Torna all'homepage

Bambini e cuccioli

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Beagle cucciolo

bambini e cuccioli fotoQuando pensiamo alla dolce accoppiata bambini-cuccioli (oltre a farci giustamente prendere dalla tenerezza) spesso siamo portati a credere che questi siano naturalmente in sintonia, come se essere “cuccioli di cane” e “cuccioli di uomo” basti per creare un legame armonioso.
Anche se crescere con un fedelissimo amichetto peloso può portare una ventata di positività ai bambini, è meglio seguire dall’inizio qualche accorgimento per evitare che si creino malintesi.

Nessuno deve essere un peso per nessuno!
Mettere da subito le basi per una corretta relazione cane-bambino può evitare future seccature.

Ma quali sono questi accorgimenti? Vediamoli.

Attenzione al binomio cucciolo-neonato!
Innanzitutto, se possiamo scegliere quando prendere il cucciolo, è meglio non accoglierlo in casa quando sta per arrivare un neonato: gli impegni con un bebè in arrivo sono già tanti, figuriamoci se ci si mette anche il cagnolino!

Il rischio di trovarsi con troppi “neonati” per casa è dietro l’angolo e se la situazione non viene affrontata nel modo giusto può portare a grosse difficoltà.

Inoltre i cani riescono certamente a capire che un bambino che ha da 1 a 3 anni appartiene alla specie umana, ma spesso sono disorientati dai suoi comportamenti.
I gesti e le vocalizzazioni di un neonato possono mettere facilmente in confusione un cane, mentre con il passare del tempo il cane solitamente comincia a capirlo, anche se c’è ancora il rischio che non si sappia rapportare correttamente.

Pertanto aspettiamo qualche anno, l’ideale sarebbe accogliere un cucciolo attorno ai sei anni di età del fanciullo.

Facciamo in modo che un cucciolo esuberante non traumatizzi il bambino
Noi proprietari di beagle, in un certo senso siamo fortunati: sappiamo bene che certi cuccioli possono essere delle pesti ma le dimensioni del cagnolino in questo caso ci aiutano a contenerlo.

Pensiamo ad esempio a chi ha un labrador: in quel caso le cose si fanno un po’ più impegnative.

Un bambino piuttosto piccolo, ad esempio dai due ai cinque/sei anni di età, potrebbe reagire male all’esuberanza di un cucciolo giocoso fino a non volersi più avvicinare ad alcun cane: quindi non lasciamolo mai solo insieme al cagnolino.

Facciamo capire subito al nostro amico peloso che non è assolutamente tollerato scagliarsi contro i bambini alzando le zampe ma solo accostarsi a loro in modo composto.

Nel caso, mettiamo il guinzaglio al beagle e facciamo avvicinare cucciolo e bambino gradualmente, finché l’animale non avrà capito perfettamente che l’unico modo per ottenere la vicinanza del piccino sarà… con educazione e con le quattro zampe ben posate sul terreno. 🙂

La parola chiave durante l’incontro sarà: calma. Il messaggio che passa dovrà essere: “se stiamo tutti tranquilli si interagisce, altrimenti sarà per la prossima volta”.

Insegniamo al bambino che il cucciolo non è un giocattolo
Con un cane di razza molto piccola non è facile far capire ad un bimbo di tre anni che è un essere vivente e come tale va rispettato: anche in questo caso siamo fortunati perché il beagle è un cane di taglia media (e cresce velocemente), quindi sarà più facile educare il bambino al rispetto dell’animale.
Se poi consideriamo anche il carattere amichevole che di solito contraddistingue questa razza, la strada può essere tutta in discesa.

Quindi niente botte, calci, manate sulla testa, dita negli occhi/orecchie o tirate di coda!
Un cane non impaurito dal bambino starà più volentieri in sua compagnia.

Non facciamo sentire il bambino sottovalutato…
E’ davvero molto difficile che un genitore, nella realtà, trascuri i figli a favore del cane. Ma un bambino potrebbe pensare (erroneamente) di essere messo in secondo piano, potrebbe in un certo senso diventare “geloso”.

Coinvolgiamo quindi il piccolo nella cura del cane e nella costruzione del rapporto con lui: dal punto di vista educativo, responsabilizzare un figlio nell’accudire un animale porta enormi vantaggi.

…ma non lasciamo a lui il compito di educare il cane!
D’altra parte, il cane ha un fortissimo bisogno di trovare una figura di riferimento. A maggior ragione quando è ancora cucciolo e meno sicuro di sé.
Il cane, di fronte ad un bambino che vive insieme a lui, riconosce che è un “cucciolo di uomo” e può avere grosse difficoltà ad identificarlo come quel riferimento in cui trovare una guida per affrontare le richieste della vita nel mondo umano.

Potrebbe essere più facile considerarlo come una specie di “compagno di giochi”, come una sorta di fratellino, ma la vera figura di riferimento è meglio che sia un adulto: in questo modo sarà certamente più facile e naturale creare le relazioni tra cagnolino ed esseri umani all’interno della famiglia.

31 commenti:
  • francesca scrive:

    …ho una bimba di 7 anni, un discoletto di 2 e mezzo ed un beagle di 4 mesi… e’ una tragedia! Il cucciolone (Billy) azzanna le caviglie di tutti, soprattutto dei bimbi, ed io non so più come fare!
    help help

  • Eva scrive:

    io ho un beagle di un anno e i nipotini di tre e di otto anni che ci giocano tutto il giorno … i primi mesi un disastro ora invece è davvero bello vederli giocare insieme!!! non scoraggiarti francesca!

  • francesca scrive:

    grazie per l’incoraggiamento, spero di farcela ad educarlo come si deve, ma è naturalmente un testone e piuttosto che mollare, ringhia!
    ho anche un problema non piccolo con il divano: l’ha bucato e mi sta tirando fuori tuuta la gomma piuma… esiste un buon metodo per farlo smettere?

  • sicampeggia scrive:

    In effetti è molto difficile gestire un beagle e un bambino insieme: è proprio vero che il bambino tende ad avere un comportamento che spesso disorienta il cane, Matteo per esempio si muove molto velocemente e d’altro canto Luna è esuberante e per lei è naturale saltare addosso a Matteo. Io sto cercando di introdurre un ritmo più lento, incoraggio il bimbo ad accarezzare il cane, gli faccio mettere il cibo nella ciotola e sogno il momento in cui finalmente riusciremo a passeggiare tranquillamente insieme. Sarà lunga però.

  • emanuela scrive:

    ciao ragazzi,il mio problema è che mia figlia di 3 anni gli sta troppo attaccata,nn la lascia un secondo si siede accanto a lei e la coccola e nn la lascia sola xche dice che piange,e pur vero che sono solo 2giorni……….

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Emanuela, il problema l’hai già individuato. Un cucciolo ha bisogno di momenti di relax e di uno spazio tutto suo dove poter stare tranquillo e sentirsi al sicuro senza incursioni “dall’esterno”, perciò è il caso che tu stabilisca delle regole con tua figlia, se necessario allestendo un box per il cucciolo come descritto nell’articolo Educhiamo bene il cucciolo con il “confinamento” e rendendolo off limits per tua figlia, alla quale potrai cominciare dolcemente ma con fermezza a far capire che il cucciolo non è un peluche, ma un essere vivente con determinate esigenze.

  • stefania scrive:

    ho un bimbo di 4 anni e lilli sto a far male perche’ mi date una risposta grazie aspetto

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Scusa, ma da come scrivi non si capisce qual è il tuo problema…

  • stefania scrive:

    scusa volevo dire che ho un bimbo di 4 anni e lilli gioca a fargli male perche?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Beh, è davvero improbabile che giocando, Lilli voglia fare male al tuo bambino. Crediamo invece che sia molto esuberante e semplicemente non si accorga che gioca con lui in modo poco adeguato. Non lasciarli mai da soli e sorvegliali sempre quando sono in compagnia l’uno dell’altra.

  • stefania scrive:

    grazie

  • laura scrive:

    io h 10 anni e il cane ascolta solo me! sono il leader ….. per lei

  • Camilla scrive:

    mia figlia vorrebbe un Beagle,sono molto restia perchè viviamo in appartamento che, pur essendo grande ha solo un terrazzo.che faccio??? Glielo prendo??? =)

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Camilla. Se il motivo per cui vuoi adottare un beagle è semplicemente il desiderio di tua figlia allora no, non prenderlo.
    Accogliere un cucciolo di beagle richiede di modificare molto il proprio stile di vita e per fare questi cambiamenti bisogna essere molto motivati, si deve desiderare il cucciolo più di ogni altra cosa, si devono accettare degli impegni che solo amando fortemente il nuovo arrivato non si trasformeranno in sacrifici. Quella di prendere un cane è sempre una decisione importante che va ponderata con attenzione: un cane è un impegno serio, che cambia la vita e tutte le abitudini.
    Senza ombra di dubbio il Beagle è un cane che ha tantissime qualità: una personalità molto forte e decisa, è tremendamente dolce e tenero, affettuoso e coccolone, socievole e non aggressivo, ma anche vivace e pieno di energie. D’altro canto è un cane davvero molto impegnativo, soprattutto nei primi periodi della sua vita, per questo è indispensabile conoscere le caratteristiche della razza e capire se è un cane che può adattarsi alle tue abitudini e se riuscirai a prenderti cura di lui nel migliore dei modi.

    I requisiti essenziali che deve avere il proprietario di un Beagle per crescerlo nel miglior modo possibile sono:
    – TEMPO da dedicargli: è un cane che ama stare all’aria aperta e necessita di molto movimento e di esercizio fisico, pertanto ha bisogno di fare lunghe passeggiate, di giocare e di socializzare con i suoi simili; da cucciolo inoltre è necessario sorvegliarlo il più possibile per correggere i suoi errori e premiarlo immediatamente quando fa la cosa giusta. Così facendo verrà educato nel modo più corretto e veloce a fare i bisogni nel posto giusto, a stare da solo, a dormire nella cuccia ecc… senza doverci ritrovare in futuro a dover correggere comportamenti sbagliati ma che ormai sono stati acquisiti e quindi più difficili da eliminare;

    – PAZIENZA, COSTANZA e COERENZA : il Beagle tende ad essere un cane molto testardo! Ma noi, in un certo senso, dobbiamo essere più testardi di lui se vogliamo educarlo ad essere un buon cane. Non dobbiamo mai scoraggiarci e con dolcezza e fermezza fargli capire qual è il suo ruolo nella famiglia, ciò che gli è consentito fare e ciò che gli è vietato.

    Non è strettamente necessario avere un giardino recintato e può adattarsi a stare in casa da solo per qualche ora al giorno, a patto di garantirgli tanto movimento e magari fargli cominciare la giornata con una bella passeggiata. Se infatti non riuscirà a sfogare le sue energie, ti ritroverai con un cane frustrato e probabilmente comincerà a sfogarsi in modi sbagliati, come morisicare, abbaiare e distruggere… Ha bisogno di essere portato a spasso, di giocare, di socializzare con i propri simili, di essere educato. Ha bisogno di avere sempre un punto di riferimento, senza il quale probabilmente crescerà sviluppando problemi comportamentali più o meno gravi.

    Alla luce di tutto questo ti consigliamo di prenderti tutto il tempo necessario prima di arrivare alla decisione finale e, intanto, di leggere questi articoli:

    I cinque errori più comuni commessi dai proprietari di Beagles;
    Il Beagle: per molti ma non per tutti.

  • LISA scrive:

    BUONGIORNO HO UN CUCCIOLO DI CIRCA TRE MESI VIVACE MA ASCOLTA SE GLI DICO VIENI ,SEDUTO MA A VOLTE QUANDO MI DEVO SPOSTARE AL PIANO DI SOPRA ,VISTO CHE ABITO IN UN CASA A DUE PIANI , GLI DICO STAI LI ,ANCHE PERCHE’ NON SA SALIRE ANCORA LE SCALE, LUI FA UN GIRO SU SE STESSO MI GUARDA E RINGHIA, A QUESTO PUNTO NON SO COSA FARE VI CHIEDO UN CONSIGLIO ,HO PAURA CHE MI POSSA AGGREDIRE IN FUTURO GRAZIE

  • Francesco (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Lisa,
    innanzitutto possiamo confermarti che per un cane, a maggior ragione un beagle, l’aggressività verso gli stessi componenti del suo branco-famiglia non è un comportamento normale. Quindi, se soddisfi ogni giorno i suoi bisogni fondamentali (nel report “I 4 pilastri del cane sano” puoi trovare quali sono), se non sei violenta con lui e diventi per lui un buon leader (nel report “Beagle ribelle? No, grazie!” trovi i passi pratici per diventarlo), è praticamente impossibile che sia aggressivo nei tuoi confronti.
    In più, il tuo cucciolo è ancora giovanissimo, quindi il suo carattere deve ancora formarsi e deve imparare ancora bene come esternare le sue emozioni. Da quello che descrivi, il suo ringhiare potrebbe essere solo disappunto per non poterti seguire al piano di sopra (è solo un’ipotesi). Non preoccuparti, sei già sulla buona strada per il fatto che ti ascolta, a questo punto non sarà difficile costruire la vostra relazione, l’importante è fissare delle regole e fare in modo che tutti quelli che vivono con lui le rispettino, per non confonderlo.

  • Maria Grazia scrive:

    Ciao Simona e Francesco,
    io ho un beagle di 7 mesi e un bambino di 8 anni. il problema è che ogni volta che il bambino si avvicina al cane, lui gli salta addosso e apre la bozza , come per morderlo, ma ovviamnete senza aggressività, solo per giocare. Tuttavia, vorrei che l’approccio e il gico tra i due fosse più tranquillo. Come posso fare, per non fargli aprire sempre la bocca e non farlo saltare addosso? tra l’altro il fatto di saltare addosso, sta diventando un problema, perchè chiunque entri in casa nostra, viene praticamente assalito dal cucciolo e chiaramente per chi ha “paura” dei caninon è sicuramente piacevole. Attendo i vostri preziosi consigli. Grazie mille!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Maria Grazia, data la giovane età del tuo beagle è normale che sia esuberante e voglia sempre giocare. Ecco come devi fare affinchè il cucciolone smetta di saltare addosso, è un comportamento che deve essere messo in pratica da tutti coloro che subiscono l’assalto, tuo figlio compreso: Se il beagle salta addosso con le zampe

  • Alessandra scrive:

    Ciao…ho un beagle maschio di un anno e mezzo, Mr.Frankie, che ha un carattere forte e non ama i bambini (a volte quando siamo al parco abbaia e cerca di saltare addosso). Sono un pò preoccupata perchè sono incinta e tra due mesi arriverà la nostra bambina e ho paura che Frankie non la accetti. Potete darmi un consiglio su come comportarci perchè vorrei che nel tempo riuscissero ad instaurare un bel rapporto. Grazie mille!!!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Alessandra, il momento dell’arrivo di un bebè in una famiglia dove è già presente un cane è sempre molto delicato, ma basta prendere alcuni accorgimenti per evitare di scatenare gelosie e iniziare ad instaurare un bel rapporto tra cane e neonato, puoi leggere i nostri consigli nell’articolo Se è in arrivo un bebè.

  • Alessandra scrive:

    Grazie mille Simona!Leggere il vostro articolo mi ha rincuorata, spero che saremo in grado di introdurre la bambina nel modo giusto di modo che lei e Frankie diventino amici!

  • Monica scrive:

    Ciao, la mia Luna ( 6 mesi) è molto docile, giocherellona con tutti cani, bambini, adulti, però ho notato un comportamento diverso da qualche settimana, quando vado in giro e porto anche Davide( mio figlio 2 anni),e ci sono altri cani, Luna gioca tranquillamente, però se qualcuno (altri cani) si avvicina al passeggino, lei smette di giocare e si mette immediatamente davanti al passeggino e fa allontanare l’altro cane( non ringhia, non morde,), lo manda via. Perché fa così? Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Monica, leggendo quello che scrivi sembra semplicemente che Luna vada in protezione di Davide, per questo se un altro cane si avvicina al passeggino corre subito a controllare la situazione! E’ un comportamento piuttosto normale da parte di un cane si trova a vivere con un bambino piccolo, ma dato che la cagnolina non dà segni di aggressività, non preoccupartene troppo, al massimo cerca di rassicurarla facendole capire che ci sei tu e che spetta a te proteggere il bimbo.

  • Emanuele scrive:

    Salve il mio beagle ha 75 giorni circa e sta sempre a mordicchiare tutto e tutti anke i mie figli ke quasi hanno paura di accarezzarlo come posso fare a fargli togliere questo viZio

  • Christian scrive:

    Ciao, ho una beagle di quasi 4 anni molto legata a me , da una settimana è nata mia figlia e da 2 giorni con mia moglie sono tornate a casa, Chrimi la mia beagle sembra in depressione ,quando ho la pupa in braccio Chrimi brontola , evita di avvicinarsi alla pupa e sembra quasi averne paura , ma la cosa più preoccupante è che sembra essersi isolata , quando siamo in casa lei si mette nella cuccia sul balcone da sola … io cmq cerco di darle le stesse attenzioni e le stesse nostre uscite… consigli ?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Christian, è abbastanza normale che la tua cagnolina sia rimasta un po’ destabilizzata dall’arrivo della tua bimba, quello che devi fare è non farle mancare nessuna delle attenzioni che le davi prima, continuare a portarla spasso e a farla giocare e non farla sentire esclusa, ma renderla partecipe della vita di famiglia. Il momento dell’arrivo di un bebè in una famiglia dove è già presente un cane è sempre molto delicato, ma basta prendere alcuni accorgimenti per evitare di scatenare gelosie e iniziare ad instaurare un bel rapporto tra cane e neonato, puoi leggere i nostri consigli nell’articolo Se è in arrivo un bebè.

  • Katia scrive:

    Ciao, ho una bimba di 9 mesi che è matta per la mia beagle di 2anni e mezzo, le vorrebbe sempre andare da lei ma il cane non vuole è appena la bimba si avvicina scappa e addirittura ha già rognato due volte e non so proprio cosa fare! Però mentre la bimba dorme lei va sempre a leccarla, però poi non capisco che si comporti così.. Dimenticavo anche che la nostra pelosa non ha mai rognato a nessuno, con i cani addirittura scappava da dei barboncini! E non ci saremmo mai aspettati un comportamento così..anche perché non le abbiamo mai cambiato le sue abitudini e continuiamo a portarla avunque!

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Katia, bisogna capire che i cani non sono giocattoli, hanno anche loro pensieri ed emozioni, prendono decisioni, riescono a contestualizzare le situazioni… Questo per dirti che è normale che la tua cagnolina non sia sempre disponibile nei confronti della tua bimba, ha diritto anche lei a momenti di pace e tranquillità ma questo non significa che non le voglia bene. Tra i cani non riescono bene a capire come rapportarsi con i bimbi così piccoli che hanno comportamenti per loro così strani (movimenti impacciati, braccia sempre alzate, urli e strilli, difficoltà nel comunicare…) per questo molto spesso preferiscono starne alla larga. Del resto questa è una situazione nuova per tutti, vedrai che col tempo troveranno un loro equilibrio e saranno inseparabili, nel frattempo cerca di garantire alla tua beagle dei momenti di pace e comincia a far capire alla bimba che anche lei ha bisogno di riposare.

  • Katia scrive:

    Grazie mille Simona. Ciao

  • Angela scrive:

    Salve volevo chiedere una informazione..ho un neonato di 19 giorni ed Elodie,la mia bimba pelosa di un anno e nove mesi da quando ha conosciuto il bimbo si avvicina a lui,piange,scodinzola..Poi si mette a dormire durante il giorno vicino al passeggino..quando mio figlio piange Elodie subito si avvicina e piange anche lei..mio marito ed io abbiamo visto in elodie un grande istinto materno nonostante l abbiamo fatta sterilizzare..é come se sappia che Mattia è piccolo e quindi lo vuole proteggere..a volte durante il giorno sentiamo Elodie piagnucolare,andiamo a vedere e c é lei che è alzata sul passeggino e scodinzola a Mattia..é molto incuriosita..il suo comportamento é una forma di gelosia o meno?a noi non sembra..grazie mille

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Angela, infatti da ciò che scrivi non sembra proprio una forma di gelosia ma semplicemente di curiosità e istinto di protezione verso il piccolo! 🙂

Lascia un commento