunque diciamo che la prima notte è consentito portare la cuccia accanto al letto e far dormire lì il piccolino, dato che sarà reduce da una giornata davvero lunga e stressante. Poi però è bene cominciare da subito ad abituarlo a stare nel recinto, probabilmente le prime notti piangerà perchè si sentirà solo e sarà normalissimo. Cerca quindi di prevenire facendolo stancare molto prima di metterlo a letto, lasciagli nella cuccia un tuo vecchio indumento, una radiolina accesa a basso volume e una lucina in modo che non stia totalmente al buio e totalmente in silenzio. E, cosa più importante, se piange ignoralo e non andare da lui, altrimenti impara che piangendo ottiene la tua presenza e continuerà a farlo.

  • Roberto scrive:

    Come ho già scritto in un altro articolo, il mio Oscar è ingestibile.
    L’ho preso a due mesi e pochi giorni rinchiuso in un recinto, non so quindi quando sia stato tolto dalla mamma, il proprietario aveva in una recinto a parte il padre.
    Oscar è da 20 giorni che sta mettendo a dura prova la mia vita, morde continuamente per gioco stringendo troppo la presa, morde quando lo richiamo con animatamente, ha rovinato parte di casa mia e non riusciamo a fargli fargli capire come fare i bisogni fuori, al guinzaglio o tira o non vuole camminare ed è impossibile fargli staccare il naso da terra. E’ sempre iperattivo, stiamo dalla mattina alla sera a richiamarlo perchè fa sempre qualcosa che non dovrebbe, i suoi giochi li utilizza per pochi minuti, nonostante non gle li lascio sempre a disposizione. Ha sicuramente un carattere molto dominante, poi ora gli è preso che monta le gambe nostre ed anche degli estranei, per non parlare della cuccia con la quale prima si accanisce e poi la monta.
    Non sappiamo più che fare, seguiamo tutte le regole basi per imporci come capobranco, mangia dopo di noi, non sale sul letto e sul divano, ecc ecc. Gli ho insegnato il seduto ed il fermo i quali esegue solo a casa. Ho provato con le buone e non ascolta, con le cattive si innervosisce e si lascia andare (mi ha morso diverse volte).
    E’quasi sempre in uno stato molto eccitato ed afferra tutto quello che gli capita e non riusciamo a fermarlo… chiudendolo in una stanza poi quando riesce continua.
    Stiamo veramente male psicologicamente, la sera ho un malditesta tremendo e lo stress è altissimo.
    Non vogliamo darlo ma ci sta portando a questa soluzione. Secondo voi è normale e con il tempo può cambiare qualcosa?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Roberto, capiamo benissimo che ti è capitato un cucciolo non facile e che ti stia dando del filo da torcere, ma se lo dai via ora non farai che causargli un altro trauma. Tutti i comportamenti che descrivi sono normale amministrazione per i cuccioli più scatenati, quindi se ci tieni davvero a lui cerca di resistere. Sicuramente crescendo la sua esuberanza diminuirà se voi continuerete a dimostrargli di poter essere per lui delle figure di riferimento da rispettare. Ha solo bisogno di tempo, ma ti garantiamo che con la crescita la situazione migliorerà. Nel mentre prova a prendere in considerazione l’idea di rivolgerti ad un educatore cinofilo, che sappia guidarti nella gestione dei problemi quotidiani e nell’instaurare una corretta relazione con il tuo Oscar.

  • Giuseppe scrive:

    Ciao tutti, prima di tutto complimenti per il sito, molto interessante e ben curato!
    Ho trovato molti argomenti esaustivi ma mi trovo ad affrontare un piccolo problema con il cucciolo di circa 70 giorni in arrivo qui a casa mia.
    A dicembre dovrò partire per 15gg e sarei costretto a lasciare il cucciolo in custodia ai miei parenti.
    Volevo sapere se questo triplice cambio di luogo e persone può influire negativamente sul cucciolo o crearli sofferenze.
    Grazie per le risposte!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giuseppe, è vero che i cuccioli così piccoli superano i traumi abbastanza facilmente, ma è anche vero che di certo non è il massimo per lui venire portato via dalla mamma e dai fratellini per essere catapultato in una nuova casa e in una nuova famiglia, dover cambiare tutte le sue abitudini per dover stravolgere tutto dopo qualche giorno e poi di nuovo subire un cambiamento totale dopo altre due settimane. A questo punto non è meglio lasciare il cucciolo con la mamma fino al tuo rientro? Magari spiegando la situazione all’allevatore, puoi accordarti con lui di provvedere tu alle spese di mantenimento del cucciolo per questo periodo.

  • Giuseppe scrive:

    Ciao Simona, grazie per le risposte.
    Parlerò con il proprietario e cercherò di trovare una soluzione.

    In alternativa mi hanno proposto di lasciare il cucciolo direttamente a mia sorella, lei ha un piccolo meticcio adulto e un gatto anche lui adulto. Volevo sapere se possono esserci problemi di salute per il cucciolo se dovesse venire a contatto con questi animali.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Se questi animali sono vaccinati, in buona salute ed equilibrati caratterialmente, allora non dovrebbero esserci problemi.

  • Cosimo scrive:

    Salve, non rispondo a questo articolo, ma non sapendo dove chiedo a voi esperti, io ho un Beagle da 1 settimana ha 3 mesi e 20 giorni, volevo chiedervi se fosse normale la desquamazione delle orecchie ed alcune chiazze senza pelo sulle stesse. Il veterinario mi ha detto che probabilmente è un acaro, è normale e mi ha datao delle fiale da utilizzare una ogni 25 gg per debbellarlo, io ho notato da tre giorni che ho usato la prima fiala che la cosa sembri degenerare. Voi avete esperienze in merito, mi sapete dire come fare. Grazie Amici.

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Cosimo, noi non siamo veterinari per cui non abbiamo le necessarie competenze per consigliare farmaci o terapie particolari. L’unica cosa che possiamo dirti è che no, non è normale la desquamazione delle orecchie ed evidentemente c’è qualche problema, che il veterinario dovrebbe capire. Se nont i convince la sua diagnosi, ti possiamo solo consigliare di provare a rivolgerti a qualcun altro, in modo da avere un secondo parere.

  • salvo scrive:

    salve a tutti e complimenti per il sito.io ho una beagle da piu’ di un mese,lo abbiamo preso purtroppo all’eta di 45 giorni.il problema e’ che e’ una cagnolina molto esuberante,morde continuamente quando giochi con lei,non riusciamo ad abituarla a fare i bisogni sulla travesina.purtroppo noi lavoriamo tutto il giorno e quindi lei rimane spesso sola anche se c’e’una vicina che si prende cura di lei portandola acqua e cibo e viziandola anche tanto.risultato lei non ci ascolta e a tutto quello che le pare.Come possiamo fare per gestirla,per toglierle il vizio dei morsi e per insegnarle a fare i bisogni allo stesso posto?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Salvo, sorvoliamo sul fatto che hai portato a casa una cucciola di 45 giorni quando dovrebbe restare con mamma e fratellini almeno fino ai 60 giorni… Detto questo, i suoi comportamenti sono perfettamente normali per una cucciola della sua età, in particolare i morsi, dato che non ha avuto il tempo di imparare dalla mamma l’inibizione al morso. Ora non ti resta che rimboccarti le maniche, avere tanta pazienza e mettere in pratica i consigli riportati nei seguenti articoli:
    Se il Beagle morde
    Come insegnare al Beagle a fare i bisogni nel posto giusto

  • Maurizio scrive:

    Salve,ho postato poco fa un commento.leggendo questo articolo e trovando,tra l’altro molto professionale questo sito vorrei porgerei un quesito: lunedì un mio caro amico mi regalerà un fantastico cucciolo di beagle.dato che lui possiede il papà del cucciolo,vorrebbe regalarmelo a circa 50 giorni di età’ .probabilmemte e’ un po presto (da come ho capito) ma fatto sta che lui vorrebbe affidarmelo quanto prima per evitare che poi ci si affezioni e lo tenga per se. Cosa mi consigliate?io non vedo l’ora di averlo tutto con me!!,:)

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Maurizio, quello che ti consigliamo è di lasciare il cucciolo con la mamma e i fratellini ALMENO fino a 60 giorni di vita. A questa età ogni minuto in più passato con la mamma e i fratellini è fondamentale per uno sviluppo caratteriale equilibrato per cui, se 10 giorni per te per il tuo amico non cambiano molto, per il cucciolo fanno invece una grande differenza, come puoi leggere nell’articolo Perché è importante non prenderlo prima dei 60 giorni?.

  • Giovani scrive:

    Ciao Simona,intanto complimenti per il sito e per tutti i consigli che dai,è la prima volta che scrivo anche perche ho da poco preso il mio primo beagle ( e primo cane in assoluto)e la prossima settimana lo porteremo a casa ( attendiamo 60 gg) volevo chiederti abbiamo preparato il suo spazietto grazie all’articolo letto qui sul “confinamento” con un piccolo recinto con cuccia ciotole, acqua e cibo ovviamente, giocattoli e due traverse..il problema, se cosi si puo chiamare,è che sara messo in una stanza singola “per noi come se fosse la nostra cantina” pensi sia un problema?tra l’altro avevo pensato per le prime notti di stare con il cucciolo fino a quando magari non prenda sonno..cosa mi consigli?ovviamente la stanza è provvista di tutto clima finestre porte ecc

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Giovanni, grazie per i complimenti e auguri per l’imminente new-entry in famiglia! Dunque, la posizione ideale del recinto per il confinamento effettivamente sarebbe in una zona della casa “vissuta” ma comunque tranquilla e non completamente in mezzo al passaggio, quindi può andare bene il salotto o la cucina, meno bene può andare il ripostiglio, l’anticamera o il bagno. Ad ogni modo non preoccuparti, per evitare di far sentire il cucciolo meno “escluso”, anzichè chiudere la porta di questa stanza puoi installare un cancelletto per bambini, in modo che abbia un collegamento visivo con il resto della casa. Certo, se tu avessi la possibilità di restare con lui a dormire per i primi tempi sarebbe il massimo, almeno finchè non si sarà abituato. 🙂

  • Alessio scrive:

    Ciao, il nostro balù e con noi ormai da 10 mesi, per come ci avevano descritto il Beagle pensavamo di ospitare in casa un demonio, ma tutto sommato apparte qualche calza o qualche pantofola non ci possiamo lamentare, anzi ha imparato anche qualche comando e in casa e molto educato, vi premetto che ci è stato regalato quando aveva 45 giorni, e l’unico comportamento che ci lascia un po perplessi e l’eccesso di foga che ha quando vede qualche altro cane, non è minimamente aggressivo anzi vuole avvicinarsi per giocare, ma è parecchio insistente al punto di abbaiare se per caso non lo avviciniamo, come potremo correggere questo suo piccolo comportamento? Ciao grazie!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessio, il comportamento della tua cagnolina è piuttosto normale per l’età che ha. I cuccioloni hanno un bisogno sfrenato di interagire, comunicare e giocare con i propri simili, ecco perchè quando per la strada vede un altro cane si comporta in quel modo. Per risolvere il problema dovresti provare a farlo socializzare di più in modo libero, magari frequentando un’area di sgambamento o una classe di socializzazione in qualche centro cinofilo, in modo da farlo interagire e rapportarsi con altri cani senza costrizioni e soprattutto da soddisfare il suo naturale bisogno di socializzare con i propri simili. Vedrai che se sentirà appagato questo suo bisogno, non si fionderà più addosso a tutti i cani che incontra per la strada. Nell’immediato, quando incontrate un altro cane, quello che devi fare se lui tira e si agita è fermarti, rimanere calmo e riprendere a camminare solo se si calma anche lui. Non sgridarlo, piuttosto cerca di attirare la sua attenzione (sempre restando fermo) e premialo se lii ti guarda. Inoltre cerca sempre di non andare verso un altro cane frontalmente, ma di fare una traiettoria curva per arrivargli di fianco: questo è un segnale calmante che vuole comunicare all’altro cane che non avete cattive intenzioni.

  • Patia scrive:

    Buongiorno mio marito mi ha portato un cagnolino Beagle un cucciolo di appena un mese perché la mamma purtroppo avuto dei gravi problemi e quindi è stata operata e sta in ospedale abbiamo iniziato già lo svezzamento piano piano quindi le pappette i croccantini con il latte,avrà problemi di socializzazione? Come dobbiamo trattarlo? Mi aiutate grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Patia! Dunque, i cuccioli hanno bisogno di restare con la mamma e i fratellini almeno fino ai due mesi di vita (cederlo prima è addirittura illegale!!!) per poter apprendere le basi della comunicazione e socializzazione canina, la ritualizzazione dell’aggressività, l’inibizione del morso, ecc… A questo punto ti consiglio di leggere attentamente l’articolo Perché è importante non prenderlo prima dei 60 giorni? per capire quanto è fondamentale per il suo equilibrio caratteriale e per sapere cosa devi aspettarti nei prossimi mesi. Per il resto ormai concentrati sulla sua salute: completa lo svezzamento, falla visitare da un veterinario, pianifica il ciclo di vaccinazioni e di sverminazioni. Una volta completate le vaccinazioni la cosa migliore da fare sarebbe frequentare con lei un corso di puppy class, in modo da metterla a contatto con altri cuccioli e farla socializzare nel modo corretto sotto la supervisione di una persona esperta.

  • Ruggiero scrive:

    Salve ,

    Per primo in grandissimo grazie per questo meraviglioso sito e i libri con tutti i consigli.
    Oggi vi scrivo perché tra 10 giorni vado a prendere il mio cucciolotto,ho qualche dubbio e mi pacerebbe avere un vostro consiglio. Dovo andare a prendere il mio piccolo a circa 800km da dove mi trovo. Stavo pensando di andare in macchina ma potrebbe essere un calvario per entrambi così sto pensando all’opzione treno che ci metterebbe 3h30 circa. Non avendo esperienza con coni a questo punto ho un paio di domande. Vorrei rendere il tutto più scorrevole e meno Stressante possibile , come avete ben capito non avrò la possibilità di abituare il piccolo beagle al trasportino e penso sia un calvario per lui passare dalla piena libertà nel verde ad un trasportino in treno, per questo pensavo di tenerlo a mio fianco. Stavo pensando ad un guinzaglio ma come il trasportino mi sembra anche questo troppo diretto. Sto cercando di valutare tutte le soluzioni possibili ma non ho risposte chiare. In più non vorrei creare problemi in treno . Avreste dei consigli per cercare di rendere il nostro primo viaggio meno traumatico possibile per entrambi?

    Grazie in anticipo

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Ruggiero, grazie per i complimenti! Dunque, il nostro consiglio è di optare comunque per la soluzione trasportino, dentro al quale metterai un cuscino e una copertina che avrai preventivamente strofinato addosso alla sua mamma e ai suoi fratellini, in modo da tenerlo avvolto in un odore rassicurante. Sarà anche importante, prima di salire sul treno, fargli fare una passeggiatina per farlo stancare un po’ e fargli fare i bisogni, così approfitterà del viaggio per riposarsi. Se poi dovesse agitarsi o piangere potrai sempre tenerlo un po’ in braccio, ma non è pensabile farlo viaggiare tutto il tempo in questo modo, si agiterebbe inutilmente per via dei rumori, delle persone e degli odori sconosciuti… Invece il trasportino gli offre una sorta di rifugio sicuro dove potrà stare tranquillo e riposarsi.

  • Ruggiero scrive:

    Grazie ancora Simona .

    Napo ha mano di tre mesi e non ha ancora fatto la seconda vaccinazione ,per la passeggiata può farla cmq? Mi consigli di mettergli il guinzaglio?

    Ruggiero

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ok allora magari cerca di farlo giocare un po’ in allevamento prima di portarlo via e prima di salire sul treno fagli fare una passeggiatina molto breve e controllata (ovviamente al guinzaglio) per i bisogni e poi mettilo nel trasportino per il viaggio.

  • Ruggiero scrive:

    Grazie ancora Simona
    Ok capito.
    Come ti dicevo , Napo non ha fatto ancora la seconda vaccinazione ,a cosa devo essere attento quando gli faccio fare le passeggiate ?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    In particolare agli escrementi, sia di altri cani che di altri animali, in generale fallo camminare in una zona il più possibile “pulita”.

  • Ruggiero scrive:

    Capito, ci staro’ attento.
    Nel vostro libro , arriva il beagle c’è scritto di dargli un bastoncino di pelle bue, quelli che ho trovato in commercio sono solo per cuccioli di minimo quattro mesi, esistono per cuccioli più piccoli?

    Grazie ancora

  • Ruggiero scrive:

    Un’altra domanda , che dimensione consigliate per le ciotole ?

    Grazie

    Ruggiero

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Per quanto riguarda gli ossini di pelle vanno bene i più piccoli e sottili che riesci a trovare, magari chiedi un consiglio al tuo negoziante. La dimensione delle ciotole è abbastanza ininfluente, diciamo che se il cucciolo tende a strafogarsi quando mangia allora è meglio optare per una ciotola già un po’ grandina, diciamo che per un beagle adulto un diametro di circa 20 centimetri può andare bene.

Lascia un commento