Torna all'homepage

L’appetito in estate

Autore: Francesco Vischi
Categoria: Alimentazione Beagle

beagle inappetente fotoGran parte dei nostri beagles sono famosi anche per vuotare la ciotola in un secondo, però può capitare che con il caldo estivo ci sia qualche sorpresa.

Innanzitutto nel loro comportamento: il caldo di solito fa stancare il cane più facilmente, spesso gli fa passare la voglia di giocare e non è raro che gli passi anche la voglia di correre.

Molti proprietari rimangono sconcertati quando il loro beagle, che aveva sempre voglia di uscire per andare a spasso, punta le zampe e dirige il suo corpo in direzione di casa.

In questo stato di svogliatezza ed apatia generale, può risentirne anche l’appetito.

Per quanto riguarda gli umani, nel periodo estivo da anni sentiamo le classiche raccomandazioni di fare pasti meno calorici, spezzettarli in più spuntini nell’arco della giornata, assumere acqua a sufficienza e consumare frutta e verdura fresche.

Quindi, potremmo pensare che anche al cane si debba variare l’alimentazione a causa del forte caldo ma in realtà non è così.

Chiedendo conferma anche al nostro veterinario di fiducia, l’alimentazione del cane non dovrebbe essere cambiata di punto in bianco.

Questa raccomandazione vale anche durante l’estate.

Se gli diamo per tutto il resto dell’anno un’alimentazione equilibrata con il corretto bilanciamento di sostanze nutrienti e la giusta quantità di calorie, come ad esempio nel caso di un buon alimento commerciale umido o secco, con il caldo non c’è bisogno di cambiare tipo di cibo.

Anzi, a volte cambiargli in fretta il tipo di alimentazione può essere dannoso per il suo organismo che, siccome è carnivoro, ha meccanismi di adattamento piuttosto diversi dai nostri.

Ma allora, cosa fare se al beagle diminuisce l’appetito con il caldo?

Per prima cosa, se il nostro cane è in buona salute (e questo ce lo deve dire il veterinario), non ci dobbiamo preoccupare se gli cala l’appetito per un paio di giorni.

Possiamo seguire gli accorgimenti dell’articolo “Se il beagle è inappetente: alcuni consigli” per fargli mangiare un po’ di più, ma sarà comunque un fenomeno passeggero.

Se usiamo cibo secco, spesso si è rivelato utile inumidire le crocchette con acqua fresca per dare al cane una sensazione migliore durante il pasto e renderle così più appetibili.

Le cose cambiano se il cane non tocca letteralmente cibo per più giorni o se è malato e/o anziano.

In questo caso il supporto del veterinario sarà fondamentale ed insieme a lui si stabilirà un regime alimentare adatto alle condizioni fisiche del cane in quel momento, dandogli sempre la giusta quantità di energia e il corretto bilanciamento di nutrienti.

Una cosa che in estate è invece fondamentale verificare è l’assunzione di acqua.

E’ l’elemento principale per la vita del nostro cane e non gli deve mai mancare, possibilmente fresca e pulita.

Attenzione quindi a non mettergli la ciotola al sole, o a non cambiargli regolarmente l’acqua lasciando che si accumulino alghe e sporcizia: a lungo andare, se il beagle beve meno di quanto ha bisogno, le conseguenze possono essere molto gravi.

Per rendergli più piacevole il momento del pasto, possiamo dargli da mangiare nelle ore più fresche della giornata, al mattino e alla sera.

Chi ha un beagle giovane ed è già passato ai due pasti quotidiani probabilmente lo sta già facendo.

Con un cucciolo, se i suoi pasti sono ancora tre, possiamo diminuire la quantità di quello centrale regolando gli altri due di conseguenza.

Naturalmente anche in questo caso vale la regola d’oro di non lasciare al cane la ciotola sempre disponibile.

E’ utile in tantissime altre situazioni (come descritto nel report gratuito “Beagle ribelle? No, grazie!”) e in questo caso lo invoglierà ancora di più a consumare tutto quello che ha a disposizione.

Quindi, mettiamogli davanti la ciotola e togliamola dopo circa 15 minuti, senza dire niente, che abbia mangiato o meno. Se ci rimane qualcosa, possiamo conservarlo in fresco fino al pasto successivo.

Sembra banale, ma questo accorgimento previene un sacco di problemi di comportamento.

Un’altro punto importante è cercare di evitare gli spuntini gratuiti fuori pasto, per non far arrivare il beagle già svogliato al momento del pasto.

Se durante il resto dell’anno siamo abituati a dargli qualche “snack” durante la giornata, cerchiamo di limitare il più possibile questa abitudine per non rovinagli ancora di più l’appetito quando arriva il momento di presentargli la ciotola.

Se usiamo i premi in cibo, almeno nel periodo in cui il beagle è inappetente per il caldo, cerchiamo di non dargliene troppi.

Alla fine, se il nostro beagle è sano come abbiamo detto prima, non c’è assolutamente nulla da preoccuparsi se con il caldo gli cala un po’ l’appetito: quello che possiamo fare è rendergli i pasti più piacevoli e il cane ristabilirà in autonomia i suoi ritmi di sempre.

21 commenti:
  • Elena scrive:

    ma perchè a snoopy questo non succede???
    dorme di più e ansima come un mantice, ma se solo sfiori il guinzaglio è pronto per la passeggiata e se solo apri uno sportello della cucina magicamente te lo ritrovi ai tuoi piedi
    🙁

  • laura scrive:

    anche la mia cagnolina ansima sembra che abba l’asma sono felice di nn essere l’unica! 🙂

  • Sara scrive:

    Cherry invece soffre molto il caldo, ieri sera siamo andati alla puppy class e manco voleva giocare… eppure erano le 8 di sera… 🙁
    Per quanto riguarda il cibo all’inizio non voleva proprio saperne di mangiare nei momenti giusti e allora provvedevo a toglierle la ciotola anche se ancora piena, ma poi mi sono preoccupata molto non mangiava praticamente niente di quello che le davo se non premi o schifezze raccolte a terra. Poi ho provato ad inumidirle con l’acqua ed è servito, almeno per una decina di pasti, poi ancora niente… non le piacevano, non so… allora sono corsa dal veterinario e mi ha consigliato di aggiungere un cucchiaino di grana grattuggiato alle crocchette inumidite, senza cambiarle perchè è il cane che si deve adattare alle crocchette che ho scelto io, non viceversa. Così ho provato e Cherry le divorava! non l’avevo mai vista mangiare così di gusto! che bello. E’ stato molto soddisfacente vederla ripulire la ciotola. Mano a mano ho calato i pasti con l’aggiunta di grana da tre pasti, a due con grana e uno senza, e così via. Ora mangia crocchette (Almo Nature) tre volte al giorno senza l’aggiunta di grana e senza inumidirle e agli orari giusti che le ho scelto. E’ stato un po’ difficile ma ci siamo riuscite :-). In teoria le crocchette consigliano l’assunzione di 200 – 235 g al giorno diviso in tre pasti, ma nel pasto centrale, sicuramente per il caldo, mangia ma a fatica. E cosi da 70 – 75 g a pasto ho optato per farle mangiare 65-70 g al mattino e alla sera e nel pasto centrale 60g. Così mangia tutto e volentieri. Quando farà i 4 mesi le aumenterò alla dose consigliata. Dovrebbe andare bene spero. Ciao

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Va benissimo Sara, stai tranquilla e grazie per la tua testimonianza! 🙂

  • rita scrive:

    il mio Beagle mangia regolarmente , dorme , quando è ora di uscire è felice ma cammina piano piano e ansima anche lui moltissimo . è un pò cicciotto ma soffre molto il caldo . saluti a tutti

  • Franco scrive:

    il mio Gimmi mangia regolarmente ha volte quando lo lasciamo solo,non tocca cibo fin quando non rientriamo a casa. come snack un paio di bastoncini, l’unica cosa che se non lo tengo a freno se ne mangerebbe una confezione intera, sopratutto se viene qualcuno a casa, la prima cosa che fa, comincia ad abbaiare e ci fa capire che vuole lo snack.UN SALUTO A TUTTI.

  • elena scrive:

    la mia cagnetta Beagle Lulù è un periodo che non mangia più le sue cose e vuole di più i suoi snek.un saluto a tutti ciao.

  • laura scrive:

    ciao volevo chiedervi un consiglio.
    l’anno scorso d’estate petra non mangiava praticamente niente a meno che non rovesciasse la ciotola e facesse cadere tutto per terra.il fatto che mangiava solo le crocchette per terra che tipo di comportamento è?
    so che adesso siamo ancora in inverno e solo che mi e venuto in mente leggendo i vari commenti.Adesso mangia le crocchette della trainer,o sentito molti cacciatori che le davono ai loro cani da caccia,quindi credo (anche dal nome)che siano crocchette per cani attivi che fanno movimento tutti i giorni regolarmente,come petra.Dite che è una buona marca?adesso che e sterilizzata devo per forza comprare un mangime light?o provato a guardare un po i prezzi,sono astronomici!un sacco da 5 kg costava 15 euro!quello che o adesso ce lo procura un cacciatore amico di mio padre,ho controllato piu volte e comunque mi sembra proprio di marca,un sacco da 15 kg lo pago 15 euro!pero,se serve alla saluto di petra e me lo consiglia il veterinario,prendero quello light,non devo cercare di risparmiare sulla salute del mio cane!finora 5 mesi che e sterilizzata e non sembra ingrassare per niente,anzi adesso che non cresce piu d’altezza cresce di muscoli!
    se devo prendere il mangime light quale mi consigliereste
    ps la trainer è una marca cruelty free?
    grazie in anticipo ciao ciao

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Laura, sì la Nova Food (che produce le linee Natural Trainer, Fitness Trainer e Personal Trainer) è cruelty free. In realtà le Natural, a livello di qualità sono le più scarse di tutta la linea, pensiamo semplicemente che i cacciatori le utilizzino perchè sono abbastanza economiche (anche se restano migliori di tante altre). Non abbiamo mai avuto a che fare invece con mangimi di tipo light, quindi non sapremmo quale consigliarti, ma più o meno ogni ditta produce qualcosa per cani che hanno problemi di sovrappeso, quindi basterà affidarti ad una buona marca. Considera comunque che, essendo un mangime pensato per un problema specifico, ti verranno sicuramente a costare di più. Ad ogni modo non è obbligatorio passare alle light solo perchè Petra è sterilizzata, diciamo che diventa utile se vedi che lei, con le solite crocchette a dosi ridotte, inizia comunque ad ingrassare.

  • laura scrive:

    ok grazie del consiglio

  • salvatore scrive:

    Il mio Monet è da un pò che rifiuta il suo cibo… le ho provate tutte… spolverata di formaggio… bagnare le crocchette…. farlo mangiare nelle ore più fresche… sono arrivato pure a cucinargli un pò di macinato e A SPEZZETTARGLI UNO DEI SUOI BISCOTTI PREFERITI .. NIENTE DI NIENTE…. OGNI VOLTA CHE GLI METTO LA CIOTOLA CON IL MANGIARE AL MASSIMO CI VA …ODORA E DOPO UN Pò CERCA DI FAR ROVESCIARE LA CIOTOLA … CHE DEVO FARE??? 🙁 forse devo cambiare crocchette? gli do quelle della “MONGE” GUSTO POLLO… E VARIAVO OGNI VOLTA CON SALMONE E VITELLO …

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Salvatore, secondo noi cambiare continuamente pappa o cercare di arricchirla e di renderla sempre più appetitosa non fa che peggiorare le cose. Quando si verificano casi di inappetenza, solitamente il primo consiglio è quello di insistere con le crocchette, perchè sono in assoluto la scelta migliore per l’alimentazione canina in quanto, se di buona qualità, rappresentano un pasto con il corretto apporto calorico e già perfettamente bilanciato in tutti i componenti nutritivi di cui il cane ha bisogno nella specifica fase della vita che sta attraversando. Spesso succede che ad un certo punto un cane si stanchi delle solite crocchette e, in questi casi, cambiare marca e/o gusto può risolvere il problema, ma se l’inappetenza si ripete dopo poco tempo si rischia di entrare in un circolo vizioso perchè il cane impara che appena smette di mangiare gli arriva una pappa dal sapore tutto nuovo. A questo punto il nostro consiglio è di provare a cambiare marca di crocchette, facendo attenzione a sceglierne una di qualità pari o superiore (Almo Nature, Fitness Trainer, Natural & Delicious, Enova, ecc…) e vedere come va. Se ancora continua a non mangiare, lascia la ciotola a sua disposizione per 10-15 minuti, dopodichè toglila anche se non ha finito di mangiare, per riproporgliela soltanto al pasto successivo (senza dargli altri snack nel mentre per compensare il vuoto). A questo punto i cani fanno un pò di sciopero della fame, ma poi cedono ed iniziano a mangiare voracemente ed è importante arrivare a questo risultato perchè l’inappetenza è il primo sintomo di un problema di salute, quindi se un cane che mangia sempre con appetito non vuota subito la ciotola, ti potrai accorgere che probabilmente c’è qualcosa che non va. Se proprio lo sciopero si potrae per un lungo periodo (3-4 giorni consecutivi) e non ci sarà verso di fargli mangiare le crocchette, sarà il caso in primo luogo di portarlo dal veterinario per escludere particolari problemi di salute. Ecco due articoli che possono esserti utili:
    Se il Beagle è inappetente: alcune ragioni
    Se il Beagle è inappetente: alcuni consigli

  • Salvatore scrive:

    La cosa assurda è che se io mangio qualcosa … Come un gelato, un pezzo di formaggio o un biscotto mi fa la festa salta gioca e lo vuole … Quindi nn credo che sia un fattore di salute visto che per le altre cose fa capire che le vuole ma quando si tratta di mangiare crocchette nn se ne parla…

  • Valentina scrive:

    Ciao! Volevo chiedervi un consiglio… Milka di quasi 3 anni oggi è stata un po’ strana,in quanto non ha giocato,né corso. Ha mangiato normalmente e anche passeggiata ma non è allegra come al solito… Era già successo un mesetto fa e il veterinario ci aveva detto che succede…dopo un paio di giorni era tornata normale…In questo caso non so se sia il caldo ma sono preoccupata. Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Valentina, il suo comportamento potrebbe essere dovuto effettivamente al caldo. Ad ogni modo non ti resta altro da fare che tenerla sotto controllo e verificare che non si presentino altri sintomi quali vomito, diarrea, febbre, inappetenza, ecc… Se succede o se questa apatia prosegue anche nei prossimi giorni ti consigliamo di portarla dal veterinario.

  • Maurizio scrive:

    Sono proprietario di un cucciolo beagle femmina di 5 mesi. Come ogni cucciolo dimostra una voracità illimitata ed incontrollata, mangiando ed inghiottendo qualsiasi cosa é alla sua portata. Preciso che il cucciolo è fisicamente perfetto, come anche accertato dal veterinario, e che è abituato a mangiare due pasti al giorno (mattino e sera). Per evitare che il cucciolo vada in sovrappeso gli soministro qualche grammo in meno rispetto alla tabella indicata sulla confezione delle crocchette. Premesso ciò desidero condividere con voi un recente episodio. Dopo aver preparato la tavola per il pranzo, mia moglie si è dovuta allontanare da casa lasciando il cucciolo libero di accedere alla cucina. Fatto rientro dopo circa 15 minuti ha immediatamente notato il cucciolo che teneva in bocca un tomino (formaggio dolce) e che sulla tavola ne mancavano altri due. Recuperava quindi il tomino (integro e non morso) immaginando che gli altri due fossero stati ormai mangiati. Il cucciolo invece le indicava dove aveva nascosto ľaltro tomino. Approfondiva quindi il controllo trovando poi il terzo pezzo nascosto nella cuccia. Tutti e tre i pezzi erano integri. Mi potete aiutare a comprendere tale comportamento ed il motivo che ha indotto il cucciolo a non mangiare i ghiotti bocconcini? Preciso che abito in montagna dove la calura estiva non è particolarmente elevata. Un saluto a tutti

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Maurizio, nascondere il cibo è un comportamento piuttosto comune e si verifica quando il cane non ha intenzione di mangiarlo immediatamente ma vuole conservarlo per quando ne avrà voglia. Di solito i cani si comportano così quando hanno a che fare con un boccone di cibo molto grande o piuttosto duro e quindi richiede del tempo per essere mangiato (infatti solitamente sono le ossa i cibi più gelosamente nascosti), per poi essere recuperato e sgranocchiato a loro piacimento.

  • saverio scrive:

    Ciao, sono Saverio, ho preso un Beagle di quasi 3 mesi, e vedo che è sempre in cerca di cibo, nella busta dei croccantini ci sono dei dosaggi consigliati con il peso del cane, ma vuole sempre mangiare. Vorrei sapere fino a quanti grammi posso arrivare a dargli ogni giorno.
    Grazie

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Ciao Saverio, la voracità è una caratteristica comune di tutti i beagle, ma non bisogna fare l’errore di assecondare la loro fame perchè loro mangerebbero in continuazione, fino a scoppiare! Pertanto segui le indicazioni riportate sulla confezione del mangime che utilizzi, dividendo la dose giornaliera in tre pasti ancora per un paio di mesi, poi potrai eliminare il pasto centrale.

  • Federico scrive:

    quat’ è la quantità di crocchette consigliata per un cucciolo di 3 mesi?

  • Simona (AmicoBeagle) scrive:

    Quella indicata nella tabella del mangime che utilizzi (ogni mangime è diverso ed ha una dose giornaliera consigliata diversa dagli altri!) in base all’età e al peso del cucciolo.

Lascia un commento