Torna all'homepage
nov
21
Come soddisfare il fiuto del beagle
Autore: Francesco Vischi
Categoria: Razza Beagle

fiuto del beagle fotoPer far vivere il nostro beagle nel migliore dei modi, e di conseguenza vivere meglio insieme a lui, è meglio tener conto degli aspetti particolari che sono stati accentuati attraverso secoli di continua selezione.

Abbiamo già visto in diversi articoli che il beagle è un cane da seguita e che proprio il suo potentissimo senso dell’olfatto è stato plasmato nel corso di innumerevoli selezioni per offrire al cacciatore uno strumento micidiale per seguire e localizzare la selvaggina.

nov
13
Il mio beagle dorme sempre!
Autore: Francesco Vischi
Categoria: Beagle cucciolo, Salute

beagle dorme sempre foto“Ma come, dicono tutti che il beagle è una furia, che non sta fermo neanche un minuto… ma il mio beagle dorme sempre! Sarà sano?”

È una domanda più che giusta. In effetti un beagle che “dorme sempre” è una frase che stona un po’ quando pensiamo a questo cane, famoso per la sua tenacia, per la sua grande energia e per il bisogno di incanalarla continuamente in attività costruttive.

nov
6
Quando il nostro cane diventa… un beagle pazzo!
Autore: Francesco Vischi
Categoria: Carattere Beagle

beagle pazzoDell’iperattività del beagle ne abbiamo già parlato nell’articolo “Se il beagle è iperattivo”, ma ora vorremmo parlare di un altro aspetto del suo carattere che spesso sconvolge tanti proprietari.

Molte persone ci scrivono allarmate, descrivendo momenti di “pazzia” del loro cane, che improvvisamente e senza preavviso (in apparenza…) si trasforma in un diavoletto scatenato che lascia a bocca aperta chi lo osserva.

ott
30
Qual è il significato del pedigree?
Autore: Francesco Vischi
Categoria: Razza Beagle

pedigree significato fotoDel pedigree ne abbiamo parlato nel post “Cos’è il Pedigree?” dove, tra l’altro, abbiamo descritto alcuni particolari tecnici di questo documento e come leggerlo.

Siccome sul significato del pedigree ogni tanto ci viene espressa qualche perlpessità, pensiamo sia il caso di chiarire non tanto l’aspetto tecnico del discorso (cioè come si ottiene, la modulistica da compilare, i tempi, ecc.: queste cose le abbiamo toccate nell’altro articolo), quanto il concetto che sta alla base della sua creazione.

ott
23
Il beagle può rimanere da solo per le otto ore lavorative?
Autore: Francesco Vischi
Categoria: Educare Beagle

beagle da solo fotoPotrebbe sopportarlo, ma per raggiungere questo traguardo ci vuole tempo, allenamento e, comunque, per lui non sarebbe il massimo della vita.

Parliamo di lasciare “il beagle da solo per le otto ore lavorative” perché è quello che potrebbe capitare di solito in tante famiglie, ma il discorso è generale: si può lasciare il beagle da solo per molte ore?

Ora diciamo il perché del nostro “potrebbe”.

ott
17
Il beagle vorace
Autore: Francesco Vischi
Categoria: Salute

beagle voraceSe vogliamo disegnare un identikit del beagle possiamo basarci su tanti aspetti che lo distinguono da altri cani.
Però, c’è un particolare che quasi tutti i proprietari ci confermano, ed è che il beagle ha un appetito mostruoso!
La sua fame è famosa quanto le sue orecchie o la sua coda dritta.
Dalle vignette di Snoopy alla maggioranza dei proprietari che vivono con un beagle, il grande piacere di mettere qualcosa sotto i denti è una caratteristica distintiva di questo cane.

ott
10
Il beagle mendicante
Autore: Francesco Vischi
Categoria: Educare Beagle

beagle mendicante fotoÈ difficilissimo resistere ai suoi occhioni dolci.

Più di tante altre razze, il beagle ha saputo conquistare il cuore dei suoi affezionati anche a colpi di sguardi languidi, supplichevoli, ruffiani.

Se poi uniamo le sue capacità “teatrali” con la famosa tenacia che contraddistingue il carattere del beagle, ecco pronto un mix micidiale:

ott
2
La coprofagia
Autore: Francesco Vischi
Categoria: Educare Beagle

coprofagia fotoCoprofagia (con l’accento sulla “i”) significa “ingerire feci”.
Va detto subito che non dobbiamo allarmarci. Giustamente, negli esseri umani questo è un disturbo orrendo, associato a gravi malattie mentali: ad una persona sana il solo pensiero fa accapponare la pelle.

La coprofagia nei cani, invece, è qualcosa di molto meno critico. In alcuni casi è addirittura naturale, come quando la madre mangia le feci dei cuccioli